operativo-tattico missile ОТРК

questa è la verità il Regime nazista sPa FMI BM NWO massonico usurocratico devitalizzante demoniaco, ha gettato la maschera, QUESTI SONO I FARISEI E I loro complici i shariah SALAFITI CHE HANNO UCCISO, e continuano ad uccidere continuamente: GESÙ DI BETLEMME! Putin: Risoluzione contro Sputnik e RT nuovo scadimento della democrazia. Il presidente della Federazione Russa ha reagito all’approvazione della Risoluzione UE contro i media russi. “Siamo di fronte ad un’ulteriore, evidente scadimento della democrazia nella società occidentale. Tuttavia penso che il buon senso trionferà e non ci saranno delle reali misure di censura contro i media russi.” — ha detto il presidente Putin commentando la Risoluzione presa dal parlamento europeo contro i media russi. Mercoledì il Parlamento Europeo ha approvato la risoluzione dal titolo “Comunicazioni strategiche dell’UE come contromisure alla propaganda di parti terze”.
https://it.sputniknews.com/mondo/201611233672277-Putin-risoluzione-contro-Sputnik-reazioni/

Risoluzione dell’Europarlamento: Sputnik chiede alla UE un netto “no alla censura” QUESTO è quello che SUCCEDE NEL REGIME NAZISTA MASSONICO TECNOCRATICO ROTHSCILD BILDENBERG! 23.11.2016. La risoluzione dell’Europarlamento sulle misure di risposta contro ai media russi è una chiara violazione della libertà d’informazione e dei diritti dell’uomo. Per questo motivo Sputnik chiede alla UE di vietare l’introduzione della censura di stato. Mercoledì il Parlamento Europeo ha approvato la risoluzione dal titolo “Comunicazioni strategiche dell’UE come contromisure alla propaganda di parti terze”. Nel documento si afferma che la Russia fornisce sostegno finanziario ai partiti politici d’opposizione dei paesi membri della UE ed utilizza le relazioni bilaterali coi singoli paesi come fattore di divisione tra i membri dell’Unione. Quali principali minacce informative all’Unione Europea ed ai suoi partner nell’Europa Orientale vengono citate l’agenzia Sputnik, l’emittente tv RT, il fondo “Russkiy Mir” e l’agenzia “Rossotrudnichestvo” che opera sotto l’egida del Ministero degli Affari Esteri russo. La rusoluzione contiene tutta una serie di accuse infondate, compreso il paragone tra l’attività dei media come Sputnik a quella dell’ISIS. “Sputnik fa appello all’Unione Europea affinchè si opponga alla censura di stato. La Risoluzione dell’Unione Europea è una chiara violazione della libertà d’informazione e dei diritti dell’uomo. Per questi motivi abbiamo rivolto ad una serie di organizzazioni europee e americane, come l’ONU, l’UNESCO, l’OSCE, Reporters senza frontiere ed altrettante associazioni di categoria un appello a mostrare solidarietà nei nostri confronti ed opporsi a questa discriminazione e censura. Noi chiediamo alla comunità internazionale dei media, di cui facciamo parte a tutti gli effetti, di unirsi a noi per difendere i valori della libertà e della democrazia” — si legge nel comunicato stampa diffuso da Sputnik. Sputnik (sputniknews.com) è un’agenzia di stampa e una radio con centri multimediali di informazione in decine di Paesi. Sputnik include siti web, trasmissioni analogiche e digitali, application per tablet e smartphone e pagine sui social network.
https://it.sputniknews.com/mondo/201611233671797-risoluzione-ue-media-russi/

====================

Sputnik si appella all’ONU e alle OSCE contro la censura della UE verso i media russi. QUESTO è quello che SUCCEDE NEL REGIME NAZISTA MASSONICO TECNOCRATICO ROTHSCILD BILDENBERG! 23.11.2016. Sputnik chiede all’ONU e ad UNESCO, OSCE e “Reporters senza Frontiere” di opporsi alle limitazioni alla libertà d’informazione imposta dalla UE e mirate a far cessare l’attività dei media russi Sputnik e RT in Europa. Alle organizzazioni è stata inviata la lettera con il testo che segue, firmato dal Direttore Generale di Sputnik Margherita Simonyan. Margherita Simonyan © RT. Margherita Simonyan Mercoledì il Parlamento Europeo ha approvato la risoluzione dal titolo “Comunicazioni strategiche dell’UE come contromisure alla propaganda di parti terze”. Nel documento si afferma che la Russia fornisce sostegno finanziario ai partiti politici d’opposizione dei paesi membri della UE ed utilizza le relazioni bilaterali coi singoli paesi come fattore di divisione tra i membri dell’Unione. Quali principali minacce informative all’Unione Europea ed ai suoi partner nell’Europa Orientale vengono citate l’agenzia Sputnik, l’emittente tv RT, il fondo “Russkiy Mir” e l’agenzia “Rossotrudnichestvo” che opera sotto l’egida del Ministero degli Affari Esteri russo. “La Risoluzione rappresenta un attacco diretto contro tutta una seria di media autorevoli, compresa l’agenzia Sputnik, ed ha come scopo quello di far cessare la loro attività nei paesi dell’Unione Europea. Inoltre questa risoluzione contraddice apertamente le stesse normative della UE sui diritti dell’uomo e la libertà d’informazione, come l’articolo 19 del patto Internazionale sui diritti civili e politici, l’articolo 11 della Carta dell’Unione sui diritti fondamentali e la risoluzione dell’Unione Europea dell’11 dicembre 2012 sull’elaborazione di una strategia di libertà digitale sulla politica estera della UE”. Questa lettera è stata inviata oltre alle organizzazioni sopracitate anche alla Federazione Europea dei Giornalisti, la Federazione Internazionale dei Giornalisti, il Centro Internazionale del Giornalismo (USA), l’Istituto Internazionale della Stampa (Austria), il Comitato per la difesa dei giornalisti (USA), l’organizzazione internazionale anticensura “Index” (Gran Bretagna). Sputnik (sputniknews.com) è un’agenzia di stampa e una radio con centri multimediali di informazione in decine di Paesi. Sputnik include siti web, trasmissioni analogiche e digitali, application per tablet e smartphone e pagine sui social network.
https://it.sputniknews.com/mondo/201611233671708-media-russi-ue-risoluzione-censura/

===================
#PUTIN ] bisogna prepararsi ad invadere, con truppe da sbarco: invadere militarmente gli USA!
NON POSSIAMO IGNORARE ED ESCLUDERE CHE L’OLOCAUSTO NUCLEARE SIA IL VERO OBIETTIVO DEI FARISEI CHE A TALE PROPOSITO HANNO COSTRUITO VASTE CITTÀ SOTTERRANEE! In Russia è stato testato con successo il lanciamissili su rotaia “Barguzin”. Il “treno nucleare” di prospettiva ripristinerà la triade delle truppe missilistiche strategiche di epoca sovietica, aggiungendosi ai complessi con missili balistici su terra e sotterranei, ritengono nell’esercito. I primi lanci di prova del missile balistico intercontinentale per il lanciarazzi su rotaia “Barguzin” hanno avuto successo, ha riferito oggi ad “Interfax” una fonte nel settore della difesa. “I primi test sono avvenuti nel cosmodromo di Plesetsk 2 settimane fa. Sono completamente riusciti, spianando la strada all’inizio dei testi di volo”, — l’agenzia stampa riporta le parole del suo interlocutore. Secondo lui, i test di volo del missile balistico intercontinentale per la piattaforma su rotaia “Barguzin” inizieranno l’anno prossimo.
https://it.sputniknews.com/mondo/201611223669368-sicurezza-difesa/

Un’antica torre militare nel villaggio di Kharachoy La bellezza del Caucaso in queste fotografie dalle montagne della Cecenia. Il lago di Kezenoy Am al confine tra Cecenia e Dagestan è situato all’altitudine di 1870 metri ed ha una superficie di 2,4 kmq, con una profondità di 74 metri. D’inverno l’acqua congela, mentre d’estate la temperatura dell’acqua è di 5° C. Secondo la leggenda il lago di Kezenoy Am si originò nell’antichità come puniziona divina nei confronti dell’avidità degli abitanti locali. Narra la leggenda che le genti che abitavano lìaul (il villaggio) dove ora si trova il lago di Kezonoy Am fossero d’animo egoista e poco ben disposti ad accogliere il prossimo. Un giorno nell’aul discese un angelo divino travestito da mendicante e inizio ad andare di casa in casa, chiedendo un posto dove dormire e qualcosa da mangiare. Ogni volta però la risposta che ricevette fu la stessa: no. Sia dai ricchi, che dai meno abbienti. Nessuno lo accolse ed anzi qualcuno lo insultò mentre altri gli aizzarono contro i propri cani. Ormai stanco e dopo aver raggiunto la fine dell’aul, il mendicante raggiunse la capanna dove viveva un’anziana povera vedova. Quest’ultima lo accolse, gli diede da mangiare e lo fece dormire sul suo letto. Il giorno dopo il mendicante chiamò la vedova e le disse: “Io non sono un povero vagabondo, ma un angelo divino, mandato ad educare gli abitanti di Kezenoy Am. Ora che Dio ha visto quanto sono stati cattivi con me, li punirà: la terrà inghiottirà il villaggio e al suo posto ci sarà un magnifico lago. Prendi tutto quello che hai e rifugiati sulla montagna vicina, senza dire niente a nessuno di quello che ti ho detto”. La vedova fece quello che le disse l’angelo e fece giusto in tempo a raggiungere la cima vicina, quando un boato squassò la calma, il villaggio venne risucchiato dalla montagna ed al suo posto, come lezione per tutti, spuntò il lago di Kezenoy Am.
https://it.sputniknews.com/foto/201611223646163-turismo-montano-in-Cecenia/

==============
“Vergognoso paragone tra media russi e ISIS, Europa deve temere propaganda USA”. L’autrice della risoluzione sull’opposizione ai media russi, l’eurodeputata polacca Anna Fotyga, dovrebbe vergognarsi per il parallelo tra la Russia e i terroristi dello “Stato Islamico”, ha dichiarato l’eurodeputato francese Jean-Luc Schaffhauser, membro del gruppo parlamentare “Europa delle nazioni e delle libertà”.
https://it.sputniknews.com/foto/201611223646163-turismo-montano-in-Cecenia/

===============

Usa, Trump pensa a ex sindaco Giuliani come prossimo direttore della National Intelligence. E Trump: DEVE scegliere tra la pece (i massoni come lui) e tra la PESTE i sacerdoti di Satana, non ha altre alternative tra i LEADER Americani USA oggi! [ questa è la scelta peggiore: lui è un sacerdote di Satana, uno spietato assassino! ] 23.11.2016. Lo ha rivelato il consulente senior del presidente eletto ed ex manager della campagna Kellyanne Conway in un’intervista alla Msnbc. “La decisione sarà presa insieme a Mike Pence”. Donald Trump potrebbe nominare l’ex sindaco di New York Rudy Giuliani come prossimo direttore della National Intelligence Usa (DNI). Lo ha rivelato il consulente senior del presidente eletto ed ex manager della campagna Kellyanne Conway in un’intervista alla Msnbc. Anche se “la decisione finale sarà presa con il contributo di vice presidente eletto Mike Pence”. Dipartimento di Stato USA. Tom Arthur Bolton o Giuliani? Le prospettive per la Russia dei candidati a guidare la diplomazia USA La scorsa settimana, Giuliani aveva detto che non sarebbe diventato procuratore generale dell’Amministrazione Trump, ma ha fatto capire che poteva essere un buon candidato come segretario di Stato americano. Tuttavia, lo scorso 17 novembre, il direttore della National Intelligence James Clapper ha annunciato le dimissioni, esecutive dal giorno dell’insediamento del nuovo presidente il prossimo 20 gennaio.
https://it.sputniknews.com/mondo/201611233669661-usa-trump-giuliani-direttore-national-intelligence/
Maurizio Sorrentino
Altra notizia non bella…. è quello che ha affittato, per 99 anni, le torri gemelle, 2 mesi prima che venissero demolite , a uno che aveva versato solo la prima rata del prestito (quindi un centoventesimo del costo)ma , aveva subito assicurato il tutto, per il rischio caduta,di due differenti aereoplani, sulle torri….(come dice la mamma:” bisogna essere preveggienti!”)realizzando un guadagno,in due mesi, di circa 6 miliardi di dollari(era in co.co.co. per questo la paga è stata bassa…), più un fatturato stellare per l’industria della difesa….. potrà mai un signore che… ” tutto sa e ha visto”, riaprire le indagini sull’11 settembre? Oppure si fabbricheranno delle “provette” che dimostrano che dietro a tutto c’era l’Iran?
==================
“populisti”? questa è una trappola per convogliare i voti dei POPULISTI.. MARIN LE PEN È L’UNICO CANDIDATO CREDIBILE! Francia, Fillon: Russia nemico virtuale frutto della fantasia dell’Occidente. Negli ultimi anni l’Occidente ha trasformato la Russia in un nemico virtuale, rifiutandosi di sviluppare la cooperazione e le relazioni bilaterali. Lo ha dichiarato oggi il vincitore del primo turno delle primarie del centrodestra in Francia ed ex premier Francois Fillon. Fillon ha evidenziato che l’attuale inasprimento dei rapporti tra la Russia e l’Occidente ha avuto origine dal tentativo fallito di Barack Obama di riavviare le relazioni tra Washington e Mosca. “Barack Obama ha iniziato dalla strategia del ‘reset’ che mirava a correggere le relazioni con la Russia. Tuttavia tutto è andato per il verso storto e la Russia è stata trasformata di nuovo in un nemico. Un nemico virtuale perché credo che la Russia infondo non sia un rivale per l’Europa”, ha spiegato Fillon a radio Europe 1. Parlando delle prospettive nella cooperazione con la Russia, Fillon ha ricordato di avere alle spalle una fruttuosa collaborazione con il presidente russo quando entrambi erano capi del Governo dei rispettivi Paesi. “Ho lavorato con Vladimir Putin quando era primo ministro e sono stati raggiunti molteplici accordi propizi per la Francia, per i quali mi sono battuto costantemente. È un interlocutore difficile, ma è un interlocutore che rispetta chi è capace di onorare i propri impegni”, ha affermato Fillon.
https://it.sputniknews.com/mondo/201611233670185-russia-nemico-virtuale/

======================

Russia, Lavrov incontra presidente del CICR Maurer. Focus sulla situazione in Ucraina e Siria, con particolare attenzione all’assistenza umanitaria nel paese mediorientale. Il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov incontrerà oggi a Mosca il presidente del Comitato Internazionale della Croce Rossa (CICR), Peter Maurer, per colloqui su questioni legate alla consegna di aiuti umanitari alla popolazione civile in Siria e sulla situazione in Ucraina. “L’incontro tra il ministro degli Esteri russo e il presidente del Comitato internazionale della Croce Rossa Peter Maurer si svolgerà il 23 novembre. Quest’ultimo sarà in Russia in visita di lavoro”, — ha detto la portavoce del dicastero, Maria Zakharova. “Particolare attenzione sarà dedicata alla situazione nel sud-est dell’Ucraina e in Siria. Soprattutto in reazione alla fornitura di assistenza umanitaria alla popolazione civile”. Croce Rossa e Mezzaluna Rossa, Aleppo, Siria © REUTERS/ Ammar Abdullah Operazioni umanitarie, accordo tra Russia e Croce e Mezzaluna rossa Lavrov e Maurer si sono incontrati l’ultima volta lo scorso settembre, dove hanno discusso anche della situazione nei due paesi e di questioni di cooperazione bilaterale. L’Est dell’Ucraina è stato duramente colpito dall’operazione militare speciale che Kiev ha lanciato contro le regioni di Donetsk e Luhansk ad aprile del 2014. Le manovre sono state la risposta al rifiuto dei residenti locali di riconoscere il nuovo governo golpista, insediatosi nel paese. La violenza in corso in Siria ha causato una crisi umanitaria su larga scala e la morte di migliaia di persone, nonché milioni di sfollati. La comunità internazionale ha intrapreso passi per porre fine al conflitto, al fine di migliorare la situazione umanitaria nel paese mediorientale.
https://it.sputniknews.com/mondo/201611233670088-russia-lavrov-incontro-presidente-cicr-maurer/

QUESTA LOTTA TRA ISLAMICI SHARIAH È SOLTANTO UNA DISSIMULAZIONE! QUESTO È ALTO TRADIMENTO CONTRO LA SOPRAVVIVENZA DEL GENERE UMANO! ALLAH è Satana, e ISLAM è Satanismo shariah: questi sono spietati assassini seriali! ]
12/11/2016 – IRAN
Teheran, quarto summit cristiano-musulmano: il dialogo contro fanatismo e violenze

Nella capitale iraniana leader cristiani e musulmani hanno discusso di dialogo, estremismo, violenza e sicurezza. Il card Onaiyekan sottolinea l’importanza di azioni pratiche e scelte politiche in un’ottica di pace. Leader sunnita irakeno: uniti per contrastare l’ideologia radicale. Ayatollah Mohaghegh Damad: Iran terra di dialogo rilancia l’amicizia fra cristianesimo e islam.

11/11/2016 – MEDIO ORIENTE – STATI UNITI
In Medio oriente convinti che saranno gli affari a guidare la politiche del “mercante” Trump

Per il patriarca Sako è stata bocciata la politica “non chiara” del passato. Ma restano “l’attesa e la paura” per il futuro. Il neo inquilino della Casa Bianca appare più un uomo d’affari che un poliziotto dell’ordine internazionale. L’eredità di Obama, che lascia una regione in condizioni “peggiori”. Le alleanze con i Paesi del Golfo e il futuro dell’accordo nucleare iraniano.
11/11/2016 – STATI UNITI – ISRAELE – ISLAM
Israele e Stato islamico celebrano il neo-presidente Usa Trump

Siti jihadisti e miliziani di Daesh festeggiano il successo del candidato repubblicano. Trump mostrerà “la brutta faccia dell’America”. Egli è un “toro stupido, arrogante e presuntuoso, più stupido di Bush”. Per l’ideologo di al Qaeda è l’inizio della “distruzione” degli Usa. Netanyahu ricorda il “legame di ferro” fra i due Paesi. L’invito a Washington alla “prima opportunità”.
10/11/2016 – EGITTO – ARABIA SAUDITA
Il Cairo rompe con Riyadh e guarda a Mosca (e Teheran) per rilanciare l’economia

aAd inasprire lo scontro la bocciatura egiziana all’Onu di una risoluzione saudita in chiave anti-siriana. Ma i veri motivi sono economici: Riyadh attraversa una grave crisi e sta perdendo la sfera di influenza nella regione. In soccorso alle casse egiziane l’Iran e la Russia. Consulenti militari egiziani a Damasco.
10/11/2016 – BANGLADESH
Premio Madre Teresa a Faraaz Ayaaz Hossain, “coraggiosa” vittima della strage di Dhaka

Il giovane aveva 20 anni e conosceva il Corano. Era stato risparmiato dai terroristi, ma si è rifiutato di abbandonare le amiche. Per questo ha “pagato il prezzo più alto per un essere umano”. Il premio è conferito dalla Harmony Foundation, creata nel 2005.

[ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] C.S.P.B. Crux Sancti Patris Benedicti. La Croce del Santo Padre Benedetto, C.S.S.M.L. Crux Sacra Sit Mihi Lux, La Croce Santa sia la mia luce. N.D.S.M.D. Non Drago Sit Mihi Dux. Non sia il demonio il mio condottiero. AMEN ALLLEUIA, V.R.S. Vade Retro, Satana! Allontanati, Sanata! N.S.M.V. Numquam Suade Mihi Vana. Non mi attirare alle vanità, S.M.Q.L. Sunt Mala Quae Libas. Son mali le tue bevande, I.V.B. Ipse Venena Bibas. Bevi tu stesso i tuoi veleni. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] Preghiera: Croce del Santo Padre Benedetto. Croce santa sii la mia luce e non sia mai il demonio mio capo. Va’ indietro, Satana; non mi persuaderai mai di cose vane; sono cattive le bevande che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ]
La Medaglia di San Benedetto non è magica DEVI AVERE LA FEDE la fede!
JHWH pantocrator NO EU SPA NWO NATO

ALLAH è Satana, e ISLAM è Satanismo shariah: questi sono spietati assassini seriali! ] QUESTA LOTTA TRA ISLAMICI SHARIAH È SOLTANTO UNA DISSIMULAZIONE! QUESTO È ALTO TRADIMENTO CONTRO LA SOPRAVVIVENZA DEL GENERE UMANO!
17/11/2016 – IRAQ
Mosul: milizie sciite in lotta con lo SI per l’aeroporto di Tal Afar

Nella zona in corso feroci combattimenti. L’obiettivo è eliminare le sacche di resistenza dei jihadisti e tagliare la via di rifornimento a Mosul. La presenza di forze sciite nel contesto dell’offensiva fonte di controversia. Secondo i critici sarebbero responsabili di violazioni e abusi verso gli arabi sunniti.
16/11/2016 – SRI LANKA
Leader cristiani e musulmani dello Sri Lanka: impegno comune per rafforzare l’armonia religiosa
di Melani Manel Perera

16/11/2016 – BANGLADESH
Gaibandha: dopo l’uccisione, i cristiani santal aggrediti rifiutano gli aiuti del governo
di Sumon Corraya

Polizia e musulmani locali hanno attaccato i tribali per una disputa terriera. Ci sono stati due morti e sei feriti. La popolazione vive nella paura e i bambini non vanno a scuola. Alcuni cristiani sono ancora fuggitivi, altri non hanno fatto rientro nelle case. Inverno alle porte e mancanza di cibo seminano sconforto.

16/11/2016 – SIRIA
Idlib, bambini rapiti per traffico di organi. Il nuovo business dei jihadisti

Dopo i reperti archeologici e il petrolio, la nuova frontiera di arricchimento per i movimenti estremisti in Siria è il traffico di organi. Segnalati diversi casi di sparizioni di minori nei villaggi della provincia. I bambini trafficati oltreconfine in Turchia. Un fenomeno che gli stessi media di Ankara avevano denunciato in passato, prima della censura imposta da Erdogan.
16/11/2016 – INDONESIA
Jakarta, il governatore cristiano Ahok andrà a processo per blasfemia
di Mathias Hariyadi

Gli investigatori hanno inserito il suo nome nell’elenco ufficiale dei sospettati. È la prima svolta legale nel caso che va avanti da settimane. Il politico non è stato arrestato ma non può lasciare il Paese. Le udienze saranno trasmesse in diretta TV. Ahok rischia fino a cinque anni di carcere.

16/11/2016 – SIRIA – STATI UNITI – RUSSIA
Conflitto siriano: per Assad, Trump è un “alleato” nella lotta al terrorismo

In campagna elettorale il neo presidente Usa aveva definito una “pazzia” la campagna contro Damasco. Il leader siriano invita alla “cautela” nel “giudicare” le scelte di Trump. Ma restano i “dubbi” sul fatto che possa “mantenere” le promesse. Mosca e Damasco riprendono i bombardamenti ad Aleppo.
15/11/2016 – TURCHIA
Presidenzialismo, islamizzazione, lotta ai curdi: la strada di Erdogan per il potere

Il partito di opposizione curdo Hdp è stato il solo a contrastare in Parlamento il piano di modifica istituzionale del Paese. Il voto sulla riforma dovrebbe svolgersi ad aprile 2017. In caso di vittoria nelle mani di Erdogan un accentramento di poteri unico. La lira turca paga l’instabilità e perde il 6% sul dollaro in un mese. La politica di repressione post-golpe colpisce anche la scuola.
14/11/2016 – PAKISTAN
Balochistan, leader cattolici condannano l’attentato al santuario sufi che ha provocato 52 morti
di Kamran Chaudhry

L’esplosione è avvenuta prima del tramonto nel sacrario di Shah Noorani, a circa 750 km a sud di Quetta. Il luogo è meta di pellegrinaggio da tutto il Pakistan e dall’estero. I fedeli del sufismo sono accusati di eresia per rituali che prevedono canti e danze. Nella regione operano estremisti talebani e dello Stato islamico.

14/11/2016 – IRAQ
Attentati a Baghdad, decine di morti e feriti. L’esercito irakeno strappa Nimrud all’Isis

Questa mattina un attacco suicida a sud-ovest della capitale ha provocato otto morti. Nel fine settimana una serie di esplosioni ha ucciso almeno 11 civili, decine i feriti. Finora non vi sono rivendicazioni ufficiali degli attacchi. Le forze speciali hanno riconquistato l’antica città assira. I jihadisti avevano distrutto il patrimonio perché ritenuto eredità pagana.
14/11/2016 – INDONESIA
Samarinda, è morta una delle bambine ferite nell’attentato alla chiesa
di Mathias Hariyadi

Olivia Intan Marbun, due anni, non è sopravvissuta alle ferite e alle ustioni riportate. Stava giocando con altri bambini di fronte alla chiesa quando l’ordigno artigianale è esploso. L’assalitore, Johanda, era già stato arrestato per terrorismo e avrebbe legami con lo Stato islamico.

13/11/2016 – INDONESIA
Bomba contro una chiesa a Samarinda. Quattro feriti
di Mathias Hariyadi

Fra i feriti vi è anche un bambino. Fonti di AsiaNews: l’autore è stato fermato e arrestato dalla folla. Una strategia della tensione che parte dall’accusa di blasfemia al governatore di Jakarta. Il vero obbiettivo: far cadere il presidente Joko Widodo.

[ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] C.S.P.B. Crux Sancti Patris Benedicti. La Croce del Santo Padre Benedetto, C.S.S.M.L. Crux Sacra Sit Mihi Lux, La Croce Santa sia la mia luce. N.D.S.M.D. Non Drago Sit Mihi Dux. Non sia il demonio il mio condottiero. AMEN ALLLEUIA, V.R.S. Vade Retro, Satana! Allontanati, Sanata! N.S.M.V. Numquam Suade Mihi Vana. Non mi attirare alle vanità, S.M.Q.L. Sunt Mala Quae Libas. Son mali le tue bevande, I.V.B. Ipse Venena Bibas. Bevi tu stesso i tuoi veleni. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] Preghiera: Croce del Santo Padre Benedetto. Croce santa sii la mia luce e non sia mai il demonio mio capo. Va’ indietro, Satana; non mi persuaderai mai di cose vane; sono cattive le bevande che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ]
La Medaglia di San Benedetto non è magica DEVI AVERE LA FEDE la fede!
JHWH pantocrator NO EU SPA NWO NATO

ALLAH è Satana, e ISLAM è Satanismo shariah: questi sono spietati assassini seriali! ] ] QUESTA LOTTA TRA ISLAMICI SHARIAH È SOLTANTO UNA DISSIMULAZIONE! QUESTO È ALTO TRADIMENTO CONTRO LA SOPRAVVIVENZA DEL GENERE UMANO! [ AMEN ]
19/11/2016 – ARABIA SAUDITA
Donne saudite, dall’abbigliamento alla società: la ricerca del cambiamento

Negli ultimi anni i collegamenti fra le diverse culture, i social network e la globalizzazione stanno cambiando le società del mondo, anche quella saudita. Segnali come piccole modifiche all’abbigliamento, la possibilità di lavorare e di trascorrere periodi all’estero rendono più consapevoli le donne.

18/11/2016 – SIRIA
Aleppo, offensiva dell’esercito siriano sui quartieri ribelli: 65 vittime in quattro giorni

Dopo tre settimane di relativa calma sono ripresi gli attacchi russi e siriani sul settore est della città. Gli abitanti hanno trascorso la notte nei rifugi e nelle cantine. I ribelli rispondono lanciando razzi e ordigni sui quartieri occidentali, controllati dal governo. Stime Onu parlano di oltre 700 morti da fine ottobre.
18/11/2016 – ISRAELE – PALESTINA
Israele, appello di coloni e rabbini per la restituzione del corpo di un giovane palestinese

Gli abitanti di Gush Etzion scrivono al ministro della Difesa Avigdor Lieberman perché disponga la restituzione del cadavere di Khaled Bahar. Il 15enne è stato ucciso da un proiettile durante scontri fra esercito israeliano e palestinesi. Dalle indagini egli era risultato estraneo alle violenze. Attivista palestinese: Israele ha inventato l’arresto post mortem, non esiste altrove al mondo.
18/11/2016 – INDIA – BANGLADESH
Al bando l’Ong del predicatore islamico che ha ispirato la strage di Dhaka

Zakir Naik è esponente delle posizioni più radicali del salafismo. La sua Islamic Research Foundation diffonde sermoni attraverso una televisione privata. Le autorità di Dhaka e Islamabad hanno già oscurato il canale. Il predicatore esalta Osama bin Laden e inneggia al terrorismo. Reazioni contrastanti della comunità islamica.

18/11/2016 – KUWAIT – EGITTO
Il patriarca copto Ibrahim Isaac in Kuwait: Qui c’è accoglienza per i cattolici egiziani
di Loula Lahham

Il leader della Chiesa egiziana è stato accolto dal vicario apostolico e da numerosi fedeli. Oggi ha battezzato e cresimato i bambini nella cattedrale di Kuwait-City. Portavoce della Chiesa copta: “I cattolici egiziani all’estero conoscono poco la loro Chiesa madre, per questo il patriarca si fa vicino a loro”. La Chiesa cattolica in Kuwait ha circa 200mila fedeli migranti, in maggioranza asiatici e dai Paesi arabi.

17/11/2016 – PAKISTAN
Peshawar, i partiti islamici impediscono la revisione dei programmi scolastici
di Shafique Khokhar

In tutto il Paese i libri di testo sono pieni di pregiudizi e commenti discriminatori verso le minoranze. Nel Sindh e Punjab inclusi capitoli sul ruolo delle donne e di noti filantropi. Una ricerca effettuata dalla Commissione nazionale Giustizia e Pace.

[ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] C.S.P.B. Crux Sancti Patris Benedicti. La Croce del Santo Padre Benedetto, C.S.S.M.L. Crux Sacra Sit Mihi Lux, La Croce Santa sia la mia luce. N.D.S.M.D. Non Drago Sit Mihi Dux. Non sia il demonio il mio condottiero. AMEN ALLLEUIA, V.R.S. Vade Retro, Satana! Allontanati, Sanata! N.S.M.V. Numquam Suade Mihi Vana. Non mi attirare alle vanità, S.M.Q.L. Sunt Mala Quae Libas. Son mali le tue bevande, I.V.B. Ipse Venena Bibas. Bevi tu stesso i tuoi veleni. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] Preghiera: Croce del Santo Padre Benedetto. Croce santa sii la mia luce e non sia mai il demonio mio capo. Va’ indietro, Satana; non mi persuaderai mai di cose vane; sono cattive le bevande che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ]
La Medaglia di San Benedetto non è magica DEVI AVERE LA FEDE la fede!
JHWH pantocrator NO EU SPA NWO NATO

ALLAH è Satana, e ISLAM è Satanismo shariah: questi sono spietati assassini seriali! ] ] QUESTA LOTTA TRA ISLAMICI SHARIAH È SOLTANTO UNA DISSIMULAZIONE! QUESTO È ALTO TRADIMENTO CONTRO LA SOPRAVVIVENZA DEL GENERE UMANO! [ 20/11/2016 – VATICANO-SIRIA
Il card. Zenari al Papa: Chiesa della Misericordia dove milioni sono “lasciati morti o mezzi morti”
di Card. Mario Zenari
Nell’indirizzo di saluto al pontefice, il neo cardinale, nunzio apostolico in Siria, traccia alcune linee del pontificato di papa Francesco e l’impegno della Chiesa nell’essere “Buon Samaritano” in molte parti della terra, vivendo la gioia della fede e il martirio.
20/11/2016 – VATICANO
Papa: Si chiude la Porta santa, rimane sempre spalancata la vera porta della misericordia, che è il Cuore di Cristo
Papa Francesco celebra la messa a conclusione del Giubileo della Misericordia. In anteprima la Lettera apostolica “Misericordia et misera” è stata consegnata a una rappresentanza di vescovi, sacerdoti e laici. Fra questi il card. Luis Antonio Tagle di Manila, una suora dalla Corea del Sud, una coppia di giovani fidanzati, una persona con disabilità e una persona malata. “La regalità di Gesù è sulla croce, dove sembra più un vinto che un vincitore”. “La forza di attrazione del potere e del successo è sembrata una via facile e rapida per diffondere il Vangelo”. “Dio non ha memoria del peccato, ma di noi, di ciascuno di noi, suoi figli amati. E crede che è sempre possibile ricominciare, rialzarsi”.Il ringraziamento ai malati e alle suore di clausura per le preghiere da loro offerte per la riuscita del Giubileo.
19/11/2016 – VATICANO
Papa ai nuovi cardinali: No al virus della polarizzazione; sì all’inquietudine per tanti nostri fratelli senza fede
Concistoro pubblico per la creazione di 17 nuovi cardinali. Papa Francesco invita i neocardinali a amare “i nemici” e non “‘demonizzarli’, allo scopo di avere una ‘santa’ giustificazione per toglierceli di torno”. Nel Collegio cardinalizio le diversità geografiche, di lingua, di rito, di colore della pelle sono “una delle nostre più grandi ricchezze”. Tre nuovi cardinali sono legati all’Asia. L’indirizzo di saluto e gratitudine del card. Zenari, nunzio apostolico in Siria. La visita a Benedetto XVI.
[ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] C.S.P.B. Crux Sancti Patris Benedicti. La Croce del Santo Padre Benedetto, C.S.S.M.L. Crux Sacra Sit Mihi Lux, La Croce Santa sia la mia luce. N.D.S.M.D. Non Drago Sit Mihi Dux. Non sia il demonio il mio condottiero. AMEN ALLLEUIA, V.R.S. Vade Retro, Satana! Allontanati, Sanata! N.S.M.V. Numquam Suade Mihi Vana. Non mi attirare alle vanità, S.M.Q.L. Sunt Mala Quae Libas. Son mali le tue bevande, I.V.B. Ipse Venena Bibas. Bevi tu stesso i tuoi veleni. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] Preghiera: Croce del Santo Padre Benedetto. Croce santa sii la mia luce e non sia mai il demonio mio capo. Va’ indietro, Satana; non mi persuaderai mai di cose vane; sono cattive le bevande che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ]
La Medaglia di San Benedetto non è magica DEVI AVERE LA FEDE la fede!
JHWH pantocrator NO EU SPA NWO NATO

QUESTA LOTTA TRA ISLAMICI SHARIAH È SOLTANTO UNA DISSIMULAZIONE! QUESTO È ALTO TRADIMENTO CONTRO LA SOPRAVVIVENZA DEL GENERE UMANO! ALLAH è Satana, e ISLAM è Satanismo shariah: questi sono spietati assassini seriali! ] QUESTA LOTTA TRA ISLAMICI SHARIAH È SOLTANTO UNA DISSIMULAZIONE! QUESTO È ALTO TRADIMENTO CONTRO LA SOPRAVVIVENZA DEL GENERE UMANO! [ Il Bangladesh ha deciso di respingere circa 400 profughi alla frontiera. Essi scappavano dalla nuova ondata di repressione in Myanmar. Leader islamico denuncia la pulizia etnica. Vescovo di Rajshahi: Il governo deve garantire tutte le minoranze.

22/11/2016 – EGITTO – A. SAUDITA – ISLAM
La lotta secolare fra al-Azhar e il wahabismo per la supremazia nell’islam sunnita

La massima istituzione giuridica egiziana già nel 1818 ha fermato il tentativo egemonico (radicale) saudita. Oggi lo scontro si rinnova, con il boicottaggio da parte di Riyadh delle attività di al-Azhar. Una guerra fredda e silenziosa che ha favorito la nascita di gruppi jihadisti come al Qaeda e lo Stato islamico. Il grande imam Al-Tayeb promuove il dialogo e la tolleranza fra religioni.
22/11/2016 – SIRIA – ONU
Conflitto siriano, Onu: un milione di persone sotto assedio, ad Aleppo condizioni terrificanti

Il responsabile delle Nazioni Unite per le operazioni umanitarie parla di persone “isolate, affamate, bombardate e private di cure mediche e di assistenza umanitaria”. Dalle forze governative l’uso deliberato di “tattiche crudeli”. A novembre i razzi dei ribelli ad Aleppo hanno provocato oltre 60 vittime civili nel settore occidentale. L’inerzia del Consiglio di sicurezza.
[ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] C.S.P.B. Crux Sancti Patris Benedicti. La Croce del Santo Padre Benedetto, C.S.S.M.L. Crux Sacra Sit Mihi Lux, La Croce Santa sia la mia luce. N.D.S.M.D. Non Drago Sit Mihi Dux. Non sia il demonio il mio condottiero. AMEN ALLLEUIA, V.R.S. Vade Retro, Satana! Allontanati, Sanata! N.S.M.V. Numquam Suade Mihi Vana. Non mi attirare alle vanità, S.M.Q.L. Sunt Mala Quae Libas. Son mali le tue bevande, I.V.B. Ipse Venena Bibas. Bevi tu stesso i tuoi veleni. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] Preghiera: Croce del Santo Padre Benedetto. Croce santa sii la mia luce e non sia mai il demonio mio capo. Va’ indietro, Satana; non mi persuaderai mai di cose vane; sono cattive le bevande che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ]
La Medaglia di San Benedetto non è magica DEVI AVERE LA FEDE la fede!
JHWH pantocrator NO EU SPA NWO NATO

ALLAH è Satana, e ISLAM è Satanismo shariah: questi sono spietati assassini seriali! ] QUESTA LOTTA TRA ISLAMICI SHARIAH È SOLTANTO UNA DISSIMULAZIONE! QUESTO È ALTO TRADIMENTO CONTRO LA SOPRAVVIVENZA DEL GENERE UMANO! [ Il Bangladesh ha deciso di respingere circa 400 profughi alla frontiera. Essi scappavano dalla nuova ondata di repressione in Myanmar. Leader islamico denuncia la pulizia etnica. Vescovo di Rajshahi: Il governo deve garantire tutte le minoranze.

22/11/2016 – EGITTO – A. SAUDITA – ISLAM
La lotta secolare fra al-Azhar e il wahabismo per la supremazia nell’islam sunnita

La massima istituzione giuridica egiziana già nel 1818 ha fermato il tentativo egemonico (radicale) saudita. Oggi lo scontro si rinnova, con il boicottaggio da parte di Riyadh delle attività di al-Azhar. Una guerra fredda e silenziosa che ha favorito la nascita di gruppi jihadisti come al Qaeda e lo Stato islamico. Il grande imam Al-Tayeb promuove il dialogo e la tolleranza fra religioni.
22/11/2016 – SIRIA – ONU
Conflitto siriano, Onu: un milione di persone sotto assedio, ad Aleppo condizioni terrificanti

Il responsabile delle Nazioni Unite per le operazioni umanitarie parla di persone “isolate, affamate, bombardate e private di cure mediche e di assistenza umanitaria”. Dalle forze governative l’uso deliberato di “tattiche crudeli”. A novembre i razzi dei ribelli ad Aleppo hanno provocato oltre 60 vittime civili nel settore occidentale. L’inerzia del Consiglio di sicurezza.
[ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] C.S.P.B. Crux Sancti Patris Benedicti. La Croce del Santo Padre Benedetto, C.S.S.M.L. Crux Sacra Sit Mihi Lux, La Croce Santa sia la mia luce. N.D.S.M.D. Non Drago Sit Mihi Dux. Non sia il demonio il mio condottiero. AMEN ALLLEUIA, V.R.S. Vade Retro, Satana! Allontanati, Sanata! N.S.M.V. Numquam Suade Mihi Vana. Non mi attirare alle vanità, S.M.Q.L. Sunt Mala Quae Libas. Son mali le tue bevande, I.V.B. Ipse Venena Bibas. Bevi tu stesso i tuoi veleni. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] Preghiera: Croce del Santo Padre Benedetto. Croce santa sii la mia luce e non sia mai il demonio mio capo. Va’ indietro, Satana; non mi persuaderai mai di cose vane; sono cattive le bevande che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ]
La Medaglia di San Benedetto non è magica DEVI AVERE LA FEDE la fede!
JHWH pantocrator NO EU SPA NWO NATO

QUESTA LOTTA TRA ISLAMICI SHARIAH È SOLTANTO UNA DISSIMULAZIONE! QUESTO È ALTO TRADIMENTO CONTRO LA SOPRAVVIVENZA DEL GENERE UMANO! ALLAH è Satana, e ISLAM è Satanismo shariah: questi sono spietati assassini seriali! ] 06/09/2016 12:03:00 ISLAM-CECENIA-A. SAUDITA
Conferenza di Grozny: Il wahhabismo escluso dalla comunità sunnita. L’ira di Riyadh

Circa 200 personalità musulmane da Egitto, Russia, Siria, Sudan, Giordania, Europa rifiutano la dottrina dell’Arabia saudita. Un programma di riforma: una catena televisiva (in alternativa ad al Jazeera), un centro “scientifico” per condannare le interpretazioni fondamentaliste, borse di studio per studenti. L’apprezzamento di p. Samir Khalil. Lo studioso Kamel Abderrahmani: Non c’è differenza fra sunnismo e wahhabismo.

16/12/2015 ARABIA SAUDITA-ISLAM
Una coalizione islamica anti-terrorismo per “salvare la faccia” a Riyadh
Vi partecipano 35 nazioni a maggioranza musulmana. Sono esclusi Siria, Iraq, Iran e Afghanistan. Dubbi che la lotta al terrorismo sia usata per soffocare i diritti umani delle popolazioni di questi Paesi. L’approvazione di Al-Azhar, che chiede da tempo un impegno a correggere le interpretazioni letteraliste del Corano. Le critiche di Hezbollah.

23/02/2015 ARABIA SAUDITA – ISLAM
Imam di Al-Azhar: Per fermare l’estremismo islamico occorre una riforma dell’insegnamento religioso
Per Ahmed al-Tayeb è urgente stilare un nuovo curriculum di studi per evitare una “cattiva interpretazione” del Corano e della sunna. Il terrorismo islamico mette in crisi l’unità del mondo musulmano. Il “nuovo colonialismo globale alleato al sionismo mondiale”. Il discorso del re saudita.

24/02/2015 EGITTO – ISLAM
Le parole di al-Tayeb e di al-Sisi un grande passo per una rivoluzione dell’islam
Il grande imam di Al-Azhar ha denunciato le interpretazioni basate sulla lettera del Corano e della sunna, brandite dai fondamentalisti e dai terroristi islamici; sostiene l’urgenza di una riforma dell’insegnamento dell’islam fra i laici e gli imam; domanda la fine della scomunica (takfir) reciproca fra sunniti e sciiti. E il presidente egiziano al-Sisi ha deciso di combattere lo Stato islamico dopo la decapitazione di 21 cristiani copti, che egli ha definito “cittadini egiziani” a parte intera.

09/04/2015 YEMEN-M.ORIENTE
Sale il numero di morti in Yemen. Al Qaeda promette oro a chi uccide i capi sciiti
Dall’inizio del conflitto vi sono più di 600 morti e oltre 2200 feriti. Mancano elettricità, acqua e medicinali. Uccisi in servizio personale paramedico delle ambulanze. Islamisti afghani pronti a invadere lo Yemen con “migliaia” di combattenti.
[ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] C.S.P.B. Crux Sancti Patris Benedicti. La Croce del Santo Padre Benedetto, C.S.S.M.L. Crux Sacra Sit Mihi Lux, La Croce Santa sia la mia luce. N.D.S.M.D. Non Drago Sit Mihi Dux. Non sia il demonio il mio condottiero. AMEN ALLLEUIA, V.R.S. Vade Retro, Satana! Allontanati, Sanata! N.S.M.V. Numquam Suade Mihi Vana. Non mi attirare alle vanità, S.M.Q.L. Sunt Mala Quae Libas. Son mali le tue bevande, I.V.B. Ipse Venena Bibas. Bevi tu stesso i tuoi veleni. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] Preghiera: Croce del Santo Padre Benedetto. Croce santa sii la mia luce e non sia mai il demonio mio capo. Va’ indietro, Satana; non mi persuaderai mai di cose vane; sono cattive le bevande che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ]
La Medaglia di San Benedetto non è magica DEVI AVERE LA FEDE la fede!
JHWH pantocrator NO EU SPA NWO NATO

QUESTA LOTTA TRA ISLAMICI SHARIAH È SOLTANTO UNA DISSIMULAZIONE! QUESTO È ALTO TRADIMENTO CONTRO LA SOPRAVVIVENZA DEL GENERE UMANO! ALLAH è Satana, e ISLAM è Satanismo shariah: questi sono spietati assassini seriali! ] EGITTO – A. SAUDITA – ISLAM. La lotta secolare fra al-Azhar e il wahabismo per la supremazia nell’islam sunnita, La massima istituzione giuridica egiziana già nel 1818 ha fermato il tentativo egemonico (radicale) saudita. Oggi lo scontro si rinnova, con il boicottaggio da parte di Riyadh delle attività di al-Azhar. Una guerra fredda e silenziosa che ha favorito la nascita di gruppi jihadisti come al Qaeda e lo Stato islamico. Il grande imam Al-Tayeb promuove il dialogo e la tolleranza fra religioni.Il Cairo (AsiaNews) – Fra meno di due anni ricorre il bicentenario della lotta, avvenuta nel 1818, fra la sede teologica della moschea di al-Azhar, sostenuta dall’Egitto, e il wahabismo, saudita, che ha segnato la fine della politica espansionista di quest’ultimo. Un tentativo di egemonizzare tutto il mondo islamico arabo, ma che si è limitato poi all’interno dei confini della penisola arabica. In quello che, con maggior precisione, diverrà in seguito il regno dell’odierna Arabia Saudita. Da quel momento, sebbene all’apparenza tutto sembrava superato, le fiamme hanno covato a lungo sotto le ceneri di un conflitto irrisolto. Non sono mai mancate – anche durante il ventesimo secolo – posizioni di rivalità, per non dire di boicottaggio promosso da Riyadh verso la quasi totalità delle attività della moschea di al-Azhar.E ancora, i casi di studenti di giurisprudenza islamica (fiqh) all’università di al-Azhar, provenienti dal continente asiatico per studiare la dottrina dell’islam, finanziati dalla sede diplomatica saudita al Cairo. E, attraverso conferenze e pubblicazioni, portati a pensare che quanto veniva insegnato loro ad al-Azhar era scisma e deviazione dalla vera religione, che è racchiusa nel wahabismo il quale è custode dei luoghi sacri dell’islam e dove la religione di Maometto si è rivelata. Molti di questi studenti delle scuole islamiche, attirati dal denaro e da inviti in Arabia Saudita, pur avendo concluso gli studi nell’università egiziana e rientrando in patria con un dottorato in Sharia islamica rilasciato da al-Azhar, sono poi finiti nel giro del wahabismo.Così, dagli anni ’80 del secolo scorso, sono aumentati gli imam Wahabbiti asiatici “innaffiati” di doni e di benedizioni dall’Arabia Saudita. Particolare attenzione è stata riversata sulla Malaysia, dove nel febbraio scorso – grazie a un’indagine del sito egiziano Yom Al Sabee – è emersa la notizia di un indottrinamento parallelo promosso dall’università internazionale al Madina, una istituzione locale creata e finanziata da Riyadh, con sede anche al Cairo. Per rilasciare un dottorato religioso riconosciuto da al-Azhar, l’università malaysiana in questione accoglie docenti dell’istituzione egiziana, dando così una copertura alla vera attività che è contro la stessa al-Azhar e che viene promossa al suo interno. Secondo il sito egiziano, l’università al Madina fa veicolare all’interno del corso accademico tutte le idee wahabite.
L’Arabia Saudita è riuscita poi a impossessarsi delle cattedre di islamistica dell’Università americana, da dove passano decine di migliaia di laureati di oltre 100 nazionalità diverse; questi studenti finiscono poi con l’alimentare di imam “wahabiti” non solo la Malaysia, ma anche molte altre nazioni del continente africano. Il Paese più colpito è la Nigeria, dove gruppi salafiti, ispirati al wahabismo, sono aumentati in maniera vertiginosa, al pari del loro incremento in Asia.
Particolare attenzione viene ora riservata da Riyadh alla Russia e al Caucaso, soprattutto alla Cecenia, dove il wahabismo è in continua diffusione, anche se il lavoro di proselitismo da parte dell’Arabia Saudita viene fatto in modo discreto, come in America ed Europa.
Questa guerra fredda, silenziosa e delicata contro al-Azhar si è diffusa grazie anche al silenzio delle autorità politiche egiziane, finora accondiscendenti alle volontà dei sauditi che immettevano fiumi di denaro e aiuti nelle casse del Cairo. Il tutto, pur mantenendo un occhio vigile sugli imam wahabiti che sono alla base della diffusione delle ideologie violente e politicizzate della religione e che hanno portato alla nascita di al Qaeda e dello Stato islamico (SI), senza parlare di Boko Haram e di Abu Sufian in Asia.
Contro questa deriva estremista, si è speso in questi giorni in prima persona lo sceicco Ahmad Al-Tayeb, grande imam di al-Azhar, che ha inviato un messaggio di pace alla comunità internazionale per la Giornata mondiale della tolleranza, il 16 novembre scorso. Il leader islamico ha ricordato che pace, tolleranza, dialogo e rispetto dell’altro, a prescindere dal credo religioso, sono elementi di tutte le religioni monoteiste. La tolleranza, ha aggiunto, “è anche uno dei più importanti messaggi dell’islam e che al-Azhar vuole propugnare nel mondo”.Incentivati dallo stesso presidente egiziano Abdel-Fattah Al-Sisi, al-Azhar e i suoi vertici stanno rafforzando i contatti sul piano locale e internazionale per far emergere una visione dell’islam moderata contro ideologie estremiste e violenze che seminano morte e distruzione. Nei Paesi arabi, così come in Europa e nel resto del mondo. E uno scontro che si consuma, come ricordato prima, proprio nei confronti dell’ideologia wahabita che dalla penisola araba si è sparsa in tutto il mondo.
Secondo il giornalista egiziano Hamdi Saaid Al Salem non si tratta soltanto di un braccio di ferro fra due correnti dell’islam o due scuole di Fikh diverse; infatti, alla base di questo scontro vi è il rancore e il risentimento, se non aperta vendetta, “per la sconfitta che ha fatto subire loro Ibrahim Pasha” nel 1818.
Intanto vendetta o no, il wahabismo si diffonde in quasi tutti i continenti portando con sé ideologie di violenza e terrorismo islamico del tipo salafita takfiri. Secondo un religioso egiziano la forza del proselitismo saudita sta nelle ingenti somme di denaro investite. “Al-Azhar non possiede alcun organo di informazione audio-visiva – afferma l’imam Ahmad Karim – mentre i wahabiti diffondono il loro proselitismo via satellite sulle onde di oltre 15 canali televisivi interamente dedicati alla religione islamica e finanziati dall’Arabia Saudita”.Mentre la tv di Stato egiziana dedica non più di dieci minuti agli imam di al-Azhar nei suoi palinsesti televisivi, il wahabismo entra in tutte le case e parla direttamene ai poveri egiziani e non in Asia ed Africa, molti dei quali spesso analfabeti, in varie lingue. Una comunicazione massiccia che raggiunge i loro cuori ma, ancor più, le loro menti dando loro la speranza [vana] di una vita migliore attraverso il martirio della guerra santa.(PB-LL) [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] C.S.P.B. Crux Sancti Patris Benedicti. La Croce del Santo Padre Benedetto, C.S.S.M.L. Crux Sacra Sit Mihi Lux, La Croce Santa sia la mia luce. N.D.S.M.D. Non Drago Sit Mihi Dux. Non sia il demonio il mio condottiero. AMEN ALLLEUIA, V.R.S. Vade Retro, Satana! Allontanati, Sanata! N.S.M.V. Numquam Suade Mihi Vana. Non mi attirare alle vanità, S.M.Q.L. Sunt Mala Quae Libas. Son mali le tue bevande, I.V.B. Ipse Venena Bibas. Bevi tu stesso i tuoi veleni. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] Preghiera: Croce del Santo Padre Benedetto. Croce santa sii la mia luce e non sia mai il demonio mio capo. Va’ indietro, Satana; non mi persuaderai mai di cose vane; sono cattive le bevande che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ]
La Medaglia di San Benedetto non è magica DEVI AVERE LA FEDE la fede!
JHWH pantocrator NO EU SPA NWO NATO

ALLAH è Satana, e ISLAM è Satanismo shariah: questi sono spietati assassini seriali! ]
22/11/2016 – VATICANO
Papa: centrati sulle Beatitudini e Maria i temi delle prossime Giornate della gioventù

“I tre temi sopra annunciati mirano dunque a dare all’itinerario spirituale delle prossime GMG una forte connotazione mariana, richiamando al tempo stesso l’immagine di una gioventù in cammino tra passato (2017), presente (2018) e futuro (2019), animata dalle tre virtù teologali: fede, carità e speranza”.

22/11/2016 – EGITTO – A. SAUDITA – ISLAM
La lotta secolare fra al-Azhar e il wahabismo per la supremazia nell’islam sunnita

La massima istituzione giuridica egiziana già nel 1818 ha fermato il tentativo egemonico (radicale) saudita. Oggi lo scontro si rinnova, con il boicottaggio da parte di Riyadh delle attività di al-Azhar. Una guerra fredda e silenziosa che ha favorito la nascita di gruppi jihadisti come al Qaeda e lo Stato islamico. Il grande imam Al-Tayeb promuove il dialogo e la tolleranza fra religioni.
[ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] C.S.P.B. Crux Sancti Patris Benedicti. La Croce del Santo Padre Benedetto, C.S.S.M.L. Crux Sacra Sit Mihi Lux, La Croce Santa sia la mia luce. N.D.S.M.D. Non Drago Sit Mihi Dux. Non sia il demonio il mio condottiero. AMEN ALLLEUIA, V.R.S. Vade Retro, Satana! Allontanati, Sanata! N.S.M.V. Numquam Suade Mihi Vana. Non mi attirare alle vanità, S.M.Q.L. Sunt Mala Quae Libas. Son mali le tue bevande, I.V.B. Ipse Venena Bibas. Bevi tu stesso i tuoi veleni. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] Preghiera: Croce del Santo Padre Benedetto. Croce santa sii la mia luce e non sia mai il demonio mio capo. Va’ indietro, Satana; non mi persuaderai mai di cose vane; sono cattive le bevande che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ]
La Medaglia di San Benedetto non è magica DEVI AVERE LA FEDE la fede!
JHWH pantocrator NO EU SPA NWO NATO

ALLAH è Satana, e ISLAM è Satanismo shariah: questi sono spietati assassini seriali! ]
22/11/2016 – COREA DEL SUD
Un milione di sudcoreani chiedono le dimissioni della presidentessa Park Geun-hye

Durante il quarto week end di proteste, il popolo sudcoreano continua ad affollare le strade della capitale. L’ufficio presidenziale rigetta le accuse dei procuratori, che dichiarano Park “complice” e “indiziata”.

22/11/2016 – SRI LANKA
Salawa: dopo l’esplosione della base militare, centinaia di sfollati non hanno ancora la casa
di Melani Manel Perera

A giugno un vasto incendio ha danneggiato oltre 2mila abitazioni. Circa la metà con lesioni lievi è stata riconsegnata ai proprietari. Gli altri vivono nelle residenze affittate dal governo. Le autorità hanno pagato per le case ma non per utensili e mobili. Proprietà sottostimate; lavoratori licenziati.

22/11/2016 – MONGOLIA
Dalai Lama in Mongolia, verso un’istruzione buddista più moderna

Durante la sua visita in Mongolia, il Dalai Lama ha annunciato davanti ai membri della comunità buddista mongola il rinnovamento del sistema d’istruzione buddista verso un modello più moderno.

22/11/2016 – INDIA – ITALIA – AFGHANISTAN
Selene Biffi, l’italiana indù che educa i giovani afghani con i fumetti
di Nirmala Carvalho

La donna è una dei vincitori del Premio intitolato alla memoria di Madre Teresa. Nel 2009 scampa ad un attentato a Kabul e decide di mettersi al servizio di giovani e bambini. Crea fumetti e scuole per la narrazione di storie, dove si tramanda l’eredità culturale in modo orale.

22/11/2016 – VATICANO
Papa: anche al momento della morte, se saremo stati fedeli a Dio, non avremo paura

“Se ognuno di noi è fedele al Signore, quando verrà la morte, diremo come Francesco ‘sorella morte, vieni’…Non ci spaventa. E quando sarà il giorno del giudizio, guarderemo il Signore: ‘Signore ho tanti peccati, ma ho cercato di essere fedele’. E il Signore è buono”.

22/11/2016 – THAILANDIA
Vescovi thai: re Bhumibol, difensore dei diritti umani e delle religioni
di Weena Kowitwanij

La Commissione episcopale Giustizia e pace ha pubblicato un messaggio per la Giornata dei diritti umani. Il re defunto si è sempre speso “per il bene di tutti, in accordo con la democrazia e con la dignità di ogni persona”.

[ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] C.S.P.B. Crux Sancti Patris Benedicti. La Croce del Santo Padre Benedetto, C.S.S.M.L. Crux Sacra Sit Mihi Lux, La Croce Santa sia la mia luce. N.D.S.M.D. Non Drago Sit Mihi Dux. Non sia il demonio il mio condottiero. AMEN ALLLEUIA, V.R.S. Vade Retro, Satana! Allontanati, Sanata! N.S.M.V. Numquam Suade Mihi Vana. Non mi attirare alle vanità, S.M.Q.L. Sunt Mala Quae Libas. Son mali le tue bevande, I.V.B. Ipse Venena Bibas. Bevi tu stesso i tuoi veleni. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] Preghiera: Croce del Santo Padre Benedetto. Croce santa sii la mia luce e non sia mai il demonio mio capo. Va’ indietro, Satana; non mi persuaderai mai di cose vane; sono cattive le bevande che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ]
La Medaglia di San Benedetto non è magica DEVI AVERE LA FEDE la fede!
JHWH pantocrator NO EU SPA NWO NATO

ALLAH è Satana, e ISLAM è Satanismo shariah: questi sono spietati assassini seriali! ]
23/11/2016 – RUSSIA – VATICANO
Il Patriarca Kirill rinnova l’impegno di lavorare insieme al Vaticano per la pace in Siria

L’incontro con il card. Koch al monastero Danilovsky a Mosca. Ricostruire le chiese e riportare alla normalità la vita religiosa della Siria. Unire le due coalizioni anti terrorismo che combattono in Medio oriente. Il papa ha donato alcune reliquie di san Francesco di Assisi. Un ricevimento alla presenza di Putin chiude i festeggiamenti per il compleanno del Patriarca ortodosso.

di Marta Allevato

23/11/2016 – CAMBOGIA
Phnom Penh, il tribunale Onu conferma l’ergastolo per due ex leader dei Khmer rossi

I giudici hanno respinto il ricorso presentato dai legali di Nuon Chea e Khieu Samphan, condannati per crimini contro l’umanità. Entrambi dovranno affrontare un secondo processo per genocidio. Rigettate le istanze relative a vizi procedurali e mancanza di imparzialità del primo grado. Presidente tribunale: Il carcere a vita “è la giusta pena”.
23/11/2016 – BANGLADESH – MYANMAR
Dhaka, leader cristiani e musulmani contro il genocidio dei Rohingya
di Sumon Corraya

Il Bangladesh ha deciso di respingere circa 400 profughi alla frontiera. Essi scappavano dalla nuova ondata di repressione in Myanmar. Leader islamico denuncia la pulizia etnica. Vescovo di Rajshahi: Il governo deve garantire tutte le minoranze.

[ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] C.S.P.B. Crux Sancti Patris Benedicti. La Croce del Santo Padre Benedetto, C.S.S.M.L. Crux Sacra Sit Mihi Lux, La Croce Santa sia la mia luce. N.D.S.M.D. Non Drago Sit Mihi Dux. Non sia il demonio il mio condottiero. AMEN ALLLEUIA, V.R.S. Vade Retro, Satana! Allontanati, Sanata! N.S.M.V. Numquam Suade Mihi Vana. Non mi attirare alle vanità, S.M.Q.L. Sunt Mala Quae Libas. Son mali le tue bevande, I.V.B. Ipse Venena Bibas. Bevi tu stesso i tuoi veleni. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] Preghiera: Croce del Santo Padre Benedetto. Croce santa sii la mia luce e non sia mai il demonio mio capo. Va’ indietro, Satana; non mi persuaderai mai di cose vane; sono cattive le bevande che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ]
La Medaglia di San Benedetto non è magica DEVI AVERE LA FEDE la fede!
JHWH pantocrator NO EU SPA NWO NATO

ISLAM DOVE SATANA GODE E SI DIVERTE! [ una religione di pace: Ummah Mecca Caaba ] ma, ALLAH è Satana, e ISLAM è Satanismo shariah: questi sono spietati assassini seriali! ] Freedom of religion or belief ‘the defining issue of our time’ Published: Sep. 16, 2016 by Claudia Atts. An Egyptian Christian prays moments before his beheading on a beach in Libya (2015).
The only positive development he shared was from India’s Odisha state, where nationalistically-motivated Hindus have persecuted Christians: he said intervention by the German government and his persistence in talking to leading Indian government figures has helped to ensure victims have been paid compensation and guilty parties have been sent to jail. “No leader wants to be accused publicly of being a persecutor”, said Kauder. He encouraged more MPs to join the IPPFoRB and promised to promote it in the Bundestag in the coming week, as German MPs will be debating religious freedom. According to Johannes Singhammer, Vice-President of the German Bundestag, Coptic Christians in Egypt now have a better measure of religious freedom. He was concerned that the on-going war in the Middle East is destroying the historic Christian heritage of thousand-year-old buildings. Of more than a million Christians in Iraq before the 2003 war, at least 700,000 have fled the country. Quoting information from Open Doors, an international charity that supports Christians under pressure, he said persecution is on the rise compared to recent years. “Persecutors are operating in the dark, so it’s our responsibility to bring their deeds to light,” said Singhammer. Although the discussion “should not lead to digging trenches between religions”, one solution, he said, “could be to cut the money flow to oppressive governments”. Greek MP Theodora Bakoyannis said later: “The time for Europeans’ soft politics is over. We won’t change anything only by hinting and talking. We are all guilty of putting our economic interests first, and our moral and ethical beliefs second. We have our hierarchy all wrong… Nobody stops Saudi Arabia. They are building and financing mosques in several European countries and installing their own imams there, and nobody dares to do anything against that because of trade relations. And on the other hand no church building is allowed in their country.” Ján Figel, Special Envoy for the promotion of Freedom of Religion or Belief Outside the EU. Claudia Atts
Another participant added: “Saudi Arabia is equipping ISIS with German and European weapons“. (German media Der Spiegel reports that a German weapons manufacturer sent armed helicopters and machine guns to Saudi Arabia earlier this year, while the UK sent 3 billion Euros’ worth of weapons to Saudi Arabia in 2015.)
Ján Figel from the Slovak Republic was introduced as the first Special Envoy for the promotion of Freedom of Religion or Belief Outside the EU. While welcoming the creation of Figel’s new post, Volker Kauder bemoaned the fact that Figel can give only two days a month to the role and has only one assistant. Kauder promised he would try to change this.
A Macedonian MP pointed out that many other countries should have special envoys. He praised Germany as a role model for debating the issue in Parliament, as did Rabbi David Saperstein, US Ambassador-at-Large for International Religious Freedom. Saperstein said the subject seemed to be a “no-go” in American debates in the Senate. Asiya Nasir from Pakistan, a founding member of the IPPFoRB, was another speaker. Nasir, a Christian, is in her third term as a parliamentarian in the National Assembly of Pakistan, where she is in the Jamiat Ulema-e-Islam Party as a minority MP, and said she has earned the respect of Muslim MPs. In Pakistan, she said, churches are allowed to have their own buildings and gather for services, but that they are prohibited from sharing their faith with non-Christians. The blasphemy law prevents Christians from doing so, she said, and it has also been misused to persecute Christians. She cited the example of Shahzad and Shama Masih, a young Christian couple burned alive by a mob after they it was announced from a mosque’s loudspeakers that they had burnt a copy of the Qur’an. It is due to Nasir’s work as an MP that mosques are no longer allowed to use their speakers for this purpose. She said her motto is, “You cannot progress in isolation”, and that she continues to work with other minorities who are also deprived of their rights.
Another representative was Vian Dakhil, the only Yazidi member of the Kurdish party in the Iraqi parliament. She described the situation of the Yazidis, a Kurdish minority. Since August 2014, she said the Yazidis have been attacked, killed and enslaved by ISIS. Thousands of men have been killed, 6,000 women and girls have been kidnapped and raped, hundreds of thousands live as refugees in tent camps. Sometimes she said they are able to buy back girls from ISIS for US$1,000, but the girls have been heavily traumatised. MP Asiya Nasir, Jamiat Ulema-e-Islam, Pakistan. Claudia Atts
Four advocacy letters addressing specific religious-freedom concerns in Eritrea, Pakistan, Sudan and Vietnam were signed by the parliamentarians and attendees. In them were several names of church leaders who are imprisoned, in detention or under house arrest solely for practising their religion. Also criticised in the letters were: torture of prisoners, the confiscation and demolition of church buildings, and forbidding the distribution of books and scriptures. Volker Kauder announced that delegations would be revisiting these countries to assess whether any progress is made.
Another result of the conference was that an African MP announced that an African IPPFoRB group had begun in conjunction with the meetings in Berlin. Leonardo Quintao, a Brazilian MP, shared that a South American IPPFoRB branch will meet later this year in Paraguay.
David Anderson, an MP from Canada and member of the IPPFoRB Steering Group, said: “Make no mistake, with 74% of the world’s population living in countries with high or very high restrictions or hostilities, freedom of religion or belief is an embattled right and the defining issue of our time. Freedom to believe is what shapes our common humanity and, if we are not careful, we risk losing it.” Summing up the conference, he reminded MPs that they are “multipliers” responsible for bringing in even more people, and that “the marathon has only just begun”.
“We have come far in a short time. Starting with only five MPs three years ago, we are now an ever growing network and have accomplished much,” said Abid Raja, MP in Norway, also on the steering committee. Many agreed that one of the biggest strengths of the IPPFoRB is that it’s an organic network and not a set, inflexible organisation.
As an example of success, Raja cited a recent visit to the government of Myanmar by MPs of five countries to address human-rights violations. Baroness Elizabeth Berridge, Member of the House of Lords, UK and steering member of the IPPFoRB, noted that the North American team is less likely to address problems in North Korea than, for example, an Asian team; Malaysian MP Charles Santiago confirmed this by reporting a positive dialogue with the North Korean embassy in Malaysia.
[ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] C.S.P.B. Crux Sancti Patris Benedicti. La Croce del Santo Padre Benedetto, C.S.S.M.L. Crux Sacra Sit Mihi Lux, La Croce Santa sia la mia luce. N.D.S.M.D. Non Drago Sit Mihi Dux. Non sia il demonio il mio condottiero. AMEN ALLLEUIA, V.R.S. Vade Retro, Satana! Allontanati, Sanata! N.S.M.V. Numquam Suade Mihi Vana. Non mi attirare alle vanità, S.M.Q.L. Sunt Mala Quae Libas. Son mali le tue bevande, I.V.B. Ipse Venena Bibas. Bevi tu stesso i tuoi veleni. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] Preghiera: Croce del Santo Padre Benedetto. Croce santa sii la mia luce e non sia mai il demonio mio capo. Va’ indietro, Satana; non mi persuaderai mai di cose vane; sono cattive le bevande che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] La Medaglia di San Benedetto non è magica DEVI AVERE LA FEDE la fede!
===============
JHWH pantocrator NO EU SPA NWO NATO

una religione di pace: Ummah Mecca Caaba ] ma, ALLAH è Satana, e ISLAM è Satanismo shariah: questi sono spietati assassini seriali! ] ISLAM DOVE SATANA GODE E SI DIVERTE! [
Freedom of religion or belief ‘the defining issue of our time’
Published: Sep. 16, 2016 by Claudia Atts

Over 100 parliamentarians from 60 countries met this week in Berlin for a series of workshops and …
Convert explains journey to Christianity, and why he left Iran
Published: Aug. 11, 2016

In Iran, converting from Islam to Christianity can land you in prison or even get you killed. …
Turkey: churches targeted during attempted coup
Published: July 19, 2016

Two churches in cities in eastern Turkey infamous as the sites of historic killings of Christians …
Human rights must not ‘go down’ because ‘EU has other priorities’
Published: July 1, 2016

The European Parliament *Intergroup on Freedom of Religion or Belief and Religious Tolerance (FoRB & …
Nigeria considers giving Islamic appeals courts authority to take criminal cases
Published: June 6, 2016 by World Watch Monitor

The situation Nigeria’s National Assembly is considering a change to the country’s constitution that …
Religion-driven hostility to Christians follows them to German refugee centres
Published: May 13, 2016 by World Watch Monitor

Mahan, 2, an Iranian Christian refugee who along with his parents is seeking asylum in Germany, …
US religious-freedom report urges government to add 7 countries to worst-offenders list
Published: May 2, 2016 by World Watch Monitor

What is happening?The primary US government agency on global religious freedom issued its annual …
Turkey seizes six churches as state property in volatile southeast
Published: April 6, 2016

After 10 months of urban conflict in Turkey’s war-torn southeast, the government has expropriated …
Gunmen kill 4 nuns and 12 others in Yemen
Published: March 8, 2016 by Barbara G. Baker

Four Catholic nuns from the late Mother Teresa’s Missionaries of Charity were among 16 victims …
Christians fleeing Pakistan are stuck in Thailand
Published: March 4, 2016 by World Watch Monitor

A Thai immigration police officer directs Pakistani refugees released on bail to a waiting bus after …
[ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] C.S.P.B. Crux Sancti Patris Benedicti. La Croce del Santo Padre Benedetto, C.S.S.M.L. Crux Sacra Sit Mihi Lux, La Croce Santa sia la mia luce. N.D.S.M.D. Non Drago Sit Mihi Dux. Non sia il demonio il mio condottiero. AMEN ALLLEUIA, V.R.S. Vade Retro, Satana! Allontanati, Sanata! N.S.M.V. Numquam Suade Mihi Vana. Non mi attirare alle vanità, S.M.Q.L. Sunt Mala Quae Libas. Son mali le tue bevande, I.V.B. Ipse Venena Bibas. Bevi tu stesso i tuoi veleni. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] Preghiera: Croce del Santo Padre Benedetto. Croce santa sii la mia luce e non sia mai il demonio mio capo. Va’ indietro, Satana; non mi persuaderai mai di cose vane; sono cattive le bevande che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] La Medaglia di San Benedetto non è magica DEVI AVERE LA FEDE la fede!
===============
JHWH pantocrator NO EU SPA NWO NATO

una religione di pace: Ummah Mecca Caaba ] ma, ALLAH è Satana, e ISLAM è Satanismo shariah: questi sono spietati assassini seriali! ] Survivors’ stories: life after Islamic State violence. Published: Sep. 28, 2016
Suaad says she will only be happy again when she can return home.
A widow with no children, Souad has been staying with her brother and his family for two years. She says her brother would never ask his older sister for rent but she saw him struggling financially as the economic crisis in the country got worse. So Souad found work through a church-run project that set up a sewing factory, which meant she could then contribute to the family income.
“The priest asked me to be in charge of the factory so I took the job,” she says. “I would have done it for nothing if necessary, but I am happy that I get paid and I can share it with my [brother’s] family.”
Suaad makes clothes for those who need them most. If they can afford to buy the clothes, they pay for them; if they can’t, they don’t have to. “It’s what I like most about the job. That I can share with those in a worse position then me,” she says. “Sometimes a displaced person asks me to make a dress. I don’t charge them. How could I?”She helps train other displaced women; some are then hired to work in the factory. “In just a few weeks I can teach them the basics of tailoring. They can use these skills to earn money for their families either here in the factory or elsewhere. Either way, it helps them work towards a future,” she says.
According to the UN, one in every 113 people on earth is a refugee. About one fifth of Lebanon’s population is made up of refugees – at 1.4 million it is only second to Turkey (2 million) in accepting the highest number of refugees from Syria. Syria’s own population has undergone “the largest displacement crisis globally,” says the UN – more than half its pre-war population of 22 million are no longer living in their own homes. About 7.6 million Syrians are internally displaced within the country and 4.4 million are refugees outside it.
About 3.3 million Iraqis have been displaced within their own country. Many have ended up in Erbil in the Kurdistan region of northern Iraq. Since June 2016, the city has absorbed another 90,000 people seeking refuge from conflict.[ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] C.S.P.B. Crux Sancti Patris Benedicti. La Croce del Santo Padre Benedetto, C.S.S.M.L. Crux Sacra Sit Mihi Lux, La Croce Santa sia la mia luce. N.D.S.M.D. Non Drago Sit Mihi Dux. Non sia il demonio il mio condottiero. AMEN ALLLEUIA, V.R.S. Vade Retro, Satana! Allontanati, Sanata! N.S.M.V. Numquam Suade Mihi Vana. Non mi attirare alle vanità, S.M.Q.L. Sunt Mala Quae Libas. Son mali le tue bevande, I.V.B. Ipse Venena Bibas. Bevi tu stesso i tuoi veleni. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] Preghiera: Croce del Santo Padre Benedetto. Croce santa sii la mia luce e non sia mai il demonio mio capo. Va’ indietro, Satana; non mi persuaderai mai di cose vane; sono cattive le bevande che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ]DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF: IN JESUS’S NAME: AMEN HALLELUJAH. amen, alleluia, da un cimitero dovete uscire e in un cimitero dovete entrare definitivamente
JHWH pantocrator NO EU SPA NWO NATO

una religione di pace: Ummah Mecca Caaba ] ma, ALLAH è Satana, e ISLAM è Satanismo shariah: questi sono spietati assassini seriali! ] Survivors’ stories: life after Islamic State violence. Published: Sep. 28, 2016
Suaad’s eyes light up when she talks about her old job in Mosul, where she’d worked since the 1980s. But there is sadness. “Actually, I haven’t experienced much happiness since I became displaced from my town on the Nineveh Plain,” she says.She remembers the good things – how she lived together in peace with her neighbours, whether they were Christian, Yezidi or Muslim. She was born in Mosul and had expected to grow old there, but in 2014 she had to flee from IS overnight. “I haven’t been able to return since,” she says. “I feel heavy inside, not knowing what has happened to my town.”
Suaad says she will only be happy again when she can return home.
A widow with no children, Souad has been staying with her brother and his family for two years. She says her brother would never ask his older sister for rent but she saw him struggling financially as the economic crisis in the country got worse. So Souad found work through a church-run project that set up a sewing factory, which meant she could then contribute to the family income.
“The priest asked me to be in charge of the factory so I took the job,” she says. “I would have done it for nothing if necessary, but I am happy that I get paid and I can share it with my [brother’s] family.”
Suaad makes clothes for those who need them most. If they can afford to buy the clothes, they pay for them; if they can’t, they don’t have to. “It’s what I like most about the job. That I can share with those in a worse position then me,” she says. “Sometimes a displaced person asks me to make a dress. I don’t charge them. How could I?”She helps train other displaced women; some are then hired to work in the factory. “In just a few weeks I can teach them the basics of tailoring. They can use these skills to earn money for their families either here in the factory or elsewhere. Either way, it helps them work towards a future,” she says.
According to the UN, one in every 113 people on earth is a refugee. About one fifth of Lebanon’s population is made up of refugees – at 1.4 million it is only second to Turkey (2 million) in accepting the highest number of refugees from Syria. Syria’s own population has undergone “the largest displacement crisis globally,” says the UN – more than half its pre-war population of 22 million are no longer living in their own homes. About 7.6 million Syrians are internally displaced within the country and 4.4 million are refugees outside it.
About 3.3 million Iraqis have been displaced within their own country. Many have ended up in Erbil in the Kurdistan region of northern Iraq. Since June 2016, the city has absorbed another 90,000 people seeking refuge from conflict.[ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] C.S.P.B. Crux Sancti Patris Benedicti. La Croce del Santo Padre Benedetto, C.S.S.M.L. Crux Sacra Sit Mihi Lux, La Croce Santa sia la mia luce. N.D.S.M.D. Non Drago Sit Mihi Dux. Non sia il demonio il mio condottiero. AMEN ALLLEUIA, V.R.S. Vade Retro, Satana! Allontanati, Sanata! N.S.M.V. Numquam Suade Mihi Vana. Non mi attirare alle vanità, S.M.Q.L. Sunt Mala Quae Libas. Son mali le tue bevande, I.V.B. Ipse Venena Bibas. Bevi tu stesso i tuoi veleni. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] Preghiera: Croce del Santo Padre Benedetto. Croce santa sii la mia luce e non sia mai il demonio mio capo. Va’ indietro, Satana; non mi persuaderai mai di cose vane; sono cattive le bevande che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ]DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF: IN JESUS’S NAME: AMEN HALLELUJAH. amen, alleluia, da un cimitero dovete uscire e in un cimitero dovete entrare definitivamente
JHWH pantocrator NO EU SPA NWO NATO

una religione di pace: Ummah Mecca Caaba ] ma, ALLAH è Satana, e ISLAM è Satanismo shariah: questi sono spietati assassini seriali! ] Iranian converts appeal against lashes for ‘illegal’ Communion wine
Published: Oct. 10, 2016, UPDATE (10 Oct.)Three Iranian Christian converts are appealing after they were sentenced to 80 lashes each for drinking alcohol during Holy Communion. (Non-Muslims are permitted to drink alcohol in Iran, but leaving Islam is forbidden, so any such conversions are not recognised.)
Yasser Mossayebzadeh, Saheb Fadaie and Mohammad Reza Omidi – all from Muslim backgrounds – were also charged with “acting against national security”, alongside Youcef Nadarkhani, a pastor once sentenced to death for apostasy. They are due to appear in court again in the northern city of Rasht on 15. Oct. The maximum sentence for that charge is six years in prison. This is the second time Omidi has been convicted of drinking alcohol. A third conviction could lead to his execution.
Mossayebzadeh, Fadaie and Omidi were initially arrested on 13 May alongside Nadarkhani and his wife, Tina. The couple were released later that day, but the three others were detained.
More than 200 Christians have been detained by Iranian authorities since 2015. Many are in jail, while others have been released conditionally, pending sentencing or an appeal.
Middle East Concern’s Rob Duncan said that at least 43 Christians were arrested in August alone.
“The Iranian regime is conducting a very active campaign against house churches at the moment and leaders of house churches are harassed and put under pressure,” he said.Previous report (26 July)Youcef Nadarkhani is greeted by his wife, Tina, on his release from prison, September 2012.
The Nadarkhani family
An Iranian Christian leader once sentenced to death for apostasy, Youcef Nadarkhani, has now been charged with acting against national security.
Nadarkhani, who belongs to the non-Trinitarian Church of Iran, was released on 24 July on the condition of raising 1 billion rials (US$ 32,000) for bail within a week, or facing arrest.
He was also accused of being Zionist and informed that he had no right to evangelise.
Nadarkhani was initially arrested in 2009 and charged with apostasy after questioning why his children’s school only taught Islam in their religious education, which he said was unconstitutional.
Maryam Naghash Zargaran. Facebook / Free Maryam Naghash-Zargaran – Nasim Amnesty International has criticised Iran’s “cruel” denial of medical care in its prisons. It mentions the case of Maryam Naghash Zargaran, an Iranian Christian who has undertaken two hunger strikes to protest against her being denied the medical treatment she requires for long-standing health issues. On 31 Aug, Zargaran was for the third time allowed to leave prison to receive medical treatment. Her family have said they hope that this time she will be given long enough to receive adequate care. In October 2015 and in June 2016 she was briefly released for treatment but both times forced to return to prison before it was complete. After her latest hunger strike, which ended on 2 Aug., Middle East Concern said her health had deteriorated further.
Zargaran, a convert from Islam, has served three years of a four-year jail sentence. She was originally arrested in January 2013, in connection with her work at an orphanage alongside Saeed Abedini, who was also imprisoned, but eventually released in January this year.
UPDATE (19 Sep.): On 17 Sep., Zargaran was returned to prison after her medical treatment was again cut short. Her friends and family reported that she was again unable to receive adequate treatment during her time at home.[ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] C.S.P.B. Crux Sancti Patris Benedicti. La Croce del Santo Padre Benedetto, C.S.S.M.L. Crux Sacra Sit Mihi Lux, La Croce Santa sia la mia luce. N.D.S.M.D. Non Drago Sit Mihi Dux. Non sia il demonio il mio condottiero. AMEN ALLLEUIA, V.R.S. Vade Retro, Satana! Allontanati, Sanata! N.S.M.V. Numquam Suade Mihi Vana. Non mi attirare alle vanità, S.M.Q.L. Sunt Mala Quae Libas. Son mali le tue bevande, I.V.B. Ipse Venena Bibas. Bevi tu stesso i tuoi veleni. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] Preghiera: Croce del Santo Padre Benedetto. Croce santa sii la mia luce e non sia mai il demonio mio capo. Va’ indietro, Satana; non mi persuaderai mai di cose vane; sono cattive le bevande che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] La Medaglia di San Benedetto non è magica DEVI AVERE LA FEDE la fede!
===============
JHWH pantocrator NO EU SPA NWO NATO

una religione di pace: Ummah Mecca Caaba ] ma, ALLAH è Satana, e ISLAM è Satanismo shariah: questi sono spietati assassini seriali! ] Life for some Christians in German refugee shelters ‘still unbearable’
Published: Oct. 17, 2016 Mahan, 2, an Iranian Christian refugee who along with his parents is seeking asylum in Germany, peeks from behind a glass partition in the dining room at the Spreehotel refugee centre in January 2015 in Bautzen, Germany. About 200 refugees, many from Syria and Tunisia, but also from Chechnya, the Balkans, Iran, Russia and elsewhere, lived at the centre at the time.
gettyimages.com A
The NGO group first conducted their survey after religiously motivated abuse and violent attacks from Muslim refugees and security officials had been reported anecdotally at the start of 2016.
Facts and figures – lack of protection for religious minorities
Responding to concerns that the first survey reported cases from only Berlin and Brandenburg, this second survey has interviewed additional Christian refugees from all but one German state (as well as the 10 Yazidis).
More than 300 of the refugees came from Iran, 263 from Syria, 63 from Afghanistan, 35 from Iraq, and nine from Eritrea. Twenty-two were from other countries; 47 more did not specify a country of origin.
Combined, the surveys account for 743 affected Christian refugees. Of that number, 617 (83%) reported multiple assaults; 314 (42%) death threats; 416 (56%) violent assaults; and 44 (6%) sexual assaults.
Ninety-one per cent (674) of those who responded to the surveys said assaults were committed by Muslim fellow refugees, 28% (205) accused Muslim guards and 34% (254) blamed “other parties” (many of the attacks were committed by more than one person). If they failed to assist the victims, guards, camp managers and local authorities could be said to have passively contributed to these attacks as well.
The testimonies of the refugees clearly show, the report says, that the assaults are religiously motivated, the perpetrators driven by a value system they have internalised in their home countries and which they consider to be of “divine authority”. The NGOs conclude that such attacks on minority refugees in shelters occur all over Germany. However, after the first survey was published, German Church commentators noted: “The leaving of Islam and the conversion to Christianity, but also to, for example, the Baha’i faith [is apostasy], still punishable with death in the Islamic world, even though it is often a ‘social’ death rather than a literal one. Since this is true even of many Muslim families living in the West, it would be very unlikely that this problem would not occur in asylum accommodation.”
The NGOs report also surveyed reports of similar incidents from direct contacts across the EU.
Read more: Reported incidents from other EU StatesA German government office replied to an inquiry by Open Doors Germany: “It is expected of all asylum seekers to live together peacefully, irrespective of their religion… The constitutionally protected freedom of religion, which is a highly valued asset, is every person’s due.”However, the NGOs warn, refugees who belong to religious minorities often aren’t experiencing this freedom as they lack the opportunity to freely confess their faith in their refugee homes, sometimes suffering violence and threats if they do.
Authorities and camp management establish safety of refugees. However, there is one “beacon” project in Germany, which gives a positive example of “good practice”, reported too.
In one initial reception facility for refugees, 32 Christians were willing to report the assaults and death threats against them, after regional authorities and facility managers established a safe environment. After yet another incident involving the police, the Christian refugees were moved into separate accommodation. Additionally, security staff and interpreters who themselves held a Christian faith were eventually assigned to them.
The NGOs’ report calls on the government and other responsible agencies to ensure the effective protection of Christian refugees and other religious minorities.
They set out the following recommendations for Merkel’s government to safeguard the refugees during the entire process of asylum-seeking and integration: 1. Provision of separate accommodation for Christians and other religious minorities who have already been victims of persecution and discrimination. This should include the possibility of decentralised accommodation. Authorities must refrain from categorically blocking decentralised accommodation, especially if such living quarters are available for affected Christians.
2. Adequately increasing the non-Muslim percentage of the security staff.
3. Provision of periodical training for sensitising co-workers and security staff assigned to refugee shelters to the reasons behind religious conflicts and the protection of religious minorities.
4. Assignment of trusted people who themselves hold Christian convictions, to whom Christians can turn when they’ve been affected by persecution.
Warning of ‘instrumentalising’ the survey
“This new and extended survey provides a solid base for politicians and church leaders to eventually introduce urgently needed safety measures, in order to comply with human rights, and enact accommodation rules and standard procedures from the EU directives on the reception of asylum seekers, including religious minorities”, the report by the NGOs said.
At the same time, they warned against using the findings as political ammunition in Germany’s heated political climate.
“Anyone who misuses the findings of this new survey for political purposes or his/her own prominence, anyone who tries to interpret the survey as a general denunciation of Muslims, is acting, politically and socially, irresponsibly,” said Markus Rode, CEO of Open Doors Germany. “Our [German] history teaches us to never again ignore the oppression and discrimination of minorities in favour of the perpetrators. Therefore we call on the German Chancellor to personally engage in this matter rather than leave it to the federal states.”
[ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] C.S.P.B. Crux Sancti Patris Benedicti. La Croce del Santo Padre Benedetto, C.S.S.M.L. Crux Sacra Sit Mihi Lux, La Croce Santa sia la mia luce. N.D.S.M.D. Non Drago Sit Mihi Dux. Non sia il demonio il mio condottiero. AMEN ALLLEUIA, V.R.S. Vade Retro, Satana! Allontanati, Sanata! N.S.M.V. Numquam Suade Mihi Vana. Non mi attirare alle vanità, S.M.Q.L. Sunt Mala Quae Libas. Son mali le tue bevande, I.V.B. Ipse Venena Bibas. Bevi tu stesso i tuoi veleni. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] Preghiera: Croce del Santo Padre Benedetto. Croce santa sii la mia luce e non sia mai il demonio mio capo. Va’ indietro, Satana; non mi persuaderai mai di cose vane; sono cattive le bevande che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] La Medaglia di San Benedetto non è magica DEVI AVERE LA FEDE la fede!
===============
JHWH pantocrator NO EU SPA NWO NATO

una religione di pace: Ummah Mecca Caaba ] ma, ALLAH è Satana, e ISLAM è Satanismo shariah: questi sono spietati assassini seriali! ] Life for some Christians in German refugee shelters ‘still unbearable’
Published: Oct. 17, 2016 Mahan, 2, an Iranian Christian refugee who along with his parents is seeking asylum in Germany, peeks from behind a glass partition in the dining room at the Spreehotel refugee centre in January 2015 in Bautzen, Germany. About 200 refugees, many from Syria and Tunisia, but also from Chechnya, the Balkans, Iran, Russia and elsewhere, lived at the centre at the time.
gettyimages.com A group of German NGOs, led by Open Doors Germany, is calling on Angela Merkel’s federal government, and on State governments, to end the “integration experiment” of mixing Christian and Muslim refugees in refugee centres, saying the situation for Christian and other religious minorities there is “still unbearable”. “We have underestimated the role of religion,” said Germany’s Home Secretary, Thomas de Maizière, at the ‘Future Conference on Integration and Migration’ in September, looking back at recent events in his country. Contrary to widespread belief in Germany, he said, the importance of religion and faith has not decreased globally.
In September 2015, German Chancellor Angela Merkel declared that any Syrian who could reach Germany could claim asylum there, partly basing her offer on the Biblical principles of welcoming the stranger and those in need. This offer undermined the 1990 Dublin Convention, which said that refugees must claim asylum in the first EU country they reach. This, Merkel argued, was placing a heavy burden on countries like Malta, Italy and Greece. So she also soon urged other EU members to join a quota system, whereby they would be required to re-settle their fair share of asylum seekers too.
Merkel’s gesture of humanity has resulted in an influx into Germany of perhaps a million people since her comment. In March 2016, the head of Germany’s migration office admitted that up to 400,000 had not applied for asylum. Hundreds of thousands have been living in temporary shelters. And the problems of freedom of religion or belief in countries like Iran or Afghanistan or Pakistan appear to have been transplanted to these crowded shelters. ‘I never expected such a thing to happen in Germany’, Many of the people reaching Europe are refugees or asylum seekers: some have fled to Germany from Islamic countries because of the persecution and discrimination they faced at home. Now those from minority faiths, such as Christians or Yezidis, can often experience the same kind of pressure at these refugee shelters in Germany.
For instance, a recently arrived refugee was confronted with these words written on the wall in his refugee shelter: “The time has come to cut off the heads of all non-believers!”
He described his horror: “I was shocked! In Iran this may happen, but I never expected such a thing to happen in Germany. This has shattered my trust.” The group of charities – Open Doors Germany, Action on Behalf of Christians and the Needy, the Central Council of Oriental Christians in Germany and the European Mission Society – has published a report, ‘Lack of protection for religious minorities in Germany’, which summarises the findings of a survey carried out amongst asylum-seekers, seeking to give the evidence behind refugees’ accounts of intimidation.
I was shocked! In Iran this may happen, but I never expected such a thing to happen in Germany. This has shattered my trust.–Iranian Christian refugee. Despite earlier warnings that minority-faith refugees were being beaten and threatened with death, nothing has been done in a systemic way to give them better protection, according to this report’s findings.
In this latest survey of German refugee and asylum centres, interviews with hundreds of refugees were conducted nationwide between May and September. During this period, 512 attacks on Christian refugees and 10 on Yazidi refugees were documented. The 512 Christians reported either incidents of discrimination, or death threats, or violent attacks, experienced because of their faith.
This second survey follows that of 231 reported cases highlighted in a report that the four NGOs published in May. That report said those reported religiously motivated attacks were “only the tip of the iceberg”.[ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] C.S.P.B. Crux Sancti Patris Benedicti. La Croce del Santo Padre Benedetto, C.S.S.M.L. Crux Sacra Sit Mihi Lux, La Croce Santa sia la mia luce. N.D.S.M.D. Non Drago Sit Mihi Dux. Non sia il demonio il mio condottiero. AMEN ALLLEUIA, V.R.S. Vade Retro, Satana! Allontanati, Sanata! N.S.M.V. Numquam Suade Mihi Vana. Non mi attirare alle vanità, S.M.Q.L. Sunt Mala Quae Libas. Son mali le tue bevande, I.V.B. Ipse Venena Bibas. Bevi tu stesso i tuoi veleni. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] Preghiera: Croce del Santo Padre Benedetto. Croce santa sii la mia luce e non sia mai il demonio mio capo. Va’ indietro, Satana; non mi persuaderai mai di cose vane; sono cattive le bevande che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ]DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF: IN JESUS’S NAME: AMEN HALLELUJAH. amen, alleluia, da un cimitero dovete uscire e in un cimitero dovete entrare definitivamente
JHWH pantocrator NO EU SPA NWO NATO

una religione di pace: Ummah Mecca Caaba ] ma, ALLAH è Satana, e ISLAM è Satanismo shariah: questi sono spietati assassini seriali! ] Iran: 2 Christians released on bail but 3 detained. Published: Oct. 18, 2016
Crackdown: 40 Christians arrested in August alone. L to R: Mohammad Dehnavi, Hadi Asgari, Amin Afshar Naderi, Ramil Bet-Tamraz and Amir Dashti. MEC / Article 18. UPDATE (18 Oct.): Two of the five Iranian Christians arrested during a trip to the Alborz Mountains north-east of Tehran in August have been released on bail, though three are still being detained. Ramil Bet-Tamraz and Mohammad Dehnavi were released after posting bail of around US$33,000 each, according to Middle East Concern. It was initially thought that Amin Afshar Naderi had also been released, but he, Hadi Asgari and Amir Saman Dashti remain in jail. MEC reports that Asgari has faced “particularly intenses pressure” during his interrogation. They still haven’t been told what charges they face, although MEC reports that their interrogation related to the activity of Ramil’s father, Victor, a a pastor who is still expecting a summons to court over his arrest (alongside Naderi) on Boxing Day 2014.
Original story (31 Aug.)
Five Iranian Christians were arrested on Friday (26 Aug.) during a trip to the Alborz Mountains north-east of Tehran – the latest in a recent spate of arrests. Their wives and families have expressed concern for their safety. One of them, Amin Afshar Naderi, had been arrested before – on 26 Dec. 2014. Also arrested that day was Pastor Victor Bet-Tamraz, whose son, Ramil, was part of the group arrested on 26 Aug.
Victor Bet-Tamraz led the Tehran Pentecostal Assyrian Church before it was shut down by Iran’s Ministry of Interior in March 2009. He and Naderi – a convert to Christianity – were arrested alongside another convert while celebrating Christmas at the pastor’s house. All three were charged with conducting illegal evangelism and kept mostly in solitary confinement in Evin prison, before being released on bail in February and March 2015. After his son’s arrest on Friday, Bet-Tamraz visited some of the prisons and interrogation centres in the area, but so far has not found the group. The names of the other three Christians arrested are Hadi Asgari, Mohammad Dehnavi and Amir Saman Dashti. Their wives were separated from them during the raid by security officials from the Ministry of Intelligence and Security. Middle East Concern reports that Afshar had asked to see an arrest warrant and that, after none was produced, he was beaten. Mohabat News reports that only one of them – Amir Dashti – has been able to call his family. He is reported to have told them that they are being held in Tehran’s Evin prison.“All are understandably concerned, as there seems no reason for the arrest apart from to gather evidence to convict Pastor Victor and the others arrested at the same time,” MEC’s Rob Duncan told World Watch Monitor. MEC reported that the Christians’ families “see no reason for the arrests apart from the connection to the 2014 Christmas arrests. It is feared the aim of the MOIS officials is to force confessions and to extract ‘evidence’ against [them]”. Victor Bet-Tamraz had previously found it difficult to find a lawyer willing to act as his defence counsel. Some lawyers have experienced a backlash after representing Christians in court.
More than 200 Christians have been detained by Iranian authorities since 2015. Many are in jail, while others, such as Victor Bet-Tamraz, have been released conditionally, pending sentencing or an appeal.
MEC’s Duncan said that at least 43 Christians were arrested in the past month alone.
“The Iranian regime is conducting a very active campaign against house churches at the moment and leaders of house churches are harassed and put under pressure,” he said.
Meanwhile, Amnesty International has criticised Iran’s “cruel” denial of medical care in its prisons. It mentions the case of Maryam Naghash Zargaran, an Iranian Christian who has undertaken two hunger strikes to protest against her being denied the medical treatment she requires for long-standing health issues.
She has twice been released for medical treatment – in October 2015 and in June – and both times was forced to return to prison before the treatment was complete. After her latest hunger strike, which ended on 2 Aug., Middle East Concern said her health had deteriorated further.
UPDATE (31 Aug): Maryam Zargaran has for the third time been allowed to leave prison to receive medical treatment. Her family have said they hope that this time she will be given long enough to receive adequate care. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] C.S.P.B. Crux Sancti Patris Benedicti. La Croce del Santo Padre Benedetto, C.S.S.M.L. Crux Sacra Sit Mihi Lux, La Croce Santa sia la mia luce. N.D.S.M.D. Non Drago Sit Mihi Dux. Non sia il demonio il mio condottiero. AMEN ALLLEUIA, V.R.S. Vade Retro, Satana! Allontanati, Sanata! N.S.M.V. Numquam Suade Mihi Vana. Non mi attirare alle vanità, S.M.Q.L. Sunt Mala Quae Libas. Son mali le tue bevande, I.V.B. Ipse Venena Bibas. Bevi tu stesso i tuoi veleni. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] Preghiera: Croce del Santo Padre Benedetto. Croce santa sii la mia luce e non sia mai il demonio mio capo. Va’ indietro, Satana; non mi persuaderai mai di cose vane; sono cattive le bevande che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ]DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF: IN JESUS’S NAME: AMEN HALLELUJAH. amen, alleluia, da un cimitero dovete uscire e in un cimitero dovete entrare definitivamente
JHWH pantocrator NO EU SPA NWO NATO

una religione di pace: Ummah Mecca Caaba ] ma, ALLAH è Satana, e ISLAM è Satanismo shariah: questi sono spietati assassini seriali! ] US academic and refugee aid worker ‘banned for life’ from Turkey
Published: Oct. 21, 2016 by Barbara G. Baker Ryan Keating was a doctoral student at Ankara University.
World Watch Monitor. Turkey deported an American Christian pursuing doctoral studies at Ankara University this week, revoking his residence visa 10 years after the scholar and his family first arrived in the country.
Ryan D. Keating, a Yale University graduate, was refused entry by immigration officials at Istanbul’s Ataturk airport when he arrived from London in the early hours of 17 Oct. Presenting Keating with an “inadmissible passenger notification report,” officials informed him verbally that the Interior Ministry had issued a “lifetime ban” prohibiting him from ever returning to Turkey.
Keating, 39, was escorted to an airport detention centre for the remaining hours of the night and then put on a flight back to London at 7am.
The written document which Keating was asked to sign before leaving that morning was coded “G-82”, clarifying that his legal residence visa had been revoked as a “national security” issue on 19 Aug.
Keating had first learned that his residence visa had been revoked when he flew to Britain on 8 Oct. “I was surprised and disappointed that I was given no explanation when my ikamet [resident visa] was taken from me at the border,” Keating told World Watch Monitor from London.”Because I was not told that I had a ban on re-entering Turkey, I expected to be able to come back, as scheduled, a week later. So it was a shock to be taken into custody, and to hear that I was being given a lifetime ban! Again, no explanation was given, even when I asked about it,” he said.
Keating said he is determined to “fight the decision,” and has already given power of attorney to a Turkish lawyer to appeal the ruling within the allotted 60-day deadline. He also sent a waiver to the U.S. Embassy in Ankara, authorising them to comment to the media on his case.
“I’ve always known that it was possible to get kicked out of Turkey for my Christian beliefs, just like it used to happen in Turkey 10 years ago,” Keating said. “But there is no indication why, no evidence or justification for this.”If you look at the investigations of foreigners in our churches, you can’t find anything illegal. They are not openly accused of anything. –Rev. Ihsan Ozbek
A doctoral student in Philosophy of Religion at Ankara University, Keating had moved to Turkey from the US state of Connecticut in 2006. His wife and four children, aged between six and 12 are still in the family home in Ankara while Keating is temporarily in London.”If I can’t come back into the country,” Keating said, “my years of work on my dissertation will be wasted.”
In addition to his doctoral studies, Keating has also headed the Ankara Refugee Ministry (ARM), sponsored by Ankara’s Kurtulus (Salvation) Church, for the past few years. In cooperation with three other local churches, ARM provides staple food parcels, used clothing and limited health-care services to 1,000 displaced families from Syria, Iraq and Iran every week. Additional projects include English language courses, sewing-skills training for women and marketable business-skills training to help provide long-term survival solutions for refugees uprooted from their homelands.
Keating is the second American Christian this month to face Turkey’s apparent crackdown against long-time residents of the country involved in active church-related ministries. The Protestant couple leading the Izmir Resurrection Church were detained without warning on deportation orders on 7 Oct. and held incommunicado for 13 days. Rev. Andrew Bronsun was then transferred to another detention centre on 20 Oct., the morning after his wife, Norine, was released.
The Association of Protestant Churches (APC) in Turkey confirmed that 100 expatriate Protestants have been deported over the past four years. But Ankara’s stance against the tiny Turkish Protestant community and its foreign members has clearly stiffened since the failed 15 July coup and resulting announcement of a “state of emergency” a week later.
“I think the state’s interest in us has increased, but not from a positive perspective,” Rev. Ihsan Ozbek told Al-Monitor this week from Ankara, where he chairs the APC. “If you look at the investigations of foreigners in our churches, you can’t find anything illegal. They are not openly accused of anything. Until today we haven’t heard of a single solid accusation. “But people are denied entry to the country; those here are being deported. This is extremely disturbing… All these arbitrary practices are enabled by the ‘state of emergency’.”[ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] C.S.P.B. Crux Sancti Patris Benedicti. La Croce del Santo Padre Benedetto, C.S.S.M.L. Crux Sacra Sit Mihi Lux, La Croce Santa sia la mia luce. N.D.S.M.D. Non Drago Sit Mihi Dux. Non sia il demonio il mio condottiero. AMEN ALLLEUIA, V.R.S. Vade Retro, Satana! Allontanati, Sanata! N.S.M.V. Numquam Suade Mihi Vana. Non mi attirare alle vanità, S.M.Q.L. Sunt Mala Quae Libas. Son mali le tue bevande, I.V.B. Ipse Venena Bibas. Bevi tu stesso i tuoi veleni. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] Preghiera: Croce del Santo Padre Benedetto. Croce santa sii la mia luce e non sia mai il demonio mio capo. Va’ indietro, Satana; non mi persuaderai mai di cose vane; sono cattive le bevande che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ]DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF: IN JESUS’S NAME: AMEN HALLELUJAH. amen, alleluia, da un cimitero dovete uscire e in un cimitero dovete entrare definitivamente
====================
“Vergognoso paragone tra media russi e ISIS, Europa deve temere propaganda USA”. 22.11.2016 L’autrice della risoluzione sull’opposizione ai media russi, l’eurodeputata polacca Anna Fotyga, dovrebbe vergognarsi per il parallelo tra la Russia e i terroristi dello “Stato Islamico”, ha dichiarato l’eurodeputato francese Jean-Luc Schaffhauser, membro del gruppo parlamentare “Europa delle nazioni e delle libertà”. Nella bozza della risoluzione preparata dalla Fotyga si sostiene che Mosca conduce una “propaganda ostile” contro l’Unione Europea, la cui opposizione viene paragonata a quella contro i terroristi del Daesh. Secondo l’eurodeputato francese, dovrebbe preoccupare la propaganda americana, non quella russa. “E’ vero che oggi la politica degli Stati Uniti è cambiata, speriamo di trovarci di fronte ad una società più o meno aperta e che il mondo sarà più multipolare e più democratico. Ma in Europa combattiamo non contro la propaganda russa, ma contro la propaganda degli Stati Uniti, in particolare, contro gli oligarchi del mondo e con il mondo di chi ha voluto la guerra in Iraq, in Libia, in Siria e di chi ha destabilizzato la situazione contrariamente al diritto internazionale”, — ha aggiunto l’eurodeputato. Secondo Schaffhauser, la risoluzione della Fotyga è completamente ideologica. Il politico francese ritiene che questo documento “è vicino ad una visione totalitaria della vita, in un momento in cui la verità comincia a venire fuori e non viene accettata dal sistema e dalla sua dottrina ufficiale.” L’eurodeputato ha affermato che “in queste circostanze si cerca un nemico esterno responsabile di questa situazione. “In un sistema di tipo totalitario non possono esserci altre voci non allineate al corso ufficiale. Ora i media che dicono cose che non corrispondono alla linea propagandistica ufficiale subiscono pressioni”, — Schaffhauser ha spiegato così gli attacchi contro i media russi.
https://it.sputniknews.com/politica/201611223667206-Russia-russofobia-Occidente-mainstream-dittatura/

Siete cattivi e ignoranti se non votate come dicono loro: I FARISEI SALAFITI LE BESTIE DI SATANA! La vittoria schiacciante di Trump ha rimosso suo malgrado qualunque freno inibitorio alla decenza dei salottieri radical chic e delle redazioni più blasonate.
https://it.sputniknews.com/politica/201611223667206-Russia-russofobia-Occidente-mainstream-dittatura/
=================

Siria, Lavrov: ancora aspettiamo che Usa separino terroristi da opposizione 02.11.2016 URL abbreviato 228990. Siria, Lavrov: ancora aspettiamo che Usa separino terroristi da opposizione. Mosca è ancora in attesa che gli Stati Uniti rispettino gli obblighi di separare i terroristi dall’opposizione in Siria. Lo ha detto il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov. “Mi ricordo quando abbiamo adottato questa risoluzione il 9 settembre, il segretario di Stato Usa, John Kerry, ha dichiarato che coloro che vogliono essere parte della soluzione devono rompere immediatamente con i terroristi”, ha detto Lavrov ai giornalisti durante una visita in Grecia. “Queste sono parole d’oro, e abbiamo ancora la speranza che verranno confermate”, ha detto il capo della diplomazia russa.
https://it.sputniknews.com/mondo/201611023576183-siria-lavrov-usa-separino-terroristi-opposizione/

========================
QUESTA È UNA CALUNNIA! È COME DICHIARARE, CHE È LA RUSSIA IL RESPONSABILE DELLA TENSIONE AI CONFINI: MENTRE TUTTI SANNO CHE È LA NATO CHE STA AGGREDENDO LA RUSSIA!  La Lettonia propone alla Russia di discutere le tensioni militari sul confine. Il ministero della Difesa lettone ha proposto al dicastero militare russo di inviare i suoi esperti a Riga per prendere parte ad un incontro in cui discutere come i due Paesi possano ridurre le tensioni lungo il confine ed aumentare il livello di sicurezza, segnala il portale web Delfi. “Nella sua lettera la parte lettone osserva che il potenziamento delle infrastrutture militari vicino ai suoi confini “crea gravi preoccupazioni”,” — scrive il portale. Secondo il portale, la Lettonia vuole discutere la questione delle esercitazioni su larga scala presso il confine e si augura che entrambe le parti saranno in grado di trovare un modo per avere una maggiore trasparenza nelle proprie azioni. … 122 Correlati: Lettonia ha addestrato 20 soldati per difendersi dalla Russia Lettonia, confessione shock del presidente: “non abbiamo un’economia nazionale” Lettonia, in cantiere una base militare sul Baltico aperta alla Nato Missili della Russia sono puntati contro la Polonia: l’allarme di ex ministro Varsavia Per la NATO è azione aggressiva lo schieramento di missili russi a Kaliningrad
https://it.sputniknews.com/mondo/201611223669446-sicurezza-difesa-diplomazia-Riga-NATO/

==========================

Russia, invio navi cisterna in Siria non è in contrasto con le sanzioni Ue contro Damasco. Le navi cisterna russe non violano nessuna sanzione europea sulla Siria, in quanto trasportano il carburante per i velivoli dell’Aeronautica militare russa impeganta nelle operazioni antiterrorismo. Lo ha reso noto RIA Novosti citando una fonte ad Atene. Martedì la Reuter aveva riferito che le due navi cisterna (mercantili) inviate da Mosca in Siria per rifornire i velivoli dell’Aeronautica militare russa violano le sanzioni dell’Ue contro la Siria. “Innanzitutto, qualsiasi sanzione adottata aggirando il Consiglio di sicurezza dell’Onu è illegittima. E queste sanzioni contro la Siria non sarebbero state approvate dal Consiglio di sicurezza Onu. Secondariamente, le navi cisterna russe trasportano carburante per l’Aeronautica militare russa quindi non violano nessun embargo e nessuna sanzione. Nessuno può impedire alla Russia di rifornire le sue truppe”, ha sottolineato la fonte di RIA Novosti.
https://it.sputniknews.com/mondo/201611233670665-navi-violazione-sanzioni/

====================================

Che fanno insieme Arabia Saudita, un nuovo missile e l’Ucraina? 16.11.2016. Il portale informatico Apostrof ha parlato di un nuovo razzo operativo-tattico (ОТРК), detto “Grom”, Tuono, che permetterà all’Ucraina di “tenere Mosca nel mirino”. I militari ucraini hanno in programma la sperimentazione di Grom a dicembre. Apostrof riferisce che questo nuovo sistema missilistico cambierà l’equilibrio militare tra l’Ucraina e la Russia. Questi argomenti suscitano perplessità tra gli esperti russi, dato che la Russia non si trova in uno stato di guerra con l’Ucraina. I confini ucraini distano da Mosca più di 500 km e i missili balistici di terra, i missili a medio e corto raggio, cioè con un raggio d’azione di oltre 500 km, in Europa sono vietati. L’azione corrisponderebbe a una grave violazione degli accordi e porterebbe a gravi conseguenze internazionali. Costantin Sivkov, famoso militare e analista politico, vice Presidente dell’Accademia di questioni geopolitiche, ha detto a Sputnik: “Non credo che in Ucraina siano in grado di creare una nuova super-arma, è una cosa molto, molto complessa e in Ucraina fino ad ora, non sono stati in grado di creare nulla di nuovo oltre che dei veicoli corazzati. Tuttavia, c’è un Paese che ha mostrato interesse per il nuovo corso ucraino ed è l’Arabia Saudita, che l’ha finanziata con 40 milioni di dollari. Gli esperti si chiedono, perché il regno saudita, che dispone di armi moderne americane e cinesi, di missili balistici a medio raggio Dunfenm che colpiscono fino a 2800 km, aveva bisogno dei prodotti degli impianti di Pavlogradskij, zona nota in Ucraina per la produzione di esplosivi, razzi e combustibile. C’è l’ipotesi che il progetto Grom giunga da una parte terza come aiuto militare a Kiev, che Grom sia stato migliorato per un futuro confronto con Mosca in una previsione di scontro globale. La Russia ha ridotto la capacità dell’Arabia Saudita di controllare il Medio Oriente. Quindi probabilmente quest’arma è solo il desiderio di “infastidire” la Russia. Quando i sauditi non possono agire direttamente, ricorrono alle loro enormi risorse finanziarie e cercano di investire altrove. In questa forma mimetizzata sono penetrati forse in Ucraina. https://it.sputniknews.com/mondo/201611163643079-grom-missile-ucraina-arabiasaudita-russia/

Risoluzione dell’Europarlamento: Sputnik chiede alla UE un netto “no alla censura”

Sputnik si appella all’ONU e alle OSCE contro la censura della UE verso i media russi

14:39 Arabia Saudita, 10 giorni di galera e 20 frustate per una lite in Whatsapp

14:28 Putin: Risoluzione contro Sputnik e RT nuovo scadimento della democrazia

 14:17
Russia, i pogonoferi sanno dove trovare il petrolio nei fondali oceanici
13:48
Accordo Cina-Iran per la lotta al terrorismo in Medio Oriente
13:24 Il negoziato per l’ingresso della Turchia nell’Ue potrebbe essere sospeso
 https://it.sputniknews.com/mondo/201611233671797-risoluzione-ue-media-russi/
Quello che gli altri non dicono Sputnik si appella all’ONU e alle OSCE contro la censura della UE verso i media russi Sputnik chiede all’ONU e ad UNESCO, OSCE e “Reporters senza Frontiere” di opporsi alle limitazioni alla libertà d’informazione imposta dalla UE e mirate a far cessare l’attività dei media russi Sputnik e RT in Europa. 4323 L’Altare della Patria a Roma Referendum, basta un… voto consapevole Si avvicina il Referendum del 4 dicembre, ma non è detto che la maggior parte degli italiani voti per mantenere o riformare la Costituzione. L’attenzione viene distolta dal quesito stesso con allarmismi da entrambi gli schieramenti. In realtà, basta un…voto consapevole. 0 9 Eurodeputato francese Jean-Luc Schaffhauser “Vergognoso paragone tra media russi e ISIS, Europa deve temere propaganda USA” L’autrice della risoluzione sull’opposizione ai media russi, l’eurodeputata polacca Anna Fotyga, dovrebbe vergognarsi per il parallelo tra la Russia e i terroristi dello “Stato Islamico”, ha dichiarato l’eurodeputato francese Jean-Luc Schaffhauser, membro del gruppo parlamentare “Europa delle nazioni e delle libertà”. 91552 Angela Merkel Merkel vincerà ancora. Fino alla disfatta finale Se le primarie non sono state truccate (vai a sapere), i francesi hanno scelto in Francois Fillon il candidato perfetto. 101540 A girl waits in line as voters line up with their ballots at a polling station on election day in Harlem, New York, U.S., November 8, 2016 Siete cattivi e ignoranti se non votate come dicono loro La vittoria schiacciante di Trump ha rimosso suo malgrado qualunque freno inibitorio alla decenza dei salottieri radical chic e delle redazioni più blasonate. 11248 Aegis Ashore Romania Russia, difesa aerea rafforzata come contromisura dei missili americani in Europa In risposta al dispiegamento dei sistemi americani di difesa missilistica in Europa, la Russia sarà costretta a rafforzare il sistema di difesa aerospaziale nel settore occidentale. Lo ha riferito a RIA Novosti il presidente del comitato parlamentare per la difesa e la sicurezza Viktor Ozerov. 52496

Leggi tutto: https://it.sputniknews.com/mondo/201611233672277-Putin-risoluzione-contro-Sputnik-reazioni/

Putin: “I divieti non sono il modo giusto per insegnarci la democrazia” Il presidente russo Vladimir Putin ha commentato alla stampa la risoluzione dell’Unione Europea contro i media russi, accusati di propaganda antieuropea. Il presidente della Federazione Russa Vladimir Putin, commentando l’approvazione della risoluzione UE contro l’attività dei media russi Sputnik e RT ha espresso i complimenti ai giornalisti delle due testate “per il lavoro svolto” ed ha lanciato una stoccata al parlamento di Strasburgo: “Cercano di insegnarci la democrazia, ma i divieti non sono il modo giusto” Mercoledì il Parlamento Europeo ha approvato la risoluzione dal titolo “Comunicazioni strategiche dell’UE come contromisure alla propaganda di parti terze”. Nel documento si afferma che la Russia fornisce sostegno finanziario ai partiti politici d’opposizione dei paesi membri della UE ed utilizza le relazioni bilaterali coi singoli paesi come fattore di divisione tra i membri dell’Unione. … 0 0 Correlati: Putin: Risoluzione contro Sputnik e RT nuovo scadimento della democrazia Via libera da Putin alla lotta comune di Russia e Cina contro il terrorismo  https://it.sputniknews.com/mondo/201611233672482-putin-reazioni-risoluzione-ue/
Advertisements