ONU OCI abominazione diritti umani

una luce si è levata per il giusto, gioia per i retti di cuore! .. lo ha detto il Signore! io ho risposto: “Questo povero grida e il Signore lo ascolta lo libera da tutte le sue angosce!” … il popolo del Signore ha detto : “per questo ti loderò per sempre, per te suonerò un canto con la mia cetra, e per questo, nel Tempio tutti dicono “Gloria”, ed è il tuo amore che ci precede, e la tua fedeltà ci segue, quindi nulla ti colpirà, perché tuo scudo è il Signore JHWH, il Vivente in Israele!

=========
allora chi può abitare vicino a un fuoco divoratore, chi può sostenere fiamme perenni? l’AMORE ha sempre vampe di Fuoco una gelosia del Signore! ] ovviamente, chi appicca il fuoco è il criminale, infatti, oltre al fuoco dell’AMORE, c’è anche il fuoco dell’invidia nell’INFERNO, invidia e odio che è di tutti i paesi arabi maomettani nazi shariah, teologia della sostituzione e del genocidio, che ONU OCI (la abominazione di tutti i diritti umani) non possono sharia schiavizzare e trucidare tutte le NAZIONI del mondo, finché Israele è vivo!
Tiziano Retti
dipende, c’è chi sta molto bene, molto meglio degli abitanti dei paesi confinanti. Infatti i palestinesi stanno sulle palle a tutto il mondo arabo. Vengono usati solo politicamente, ma appena possono li massacrano (Siria, Giordania) li rinchiudono (campi profughi in Libano, vogliono murarli dentro), li combattono (terroristi di Hamas messi al palo dagli egiziani). Sono la peggior specie del medioriente, gli arabi lo sanno e se ne tengono a distanza. Unica cosa nella quale ecellono sono il chiagni e fotti elevato a forma d’arte.

Francesco Nanotti
Mario Bianchi, ti riferisci ai Palestinesi chiusi nei campi dai Libanesi, dai Giordani, dagli Egiziani…?
Perchè, vedi, in Israele NON esiste neanche un solo “campo” in cui i Palestinesi sono chiusi con il filo spinato.
Questi campi di concentramento ci sono SOLO nei Paesi Arabi.
Loro “fratelli”.
Qanto alla elettricità, nessuno impedisce ai Palestinesi di farsela da soli. Se ne fossero capaci, ovviamente.
Quasi 80mila persone fuori casa: il terzo giorno di incendi ha messo in ginocchio Israele, soprattutto Haifa, terza città del Paese. Ma oggi – oltre alla siccità e ai forti venti – ad essere sotto accusa è il dolo di alcuni focolai, tanto che il premier Benyamin Netanyahu ha ammonito che “l’incendio doloso è terrorismo, e come tale sarà trattato”. Il ministro della Sicurezza Gilad Erdan – con lo Shin Bet (il servizio di sicurezza interno) all’opera insieme alla polizia – ha confermato l’arresto “di alcune persone”, per lo più singoli. Dalle zone centrali del paese intorno a Gerusalemme, a Modiin, passando per Zichron Yaakov a nord di Tel Aviv fino ad Haifa è un’immensa colonna di fumo con trasporti interrotti, case abbandonate, scuole e asili chiusi, strade sbarrate, prigioni svuotate e, secondo alcune stime, con oltre 100 persone costrette alle cure del pronto soccorso. Ad ora non sono segnalate vittime: un fatto rivendicato da Netanyahu con la prontezza e l’abilità degli interventi. Non sono pochi a parlare di miracolo, vista l’ampiezza dei fuochi. Israele ha chiesto aiuto alle nazioni del mondo per ottenere più aerei antincendio e già 13 (l’Italia ha inviato due Canadair) sono arrivati. Altri due, mastodontici, arriveranno in nottata dalla Russia, promessi da Putin, e gli Usa hanno già fatto decollare il loro ‘Supertanker’ 747. Al tempo stesso lo Stato ebraico ha denunciato la campagna di soddisfazione per la situazione apparsa sui siti arabi dove – come ha segnalato l’ufficio del primo ministro – si inneggia all’incendio e uno degli hashtag più diffusi è ‘Israele brucia’.
===========

SALMAN SAUDI ARABIA ] E che poi tu non puoi dire a nessuno che non mi conosci e non hai il mio numero cellulare!

PRAY THAT GOD WILL BE GLORIFIED. Now, Lord, consider their threats and enable Your servants to speak Your Word with great boldness.
(Acts 4:29) In Acts chapter four, Peter and John have been released from prison after many threats from the authorities. They return to the Church and report. The Church goes to prayer. But the remarkable thing is that they do not pray for protection but for boldness. We know God was pleased with their request because after their prayer the place in which they were meeting was shaken. Filled with God’s Spirit they spoke the Word of God boldly. Four hundred Christian young people attended a three-day prayer conference in the mountains of northern Iraq in the summer of 2011. Six busses full of Christians came from violence-ravaged Baghdad. For the Christians from the south of Iraq, where persecution, kidnapping and bombs are a daily reality, the conference was like refreshing water. For three days they didn’t have to worry and enjoyed being together with hundreds of other young believers in freedom. Christians from Baghdad, Mosul, Kirkuk, Basra and other cities came to the Open Doors sponsored meetings.
Behind the podium hung a huge banner with the theme of the conference. As waters cover the sea, the glory of God will cover the earth.
“That is the dream of God for Iraq and this world,” said one the worship leaders, “and that should be our dream.” Referring to the difficulties in the country he continued, “Tell in the middle of trouble about your hope, about God’s dream. Know that in the middle of the heat, fruit ripens. God is preparing us for the harvest.”
Many times during the conference, speakers referred to the persecution in the country and in other parts of the Middle East. Some of the churches lost many members during the last few years in Iraq. Due to the violence, Christians fled from the south of Iraq to the north, the Kurdish region or even to other countries. “Know that the Church in Jerusalem was small too, but it changed the world,” the speaker encourages the young believers.
One of the pastors said, “With this Arab Spring we’re living in a very special time. We believe this is an historic conference. In the coming months big things are going to happen in this region. Focus on God; focus on His Kingdom and God will do the rest.”
Another speaker shared an experience from Egypt. “December 2010 and the beginning of January 2011 we had 40 days of fasting and prayer for Egypt in our church in Cairo. God said to us that what He was going to do would be awesome.” Everyone knows what happened after that in Egypt.
“That was God’s interference in history!” He expressed the way many Egyptian Christians saw the events of January 2011. “Ask for the impossible and it will happen,” he said. “Pray for His desire. Look what happened in Acts when the Church had a hard time. They did not ask for their own protection, they asked to glorify God’s name.”
RESPONSE:
Today I will pray that my circumstances and challenges will ultimately glorify God’s name.
PRAYER:
Thank You Lord for boldness You give Your church in the midst of threats and violence.
==================

e SE voi pensate che, io possa fare del male ai miei alleati per stupidi motivi religiosi o ideologici, o di GENERE? ok! vi state sbagliando!
LEVIATHAN VS 666 GUFO USA CIA SPA NATO

SALMAN SAUDI ARABIA ] TRUMP ha 2milioni di voti in meno di Hillary il corrotto? ed allora? non è la prima volta, che questo avviene anche Kerry aveva più voti di Bush! Lui È STATO ELETTO CON i voti dei MIEI FARISEI GRANDI ELETTORI, e con i miei sacerdoti di Satana (che poi sono quelli che comandano il NWO) il 60% dei loro? è già al mio servizio da molti anni!
LEVIATHAN VS 666 GUFO USA CIA SPA NATO

TRUMP ha 2milioni di voti in meno? ed allora? non è la prima volta! Lui È STATO ELETTO CON I MIEI FARISEI GRANDI ELETTORI, e con i miei sacerdoti di Satana (che poi sono quelli che comandano il NWO)
LEVIATHAN VS 666 GUFO USA CIA SPA NATO

i turchi non hanno nessun diritto di stare in Siria e Iraq, sono truppe di invasione e devono essere espulsi!
LEVIATHAN VS 666 GUFO USA CIA SPA NATO

SALMAN SAUDI ARABIA, io sono GIULIO regeni, Certo che, io posso perdonarEi per avermi ucciso il Egitto dal tuo complice, FINTO NEMICO SALAFITA, e traditore dei Russi al-Sissi, ma, io dubito che tu ti pentirai di avermi ucciso, per poter riceve in te stesso il dono del perDONO: infatti poiché tu non ascolti le parole di Unius REI? tu sei ancora un FARISEO e Bestia di Satana!
lorenzoAllah Leviathan Mahdì Palestina

SALMAN SAUDI ARABIA ] DEAR fratello SALMAN shariah sgozzatore, tu HAI RAGIONE QUANTO TU DICI: “SE, noi ANDIAMO in giro a DIRE, tutto QUELLO che noi SAPPIAMO circa NWO? certo, CI PRENDERANNO PER DUE PAZZI! Veramente questo NWO FED FMI BM sono i tuoi poteri di Satana shariah Talmud e KABBALAH magia nera: per sottomettere tutti in un solo branco di schiavi microcippati!”
NATO VS RUSSIA LEVIATANO GIULIO REGENI

SALMAN SAUDI ARABIA ] DEAR fratello SALMAN shariah sgozzatore, tu HAI RAGIONE QUANTO TU DICI: “SE, noi ANDIAMO in giro a DIRE, tutto QUELLO che noi SAPPIAMO circa NWO? certo, CI PRENDERANNO PER DUE PAZZI! Veramente questo NWO FED FMI BM sono i poteri di Satana Talmud e KABBALAH magia nera!”
il Levitano king Israel LorenzoJHWH

MY ISRAELE ] … SACERDOTI DI SATANA (con il loro demoniaco soprannaturale) loro SANNO CHE È INUTILE, quanto CONTROPRODUCENTE, il  cercare di uccidermi.. ma i FARISEI SPA FED FMI? non lo hanno capito ancora!
il Levitano king Israel LorenzoJHWH

ISRAELE ] … MI STANNO COSTRINGENDO A SOSPENDERE I FARMACI! [ è un classico: hanno tentato di avvelenare prima di me, tutti i ministri di Cristo, .. soltanto perché Gesù ha detto: “se berranno qualche veleno non arrecherà loro danno” QUESTO NON VUOL DIRE CHE DEVONO MANIPOLARE IL SISTEMA FARMACEUTICO NAZIONALE,.. soltanto quando ho bisogno di cicatrizzare una ferita? io devo sospendere un farmaco (anti colesterolo: Torvast 10) e se, io devo guarire un dolore al nervo del braccio destro, poi, devo sospendere l’altro farmaco (uniprildiur: ramipril)! … MI STANNO COSTRINGENDO A SOSPENDERE I FARMACI!

Let us then approach God’s throne of grace with confidence, so that we may receive mercy and find grace to help us in our time of need.
(Hebrews 4:16) PRAYER CHANGES THINGS

Ages ago the prophet Jonah saw it happen. The population of the city of Nineveh (in the north of present day Iraq) repented from sin. A radical change came because he preached and God’s Spirit worked. Almost on the same spot in the city of Mosul (modern Nineveh), the climate has changed too.

After 2003, Mosul became a city with increasing violence. Car bombs, attacks and all kind of violence are normal in this old city. Civilians of whatever religion and police and soldiers have been targeted. In the beginning of 2010, there was a significant increase in violent attacks on Christians. In the month of February that year, eight were killed in just ten days. This all caused an exodus of Christians.

“Thousands of Christians have left our city…and that hurts,” shares twenty-one-year-old Dawud. “I saw a lot of my friends leaving too,” the young Iraqi adds. His family has been Christian for generations, as is the case with many Iraqi Christians.

Open Doors worker, Daniel, says that as far as he knows the number of Christians dramatically dropped in the second biggest city of the country. Before the fall of Saddam Hussein, the number in Mosul was estimated at two hundred thousand of the one and a half million inhabitants. “We believe the number is now far less than one hundred thousand, many of them not living in the city itself but in Christian villages around.”

“We started some years ago to pray for our city,” Dawud continues. “It started small with just our family, but soon there were more believers coming to the prayer meetings. Now we pray weekly on Tuesdays and Saturdays from five till seven in the afternoon. Some fifty Christians in our city regularly participate,” he says. “Because of our prayer, the city started to change. The situation is different now. What I see now is that my generation doesn’t want to leave, we want to stay. This is God’s place for me. I’ll stay; I will never leave. And if I will be killed, I will be killed.”

“But,” he goes on, “the situation is much better now. We can go out as youth again, even in the evenings. We can go to our meetings without being afraid, we don’t feel insecure anymore.” His father, pastor of one of the churches in Mosul, confirms that the climate in the city improved after they started praying as a church. With a smile on his face he adds, “We even saw Muslims becoming followers of Jesus.”

RESPONSE: Today I will rejoice in the ability I have to take every issue I face to the Lord and trust Him for the answer.
PRAYER: Remember brothers and sisters who live in violent societies. Pray that fear will not drive them to leave
=========
…quando scrisse la sua famosa frase, doveva avere in mente persone come te e me…

Ciao, lorenzo:

Ogni giorno affrontiamo numerose minacce (tutti noi, che viviamo nella nostra società). Si tratta di una vera battaglia.

L’aborto; la fecondazione artificiale; la manipolazione genetica; gli attacchi alla libertà di religione, il laicismo intollerante in Occidente e le brutali persecuzioni contro i cristiani nelle altri parti del mondo; le offensive contro la famiglia, l’ideologia gender; le pressioni delle lobby LGBT; il matrimonio omosessuale…

È una battaglia costante tra bene e male. Potrebbe sembrare un modo semplicistico di mettere le cose, ma non è così. È la verità.

Nella nostra società c’è una costante battaglia tra bene e male, che si fonda sulla natura umana. Ti basta aprire un giornale o guardare un programma alla TV… Purtroppo, la frase secondo cui la finzione supera la realtà è più che azzeccata.

Chi vincerà questa battaglia? Tu, lorenzo, ed io possiamo rispondere a questa domanda: vincerà il bene.

Se ci aiuti, se sostieni CitizenGO con una piccola donazione, contribuendo allo sforzo di tutti per far vincere il bene, tu, lorenzo, io, ognuno di noi sarà (saremo) l’inizio della soluzione a questi ed altri problemi.

Potresti aiutarci con una donazione di 5 euro, così da permetterci di continuare a lavorare alla soluzione di questi problemi? Potresti aiutarci a difendere la vita, la famiglia e la libertà?

https://donate.citizengo.org/it/aiutaci_a_difendere_vita_famiglia_libertà

Il bene trionferà; tu ed io e chiunque lo difenda vinceremo, perché alla fine il bene vince sempre e se non succede… significa che non siamo ancora alla fine.

Non abbiamo intenzione di arrenderci… non abbiamo intenzione di dire che è impossibile, non abbiamo intenzione di smettere di lavorare per ciò che è buono e giusto. Non possiamo farlo.

Nessuno lo farà al posto nostro.

Se vogliamo cambiare le cose, migliorare la società, ottenere un mondo migliore per noi e per chi arriverà dopo di noi, per i nostri figli e nipoti, se vogliamo vincere, dobbiamo fare qualcosa di concreto.

Conosci già la citazione di Edmund Burke: “La sola cosa necessaria perché il male trionfi è che gli uomini buoni non facciano niente”; Credo che, mentre scriveva quella frase, avesse in mente proprio te, lorenzo, e me; noi, nel momento in cui ti chiedo, lorenzo, di fare qualcosa (qualcosa di più, un’altra volta…).

Cosa puoi fare oggi, ora?

Puoi sostenere CitizenGO con una piccola donazione. Certamente, più donerai e meglio sarà, ma non è necessario che sia molto… Potrebbe essere una donazione dello stesso ammontare di qualche caffè o di una birra, di qualche biglietto della metropolitana o del bus.

https://donate.citizengo.org/it/aiutaci_a_difendere_vita_famiglia_libertà

E come sarà utilizzata questa donazione?

Abbiamo inviato più di 130 milioni di email negli ultimi sei mesi. Ogni giorno 6250 sottoscrittori si uniscono a CitizenGO; questo significa che 260 cittadini attivi ogni ora iniziano a partecipare alle nostre campagne. Abbiamo fatto tutto questo grazie alle donazione che abbiamo ricevuto, grazie a tutti voi. E tutte queste cifre crescono in modo spettacolare ogni giorno! Con il tuo sostegno, siamo riusciti ad esercitare pressione e riscontri a livello internazionale, abbiamo ottenuto molte vittorie (alcune enormi, altre più piccole ma tutte buone), delle quali abbiamo dato notizia regolarmente. Abbiamo iniziato in sette lingue ed ora stiamo già lavorando in 12, e presto ce ne saranno altre ancora. Difenderemo i tuoi ideali, le tue iniziative e i tuoi principi con un numero sempre maggiore di persone. La nostra voce, la tua voce, lorenzo, sarà sempre più alta fino a diventare un grido, un grido di vittoria.
Cosa accadrebbe se non potessimo contare sul tuo aiuto?
Per dirla semplicemente, CitizenGO sarebbe costretto a chiudere.
Non riceviamo aiuti pubblici o sovvenzioni di alcuni tipo (e nemmeno vogliamo chiederle); non abbiamo grandi gruppi industriali o multinazionali alle nostre spalle, che ci sponsorizzino. Abbiamo solo te per finanziare le nostre attività.
Per quanto tempo avremo bisogno del tuo aiuto?
Per sempre. Si tratta di una battaglia continua tra bene e male… È la natura umana… Nessuno farà nulla se io e te non ci diamo da fare…
Grazie alla tua donazione, potremo continuare a lavorare e a costruire, giorno dopo giorno, un mondo migliore per te, per me, per i nostri figli e nipoti, per il nostro futuro…
Lo sai anche tu… “La sola cosa necessaria perché il male trionfi è che gli uomini buoni non facciano niente”
So che, se potrai, farai qualcosa.
Grazie di cuore per tutto quello che fai, per esserci.
Matteo Cattaneo e tutto il team di CitizenGO.

PS.: Per favore, se puoi donare, ti chiedo di farlo ora, prima di “chiudere” questa email. Puoi effettuare la tua donazione cliccando su https://donate.citizengo.org/it/aiutaci_a_difendere_vita_famiglia_libertà. Se preferisci PayPal, puoi donare cliccando su https://www.paypal.com/cgi-bin/webscr?cmd=_s-xclick&item_name=Citizengo it&hosted_button_id=WMD8NFT9WKSZY&lc=it.

Dopo aver donato, ti invitiamo a condividere questa email con i tuoi amici e familiari. Sono sicuro che più di uno di loro capirà quanto esprimiamo e ti ringrazierà per questo.

=========
il Levitano king Israel LorenzoJHWH

la LEGA ARABA sta facendo il doppio gioco, e sta intenzionalmente pugnalando alle spalle USA e Russia! ] [ la LEGA OCI Araba, si stanno ISLAMIZZANDO: sempre di più, e questo non è grave, così come sembra: se un terrorismo che dilaga in tutte le NAzioni del mondo: questa può anche essere una strategia dei Farisei Massoni Regime Bildenberg per sterminare ebrei e cristiani: POCO MALE. Quello che è grave: è la loro DISSIMULAZIONE, CHE sta TRADENDO la FIDUCIA di tutto il Genere Umano! INFATTI, dopo avere annullato la pena di morte, ora ha annullato anche l’ergastolo a TRADITORE TERRORISTA ASSASSINO ISLAMICO egiziano Mohamed MORSI, e COSÌ, CON UN COLPO DI SPUGNA ha annullato, anche, le condanne a tutti i terroristi salafiti, tra cui il famigerato Mohamed Badie: la guida suprema dei: “FRATELLI MUSULMANI”! dall’EGITTO alla Turchia, dal Pakistan a IRAN, tutta la LEGA ARABA è diventata una dissimulazione, una strategia di soffocamento del genere umano! … perché tutti loro fingono e mentono continuamente, e millantano una fedeltà ai regimi massonico Occidentali?? 1. una finzione è la ostilità tra IRAN E ARABIA SAUDITA, quindi è una finzione il litigio tra: Egitto e Arabia SAUDITA, il fatto che, fanno morire i loro poveri? questo non è un problema per le bestie di Allah Satana! .. primatisti del TALMUD non hanno il concetto della sacralità della vita umana, perché soltanto la loro vita è sacra… almeno, è questo quello che ha detto il loro demonio nel Talmud e nel Corano!
il Levitano king Israel LorenzoJHWH

impavido! non preoccuparti! Rothschild SpA è solo il mio lacchè sciacquino, l’impiegato alle latrine del mio terzo Tempio ebraico!
il Levitano king Israel LorenzoJHWH

fearless! no worry! Rothschild SpA is only my sciacquino lackeys, the clerk to the latrines of my third Jewish Temple!

fearless! no worry, Rothschild SpA is nly my sciacquino lackeys, the clerk to the latrines of my third Jewish Temple!

SALMAN SAUDI ARABIA ] che poi, soltanto qualcuno che sa di avere un Maometto profeta indemoniato, con spirito guida, di falsa demoniaca religione shariah law, si mette a uccidere persone oneste e pacifiche di un altra religione! .. che se tu non sei un criminale di nazista? poi, tu non sai stare in piedi da solo!
lorenzojhwh Leviathan Dominus UniusREI

e perché, questo generale Philip Breedlove GENDER DARWIN religion, SpA NWO, lui vuole dichiarare guerra alla RUSSIA? Perché, Putin non doveva dire ai gay culto: ” voi quando fate le cose sporche a Sodoma? voi non vi fate vedere, Gay pride, anche dai bambini! ” E QUESTO è IL VERO MOTIVO PER CUI DEVE SCOPPIARE LA GUERRA MONDIALE! mentre Allah Akbar ha pensato: ” tra i due litiganti il pedofilo poligamo gode!” PERCHé QUESTA TERZA GUERRA MONDIALE NUCLEARE? questa è TUTTA UNA brutta STORIA DI PERVERTITI SESSUALI!
lorenzojhwh Leviathan Dominus UniusREI
una luce si è levata per il giusto, gioia per i retti di cuore! .. lo ha detto il Signore!

ma, questo generale Philip Breedlove, non è lui il coglione che è pronto a vincere una guerra contro: la RUSSIA CINA E INDIA! ma, se CINA e INDIA lasciano andare a distruzione la Russia? poi, LORO vanno anche loro al Bohemian GROVE il Gufo Baal e si fanno stuprare da tutti! SE, NON VOLETE MORIRE NELLA GUERRA MONDIALE VOI DOVETE REALIZZARE, come vuole UNIUS REI NUOVI: nuovi ASSETTI DEL MONDO! sappiamo che quando andò: il GENDER OBAMA DArwin con la sua SCIMMIA SODOMA: e loro andarono a farsi stuprare dal GUFO al Bohemian GROVE? a lui la cosa gli piacque! MA, QUESTo TUTTI LO DEVONO COMPRENDERE: ” noi non siamo tutti uguali a OBAMA! ”
lorenzojhwh Leviathan Dominus UniusREI

SALMAN SAUDI ARABIA ] [ sono forse io un fariseo o un salafita, per voler fare del male a qualcuno in questo pianeta? POSSO IO DANNEGGIARE QUALCHE RELIGIONE? SGRETOLARE SCREDITARE un QUALCHE POTERE POLITICO? [ certo che no! ] 1. hanno ucciso Saddam (con ogni calunnia e menzogna) per rubargli il signoraggio bancario; 2. hanno ucciso Gheddafi, perché aveva il progetto di far risorgere la AFRICA dalla sua schiavitù, e fare una banca africana: con sovranità monetaria. 3. Anche la Chiesa Cattolica ha fatto 600 scomuniche contro la massoneria, prima di essere corrotta ed espugnata anche lei! ] TUTTI ABBIAMO PAGATO UN PREZZO DI SANGUE ENORME PER VEDERE SORGERE IL NWO ] [ ED ADESSO SE NON VI UNITE TUTTI A ME? PRESTO ADORERETE LUCIFERO IN TUTTO IL MONDO: CHE GIà LO STATE FACENDO! E PRESTO SARETE MACELLATI, GLI UNI CONTRO GLI ALTRI, NELLA GUERRA MONDIALE, PERCHé è QUESTO IL POTERE DEMONIACO DEI FARISEI!
lorenzojhwh Leviathan Dominus UniusREI

la potente macchina mediatica massonica finanziaria ha paura, e questo è una ottima patente di promozione per Donald TRUMP: dopo tutto chi non sarebbe orgoglioso della Frase di Mussolini che ha detto: “meglio un giorno da leone che 100 da pecora?” LE FRASI GIUSTE SONO GIUSTE IN SE STESSE! inoltre, quale democrazia massonica senza sovranità monetaria: ALTO TRADIMENTO COSTITUZIONALE, è mai esistita dopo la seconda guerra mondiale? CHI NON SCEGLIE Donald TRUMP: SCEGLIE LA GUERRA MONDIALE NUCLEARE OVVIAMENTE! “L’Europa, terra in cui il fascismo è nato, guarda con sgomento l’ascesa di Donald Trump”, scrive il Times, sottolineando come ci sia grande preoccupazione a Londra, Parigi e Berlino: “L’Europa sa che le democrazie possono collassare”.
lorenzojhwh Leviathan Dominus UniusREI

LUCIFERO signora Ministro della Difesa PINOTTI SpA Banche CENTRALI ROthschild: alto tradimento sistema regime Bildenberg: NWO, SE, la memoria non mi inganna, tutti i problemi della RUSSIA sono iniziati quando ha optato per il diritto naturale della FAMIGLIA, perché, voi GENDER pervertiti a Sodoma? voi non siete stati felici!
=================

Siria: la disfatta dell’alleanza neocon-socialimperialisti 23/11/2016Members of a Female Commando Battalion which is part of the Syrian Army, sit atop of a tank in the government-controlled area of JobarIl 15 novembre, il Congresso degli USA, dove in realtà pochi congressisti neocon e sionisti erano presenti, approvava la Risoluzione 5732, o Caesar Syria Civilian Protection Act, che chiede di valutare ‘con urgenza’, ancora una volta, la “No Fly Zone” sulla Siria, basandosi sulla nota frode del caso “Caesar”, un’operazione di guerra psicologica della CIA finanziata dal Qatar per sabotare i negoziati di Ginevra nel 2014. Si tratterebbe di 55000 foto di 11000 presunte vittime del governo siriano, ma nel 2015, perfino l’ONG del Pentagono Human Rights Watch, che vide tutte le foto, affermò che esse testimoniavano non vittime delle torture dello Stato siriano, ma al contrario, illustravano le foto di soldati e civili siriani morti negli attacchi dei terroristi. La storia di “Caesar”, ampiamente pubblicizzata dalla variegata sinistreria italiana, dai nazipiddini, passando per Giggino Demagistris (magistrato per eredità di posto pubblico), alle varie sette pseudo-marxiste galleggianti nell’orizzonte islamista d’Italia, è una bufala propagandistica fabbricata all’inizio dell’aggressione alla Siria. Tra l’altro, la Risoluzione 5732 lamenta l’“inattività” dell’amministrazione Obama verso la Siria, come se gli Stati Uniti non avessero attivamente coordinato, addestrato e rifornito i gruppi terroristici attivi in Siria da ben prima del 2011. Nell’autunno 2011, la CIA inviò in Siria le armi su cui i terroristi avevano messo le mani in Libia, iniziando a rifornire direttamente i loro camerati presenti in Siria, come documentato dalla Defense Intelligence Agency nell’ottobre 2012. Enormi rifornimenti di armi ai terroristi che continuano ad oggi. Nella primavera 2016, Janes’ Defence riferì dell’invio dagli Stati Uniti di 2200 tonnellate di munizioni ed armi ai terroristi, per non parlare dell’attacco statunitense del 17 settembre contro le linee dell’Esercito arabo siriano a Dayr al-Zur, a sostegno dello Stato islamico. Il tutto per influenzare una guerra dove i terroristi hanno assassinato 90000 civili e 65000 soldati e miliziani del Governo Siriano, mentre i gruppi islamo-atlantisti hanno subito la perdita di almeno 200000 terroristi, da ciò le coincidenti lamentazioni al riguardo sia dei neocon statunitensi, che parlano di “mezzo milione di siriani uccisi”, e di Erdogan, principale sponsor del terrorismo islamista in Siria e Iraq, che sproloquia di 600000 morti per mano di Assad e dei Russi. E tutto ciò mentre Erodgan e il suo partito-setta AKP ricevevano il loro agente d’influenza Aleksandr Dugin, presunto consigliere di Putin e ‘geo-filosofo’ eurasiatista. In realtà Dugin è un nemico del processo di compattamento multipolare avviato da Mosca e Beijing. Infatti, il sito Katehon, voce ufficiale dell’universo duginista, fa chiaramente propaganda negativa contro gli alleati della Russia, come India e Vietnam, e in modo velato anche contro Armenia, Grecia, Iran, Siria, Iraq e Cina. In compenso, Dugin e la sua squadra di attacchini internettiani, propone improbabili e suicide alleanze con la Turchia neo-ottomana e revanscista del megalomane Erdogan, e perfino un’alleanza con un’altra setta reazionaria e revanscista giapponese, e diretta contro la Repubblica Popolare di Cina…
995876Tornando al Congresso degli USA, gli sponsor della Risoluzione 5732 non si vergognano dal ricorrere ai famigerati “caschi bianchi” per giustificare l’ennesimo tentativo dei neocon di entrare in guerra in Siria, prima che s’insedi l’amministrazione di Trump, odiato dalla fighetteria alter-alternativa, pseudo-antimperialista e finto-marxista,ben rappresentata da soggettoni come Sanders, Chomsky, e più modestamente Dreitser e Chandant nell’anglosfera, e pecorecciamente, nell’italosfera, dai seguaci di Saker, Dugin e Giulietto Chiesa. Una poltiglia di casinismo infernale.
Difatti, per i neocon è cruciale, nella loro propaganda di guerra, “la testimonianza di Raid Salah, a capo dei Caschi Bianchi siriani. Questi sono medici, infermieri e volontari che quando le bombe arrivano, corrono verso le aree colpite per curare i civili feriti… Hanno perso più di 600 medici e infermieri”. Difatti, non ci sono infermieri o medici tra i caschi bianchi; l’organizzazione è stata creata nel Regno Unito da una “oscura società di PR” ed è attiva esclusivamente nelle zone controllate dai gruppi terroristici di al-Qaida, al scolo scopo di perseguire la guerra d’informazione contro la Siria. E casualmente, i “caschi bianchi” promuovono attivamente l’intervento della NATO in Siria, in parallelo con il sinistrume filo-islamista ed immigrazionista attivo in Italia, rappresentato, come detto, dal variegato ed avariato fronte che va dall’associazionismo cattolico, soprattutto padano ed emiliano, al PD con annessi arnesi sindacali e centrosociali; si pensi a Wu Ming/Wuminkia, bimbiminkia pensionati che si atteggiano a studentelli in assemblea permanente coi soldi di papà, cioè delle amministrazioni piddine, passando per i “reporter” neonazisti e filo-terroristi inviati in Libia e Iraq, le ONG finto-umanitarie o i cosiddetti ‘cacciatori di bufale’ su internet, questi ultimi tutti militanti e troll del PD. Tutte queste realtà fiancheggiano allegramente le reti islamiste e terroristiche operative in Italia, protette dai servizi segreti italiani. I “caschi bianchi” sono l’unica e sola fonte delle pretese stragi di innocenti che sarebbero commesse ad Aleppo est dagli aerei russi e siriani. Il nome ufficiale di tale fonte è l’Aleppo Media Center, che non si trova ad Aleppo, ma nella K-Street di Washington DC; si tratta sempre di un’operazione di propaganda degli interventisti statunitensi.
L’agitazione dei ‘falchi-pollo’ neocon è dovuta ovviamente al fatto che l’aggressione contro la Siria è oramai fallita e gli sponsor di tale guerra, cioè le petromonarchie wahhabite, iniziano a chiedere conto ai loro barboncini mannari neocon, se di destra, e dirittumanitaristi bombaroli, se di sinistra (si pensi a sicari come Paolo Ferrero o Gino Strada, da subito in prima linea ad invocare la “rivoluzione colorata” della CIA in Egitto, Libia, Siria e Ucraina). L’ondata della rivoluzione in ciabatte, ovvero i terroristi jihadisti taqfiriti che accendono di passione i vecchi rottami bertinottiani, ‘trotskisti’ ed ultrasettari, va calando. Le Forze della Resistenza (Russia, Iran, Siria, Iraq, Libano, Yemen) a cui vanno aderendo l’Egitto neo-panarabo e le forze nazionaliste anti-islamiste libiche, ha il sopravvento man mano che smantellano lo Stato-fantoccio terroristico dello SIIL, creazione della rete terroristico-spionistica della NATO, ovvero Gladio/StayBehind, con il cruciale apporto delle forze armate di USA, Regno Unito, Francia, Turchia, Arabia Saudita, Italia e Qatar. Va ricordato che il Qatar, la Turchia e la loro longa manus, le forze islamiste-taqfirite della Fratellanza mussulmana, hanno raccattato tutto quello che potevano raccattare nello spregevole e miserabile milieu accademico-partitico d’Italia, ramazzando financo le più microscopiche psico-sette radicali, sovraniste, ‘auritifere’ o ‘antimperialiste’ che fossero. Ma, ahimè, come nel caso di Hillary Clinton, anche qui petroemiri e petroscecchi hanno gettato via qualche spicciolo. Le marcette pro-terrorismo delle varie sigle psicosettarie e ONGiste hanno raccolto più sigle che manifestanti effettivi. I travet dei petroscecchi devono essere rimasti molto delusi dalla milizia islamista della belluina accozzaglia cattosinistra social-imperialista, filo-islamista, filo-sionista e filo-atlantista d’Italia. Mentre, ad Aleppo, le forze siriane annichiliscono il fortilizio islamista nei quartieri est, dove per anni trafficavano ONG e ‘spiriti umanitari’, anche italiani, che camuffati da aiuti umanitari, trasportavano armi e rifornimenti ai terroristi stranieri che occupavano quei quartieri. Ma oggi, la liquidazione di tale zona-franca del terrorismo islamo-atlantista suscita la disperazione della NATO e degli accoliti locali, che vedono il governo del Baath siriano finalmente eliminare i gruppi terroristici che l’occidente e le monarchie wahhabite hanno promosso per più di cinque anni, almeno da quando nel 2010 la segretaria di Stato degli USA Hillary Clinton, la beniamina della sinistra anarco-capitalista occidentale e italiana, esortasse la Siria a rompere i rapporti con Hezbollah e l’Iran e accomodasse i desiderata d’Israele, Arabia Saudita e Qatar, grandi sponsor della suddetta megera pazza. E il rifiuto siriano di tali pretese resero la megera ancora più pazza, e Washington più ostile. Non volevano che si mancasse di rispetto verso i loro padroni di Ryadh e Doha. E che la risoluzione del Congresso HR 5732 sia volto contro il Fronte della Resistenza viene chiarito dagli stessi autori: “Russia ed Hezbollah sono i motori principali di morte e distruzione… come i combattenti della Guardia Rivoluzionaria Islamica dell’Iran… Sì, vogliamo attaccare i complici di Assad nelle violenze… insieme alle forze iraniane e di Hezbollah”. E l’ambasciatore israeliano Michael Oren, disse: “Abbiamo sempre voluto che Bashar Assad cadesse, abbiamo sempre preferito i cattivi che non sono guidati dall’Iran che i cattivi guidati dall’Iran… il peggior pericolo per Israele è l’arco strategico che si estende da Teheran a Damasco a Beirut. E vediamo il regime di Assad come la chiave di volta di quell’arco”. E ciò dovrebbe bastare a spiegare la convergenza ideologica ed operativa delle varie psico-sette filo-islamiste e filo-taqfirite con le varie psicosette sioniste e ultratlantiste esistenti nel vario e avariato quadro della sinistra italiana, dalla galassia piddina e dell’associazionismo cattolico fino alla nebulosa dei centrisociali sorosiani e delle psico-sette fringe trotskiste, anarco-liberali ed anarco-capitaliste (camuffate da finte organizzazioni ultra-rivoluzionarie).
In sostanza, di fronte alla determinazione dei neo-con e dei loro mandanti e relativi barboncini mannari associati, a perseguire ancora il “Cambio di regime” in Siria e ad intensificarvi l’aggressione di Stati Uniti e NATO, si erge la Grande Muraglia dell’Arco della Resistenza e del Polo multipolare dell’Eurasiatismo autentico (l’alleanza che comprende Russia, Iran, India e Cina, e che tiene a bada USA, Arabia Saudita e Turchia). Un fronte anti-egemonico efficace, non a caso osteggiato attivamente dalla setta duginista ed affini (il circo delle pulci di Saker e di Chiesa). Tale fronte anti-egemonico si fa ben sentire, non ultime con le dichiarazioni del Ministro degli Esteri russo Sergej Lavrov, e del Presidente egiziano Abdalfatah al-Sisi, non casualmente oggetto della meschina operazione di disinformazione del sinistrume filo-taqfirita, agli ordini delle intelligence anglo-statunitensi irritate dallp scacco del 2013, quando i militari patrioti nasseriani egiziani sbarazzarono la dittatura oscurantista e retrograda dell’agente della CIA Muhamad Mursi e della sua Fratellanza mussulmana, strumento dell’imperialismo anglosassone. L’irritazione occidentale è acuta, ed è dovuta alla consapevolezza che quel golpe popolare, in Egitto, fu la svolta che mandò all’aria per sempre i deliranti piani imperialistici dei neocon e dei loro sodali wahhabiti, assistiti dalla teppa social-imperialista semiborghese occidentale.
Il Ministro degli Esteri russo Sergej Lavrov ha dichiarato che l’inviato delle Nazioni Unite in Siria, Staffan de Mistura, “sabota” da sempre una risoluzione del conflitto sostenuta dai colloqui di pace tra Damasco e gruppi anti-governativi siriani: “Le Nazioni Unite nella forma del loro rappresentante speciale Staffan de Mistura, sabotano da più di sei mesi la risoluzione” del conflitto in Siria. “La risoluzione richiede colloqui tra tutti i siriani e senza precondizioni. Ma sembra che non vi sia altro modo per l’opposizione e il governo che prendere l’iniziativa da sé e organizzare il dialogo”. Va ricordato che Staffan de Mistura (o Staffan de Lordura che sia), è un cittadino italiano. La Farnesina è da sempre una cloaca di nobili decaduti e corrotti, di cui Gentiloni è l’emblema, e da ciò ne derivano le ovvie conseguenze.
Ed ecco cosa ha detto il Presidente egiziano Abdalfath al-Sisi, inviso al putrido ambiente della sinistra islamista e atlanista italiana: Il Presidente egiziano Abdalfatah al-Sisi ha espresso sostegno agli eserciti siriano, libico e iracheno nella battaglia contro i terroristi, in un’intervista televisiva ha detto, “ci dovrebbe essere il sostegno internazionale agli eserciti nazionali libico, iracheno e siriano che garantiscono la sicurezza dei loro Paesi. E’ meglio che l’esercito nazionale di un qualsiasi Paese garantisca sicurezza e stabilità da sé. La Siria da cinque anni soffre una crisi profonda. La nostra posizione è che rispettiamo la volontà del popolo siriano”, ed esortava a trattare seriamente i gruppi terroristici in Siria, e a disarmarli, per preservare l’unità della Siria e poterla ricostruire.

Concludendo, una nota per la quinta colonna disfattista neo-ottomana e pseudo-filorussa formata dai seguaci di Dugin, Saker e Chiesa: “Secondo il quotidiano libanese al-Safir, la Russia ha inviato un ultimatum alla Turchia informandola che la città di al-Bab sta per ritornare al governo siriano.
L’avviso s’è avuto durante le discussioni che si svolgono in questi giorni sugli accordi tra le parti relativi alla zona di occupazione turca nel nord della Siria, in occasione dell’offensiva turca ‘Scudo dell’Eufrate’, secondo una fonte militare siriana che assicura che la città di al-Bab non vi rientra. Si è deciso che i turchi si devono fermare a non più di 12 km da Jarabulus, per permettergli d’impedire il collegamento tra le regioni prese dai curdi di Ayn al-Arab e Ifrin, e di monitorare le operazioni delle forze democratiche siriane curde sostenute dagli statunitensi. Gli iraniani sono d’accordo a che i turchi si fermino a 12 km. Ma, non solo i turchi hanno violato i loro impegni, ma hanno anche deciso di collocare la regione ad ovest dell’Eufrate tra i loro obiettivi, ed hanno violato l’accordo con i russi a non sostenere più i gruppi armati che cercano d’infiltrarsi ad Aleppo.
Secondo la fonte siriana di al-Safir, ai turchi s’è fatto capire che l’Esercito arabo siriano punta sulla città di al-Bab. Siriani e russi hanno avvertito i turchi di fermare la loro avanzata, e i siriani minacciano che qualsiasi avanzata verso al-Bab sarà considerata un’invasione, facendo intervenire l’esercito. Secondo fonti siriane e turche, uno squadrone di caccia MiG-31 ne ha inquadrato uno di aerei turchi sopra la regione. I turchi hanno schierato, a 30 km da al-Bab, 250 blindati, 5500 soldati e le milizie dei loro ascari locali. Inoltre, presso l’aeroporto militare di Quwayris, ad est di Aleppo, l’Alto Comando delle Forze Armate siriane ha attivato la nuova 5.ta Armata dell’Esercito arabo siriano, composta da 3 divisioni d’assalto, e posta in attesa dell’ordine di avanzare su al-Bab. Infine, a Safira, a sud-est di Aleppo, giungeva il battaglione corazzato di Hezbollah, formatosi ad al-Qusayr, la città che aveva liberato nel 2013”.

agenti d’influenza, Aleppo, anti-egemonia, anti-egemonismo, anti-terrorismo, antiatlantismo, antimperialismo, antiterrorismo, Asse della resistenza, asse sciita, atlantismo, black operation, Blocco americanista occidentalista, Blocco antiegemonico, Blocco BAO, blocco eurasiatico, Central Intelligence Agency, CIA, circo mediatico, complesso mediatico-disinformativo, controterrorismo, covert operation, Covert Operations, Damasco, Defence Intelligence Agency, Difesa, Dipartimento di Stato USA, diplomazia, disinformazione, disinformazione strategica, egemonia, egemonismo, Esercito Arabo Siriano, eurasia, Europa, False flag, Federazione Russa, geo-influenza, geo-storia, Geoeconomia, geofilosofia, geoinfluenza, Geopolitica, Geostoria, Geostrategia, Giulietto Chiesa, globalismo, guerra a bassa intensità, guerra asimmetrica, guerra coloniale, guerra coperta, guerra d’influenza, guerra d’informazione, guerra d’intelligence, guerra di 4.ta generazione, guerra di propaganda, Guerra Fredda, guerra informatica, guerra mediatica, guerra occulta, guerra per procura, guerra psicologica, Gulen, gulenist, Imperialismo, industria mediatica, industria multimediale, infiltrazione, integralismo, intelligence, invasione, Iran-Iraq-Siria, islamismo, islamo-atlantismo, legione islamista, Mashreq, mass media, mass media alternativi, mass media aziendali, massmedia, Medio oriente, medioriente, Mediterraneo, mondialismo, mondializzazione, Mondo Multipolare, Mosca,
=========

signora Ministro della Difesa PINOTTI, voi avete messo quel piccolo buco di culo GENDER di ISRAELE, in mezzo a tanti cazzoni islamici sharia nazisti nucleari, e noi pensiamo che, anche, lei non sarebbe felice, di trovarsi in mezzo ad una specie di aracia meccanica, per soddisfare le bramosie erotiche di una cinquantina di maschioni: tutti teste di cazzo come ERDOGAN e SALMAN, che non ti dovrebbe ingannare la loro età: tu li dovevi vedere da giovani come loro erano promettenti sharia stalloni!
lorenzojhwh Leviathan Dominus UniusREI

signora Ministro della Difesa PINOTTI, come ella fa l’alleato islamico SHARIA nazista saudita iraniano e turco? SENZA RENDERSI RESPONSABILE E COMPLICE di ECCIDIO DI TUTTI I CRISTIANI DEL MONDO? COSA, LUCIFERO NWO è il suo SPA FED Gufo questo è IL SUO DIO?
i SAUD hanno detto che, loro hanno comprato le bombe atomiche per proteggere i musulmani nel mondo! CIOè, LUI VOLEVA DIRE: “IL DIRITTO DEI MUSULMANI DI FARE IL GENOCIDIO sharia NAZISTA, contro TUTTI I POPOLI DEL MONDO” quindi, voi i luciferini del NWO SPA FED, voi avete deciso anche, di fare: una quarta guerra mondiale contro ISLAM, dopo questa terza guerra mondiale nucleare contro RUSSIA e CINA?
lorenzojhwh Leviathan Dominus UniusREI

dear Takfir Salman Erdogan sharia ] se voi non state andando al nostro Lucifero, poi, come avete progettato di ucciderlo? [ SE CI VOLETE CAMBIARE? VOI CI STATE PORTANDO A LUCIFERO! ] come il TRADITORE, FILOSOFO MINISTRA DELLA DIFESA PINOTTI, CI PUò COSTRINGERE A PAGARE IL SIGNORAGGIO BANCARIO a ROTHSCHILD SpA Banche CENTRALI ? CON UN PRELIEVO FISCALE DEL 70%, E CON UN COSTO DEL DENARO PARI AL 270%, del suo valore, (FONTE SCIENZIATO GIACINTO Auriti) [ CONFLITTI è DA SEMPRE AL CENTRO DEL DIBATTITO POLITICO, FILOSOFICO E DOTTRINALE E TOCCA NEL PROFONDO IL TIPO DI SOCIETà INTERNAZIONALE CHE ALLAH AKBAR INTENDIAMO COSTRUIRE!” sintentizzando significa” “TUTTINCULO AI MARTIRI CRISTIANI, IN TUTTO IL MONDO!” [ La Notizia di Manlio Dinucci – Allarme nucleare: l’Arabia Saudita ha la Bomba, PandoraTV https://youtu.be/g5gDH_RgX2k Pubblicato
lorenzojhwh Leviathan Dominus UniusREI

SE CI VOLETE CAMBIARE? VOI CI STATE PORTANDO A LUCIFERO! [ come il FILOSOFO ENLIGHTENED SPA FED FARISEI TALMUD KABBALAH, 666 MARDUK BAAL JABULLON: MINISTRO DELLA DIFESA PINOTTI, giustifica filosoficamente gli orrori islamici della Arabia SAUDITA? ] è da questo articolo, che, oggi, il 26-02-2016, io ho deciso di ripartire, oggi ] cara Ministro PINOTTI che tipo di società voi Enlightened, sistema massonico: USURA alto tradimento Banche centrali SpA Rothschild Bildenberg, voi avete deciso di costruire in violazione del dettato costituzionale? CERTO SE CI VOLETE CAMBIARE? VOI CI STATE PORTANDO A LUCIFERO! [ lei dice: “la QUESTIONE DELLA LEGALITà DEI CONFLITTI, E NEI CONFLITTI è DA SEMPRE AL CENTRO DEL DIBATTITO POLITICO, FILOSOFICO E DOTTRINALE E TOCCA NEL PROFONDO IL TIPO DI SOCIETà INTERNAZIONALE CHE ALLAH AKBAR INTENDIAMO COSTRUIRE!” sintentizzando significa” “TUTTINCULO AI MARTIRI CRISTIANI IN TUTTO IL MONDO!” [ La Notizia di Manlio Dinucci – Allarme nucleare: l’Arabia Saudita ha la Bomba, PandoraTV https://youtu.be/g5gDH_RgX2k Pubblicato il 23 feb 2016. Allarme nucleare: l’Arabia Saudita ha la Bomba e noi forniamo i bombardieri

ZuriaGamer11 ore fa
Youtube, I think it is more than time to create a guide or category for children because they have no competition. So what they do on Youtube will be a success. And that frustrates YouTube creators, who record, and edit their videos. Please create an area for them, then Youtube will be going to perfection, thank you

JHWH pantocrator NO EU SPA NWO NATO

Ebrei 10,32 [32] Richiamate alla memoria quei primi giorni nei quali, dopo essere stati illuminati, avete dovuto sopportare una grande e penosa lotta, [33] ora esposti pubblicamente a insulti e tribolazioni, ora facendovi solidali con coloro che venivano trattati in questo modo. ] SENZA attraversare la grande tribolazione? Oggi è impossibile entrare nel Regno di Dio! .. e questa tribolazione, in verità non è indispensabile (per essere salvati) secondo i piani di Dio, infatti, SE, io NON SBATTERÒ CONTRO IL MURO: il CRANIO delle Bestie di SATANA di ROTHSCHILD e di SALMAN fino a fare uscire il loro cervello pieno di demoni dal foro delle orecchie e dagli occhi? mai gli uomini giusti di ogni popolo e di ogni religione potranno essere sollevati!
ISRAEL Universal metaphysical LEVIATHAN
ISRAEL Universal metaphysical LEVIATHAN14 ore fa
Prima lettera ai Corinzi 2,14] L’uomo naturale però non comprende le cose dello Spirito di Dio; esse sono follia per lui, e non è capace di intenderle, perché se ne può giudicare solo per mezzo dello Spirito. [15] L’uomo spirituale invece giudica ogni cosa, senza poter essere giudicato da nessuno. ]] GLORIA A DIO PER SEMPRE [[ se non si muore alla natura umana, e non si rinasce nella natura divina? certo non potrete entrare nel Regno di Dio.. ed io non sto dicendo di diventare necessariamente cristiani, ed ovviamente, i vostri rabbini usurai e i vostri Imam SHARIAH Salafiti: CERTAMENTE loro sanno come fare!
ISRAEL Universal metaphysical LEVIATHAN

Giosuè 24,15 DISSE A ISRAELE ] Se vi dispiace di servire il Signore? ALLORA, scegliete oggi chi volete servire: se gli dèi che i vostri padri servirono oltre il fiume: il GUFO Spa FED, la Lucertola Ogm NWO, 666 micro-chip, che sono tutti gli dèi degli Amorrei USA, come è nel regime Bildenberg, come anche è nel paese dei quali abitate. Quanto a me, e alla mia casa, noi vogliamo servire il Signore holy JHWH».
ISRAEL Universal metaphysical LEVIATHAN

1Re 18, 20 Acab (ISRAELE,) convocò tutti gli Israeliti e radunò i profeti sul monte Carmelo. 1Re 1821 Elia si accostò a tutto il popolo e disse: «Fino a quando zoppicherete con i due piedi? Se il Signore è Dio, seguitelo! Se invece lo è Baal aLLAH sPa FMI NWO ROTHSCHILD, seguite lui!». Il popolo non gli rispose nulla. 22. Elia aggiunse al popolo: «Sono rimasto solo, come profeta del Signore, mentre i profeti di Baal ROTHSCHILD sono quattrocentocinquanta.

…now God is building you, as living stones into His spiritual temple. What’s more, you are God’s holy priests, who offer the spiritual sacrifices that please Him because of Jesus Christ.
(1 Peter 2:5)
OUR SACRIFICES, NOT OUR ACHIEVEMENTS

Our Open Doors colleague, Ron Boyd-MacMillan, shares the following insight from his teaching, “Why I Need to Encounter the Persecuted Church.”

When I lived in Los Angeles, I was always stressed about one key question — am I fulfilling my potential? Everywhere I drove, I was surrounded by advertisements telling me that I was not earning enough, that I needed to have an “attitude transplant.” I worried about whether I should take more courses in the elusive search for more success. My friends were actors and actresses desperate to attract the attention of some film producer, and working a couple of part-time jobs in the vain hope that someday, they will be discovered. I too always felt unfulfilled.

But is the purpose of my life really to maximise my potential? A visit to the persecuted soon cured me of that idea. This fact becomes clear — fulfilling one’s potential cannot possibly be the purpose to life because so few actually get the opportunity to do so!

Look at the millions of Christians in China’s house churches. All of them live lives in which — for want of a better term — they are trapped. They do not have choices. Because of their Christianity, many are denied access to education, or are barred from developing promising careers. I sat in a house church of seventy peasant Christians, and wondered, How many great scientists, violin players, or philosophers could be in here, but they and the world will never know, because they never had the chance to study, learn algebra, or hold a musical instrument.

Would God really make a world where only a tiny minority could fulfil their life’s purpose, and doom the rest of us to a lifetime of frustration?

We were studying 1st Peter one night, and suddenly I had an insight while reading chapter 2 verse 5. It struck me: God makes each life that is yielded to Him a living stone in building His temple.  That’s why we are alive. That’s the purpose of it all. We are all made to become a stone in His spiritual temple, His eternal kingdom. And everybody gets the opportunity to become a “living stone” just by virtue of giving our lives to him. We are priests because we offer a sacrifice. That sacrifice is the only one we can make — that of our lives. And so we find the purpose for which God made the world — to build a kingdom of worshippers for Himself. That old man in the house church whose back is bent double from a life in the rice paddies is a living stone. That woman whose baby was taken away during the Cultural Revolution because she was a Christian is also a living stone. No one wastes their life who gives it to Jesus. They are placed into an eternal structure — the Kingdom of God, and will rejoice forever in that status. No one goes unfulfilled because God builds His Kingdom on our sacrifices, not on our achievements.
RESPONSE:
Today I will be fulfilled as a “living stone” for God and offer Him the sacrifice of my life.
PRAYER:
Thank You Lord, that I don’t need to spend my life seeking fulfilment other than in You!
===============
ISRAEL Universal metaphysical LEVIATHAN

ovviamente, se, VOI perdete questo progetto Unius REI? Voi dovrete affrontare la guerra mondiale nucleare: CERTAMENTE! ovviamente Daniele e suoi compagni sfuggirono alla fornace alto forno in Babilonia, come a Hiroschima e Nagasaki molti in epicentro bombe atomiche; non subirono neanche radiazioni… quindi tutti passerete per il fuoco atomico, e soltanto i REDENTI saranno presi o saranno lasciati.. i maleficati da Rothschild e SALMAN? finiranno in massa all’INFERNO! … e certo voi non siete preparati per morire: oggi!
ISRAEL Universal metaphysical LEVIATHAN

con i soldi si può comprare tutto, o quasi.. ma, non potranno mai comprare il paradiso le Bestie di Satana!
2 4 Protocols Learned Elders Zion ] [ 27 mag 2014  Contenuti audiovisivi
1:15 – 2:50 Lasso Bloccato in tutto il mondo
ISRAEL Universal metaphysical LEVIATHAN
(modificato)
o noi? o loro! SE NON CI PREPARIAMO A STERMINARLI CON VOTO DI STERMINIO? NOI SAREMO DA LORO STERMINATI! al-Sissi il Generale: ha sorvolato su tutti i delitti omicidi e complotti che Erdogan e Salman hanno fatto per portare anche in Egitto la guerra civile, coMe in Siria! .. quinDi lui ha pensato di sputare sui suoi soldati, che sono stati uccisi a tradimento dai terroristi islamici sauditi, sulle 60 Chiese dei Copti bruciate, quando lui diventÒ Presidente, ecc. ecc.. ORMAI TUTTI GLI ISLAMICI SONO DIVENTATI UN DELITTO IMPOSSIBILE ED INTOLLERABILE… o noi? o loro!
ISRAEL Universal metaphysical LEVIATHAN

la LEGA OCI Araba SI STA ISLAMIZZANDO: sempre di più,  in modo inesorabile, e sta ponendo a rischio la sopravvivenza di tutto il Genere Umano! e dopo avere annullato la pena di morte, ora ha annullato anche l’ergastolo a egiziano Mohamed MORSI,  ed ha annullato, anche, le condanne a tutti i terroristi salafiti tra cui il famigerato Mohamed Badie! dall’EGITTO alla Turchia, Dal Pakistan al IRAN, tutta la LEGA ARABA è diventata una minaccia estrema e incompatibile con la sopravvivenza del genere umano!
ISRAEL Universal metaphysical LEVIATHAN

QUESTA È UNA CALUNNIA! È COME DICHIARARE, CHE È LA RUSSIA IL RESPONSABILE DELLA TENSIONE AI CONFINI: MENTRE TUTTI SANNO CHE È LA NATO CHE STA AGGREDENDO LA RUSSIA!  La Lettonia propone alla Russia di discutere le tensioni militari sul confine. Il ministero della Difesa lettone ha proposto al dicastero militare russo di inviare i suoi esperti a Riga per prendere parte ad un incontro in cui discutere come i due Paesi possano ridurre le tensioni lungo il confine ed aumentare il livello di sicurezza, segnala il portale web Delfi. “Nella sua lettera la parte lettone osserva che il potenziamento delle infrastrutture militari vicino ai suoi confini “crea gravi preoccupazioni”,” — scrive il portale. Secondo il portale, la Lettonia vuole discutere la questione delle esercitazioni su larga scala presso il confine e si augura che entrambe le parti saranno in grado di trovare un modo per avere una maggiore trasparenza nelle proprie azioni. … 122 Correlati: Lettonia ha addestrato 20 soldati per difendersi dalla Russia Lettonia, confessione shock del presidente: “non abbiamo un’economia nazionale” Lettonia, in cantiere una base militare sul Baltico aperta alla Nato Missili della Russia sono puntati contro la Polonia: l’allarme di ex ministro Varsavia Per la NATO è azione aggressiva lo schieramento di missili russi a Kaliningrad
https://it.sputniknews.com/mondo/201611223669446-sicurezza-difesa-diplomazia-Riga-NATO/
ISRAEL Universal metaphysical LEVIATHAN

Usa, Trump pensa a ex sindaco Giuliani come prossimo direttore della National Intelligence. E Trump: DEVE scegliere tra la pece (i massoni come lui) e tra la PESTE i sacerdoti di Satana, non ha altre alternative tra i LEADER Americani USA oggi! [ questa è la scelta peggiore: lui è un sacerdote di Satana, uno spietato assassino! ] 23.11.2016. Lo ha rivelato il consulente senior del presidente eletto ed ex manager della campagna Kellyanne Conway in un’intervista alla Msnbc. “La decisione sarà presa insieme a Mike Pence”. Donald Trump potrebbe nominare l’ex sindaco di New York Rudy Giuliani come prossimo direttore della National Intelligence Usa (DNI). Lo ha rivelato il consulente senior del presidente eletto ed ex manager della campagna Kellyanne Conway in un’intervista alla Msnbc. Anche se “la decisione finale sarà presa con il contributo di vice presidente eletto Mike Pence”. Dipartimento di Stato USA. Tom Arthur Bolton o Giuliani? Le prospettive per la Russia dei candidati a guidare la diplomazia USA La scorsa settimana, Giuliani aveva detto che non sarebbe diventato procuratore generale dell’Amministrazione Trump, ma ha fatto capire che poteva essere un buon candidato come segretario di Stato americano. Tuttavia, lo scorso 17 novembre, il direttore della National Intelligence James Clapper ha annunciato le dimissioni, esecutive dal giorno dell’insediamento del nuovo presidente il prossimo 20 gennaio.
https://it.sputniknews.com/mondo/201611233669661-usa-trump-giuliani-direttore-national-intelligence/
Maurizio Sorrentino
Altra notizia non bella…. è quello che ha affittato, per 99 anni, le torri gemelle, 2 mesi prima che venissero demolite , a uno che aveva versato solo la prima rata del prestito (quindi un centoventesimo del costo)ma , aveva subito assicurato il tutto, per il rischio caduta,di due differenti aereoplani, sulle torri….(come dice la mamma:” bisogna essere preveggienti!”)realizzando un guadagno,in due mesi, di circa 6 miliardi di dollari(era in co.co.co. per questo la paga è stata bassa…), più un fatturato stellare per l’industria della difesa….. potrà mai un signore che… ” tutto sa e ha visto”, riaprire le indagini sull’11 settembre? Oppure si fabbricheranno delle “provette” che dimostrano che dietro a tutto c’era l’Iran?
ISRAEL Universal metaphysical LEVIATHAN

“populisti”? questa è una trappola per convogliare i voti dei POPULISTI.. MARIN LE PEN È L’UNICO CANDIDATO CREDIBILE! Francia, Fillon: Russia nemico virtuale frutto della fantasia dell’Occidente. Negli ultimi anni l’Occidente ha trasformato la Russia in un nemico virtuale, rifiutandosi di sviluppare la cooperazione e le relazioni bilaterali. Lo ha dichiarato oggi il vincitore del primo turno delle primarie del centrodestra in Francia ed ex premier Francois Fillon. Fillon ha evidenziato che l’attuale inasprimento dei rapporti tra la Russia e l’Occidente ha avuto origine dal tentativo fallito di Barack Obama di riavviare le relazioni tra Washington e Mosca. “Barack Obama ha iniziato dalla strategia del ‘reset’ che mirava a correggere le relazioni con la Russia. Tuttavia tutto è andato per il verso storto e la Russia è stata trasformata di nuovo in un nemico. Un nemico virtuale perché credo che la Russia infondo non sia un rivale per l’Europa”, ha spiegato Fillon a radio Europe 1. Parlando delle prospettive nella cooperazione con la Russia, Fillon ha ricordato di avere alle spalle una fruttuosa collaborazione con il presidente russo quando entrambi erano capi del Governo dei rispettivi Paesi. “Ho lavorato con Vladimir Putin quando era primo ministro e sono stati raggiunti molteplici accordi propizi per la Francia, per i quali mi sono battuto costantemente. È un interlocutore difficile, ma è un interlocutore che rispetta chi è capace di onorare i propri impegni”, ha affermato Fillon.
https://it.sputniknews.com/mondo/201611233670185-russia-nemico-virtuale/
ISRAEL Universal metaphysical LEVIATHAN

#PUTIN ] bisogna prepararsi ad invadere, con truppe da sbarco: invadere militarmente gli USA!
ISRAEL Universal metaphysical LEVIATHAN

NON POSSIAMO IGNORARE ED ESCLUDERE CHE L’OLOCAUSTO NUCLEARE SIA IL VERO OBIETTIVO DEI FARISEI CHE A TALE PROPOSITO HANNO COSTRUITO VASTE CITTÀ SOTTERRANEE! In Russia è stato testato con successo il lanciamissili su rotaia “Barguzin”. Il “treno nucleare” di prospettiva ripristinerà la triade delle truppe missilistiche strategiche di epoca sovietica, aggiungendosi ai complessi con missili balistici su terra e sotterranei, ritengono nell’esercito. I primi lanci di prova del missile balistico intercontinentale per il lanciarazzi su rotaia “Barguzin” hanno avuto successo, ha riferito oggi ad “Interfax” una fonte nel settore della difesa. “I primi test sono avvenuti nel cosmodromo di Plesetsk 2 settimane fa. Sono completamente riusciti, spianando la strada all’inizio dei testi di volo”, — l’agenzia stampa riporta le parole del suo interlocutore. Secondo lui, i test di volo del missile balistico intercontinentale per la piattaforma su rotaia “Barguzin” inizieranno l’anno prossimo.
https://it.sputniknews.com/mondo/201611223669368-sicurezza-difesa/
ISRAEL Universal metaphysical LEVIATHAN

questa è la verità il Regime nazista sPa FMI BM NWO massonico
usurocratico devitalizzante demoniaco, ha gettato la maschera, QUESTI
SONO I FARISEI E I loro complici i shariah SALAFITI CHE HANNO UCCISO, e
continuano ad uccidere continuamente: GESÙ DI BETLEMME!
Putin:
Risoluzione contro Sputnik e RT nuovo scadimento della democrazia. Il
presidente della Federazione Russa ha reagito all’approvazione della
Risoluzione UE contro i media russi. “Siamo di fronte ad un’ulteriore,
evidente scadimento della democrazia nella società occidentale. Tuttavia
penso che il buon senso trionferà e non ci saranno delle reali misure
di censura contro i media russi.” — ha detto il presidente Putin
commentando la Risoluzione presa dal parlamento europeo contro i media
russi. Mercoledì il Parlamento Europeo ha approvato la risoluzione dal
titolo “Comunicazioni strategiche dell’UE come contromisure alla
propaganda di parti terze”.
https://it.sputniknews.com/mondo/201611233672277-Putin-risoluzione-contro-Sputnik-reazioni/
ISRAEL Universal metaphysical LEVIATHAN

i miei blogspot sono diventati dei ” .pdf “, affinché, essi essi trasformati in immagini di testo, possano e siano meglio esclusi dai
motori di ricerca!
JHWH pantocrator NO EU SPA NWO NATO

una religione di pace: Ummah Mecca Caaba ] ma, ALLAH è Satana, e ISLAM è Satanismo shariah: questi sono spietati assassini seriali! ] Iranian converts appeal against lashes for ‘illegal’ Communion wine
Published: Oct. 10, 2016, UPDATE (10 Oct.)Three Iranian Christian converts are appealing after they were sentenced to 80 lashes each for drinking alcohol during Holy Communion. (Non-Muslims are permitted to drink alcohol in Iran, but leaving Islam is forbidden, so any such conversions are not recognised.)
Yasser Mossayebzadeh, Saheb Fadaie and Mohammad Reza Omidi – all from Muslim backgrounds – were also charged with “acting against national security”, alongside Youcef Nadarkhani, a pastor once sentenced to death for apostasy. They are due to appear in court again in the northern city of Rasht on 15. Oct. The maximum sentence for that charge is six years in prison. This is the second time Omidi has been convicted of drinking alcohol. A third conviction could lead to his execution.
Mossayebzadeh, Fadaie and Omidi were initially arrested on 13 May alongside Nadarkhani and his wife, Tina. The couple were released later that day, but the three others were detained.
More than 200 Christians have been detained by Iranian authorities since 2015. Many are in jail, while others have been released conditionally, pending sentencing or an appeal.
Middle East Concern’s Rob Duncan said that at least 43 Christians were arrested in August alone.
“The Iranian regime is conducting a very active campaign against house churches at the moment and leaders of house churches are harassed and put under pressure,” he said.Previous report (26 July)Youcef Nadarkhani is greeted by his wife, Tina, on his release from prison, September 2012.
The Nadarkhani family
An Iranian Christian leader once sentenced to death for apostasy, Youcef Nadarkhani, has now been charged with acting against national security.
Nadarkhani, who belongs to the non-Trinitarian Church of Iran, was released on 24 July on the condition of raising 1 billion rials (US$ 32,000) for bail within a week, or facing arrest.
He was also accused of being Zionist and informed that he had no right to evangelise.
Nadarkhani was initially arrested in 2009 and charged with apostasy after questioning why his children’s school only taught Islam in their religious education, which he said was unconstitutional.
Maryam Naghash Zargaran. Facebook / Free Maryam Naghash-Zargaran – Nasim Amnesty International has criticised Iran’s “cruel” denial of medical care in its prisons. It mentions the case of Maryam Naghash Zargaran, an Iranian Christian who has undertaken two hunger strikes to protest against her being denied the medical treatment she requires for long-standing health issues. On 31 Aug, Zargaran was for the third time allowed to leave prison to receive medical treatment. Her family have said they hope that this time she will be given long enough to receive adequate care. In October 2015 and in June 2016 she was briefly released for treatment but both times forced to return to prison before it was complete. After her latest hunger strike, which ended on 2 Aug., Middle East Concern said her health had deteriorated further.
Zargaran, a convert from Islam, has served three years of a four-year jail sentence. She was originally arrested in January 2013, in connection with her work at an orphanage alongside Saeed Abedini, who was also imprisoned, but eventually released in January this year.
UPDATE (19 Sep.): On 17 Sep., Zargaran was returned to prison after her medical treatment was again cut short. Her friends and family reported that she was again unable to receive adequate treatment during her time at home.[ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] C.S.P.B. Crux Sancti Patris Benedicti. La Croce del Santo Padre Benedetto, C.S.S.M.L. Crux Sacra Sit Mihi Lux, La Croce Santa sia la mia luce. N.D.S.M.D. Non Drago Sit Mihi Dux. Non sia il demonio il mio condottiero. AMEN ALLLEUIA, V.R.S. Vade Retro, Satana! Allontanati, Sanata! N.S.M.V. Numquam Suade Mihi Vana. Non mi attirare alle vanità, S.M.Q.L. Sunt Mala Quae Libas. Son mali le tue bevande, I.V.B. Ipse Venena Bibas. Bevi tu stesso i tuoi veleni. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] Preghiera: Croce del Santo Padre Benedetto. Croce santa sii la mia luce e non sia mai il demonio mio capo. Va’ indietro, Satana; non mi persuaderai mai di cose vane; sono cattive le bevande che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] C.S.P.B. Crux Sancti Patris Benedicti. La Croce del Santo Padre Benedetto, C.S.S.M.L. Crux Sacra Sit Mihi Lux, La Croce Santa sia la mia luce.
N.D.S.M.D [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] Non Drago Sit Mihi Dux. Non sia il demonio il mio condottiero V.R.S. Vade Retro, Satana! Allontanati, Sanata! N.S.M.V. Numquam Suade Mihi Vana. Non mi attirare alle vanità, S.M.Q.L. Sunt Mala Quae Libas Son mali le tue bevande, I.V.B. Ipse Venena Bibas Bevi tu stesso i tuoi veleni. Preghiera: Croce del Santo Padre Benedetto. Croce santa sii la mia luce e non sia mai il demonio mio capo. Va’ indietro, Satana; non mi persuaderai mai di cose vane; sono cattive le bevande che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.  non è magica DEVI AVERE LA FEDE la fede!
===============
JHWH pantocrator NO EU SPA NWO NATO

una religione di pace: Ummah Mecca Caaba ] ma, ALLAH è Satana, e ISLAM è Satanismo shariah: questi sono spietati assassini seriali! ] Iran: 2 Christians released on bail but 3 detained. Published: Oct. 18, 2016
Crackdown: 40 Christians arrested in August alone. L to R: Mohammad Dehnavi, Hadi Asgari, Amin Afshar Naderi, Ramil Bet-Tamraz and Amir Dashti. MEC / Article 18. UPDATE (18 Oct.): Two of the five Iranian Christians arrested during a trip to the Alborz Mountains north-east of Tehran in August have been released on bail, though three are still being detained. Ramil Bet-Tamraz and Mohammad Dehnavi were released after posting bail of around US$33,000 each, according to Middle East Concern. It was initially thought that Amin Afshar Naderi had also been released, but he, Hadi Asgari and Amir Saman Dashti remain in jail. MEC reports that Asgari has faced “particularly intenses pressure” during his interrogation. They still haven’t been told what charges they face, although MEC reports that their interrogation related to the activity of Ramil’s father, Victor, a a pastor who is still expecting a summons to court over his arrest (alongside Naderi) on Boxing Day 2014.
Original story (31 Aug.)
Five Iranian Christians were arrested on Friday (26 Aug.) during a trip to the Alborz Mountains north-east of Tehran – the latest in a recent spate of arrests. Their wives and families have expressed concern for their safety. One of them, Amin Afshar Naderi, had been arrested before – on 26 Dec. 2014. Also arrested that day was Pastor Victor Bet-Tamraz, whose son, Ramil, was part of the group arrested on 26 Aug.
Victor Bet-Tamraz led the Tehran Pentecostal Assyrian Church before it was shut down by Iran’s Ministry of Interior in March 2009. He and Naderi – a convert to Christianity – were arrested alongside another convert while celebrating Christmas at the pastor’s house. All three were charged with conducting illegal evangelism and kept mostly in solitary confinement in Evin prison, before being released on bail in February and March 2015. After his son’s arrest on Friday, Bet-Tamraz visited some of the prisons and interrogation centres in the area, but so far has not found the group. The names of the other three Christians arrested are Hadi Asgari, Mohammad Dehnavi and Amir Saman Dashti. Their wives were separated from them during the raid by security officials from the Ministry of Intelligence and Security. Middle East Concern reports that Afshar had asked to see an arrest warrant and that, after none was produced, he was beaten. Mohabat News reports that only one of them – Amir Dashti – has been able to call his family. He is reported to have told them that they are being held in Tehran’s Evin prison.“All are understandably concerned, as there seems no reason for the arrest apart from to gather evidence to convict Pastor Victor and the others arrested at the same time,” MEC’s Rob Duncan told World Watch Monitor. MEC reported that the Christians’ families “see no reason for the arrests apart from the connection to the 2014 Christmas arrests. It is feared the aim of the MOIS officials is to force confessions and to extract ‘evidence’ against [them]”. Victor Bet-Tamraz had previously found it difficult to find a lawyer willing to act as his defence counsel. Some lawyers have experienced a backlash after representing Christians in court.
More than 200 Christians have been detained by Iranian authorities since 2015. Many are in jail, while others, such as Victor Bet-Tamraz, have been released conditionally, pending sentencing or an appeal.
MEC’s Duncan said that at least 43 Christians were arrested in the past month alone.
“The Iranian regime is conducting a very active campaign against house churches at the moment and leaders of house churches are harassed and put under pressure,” he said.
Meanwhile, Amnesty International has criticised Iran’s “cruel” denial of medical care in its prisons. It mentions the case of Maryam Naghash Zargaran, an Iranian Christian who has undertaken two hunger strikes to protest against her being denied the medical treatment she requires for long-standing health issues.
She has twice been released for medical treatment – in October 2015 and in June – and both times was forced to return to prison before the treatment was complete. After her latest hunger strike, which ended on 2 Aug., Middle East Concern said her health had deteriorated further.
UPDATE (31 Aug): Maryam Zargaran has for the third time been allowed to leave prison to receive medical treatment. Her family have said they hope that this time she will be given long enough to receive adequate care. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] C.S.P.B. Crux Sancti Patris Benedicti. La Croce del Santo Padre Benedetto, C.S.S.M.L. Crux Sacra Sit Mihi Lux, La Croce Santa sia la mia luce. N.D.S.M.D. Non Drago Sit Mihi Dux. Non sia il demonio il mio condottiero. AMEN ALLLEUIA, V.R.S. Vade Retro, Satana! Allontanati, Sanata! N.S.M.V. Numquam Suade Mihi Vana. Non mi attirare alle vanità, S.M.Q.L. Sunt Mala Quae Libas. Son mali le tue bevande, I.V.B. Ipse Venena Bibas. Bevi tu stesso i tuoi veleni. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] Preghiera: Croce del Santo Padre Benedetto. Croce santa sii la mia luce e non sia mai il demonio mio capo. Va’ indietro, Satana; non mi persuaderai mai di cose vane; sono cattive le bevande che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] C.S.P.B. Crux Sancti Patris Benedicti. La Croce del Santo Padre Benedetto, C.S.S.M.L. Crux Sacra Sit Mihi Lux, La Croce Santa sia la mia luce.
N.D.S.M.D [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] Non Drago Sit Mihi Dux. Non sia il demonio il mio condottiero V.R.S. Vade Retro, Satana! Allontanati, Sanata! N.S.M.V. Numquam Suade Mihi Vana. Non mi attirare alle vanità, S.M.Q.L. Sunt Mala Quae Libas Son mali le tue bevande, I.V.B. Ipse Venena Bibas Bevi tu stesso i tuoi veleni. Preghiera: Croce del Santo Padre Benedetto. Croce santa sii la mia luce e non sia mai il demonio mio capo. Va’ indietro, Satana; non mi persuaderai mai di cose vane; sono cattive le bevande che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.
JHWH pantocrator NO EU SPA NWO NATO

ALLAH è Satana, e ISLAM è Satanismo shariah: questi sono spietati assassini seriali! ] Germany refugee centre an ‘example for others’ dealing with interfaith conflict, Published: Oct. 24, 2016, A message on the walls of the Rotenburg an der Fulda refugee centre, which translates: ‘To all Muslims: Now is the time to cut off the infidels’ heads’.
One interviewee said that, during Ramadan, “The Afghans does not want [sic] to use the same washing machine we wash with because to them we are unworthy and impure. From the moment the Afghans knew that we are Christians, they disinfected the bathroom every time we used it. They call us infidels, neciz [impure], won’t shake our hands and are very careful to not have any physical contact with us.”
Open Doors added that, “In general, the Muslim refugees avoided any contact with non-Muslims during Ramadan – fearing defilement and becoming impure. They said it would render the validity of their fasting null and void… Muslims avoided touching any common objects (e.g. body contact with toilet seats) so that they had no indirect contact with ‘infidels’. Sanitation became extremely poor. It was unclear who was going to be responsible for cleaning up the faeces, which then led to frequent conflicts within the community.”
The charity said it was particularly important for staff to recognise the challenge of dealing with an influx of refugees from Islamic nations.
“If we take a look into the mainly Islamic countries from which many of these refugees come, and consider how they treat religious minorities, it is obvious that their understanding of Islam is most definitely not compatible with the idea of religious freedom and the equality of all people,” the study noted. “Thus, it is justified to speak of systematic attacks, because the cultural and religious influence of a large number of refugees is based on the teachings of the Quran, something which is deeply ingrained.”
Open Doors added that refugee quarters “are much more aligned to the needs of Muslims, which then often has substantial side effects for the other residents”.
“The situation in the Rotenburg reception centre is no different from many other, comparable facilities where Muslims has been living long enough to establish their own Islamic parallel society,” noted the study. “Because of their faith, Christians are devalued to become second-class citizens and are branded ‘impure’ and ‘apostates’, while enduring physical assaults whenever they offer resistance. The same mind-set is also expressed by moderate Muslims, due to the fact that, according to Muslim thinking, Islam is the superior religion, which pursues the submission of all people to Allah.”
Another interviewee reported: “Every day the same group of Muslims from different countries walks through the quarters and forms a Sharia council, consulting on what they should do with us and according to which laws they are planning to sentence us. The council consists of Sheiks und Mullahs.”
Many of the Christian refugees who have fled to Germany have left nations where persecution against Christians is “severe”, according to Open Doors. The 49 Christians in the Rotenburg reception centre are from Iraq, Iran, Eritrea and Ethiopia. On Open Doors’ 2016 World Watch List, the annual ranking of the countries where Christians face the worst persecution, Iraq is 2nd, Eritrea 3rd, Iran 9th and Ethiopia 18th.
Recommendations, Open Doors listed these recommendations for other centres:
• The percentage of non-Muslim security staff must be adequately increased. Christians and members of other religious minorities should be employed [as staff] at all levels.
• For the asylum process, all Christians must have Christian interpreters.
• Christians [should be] connected to local churches … [and] Christian contacts [should be assigned] whom Christians can turn to when affected by persecution.
• In the case of any family affiliation between refugees and support staff, it is vital that religious impartiality is guaranteed and that effective supervision is employed on a regular basis.
• The facility’s management and staff members must be informed about the religious motives behind discrimination against Christians and other religious minorities by Muslims whose native countries have an Islamic majority.
• With the help of a pre-prepared guideline within the framework of integration, all asylum seekers in the quarters must be educated explicitly about religious freedom and specifically be informed on the rights of Christians and other religious minorities (including moderate Muslims) within refugee facilities and reception centres.
• Preventive measures [should be implemented], ensuring the protection of religious minorities during the entire process of asylum-seeking and integration.
• The proportion of Christians and other religious minorities [should] correspond with that of Muslims in shared accommodation.
• Christians and other religious minorities who have already been victims of persecution and discrimination should be given separate accommodation. This should include the possibility of decentralised accommodation [e.g. outside main reception centres]. Authorities must refrain from categorically blocking decentralised accommodation, especially if such living quarters are available for affected Christians.
[ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] C.S.P.B. Crux Sancti Patris Benedicti. La Croce del Santo Padre Benedetto, C.S.S.M.L. Crux Sacra Sit Mihi Lux, La Croce Santa sia la mia luce. N.D.S.M.D. Non Drago Sit Mihi Dux. Non sia il demonio il mio condottiero. AMEN ALLLEUIA, V.R.S. Vade Retro, Satana! Allontanati, Sanata! N.S.M.V. Numquam Suade Mihi Vana. Non mi attirare alle vanità, S.M.Q.L. Sunt Mala Quae Libas. Son mali le tue bevande, I.V.B. Ipse Venena Bibas. Bevi tu stesso i tuoi veleni. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] Preghiera: Croce del Santo Padre Benedetto. Croce santa sii la mia luce e non sia mai il demonio mio capo. Va’ indietro, Satana; non mi persuaderai mai di cose vane; sono cattive le bevande che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] C.S.P.B. Crux Sancti Patris Benedicti. La Croce del Santo Padre Benedetto, C.S.S.M.L. Crux Sacra Sit Mihi Lux, La Croce Santa sia la mia luce.
N.D.S.M.D [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] Non Drago Sit Mihi Dux. Non sia il demonio il mio condottiero V.R.S. Vade Retro, Satana! Allontanati, Sanata! N.S.M.V. Numquam Suade Mihi Vana. Non mi attirare alle vanità, S.M.Q.L. Sunt Mala Quae Libas Son mali le tue bevande, I.V.B. Ipse Venena Bibas Bevi tu stesso i tuoi veleni. Preghiera: Croce del Santo Padre Benedetto. Croce santa sii la mia luce e non sia mai il demonio mio capo. Va’ indietro, Satana; non mi persuaderai mai di cose vane; sono cattive le bevande che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.
JHWH pantocrator NO EU SPA NWO NATO

ALLAH è Satana, e ISLAM è Satanismo shariah: questi sono spietati assassini seriali! ] UPDATE: Iran allows Azerbaijani Christians home on ‘conditional’ release
Published: Nov. 8, 2016 Nasibov, Farhadov and Gurbanov (left to right) were arrested by Iranian agents on 24 June. Middle East Concern
Three Azerbaijani Christians, accused by Iran of “missionary activities”, were allowed to go home on Sunday (6 Nov.), after more than four months in prison, Middle East Concern (MEC) said.
Eldar Gurbanov, 48, Yusif Farhadov, 51, Bahram Nasibov, 37, and an Iranian, Naser Navard Gol-Tapeh, have been released from prison, and the Azerbaijanis are able to travel back home, having been released on bail on 29th October.
Gurbanov, Farhadov and Nasibov were arrested on 24 June when security agents raided a wedding party they attended during a visit to Tehran.
For two months, the four men were then kept incommunicado in solitary confinement and continually interrogated, apparently in Evin Prison in Tehran. During this time, they were denied consular assistance and legal counsel.
They were finally transferred in September to shared cells in Ward 350 of the same prison.
They faced charges of engaging in missionary activity and propaganda against the Iranian government.
Despite their conditional release, the men’s families and friends still call on Iranian authorities to acquit them of all charges. They hope “the Iranian regime will treat all prisoners with dignity and justice; that people will no longer be penalised on account of their faith or religious activities,” MEC reported.
Previous story (2 Aug.):
L to R: Camilla and Bahram Nasibov; Yusif and Lala Farhadov, with their son; Aida and Eldar Gurbanov.
Middle East Concern
The families of three Azerbaijani Christians detained for more than a month in Iran have appealed for help.
Eldar Gurbanov, 48, Yusif Farhadov, 51, and Bahram Nasibov, 37 were arrested on 24 June at an engagement party in Tehran. No charges have been filed against them, nor have they been allowed access to a lawyer. Middle East Concern reported that initially about 10 people were arrested, but most were soon released. Mohabat News
Mohabat News reported that Naser Navard Gol-Tapeh, 45, a Christian convert from a Muslim background, was “held separate from everyone else during the raid … and there has been no word on his whereabouts since his arrest”.
The Azerbaijanis had been invited to Tehran by friends. Their families have reported that they have not been told why they were arrested, have been kept in separate cells and do not know where they are being held, although after a week’s detention they were allowed to call home and said they are in a prison somewhere in Tehran. After petitions from their families, the Azerbaijani Embassy in Tehran requested permission to meet them, but this has not yet been granted. On 1 August, their families released the following statement:
“On 22nd June 2016 our husbands and fathers – Eldar Gurbanov, Yusif Farhadov and Bahram Nasibov – travelled to Tehran in the Islamic Republic of Iran. They were invited as guests in Iran to participate in an engagement ceremony and meet with their Iranian friends. As we discovered later, they were arrested on 24th June by security agents during an engagement ceremony and they have not been charged with any crime. Eldar (48), Yusif (51) and Bahram (37) are all married and have children. Yusif has a young son with Down’s Syndrome under his care. They have not been charged with any crime and their future is unknown to all of us. We ask all who are concerned to help our husbands and fathers to return safely to their homes!
[ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] C.S.P.B. Crux Sancti Patris Benedicti. La Croce del Santo Padre Benedetto, C.S.S.M.L. Crux Sacra Sit Mihi Lux, La Croce Santa sia la mia luce. N.D.S.M.D. Non Drago Sit Mihi Dux. Non sia il demonio il mio condottiero. AMEN ALLLEUIA, V.R.S. Vade Retro, Satana! Allontanati, Sanata! N.S.M.V. Numquam Suade Mihi Vana. Non mi attirare alle vanità, S.M.Q.L. Sunt Mala Quae Libas. Son mali le tue bevande, I.V.B. Ipse Venena Bibas. Bevi tu stesso i tuoi veleni. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] Preghiera: Croce del Santo Padre Benedetto. Croce santa sii la mia luce e non sia mai il demonio mio capo. Va’ indietro, Satana; non mi persuaderai mai di cose vane; sono cattive le bevande che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ]
C.S.P.B. Crux Sancti Patris Benedicti. La Croce del Santo Padre Benedetto, C.S.S.M.L. Crux Sacra Sit Mihi Lux, La Croce Santa sia la mia luce.
N.D.S.M.D [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] Non Drago Sit Mihi Dux. Non sia il demonio il mio condottiero V.R.S. Vade Retro, Satana! Allontanati, Sanata! N.S.M.V. Numquam Suade Mihi Vana. Non mi attirare alle vanità, S.M.Q.L. Sunt Mala Quae Libas Son mali le tue bevande, I.V.B. Ipse Venena Bibas Bevi tu stesso i tuoi veleni. Preghiera: Croce del Santo Padre Benedetto. Croce santa sii la mia luce e non sia mai il demonio mio capo. Va’ indietro, Satana; non mi persuaderai mai di cose vane; sono cattive le bevande che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.
JHWH pantocrator NO EU SPA NWO NATO

ALLAH è Satana, e ISLAM è Satanismo shariah: questi sono spietati assassini seriali! ] Bishop’s wife saved husband from Iranian extremists, but lost her only son. Published: Nov. 11, 2016. Margaret and her husband, the Bishop of Iran, lost their son in 1980 during the anti-Christian hostility of Iran’s Islamic Revolution. A woman has just been buried by her husband in the grounds of Winchester Cathedral; famous figures such as Jane Austen lie inside it. Margaret Dehqani-Tafti, who in 1979 took a bullet to save the life of her husband, the Bishop of Iran, died on 22 October 2016 at the age of 85, surrounded by her family. She and her husband Hassan lost their only son in 1980, when he was murdered in the anti-Christian hostility that followed Ayatollah Khomeini’s Islamic Revolution. Margaret was the youngest daughter of William Thompson, the Bishop whom her husband would succeed. The Briton spent her early years in Iran and met Hassan when he began working for her father after serving as an interpreter in the Imperial Iranian Army between 1943 and 1945. Hassan had been born in Taft, Iran – to a Muslim father who was a shoe-maker and a mother who had embraced Christianity; he became a Christian at 17 in 1938 after attending church-run schools. He and Margaret married in 1952 after he spent two years in the UK, training for ordination at Ridley Hall, Cambridge.
Their Anglo-Iranian match was considered highly unusual, but years later, Margaret explained how they managed to reconcile their different cultures. ‘We have many differences but we both have the same goal: serving God,’ she said. ‘In order to serve God we have put aside our differences and only supported each other in this journey. The other secret is respect; we have accepted each other as we are and neither of us asks for what the other cannot provide. Regarding culture, I must add that I grew up in Iran and Hassan grew up among British people. We knew each other from a very young age, it feels natural for us, culture, language and so on.’ After they had been married for nine years, Margaret’s father William resigned at the age of 75. Hassan was appointed to succeed him, and became the first Persian-born Anglican Bishop of Iran. However, Hassan’s ethnicity was insufficient to protect him and his family – three daughters and a son – from the rising hostility towards non-Muslims that accompanied the 1979 revolution that replaced a pro-Western monarchy with a Shia Islamic regime. From the back cover of “The Hard Awakening”, 1981, an image of the Dehqani-Tafti family. Triangle. Life for Christians had never been easy in Iran, but after 1979 many missions and missionaries were expelled. In November of that year, two gunmen climbed the wall of the bishop’s residence in Isfahan, entered Hassan and Margaret’s bedroom, and opened fire at Hassan’s head. Miraculously, the first four shots narrowly missed both of them, but Margaret threw herself across her husband to protect him and the fifth passed through her hand. She is said to have kept the pillowcase that contained four bullet-holes. The following year in May, while Bishop Dehqani-Tafti was away at a conference in Cyprus, their son Bahram was shot dead aged 24. Bahram had studied in Oxford and in the United States. He returned to Iran, but was stripped of his right to leave when he tried to attend his sister’s wedding in England. Therefore, he started his military service and as part of his duty, he taught English at Tehran University. He was ambushed and attacked on his way back from work one day. Bishop Dehqani-Tafti, unable to attend his son’s funeral, wrote a prayer of forgiveness for the killers, who have never been found. Years later, Margaret was asked by the son of martyred Iranian pastor Mehdi Dibaj how she managed to forgive Bahram’s murderers. She replied: ‘It is just by the grace of God that you can forgive; I have not forgiven them once – forgiveness does not happen once and for ever. I have been forgiving them every day for more than 20 years, as God has forgiven me.’ Because of the increasing dangers they faced in Iran, after the burial Margaret and their daughters left for England, where Hassan joined them from Cyprus. Hassan always insisted on telling people that they left Iran legally.
The family settled in the diocese of Winchester in the UK, where Hassan was made an assistant bishop and continued to lead the diocese of Iran from exile. The couple became a support to the Iranian Christian community in Britain. An Iranian Christian told World Watch Monitor: ‘Throughout their life together, Margaret was a constant support to Hassan and as the mother of a martyr, an uncompromising witness to truth. The events of our time remind Christians that the history of their faith is inseparable from the sacrifices and examples that people like the Dehqani-Tafti family set, representing the eternal challenge that believers witness in this fallen world. Their lives have influenced the way we think about faith in God, justice, social engagement and what it means to be the follower of Christ, and stand as testimony to the vast violence that we experience in the present age.’ Bishop Dehqani-Tafti’s autobiography, The Unfolding Design of My World, was published in 2000. A book about him and his family ‘The Hard Awakening’ was published by Triangle in 1981.
[ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] C.S.P.B. Crux Sancti Patris Benedicti. La Croce del Santo Padre Benedetto, C.S.S.M.L. Crux Sacra Sit Mihi Lux, La Croce Santa sia la mia luce. N.D.S.M.D. Non Drago Sit Mihi Dux. Non sia il demonio il mio condottiero. AMEN ALLLEUIA, V.R.S. Vade Retro, Satana! Allontanati, Sanata! N.S.M.V. Numquam Suade Mihi Vana. Non mi attirare alle vanità, S.M.Q.L. Sunt Mala Quae Libas. Son mali le tue bevande, I.V.B. Ipse Venena Bibas. Bevi tu stesso i tuoi veleni. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] Preghiera: Croce del Santo Padre Benedetto. Croce santa sii la mia luce e non sia mai il demonio mio capo. Va’ indietro, Satana; non mi persuaderai mai di cose vane; sono cattive le bevande che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] C.S.P.B. Crux Sancti Patris Benedicti. La Croce del Santo Padre Benedetto, C.S.S.M.L. Crux Sacra Sit Mihi Lux, La Croce Santa sia la mia luce.
N.D.S.M.D [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] Non Drago Sit Mihi Dux. Non sia il demonio il mio condottiero V.R.S. Vade Retro, Satana! Allontanati, Sanata! N.S.M.V. Numquam Suade Mihi Vana. Non mi attirare alle vanità, S.M.Q.L. Sunt Mala Quae Libas Son mali le tue bevande, I.V.B. Ipse Venena Bibas Bevi tu stesso i tuoi veleni. Preghiera: Croce del Santo Padre Benedetto. Croce santa sii la mia luce e non sia mai il demonio mio capo. Va’ indietro, Satana; non mi persuaderai mai di cose vane; sono cattive le bevande che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.
JHWH pantocrator NO EU SPA NWO NATO

ALLAH è Satana, e ISLAM è Satanismo shariah: questi sono spietati assassini seriali! ] “So afraid I almost fainted” – Iran Christian on brother’s arrest. Published: Nov. 11, 2016 The outside of the Evin prison in Tehran. It was just another day at the office for accountant Sepideh*. The phone rang and Sepideh reached over her desk to answer it, not knowing that this call would be the start of years of worries. “Sepideh, quick!” The voice of her mother sounded nervous. “They arrested your brother and they might come for you next. Please leave your workplace and come home!” Five years before, Sepideh’s brother Saman had decided to follow Jesus. “At first I thought it was just another one of his strange interests,” Sepideh shares. “But as time passed, I saw how Saman changed. This is how I became interested in Christianity as well.” Sepideh started reading the Bible and the words really spoke to her. Like her brother, she gave her life to Jesus. Brother and sister started to attend a house church together. All went well until that terrible phone call. “When I heard that my brother had been arrested, I was so afraid that I almost fainted.” Sepideh decided to leave her office, although she wasn’t sure where to go. “My mind was blurred. I remember walking in the streets in the hot summer sun, my body soaked by sweat. I approached the police office, doubting if I should go in and ask about my brother. But when I was almost there, I quickly passed by, too afraid that I would be arrested as well.”
At home Sepideh found her mother. She told Sepideh that Saman had called her. “I have been arrested,” he said. After those words he quickly disconnected. “We had no information, so after careful consideration we decided to go to the police station together.” While Sepideh waited outside, her mother went inside, but came back shaking her head – no information about her son. That night Sepideh had trouble sleeping. “I was so concerned. About my brother, about what they did to him, about where he was. And I was concerned about our friends arrested alongside him.” But Sepideh also anxiously kept her ears strained for a knock on the door. “I was afraid the police would come and take me as well, or that they would invade our home to find evidence for my brother’s case.” He asks his disciples why they are so afraid
After a restless night Sepideh was still in her house. The police didn’t come. In fact, the police didn’t let Sepideh and her mother know anything. After yesterday’s quick and nervous phone call, it seemed like Saman had vanished from the earth. Meanwhile, Sepideh still had trouble getting her mind clear. “I called my pastor and he told me that I couldn’t call him with this number anymore, he also told me that he had closed the church for a while to avoid any new arrests. His words made me even more afraid than I already was.”
Anxiously Sepideh started to collect all her Christian CDs and books to get them out of the house. If the police came, they wouldn’t find evidence. “But even this didn’t calm me. In fact, I felt like as long as I didn’t know about my brother, I couldn’t feel at ease. So I fell down on my knees; the only thing I still had, the only one who could give me peace was my Lord.”
Sepideh poured out her heart. “I told the Lord how helpless I felt about the arrests, how afraid that they’d come for me too.” Then a Bible text came to Sepideh´s mind, all of a sudden, like it was sent by God. Mark 4:35-41. Quickly she browsed the pages in her Bible. When she started reading, her tears fell on the pages. “It was the story in which Jesus calms the storm at sea. He asks his disciples why they are so afraid and encourages them to trust Him. Reading the story calmed the storm in me as well. I entrusted my brother’s life, as well as my own, to my saviour.”
It would take two weeks until Sepideh and her mother heard anything from Saman – and another two weeks for them to be able to visit him. “He told us he and his friends had been arrested while distributing Bibles and that they faced tough interrogations.” It was tough for Sepideh to see her brother like this, but she trusted her Lord. “I believe that my brother is in the hands of God and that He has a plan for Him there.”
*name changed for security reasons
Sepideh herself wasn’t arrested. However, estimates from evidence provided by the American Center for Law and Justice, Article 18 and Middle East Concern suggest that, in May 2015, there were 90 people detained in Iranian prisons on account of their Christian faith and practice. Middle East Concern has provided a list of names of Christian detainees updated to Nov. 2016.
[ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] C.S.P.B. Crux Sancti Patris Benedicti. La Croce del Santo Padre Benedetto, C.S.S.M.L. Crux Sacra Sit Mihi Lux, La Croce Santa sia la mia luce. N.D.S.M.D. Non Drago Sit Mihi Dux. Non sia il demonio il mio condottiero. AMEN ALLLEUIA, V.R.S. Vade Retro, Satana! Allontanati, Sanata! N.S.M.V. Numquam Suade Mihi Vana. Non mi attirare alle vanità, S.M.Q.L. Sunt Mala Quae Libas. Son mali le tue bevande, I.V.B. Ipse Venena Bibas. Bevi tu stesso i tuoi veleni. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] Preghiera: Croce del Santo Padre Benedetto. Croce santa sii la mia luce e non sia mai il demonio mio capo. Va’ indietro, Satana; non mi persuaderai mai di cose vane; sono cattive le bevande che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] C.S.P.B. Crux Sancti Patris Benedicti. La Croce del Santo Padre Benedetto, C.S.S.M.L. Crux Sacra Sit Mihi Lux, La Croce Santa sia la mia luce.
N.D.S.M.D [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] Non Drago Sit Mihi Dux. Non sia il demonio il mio condottiero V.R.S. Vade Retro, Satana! Allontanati, Sanata! N.S.M.V. Numquam Suade Mihi Vana. Non mi attirare alle vanità, S.M.Q.L. Sunt Mala Quae Libas Son mali le tue bevande, I.V.B. Ipse Venena Bibas Bevi tu stesso i tuoi veleni. Preghiera: Croce del Santo Padre Benedetto. Croce santa sii la mia luce e non sia mai il demonio mio capo. Va’ indietro, Satana; non mi persuaderai mai di cose vane; sono cattive le bevande che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.
JHWH pantocrator NO EU SPA NWO NATO

scusate il mio ritardo, vi ho sentiti discutere tutto il giorno, e sapevo di essere atteso da voi, adesso cercherò di rispondere a tutte le Vostre domande, e spero di non deludere nessuno! ma, da questa mattina alle 8,00? io sono stato a scuola ininterrottamente, e sono uscito da scuola alle 21,00, come tutti i Colleghi dei miei 5 Consigli di Classe. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] C.S.P.B. Crux Sancti Patris Benedicti. La Croce del Santo Padre Benedetto, C.S.S.M.L. Crux Sacra Sit Mihi Lux, La Croce Santa sia la mia luce. N.D.S.M.D. Non Drago Sit Mihi Dux. Non sia il demonio il mio condottiero. AMEN ALLLEUIA, V.R.S. Vade Retro, Satana! Allontanati, Sanata! N.S.M.V. Numquam Suade Mihi Vana. Non mi attirare alle vanità, S.M.Q.L. Sunt Mala Quae Libas. Son mali le tue bevande, I.V.B. Ipse Venena Bibas. Bevi tu stesso i tuoi veleni. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] Preghiera: Croce del Santo Padre Benedetto. Croce santa sii la mia luce e non sia mai il demonio mio capo. Va’ indietro, Satana; non mi persuaderai mai di cose vane; sono cattive le bevande che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ]
C.S.P.B. Crux Sancti Patris Benedicti. La Croce del Santo Padre Benedetto, C.S.S.M.L. Crux Sacra Sit Mihi Lux, La Croce Santa sia la mia luce.
N.D.S.M.D [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] Non Drago Sit Mihi Dux. Non sia il demonio il mio condottiero V.R.S. Vade Retro, Satana! Allontanati, Sanata! N.S.M.V. Numquam Suade Mihi Vana. Non mi attirare alle vanità, S.M.Q.L. Sunt Mala Quae Libas Son mali le tue bevande, I.V.B. Ipse Venena Bibas Bevi tu stesso i tuoi veleni. Preghiera: Croce del Santo Padre Benedetto. Croce santa sii la mia luce e non sia mai il demonio mio capo. Va’ indietro, Satana; non mi persuaderai mai di cose vane; sono cattive le bevande che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.  non è magica DEVI AVERE LA FEDE la fede!

ovviamente, io non sento la vostra voce, ma, io posso percepire la vostra emotività, perché, secondo una mia: percezione, che io elaboro come ipotesi, teoria, ipotesi, forse, gli alieni mi hanno: “abduction” e mi hanno messo dei neuroni biologici, quanto artificiali nel cervello, quindi, nel mio lobo destro: io sento la emotività del paradiso, e nel mio lobo sinistro, io sento le emozioni dell’inferno! .. poiché, per Dio non c’è il tempo, quindi, tutti voi, voi siete già tutti morti, perché io sono immortale, e tutta questa mortalità vostra? non mi riguarda! [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] C.S.P.B. Crux Sancti Patris Benedicti. La Croce del Santo Padre Benedetto, C.S.S.M.L. Crux Sacra Sit Mihi Lux, La Croce Santa sia la mia luce. N.D.S.M.D. Non Drago Sit Mihi Dux. Non sia il demonio il mio condottiero. AMEN ALLLEUIA, V.R.S. Vade Retro, Satana! Allontanati, Sanata! N.S.M.V. Numquam Suade Mihi Vana. Non mi attirare alle vanità, S.M.Q.L. Sunt Mala Quae Libas. Son mali le tue bevande, I.V.B. Ipse Venena Bibas. Bevi tu stesso i tuoi veleni. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] Preghiera: Croce del Santo Padre Benedetto. Croce santa sii la mia luce e non sia mai il demonio mio capo. Va’ indietro, Satana; non mi persuaderai mai di cose vane; sono cattive le bevande che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ]
C.S.P.B. Crux Sancti Patris Benedicti. La Croce del Santo Padre Benedetto, C.S.S.M.L. Crux Sacra Sit Mihi Lux, La Croce Santa sia la mia luce.
N.D.S.M.D [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] Non Drago Sit Mihi Dux. Non sia il demonio il mio condottiero V.R.S. Vade Retro, Satana! Allontanati, Sanata! N.S.M.V. Numquam Suade Mihi Vana. Non mi attirare alle vanità, S.M.Q.L. Sunt Mala Quae Libas Son mali le tue bevande, I.V.B. Ipse Venena Bibas Bevi tu stesso i tuoi veleni. Preghiera: Croce del Santo Padre Benedetto. Croce santa sii la mia luce e non sia mai il demonio mio capo. Va’ indietro, Satana; non mi persuaderai mai di cose vane; sono cattive le bevande che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.  non è magica DEVI AVERE LA FEDE la fede!

ogni ministero: è sempre un servizio terrestre o temporale, e, nessun ministero è Eterno, tranne il mio! IL MIO È L’UNICO MINISTERO UNIVERSALE ED ETERNO, di TUTTA la STORIA del GENERE UMANO! adesso tutti sanno, che, ogni ministero soprannaturale appartiene a Satana, mentre, ogni ministero Divino appartiene a Dio Santo Onnipotente, il cui nome è JHWH (io sono Colui che sono, e che sempre sarò” QUESTO È IL MIO NOME, DICE IL SIGNORE MISERICORDIOSO PIENO DI GRAZIA COMPASSIONE GIUSTIZIA E MISERICORDIA, CHE TUTTO COMPRENDE, E TUTTO PERDONA, AVENDO IMPARTITO UN PENTIMENTO PERFETTO: contro: OGNI PECCATO, IN OGNUNO di COLORO, CHE SONO PREDESTINATI ALLA VITA ETERNA, E IL CUI NOME È stato SCRITTO nel LIBRO della VITA prima della Creazione dell’Universo! ) [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] C.S.P.B. Crux Sancti Patris Benedicti. La Croce del Santo Padre Benedetto, C.S.S.M.L. Crux Sacra Sit Mihi Lux, La Croce Santa sia la mia luce. N.D.S.M.D. Non Drago Sit Mihi Dux. Non sia il demonio il mio condottiero. AMEN ALLLEUIA, V.R.S. Vade Retro, Satana! Allontanati, Sanata! N.S.M.V. Numquam Suade Mihi Vana. Non mi attirare alle vanità, S.M.Q.L. Sunt Mala Quae Libas. Son mali le tue bevande, I.V.B. Ipse Venena Bibas. Bevi tu stesso i tuoi veleni. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] Preghiera: Croce del Santo Padre Benedetto. Croce santa sii la mia luce e non sia mai il demonio mio capo. Va’ indietro, Satana; non mi persuaderai mai di cose vane; sono cattive le bevande che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ]
C.S.P.B. Crux Sancti Patris Benedicti. La Croce del Santo Padre Benedetto, C.S.S.M.L. Crux Sacra Sit Mihi Lux, La Croce Santa sia la mia luce.
N.D.S.M.D [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] Non Drago Sit Mihi Dux. Non sia il demonio il mio condottiero V.R.S. Vade Retro, Satana! Allontanati, Sanata! N.S.M.V. Numquam Suade Mihi Vana. Non mi attirare alle vanità, S.M.Q.L. Sunt Mala Quae Libas Son mali le tue bevande, I.V.B. Ipse Venena Bibas Bevi tu stesso i tuoi veleni. Preghiera: Croce del Santo Padre Benedetto. Croce santa sii la mia luce e non sia mai il demonio mio capo. Va’ indietro, Satana; non mi persuaderai mai di cose vane; sono cattive le bevande che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.  non è magica DEVI AVERE LA FEDE la fede!

ovviamente, SECONDO LE MIE PREROGATIVE e FUNZIONI POLITICHE MONDIALI, io sarò seduto sul mio Trono a Gerusalemme, in convocazione plenaria, insieme a tutti i Governi del Pianeta, quindi, io parlerò soltanto razionalmente, come potrebbe parlare un agnostico razionale, senza citare MAI, 1. il nome di Dio JHWH e senza citare mai: 2. nessun libro sacro, PERCHÉ LA LEGGE UNIVERSALE e la LEGGE NATURALE ( sono oggettive e razionali evidenti ed universali) UNITE insieme dalla METAFISICA UMANISTICA E PERSONALISTICA: rappresentano la Fratellanza universale, e MI DANNO I CONCETTI ED IL LINGUAGGIO PER POTERMI ESPRIMERE IN MODALITÀ UNIVERSALE: UNICAMENTE: in modalità OGGETTIVA E RAZIONALE! [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] C.S.P.B. Crux Sancti Patris Benedicti. La Croce del Santo Padre Benedetto, C.S.S.M.L. Crux Sacra Sit Mihi Lux, La Croce Santa sia la mia luce. N.D.S.M.D. Non Drago Sit Mihi Dux. Non sia il demonio il mio condottiero. AMEN ALLLEUIA, V.R.S. Vade Retro, Satana! Allontanati, Sanata! N.S.M.V. Numquam Suade Mihi Vana. Non mi attirare alle vanità, S.M.Q.L. Sunt Mala Quae Libas. Son mali le tue bevande, I.V.B. Ipse Venena Bibas. Bevi tu stesso i tuoi veleni. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] Preghiera: Croce del Santo Padre Benedetto. Croce santa sii la mia luce e non sia mai il demonio mio capo. Va’ indietro, Satana; non mi persuaderai mai di cose vane; sono cattive le bevande che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ]
C.S.P.B. Crux Sancti Patris Benedicti. La Croce del Santo Padre Benedetto, C.S.S.M.L. Crux Sacra Sit Mihi Lux, La Croce Santa sia la mia luce.
N.D.S.M.D [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] Non Drago Sit Mihi Dux. Non sia il demonio il mio condottiero V.R.S. Vade Retro, Satana! Allontanati, Sanata! N.S.M.V. Numquam Suade Mihi Vana. Non mi attirare alle vanità, S.M.Q.L. Sunt Mala Quae Libas Son mali le tue bevande, I.V.B. Ipse Venena Bibas Bevi tu stesso i tuoi veleni. Preghiera: Croce del Santo Padre Benedetto. Croce santa sii la mia luce e non sia mai il demonio mio capo. Va’ indietro, Satana; non mi persuaderai mai di cose vane; sono cattive le bevande che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.  non è magica DEVI AVERE LA FEDE la fede!

e quando tutte le scimmie Darwin saranno uscite felici, e soddisfatte, con la loro banana in mano… poi, con tutti quelli che credono in Dio, noi parleremo di TEOLOGIA POLITICA (e questo non per prendere decisioni politiche che sono già state prese nella riunione plenaria), ma, per esprimere spiritualmente gli stessi concetti, e questo è sempre: in un ambito: che è niente affatto religioso, o che inerisce il dogma di una qualche religione! NO! Quindi gli stessi concetti: che sono stati espressi a tutti attraverso la Metafisica Agnostica Razionale, potranno essere affrontati, anche, sul piano della teologia politica, che è sempre, un dialogo su un piano razionale, e riguardante, ovviamente, il puro monoteismo: OVVIAMENTE: io credo, che quello sarà un momento molto felice per musulmani ed ebrei! [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] C.S.P.B. Crux Sancti Patris Benedicti. La Croce del Santo Padre Benedetto, C.S.S.M.L. Crux Sacra Sit Mihi Lux, La Croce Santa sia la mia luce. N.D.S.M.D. Non Drago Sit Mihi Dux. Non sia il demonio il mio condottiero. AMEN ALLLEUIA, V.R.S. Vade Retro, Satana! Allontanati, Sanata! N.S.M.V. Numquam Suade Mihi Vana. Non mi attirare alle vanità, S.M.Q.L. Sunt Mala Quae Libas. Son mali le tue bevande, I.V.B. Ipse Venena Bibas. Bevi tu stesso i tuoi veleni. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] Preghiera: Croce del Santo Padre Benedetto. Croce santa sii la mia luce e non sia mai il demonio mio capo. Va’ indietro, Satana; non mi persuaderai mai di cose vane; sono cattive le bevande che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ]
C.S.P.B. Crux Sancti Patris Benedicti. La Croce del Santo Padre Benedetto, C.S.S.M.L. Crux Sacra Sit Mihi Lux, La Croce Santa sia la mia luce.
N.D.S.M.D [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] Non Drago Sit Mihi Dux. Non sia il demonio il mio condottiero V.R.S. Vade Retro, Satana! Allontanati, Sanata! N.S.M.V. Numquam Suade Mihi Vana. Non mi attirare alle vanità, S.M.Q.L. Sunt Mala Quae Libas Son mali le tue bevande, I.V.B. Ipse Venena Bibas Bevi tu stesso i tuoi veleni. Preghiera: Croce del Santo Padre Benedetto. Croce santa sii la mia luce e non sia mai il demonio mio capo. Va’ indietro, Satana; non mi persuaderai mai di cose vane; sono cattive le bevande che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.  non è magica DEVI AVERE LA FEDE la fede!

sono dispiaciuto, se qualcuno è rimasto deluso, perché non sono stato esaustivo, e se, io non sono riuscito a rispondere alle istanze di conoscenza di tutti, e se, io non sono riuscito ad evadere tutte le Vostre domande? ok perdonatemi! a tutti buona notte! [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] C.S.P.B. Crux Sancti Patris Benedicti. La Croce del Santo Padre Benedetto, C.S.S.M.L. Crux Sacra Sit Mihi Lux, La Croce Santa sia la mia luce. N.D.S.M.D. Non Drago Sit Mihi Dux. Non sia il demonio il mio condottiero. AMEN ALLLEUIA, V.R.S. Vade Retro, Satana! Allontanati, Sanata! N.S.M.V. Numquam Suade Mihi Vana. Non mi attirare alle vanità, S.M.Q.L. Sunt Mala Quae Libas. Son mali le tue bevande, I.V.B. Ipse Venena Bibas. Bevi tu stesso i tuoi veleni. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] Preghiera: Croce del Santo Padre Benedetto. Croce santa sii la mia luce e non sia mai il demonio mio capo. Va’ indietro, Satana; non mi persuaderai mai di cose vane; sono cattive le bevande che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ]

JHWH pantocrator NO EU SPA NWO NATO

[ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] C.S.P.B. Crux Sancti Patris Benedicti. La Croce del Santo Padre Benedetto, C.S.S.M.L. Crux Sacra Sit Mihi Lux, La Croce Santa sia la mia luce. N.D.S.M.D. Non Drago Sit Mihi Dux. Non sia il demonio il mio condottiero. AMEN ALLLEUIA, V.R.S. Vade Retro, Satana! Allontanati, Sanata! N.S.M.V. Numquam Suade Mihi Vana. Non mi attirare alle vanità, S.M.Q.L. Sunt Mala Quae Libas. Son mali le tue bevande, I.V.B. Ipse Venena Bibas. Bevi tu stesso i tuoi veleni. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] Preghiera: Croce del Santo Padre Benedetto. Croce santa sii la mia luce e non sia mai il demonio mio capo. Va’ indietro, Satana; non mi persuaderai mai di cose vane; sono cattive le bevande che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ]
C.S.P.B. Crux Sancti Patris Benedicti. La Croce del Santo Padre Benedetto, C.S.S.M.L. Crux Sacra Sit Mihi Lux, La Croce Santa sia la mia luce.
N.D.S.M.D [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] Non Drago Sit Mihi Dux. Non sia il demonio il mio condottiero V.R.S. Vade Retro, Satana! Allontanati, Sanata! N.S.M.V. Numquam Suade Mihi Vana. Non mi attirare alle vanità, S.M.Q.L. Sunt Mala Quae Libas Son mali le tue bevande, I.V.B. Ipse Venena Bibas Bevi tu stesso i tuoi veleni. Preghiera: Croce del Santo Padre Benedetto. Croce santa sii la mia luce e non sia mai il demonio mio capo. Va’ indietro, Satana; non mi persuaderai mai di cose vane; sono cattive le bevande che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.
JHWH pantocrator NO EU SPA NWO NATO
=======
Gente, occhio alla propaganda russa!

È curioso osservare come la lotta per la libertà d’espressione in Unione europea possa svanire in un attimo. Per il Parlamento europeo Sputnik e Russia Today sono una minaccia pari a Daesh. Gente, occhio alla propaganda russa!

5419 Giulietto Chiesa Confesso: scrivo per Sputnik e collaboro con diversi canali russi. Che ne sarà di me? Il Parlamento europeo ha approvato ieri una risoluzione solenne che addita i media russi come pericolo per la sovranità dei paesi europei.
https://it.sputniknews.com/mondo/201611243678344-Sputnik-RT-russofobia-Europarlamento-media-Occidente-valori/

========
Censura dei media russi è oltraggio al principio fondamentale della libertà d’espressione. I media russi devono avere la possibilità di difendersi dalle accuse della risoluzione del Parlamento europeo contro la “propaganda aggressiva” da essi veicolata. Lo ha dichiarato a RIA Novosti il presidente della federazione internazionale dei giornalisti Philippe Leruth. “Dal mio punto di vista questi media avrebbero dovuto avere la possibilità di difendersi da queste accuse davanti al Parlamento europeo, ma sembra che questa possibilità non sia stato loro concessa”, ha commentato Leruth. Il ruolo di Sputnik e RT è quello di creare un dibattito all’interno dei Paesi occidentali, riguardo le vicende internazionali. © Sputnik. Konstantin Chalabov L’Unione Europea approva la risoluzione contro i media russi Egli ha inoltre precisato che le federazioni internazionale ed europea dei giornalisti considerano la censura un metodo non idoneo a contrastare la cosiddetta propaganda. “Il Parlamento europeo e le federazioni internazionale ed europea dei giornalisti sono fedeli al principio fondamentale della libertà d’espressione… I commenti devono essere liberi. Anche quando non ci piacciono, questo principio deve essere sempre rispettato.” Leruth ha ricordato ceh a dicembre la federazione europea dei giornalisti, l’unione russa dei giornalisti e i rappresentanti dell’Ue organizzeranno a Mosca un incontro tra giornalisti russi ed europei. E questa risoluzione non favorisce il dialogo. “Le successive risoluzioni dovranno incoraggiare, e non aumentare la tensione”, ha sottolineato Leruth.
https://it.sputniknews.com/mondo/201611243676018-censura-media-russi/
===============

LEVIATHAN KingxKingdom yitzhak kaduri MESSIAH ( SPA FMI BM NWO SHARIAH TALMUD 666 CORANO: MALEDETTI FIGLI DEL DEMONIO: VOI MI DOVETE LIBERARE OGGI STESSO TUTTI I POPOLI CHE AVETE SCHIAVIZZATO CON LE VOSTRE STREGONERIE! ) yitzhak kaduri [ LA MEDAGLIA O CROCE DI SAN BENEDETTO: non è magia ma funziona su tutto! Uno degli episodi più noti di possessione diabolica, riportato in vari libri per la documentazione storicamente esatta che ci ha tramandato i fatti, è quello riguardante i due fratelli Burner, di Illfurt (Alsazia), che furono liberati con una serie di esorcismi nel 1869. Ebbene, un giorno, tra i tanti gravissimi dispetti del demonio, si sarebbe dovuta rovesciare la carrozza che trasportava l’esorcista, accompagnato da un monsignore e da una suora. Ma il demonio non poté attuare il suo proposito perché, al momento della partenza, era stata data al cocchiere una medaglia di San Benedetto, a scopo protettivo e il cocchiere se l’era messa devotamente in tasca. (da Don Gabriele Amorth, “Un esorcista racconta” Ed. Dehoniane, Roma)

Notizie storiche: Le origini delC.S.P.B. Crux Sancti Patris Benedicti. La Croce del Santo Padre Benedetto, C.S.S.M.L. Crux Sacra Sit Mihi Lux, La Croce Santa sia la mia luce.
N.D.S.M.D [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] Non Drago Sit Mihi Dux. Non sia il demonio il mio condottiero V.R.S. Vade Retro, Satana! Allontanati, Sanata! N.S.M.V. Numquam Suade Mihi Vana. Non mi attirare alle vanità, S.M.Q.L. Sunt Mala Quae Libas Son mali le tue bevande, I.V.B. Ipse Venena Bibas Bevi tu stesso i tuoi veleni. Preghiera: Croce del Santo Padre Benedetto. Croce santa sii la mia luce e non sia mai il demonio mio capo. Va’ indietro, Satana; non mi persuaderai mai di cose vane; sono cattive le bevande che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.  sono antichissime. Papa Benedetto XIV ne ideò il disegno e col “Breve” del 1742 approvò la medaglia concedendo delle indulgenze a coloro che la portano con fede. Sul diritto della medaglia, San Benedetto tiene nella mano destra una croce elevata verso il cielo e nella sinistra il libro aperto della santa Regola. Sull ‘altare é posto un calice dal quale esce una serpe per ricordare un episodio accaduto a San Benedetto: il Santo, con un segno di croce, avrebbe frantumato la coppa contenente il vino avvelenato datogli da monaci attentatori. Attorno alla medaglia, sono coniate queste parole: “EIUS IN OBITU NOSTRO PRESENTIA MUNIAMUR” (Possiamo essere protetti dalla sua presenza nell’ora della nostra morte). Sul rovescio della medaglia, figura la croce di San Benedetto e le iniziali dei testi. Questi versi sono antichissimi. Essi appaiono in un manoscritto del XIV sec. a testimonianza della fede nella potenza di Dio e di San Benedetto. La devozione della Medaglia o Croce di San Benedetto, divenne popolare intorno al 1050, dopo la guarigione miracolosa del giovane Brunone, figlio del conte Ugo di Eginsheim in Alsazia. Brunone, secondo alcuni, fu guarito da una grave infermita’, dopo che gli fu offerta C.S.P.B. Crux Sancti Patris Benedicti. La Croce del Santo Padre Benedetto, C.S.S.M.L. Crux Sacra Sit Mihi Lux, La Croce Santa sia la mia luce.
N.D.S.M.D [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] Non Drago Sit Mihi Dux. Non sia il demonio il mio condottiero V.R.S. Vade Retro, Satana! Allontanati, Sanata! N.S.M.V. Numquam Suade Mihi Vana. Non mi attirare alle vanità, S.M.Q.L. Sunt Mala Quae Libas Son mali le tue bevande, I.V.B. Ipse Venena Bibas Bevi tu stesso i tuoi veleni. Preghiera: Croce del Santo Padre Benedetto. Croce santa sii la mia luce e non sia mai il demonio mio capo. Va’ indietro, Satana; non mi persuaderai mai di cose vane; sono cattive le bevande che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. . Dopo la guarigione, divenne monaco benedettino e poi papa: é san Leone IX, morto nel 1054. Tra i propagatori bisogna annoverare anche san Vincenzo de’ Paoli.
Grazie che si ottengono con la medaglia. I fedeli hanno sperimentato la sua potente efficacia mediante l intercessione di S. Benedetto, nei seguenti casi:
contro i malefici e le altre opere diaboliche
per allontanare da qualche luogo gli uomini male intenzionati
per curare e sanare gli animali dalla peste oppure oppressi dal maleficio
per tutelare le persone dalle tentazioni, dalle illusioni e vessazioni del demonio specie quelle contro la castità
per ottenere la conversione di qualche peccatore, particolarmente quando si trova in pericolo di morte
per distruggere o rendere inefficace il veleno
per allontanare la pestilenza
per restituire la salute a quelli che soffrono di calcolosi, di dolori ai fianchi, di emorragie, di emottisi; a quanti sono morsi da animali contagiosi
per ottenere l’aiuto divino alle mamme in attesa onde evitare l aborto
per salvare dai fulmini e dalle tempeste

C.S.P.B. Crux Sancti Patris Benedicti. La Croce del Santo Padre Benedetto, C.S.S.M.L. Crux Sacra Sit Mihi Lux, La Croce Santa sia la mia luce.
N.D.S.M.D [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] Non Drago Sit Mihi Dux. Non sia il demonio il mio condottiero V.R.S. Vade Retro, Satana! Allontanati, Sanata! N.S.M.V. Numquam Suade Mihi Vana. Non mi attirare alle vanità, S.M.Q.L. Sunt Mala Quae Libas Son mali le tue bevande, I.V.B. Ipse Venena Bibas Bevi tu stesso i tuoi veleni. Preghiera: Croce del Santo Padre Benedetto. Croce santa sii la mia luce e non sia mai il demonio mio capo. Va’ indietro, Satana; non mi persuaderai mai di cose vane; sono cattive le bevande che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

C.S.P.B. Crux Sancti Patris Benedicti. La Croce del Santo Padre Benedetto, C.S.S.M.L. Crux Sacra Sit Mihi Lux, La Croce Santa sia la mia luce.
N.D.S.M.D [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] Non Drago Sit Mihi Dux. Non sia il demonio il mio condottiero V.R.S. Vade Retro, Satana! Allontanati, Sanata! N.S.M.V. Numquam Suade Mihi Vana. Non mi attirare alle vanità, S.M.Q.L. Sunt Mala Quae Libas Son mali le tue bevande, I.V.B. Ipse Venena Bibas Bevi tu stesso i tuoi veleni. Preghiera: Croce del Santo Padre Benedetto. Croce santa sii la mia luce e non sia mai il demonio mio capo. Va’ indietro, Satana; non mi persuaderai mai di cose vane; sono cattive le bevande che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.  non è magica!
Numerosi sono gli effetti benefici attribuiti alla stessa: guarigioni, protezione contro il demonio, grazia di preparazione ad una santa morte… Ma attenzione, la medaglia non e un talismano che annullerebbe le prove della nostra vita, ma un mezzo che ci aiuta a superarle. Le parole scritte attorno alla croce sono quelle che Benedetto pronunciò rispondendo alla tentazione del demonio. Possiamo farle nostre in uno spirito di fede, sapendo che la Croce di Cristo é pegno della nostra vittoria e della nostra salvezza. Questa medaglia è un sacramentale della Chiesa Cattolica, un segno sacro dal quale sono signifìcati e ottenuti effetti, grazie alla preghiera della Chiesa. Per trarre vantaggi da questa preghiera e da questa medaglia, non basta farla benedire e portarla come se fosse un portafortuna: i benefici che speriamo di ottenere sono proporzionati alla crescita della nostra fede e della nostra fiducia in Dio e in San Benedetto.

Benedizione delC.S.P.B. Crux Sancti Patris Benedicti. La Croce del Santo Padre Benedetto, C.S.S.M.L. Crux Sacra Sit Mihi Lux, La Croce Santa sia la mia luce.
N.D.S.M.D [ DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] Non Drago Sit Mihi Dux. Non sia il demonio il mio condottiero V.R.S. Vade Retro, Satana! Allontanati, Sanata! N.S.M.V. Numquam Suade Mihi Vana. Non mi attirare alle vanità, S.M.Q.L. Sunt Mala Quae Libas Son mali le tue bevande, I.V.B. Ipse Venena Bibas Bevi tu stesso i tuoi veleni. Preghiera: Croce del Santo Padre Benedetto. Croce santa sii la mia luce e non sia mai il demonio mio capo. Va’ indietro, Satana; non mi persuaderai mai di cose vane; sono cattive le bevande che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.  (Può essere recitata solo da un sacerdote) Io ti esorcizzo per Dio + Padre Onnipotente, che ha fatto il cielo e la terra, il mare e tutto ciò che si trova in essi: ogni potenza del nemico, tutto l’esercito del diavolo, ogni influenza di Satana sia strappato e sia messo in fuga da questa medaglia, affinché a tutti coloro che ne faranno uso, procuri la salvezza dell’anima e la salute del corpo. Te lo chiediamo nel nome di Dio Padre + Onnipotente, di Gesù Cristo + suo Figlio e Signore nostro e dello Spirito Santo + Consolatore e nell’amore del medesimo Signore nostro Gesù Cristo, che verrà a giudicare i vivi e i morti e regnerà nei secoli dei secoli. Amen.

Preghiamo O Dio Onnipotente, dispensatore di ogni bene, noi ti supplichiamo ardentemente, per l’intercessione del nostro Padre San Benedetto: fa’ scendere la tua benedizione su questa medaglia, affinché tutti coloro che la porteranno e compiranno opere di bene, meritino di ottenere la salute dell’anima e del corpo, la grazia della santificazione, le indulgenze a loro concesse; con il soccorso della tua misericordia, possano sfuggire le insidie del demonio e presentarsi un giorno santi e immacolati davanti al tuo cospetto nella carità (Ef 1,4). Per Cristo nostro Signore. Amen.

Promessa di S. Benedetto ai suoi devoti
S. Benedetto è invocato per ottenere una buona morta e la salvezza eterna. Egli apparve un giorno a S. Geltrude, dicendo: ” Chiunque mi ricorderà la dignità per cui il Signore ha voluto onorarmi e beatificarmi, concedendomi di fare una morte così gloriosa, io lo assisterò fedelmente in punto di morte e mi opporrò a tutti gli attacchi del nemico in quell’ora decisiva. L’anima sarà protetta dalla mia presenza, essa resterà tranquilla malgrado tutte le insidie del nemico, e felice si slancerà verso le gioie eterne.”

PREGHIERA QUOTIDIANA A SAN BENEDETTO
S. Benedetto mio caro padre, per quella dignità con la quale il Signore si degno di onorarti e beatificarti con una così gloriosa morte, ti prego di assistermi con la tua presenza nel momento della mia morte, beneficiandomi di tutte quelle promesse fatte alla Santa vergine Geltrude. Amen

=====================
Cosa peggiore per pensiero unico è visione alternativa: critiche a censura antirussa UE. L’esperto di media Aram Aharonian, fondatore del canale venezuelano Telesur, ha commentato per Sputnik la risoluzione adottata dal Parlamento europeo contro i media russi. “E’ la prova del buon lavoro svolto dall’agenzia Sputnik, dal momento che ha attirato l’attenzione degli eurodeputati, i quali ritengono che qualsiasi informazione reale su quanto accade in Europa danneggi le loro opportunità. Stanno cercando di proteggere sè stessi ideologicamente. Questa risoluzione riflette il loro desiderio di soffocare il punto di vista alternativo, la cosa peggiore per il pensiero unico,” — ha detto in un’intervista con Sputnik Aram Aharonian. Mercoledì 23 novembre l’Europarlamento ha adottato la risoluzione intitolata “Comunicazioni strategiche della UE come contrasto della propaganda di terze parti”, in cui si traccia un parallelo tra le attività dei media russi e quelle dei terroristi del Daesh. A sostegno del documento hanno votato 304 deputati, i no sono stati 179, mentre si sono astenuti in 208. Il documento sostiene che la Russia conduce presumibilmente “attività di propaganda ostile” contro l’Unione Europea tramite mezzi di comunicazione, in particolare l’agenzia di notizie Sputnik e il network televisivo Russia Today (RT). Secondo l’esperto, questa risoluzione è emblematica delle “manipolazioni, bugie e mezze verità” che alimentano l’immaginario collettivo e che consentono alle èlite politiche occidentali di continuare a “dominare il mondo”. Aram Aharonian ha ricordato che 11 anni fa, quando ha lanciato il canale Telesur, la Camera dei Rappresentanti statunitense aveva approvato una risoluzione dichiarante la necessità di creare “anticorpi” per i messaggi del canale venezuelano, catalogato come “antiamericano”. “La minaccia stessa della nascita di un canale come Telesur li ha fatti tremare,” — ha detto. “I Paesi ed i media ossessionati dall’egemonia adottano questo tipo di misure, in nome della libertà, del pluralismo e della diversità di opinione. Tuttavia non consentono alcuna alternativa alla loro linea comunicativa ufficiale e agli interessi delle loro corporation mediatiche transnazionali. Ma quello che accade nel mondo reale è molto diverso dalla visione che vogliono creare”, — ha evidenziato Aharonian.
https://it.sputniknews.com/mondo/201611243678344-Sputnik-RT-russofobia-Europarlamento-media-Occidente-valori/

Urgent appeal to help the victims of raging fires in Israel. Appello urgente per aiutare le vittime di incendi infuriano in Israele.
RAGING FIRES IN ISRAEL. Dear Lorenzo,
Israel at this moment is beset by a rash of 220 different forest fires – many believed to have been set by arsonists – which are threatening many towns and villages nationwide. The most dire situation right now is in the northern city of Haifa, where several major blazes are rapidly spreading into built-up areas of the city and some 60,000 residents have already been evacuated.
The ICEJ operates our Home for Holocaust Survivors in Haifa in partnership with a local charity run by our good friend Shimon Sabag. He is currently leading community efforts to assist victims of the fires now raging all around their city. This afternoon, Haifa’s mayor asked Shimon to be responsible for evacuating and caring for all the elderly residents in the city who need to be moved and sheltered elsewhere. Israeli media have reported that a large retirement home is now under an evacuation order, and many others elderly residents will need to be moved and cared for over coming days.
Our facilities at the Haifa Home have been opened up to be used as an emergency shelter for other elderly residents of the city. Shimon has several other soup kitchens and homeless shelters across the city which will also be used to house and feed elderly evacuees. This will mean providing transport, food, clothing, beds and many other emergency needs.
This crisis gives Christians like you and me a unique opportunity to come to Israel’s aid in real time! Please help us assist these elderly victims of the Haifa fires today. Your urgent gift is much appreciated.
Make a donation here to help fire victims in Israel.
Thanks so much for responding today! Israele in questo momento è assediato da una valanga di 220 diversi incendi boschivi – molti creduto di essere stato impostato da piromani – che minacciano molte città e villaggi in tutta la nazione. La situazione più disastrosa in questo momento è nella città settentrionale di Haifa, dove diversi grandi incendi si stanno rapidamente diffondendo in aree edificate della città e di alcuni 60.000 abitanti sono già stati evacuati.
Il ICEJ opera la nostra casa per dell’Olocausto sopravvissuti a Haifa, in collaborazione con un ente di beneficenza locale gestito dal nostro buon amico Shimon Sabag. Attualmente sta conducendo gli sforzi della comunità per assistere le vittime degli incendi ormai imperversano in tutta la loro città. Questo pomeriggio, il sindaco di Haifa ha chiesto Shimon di essere responsabile per l’evacuazione e la cura per tutti i residenti anziani della città che hanno bisogno di essere spostati e riparo altrove. I media israeliani hanno riferito che una grande casa di riposo è ora sotto un ordine di evacuazione, e molti altri anziani residenti dovranno essere spostato e curato nei prossimi giorni.
Le nostre strutture presso l’Haifa casa sono stati aperti per essere usato come un rifugio di emergenza per gli altri residenti anziani della città. Shimon ha diverse altre mense e rifugi per senzatetto in tutta la città, che verrà utilizzata anche per ospitare e nutrire sfollati anziani. Questo significherà che fornisce i trasporti, cibo, vestiti, letti e molti altri bisogni di emergenza.
Questa crisi dà cristiani come voi e me un’opportunità unica per venire in aiuto di Israele, in tempo reale! Aiutateci a aiutare questi anziani vittime degli incendi Haifa oggi. Il tuo regalo urgente è molto apprezzato.
Fare una donazione qui per aiutare le vittime del fuoco in Israele.
Grazie mille per la risposta di oggi!
Dr. Jürgen Bühler
ICEJ Executive Director
===========================

Siria, matriosche e Sun Tzu
by sitoaurora

Chroniques du Grand Jeu 18 novembre 2016

La scorsa settimana ha visto importanti sviluppi in Siria, anche molto sorprendenti. Questi eventi si svolgono entro una sottile costruzione multi-livello, come le bambole russe, nascondendo il livello successivo. La domanda è: chi sarà il capro espiatorio e chi, al contrario, tirerà le fila di tale bellissimo costrutto.17112016Primo livello: carta bianca universale
Un tacito e generale via libero sembra essere stato dato a tutti, con conseguente tripla offensiva dagli aspetti curiosi.

Aleppo
Nessuna sorpresa qui. I siriano-russi hanno avviato la liberazione della grande città del nord e nulla li fermerà. Putin sarà stato trattenuto per diverse settimane in attesa dell’elezione di Trump, come consideravamo: “si aggiunga infine che la moderazione Putin su Aleppo (due settimane senza bombardamenti russi, anche al culmine dell’offensiva barbuta sull’ovest della città) era forse destinata a non prestare il fianco alla propaganda MSN fino alle elezioni presidenziali degli Stati Uniti, sperando che Trump venisse eletto e si accordasse. Ora, l’offensiva ha ripreso, su 3D. L’attacco jihadista su Aleppo ovest si è conclusa con un fiasco e i lealisti contrattaccano dappertutto, avanzando fino all’ultima provincia ancora occupata dai moderati moderatamente barbuti. L’aviazione russa è in modalità Terminator e riversa l’inferno dal cielo su Idlib, sud-ovest e nord-ovest di Aleppo e sulle vie di rifornimento. Sono presenti anche bombardieri strategici e missili Kalibr. Si noti che questo avviene dopo il colloquio telefonico tra Putin e Trump, durante cui Donald non si sarebbe opposto all’operazione russa. E se qualche Stranamore del Pentagono avesse l’idea assurda di provocare Mosca, gli S-300 sono stati schierati intorno Aleppo. Questi bombardamenti preparano la grande offensiva generale dell’Esercito arabo siriano ed alleati, liberando infine Aleppo e violando l’ultima grande roccaforte degli insorti:
ob_8fee6f_gChe camminata dal 2013:
ob_f2aee1_cvps8tjusaa9sd8I jihadisti hanno assegnato molte risorse umane e materiali nella loro ultima offensiva disperata di ottobre e il morale è oramai innegabilmente minato. La rotta può essere relativamente rapida, anche se si deve, come sempre, rimanere cauti. Per l’enclave dei ribelli di Aleppo, il suo turno è venuto e le operazioni preliminari sono già iniziate. Ci si può, però, chiedersi se, tatticamente parlando, non sarebbe meglio lasciare che la situazione si deteriori finché l’enclave cade. I civili cominciano a ribellarsi ad al-Nusra e compagnia, cosa che ovviamente non si leggerà mai sulla presstituta occidentale. Le manifestazioni sono state represse duramente (27 morti), mentre i “moderati” cari all’occidente saudita minano i corridoi umanitari per impedire ai civili di fuggire. Un attacco lealista può aiutare a riunire in questa nassa i granchi barbuti e ritardare l’inevitabile, ma il destino di Aleppo sembra segnato, in ogni caso. Ed ecco la sorpresa dello chef. Abbiamo dimostrato l’importanza vitale di una cittadina perduta nelle profondità del nulla, mai così nota come oggi:

Tutte le strade portano ad al-Bab. È una gara tra curdi di Ifrin ed ELS del sultano, che seguono strade parallele e non esitano a farsi sgambetti per strada. L’obiettivo strategico curdo è collegare le loro parti occidentale (Ifrin) e orientale (Manbij, tolta allo SIIL e di cui, in ultima analisi, non gli appartiene) per costruire l’agognato Rojava. Lo scopo dei turchi è fermarli a tutti i costi. Il tutto sullo sfondo della ritirata dello SIIL. Stupore di pochi giorni fa: i curdi di Ifrin (giallo) hanno inspiegabilmente smesso, mentre l’ELS sponsorizzato da Ankara (verde) arrivava a 2 km dalla città. Mappa del 14 novembre:ob_ff0b79_cxpjnvnuaaa-pe9Dopo una serie di attacchi e contrattacchi, in cui lo SIIL del resto, deliziosa ironia, ha distrutto diversi carri armati turchi con i missili anticarro precedentemente forniti da … Ankara! ELS e protettore ottomano avviavano l’assedio di al-Bab per incunearsi tra le due enclavi curde (in giallo sulla mappa), minando così il sogno del Rojava autonomo. Altra ironia in questa guerra non manca: l’offensiva delle YPG (i cosiddetti curdi orientali) su Raqqa, capitale dello SIIL ad est, ha spinto gli omini neri a sguarnire il fronte di al-Bab, consentendo l’avanzata dell’ELS di Erdogan.

Raqqa
Questa offensiva è molto strana. Che diavolo ci vanno a fare i curdi in pieno sunnistan arabo, in una zona che non li riguarda e, SIIL o no, dove saranno ricevuti molto male? Se lo SIIL esagera probabilmente sulle perdite delle YPG (198 secondo esso), è chiaro che l’operazione sarà dura e mortale, ed anche lunga, perché i combattimenti finora sono a ben cinquanta chilometri dalla capitale del califfato. Non c’è alcun interesse strategico per i curdi a volgersi su Raqqa, tranne che marciare per gli statunitensi. E’ tempo di sfilare la seconda matriosca…

Secondo livello: dietro le quinte
Qui è spesso dove tutto accade, fors’anche il Medio Oriente o altrove. Il grande bluff siriano consente quasi tutte le ipotesi: accordo russo-turco alle spalle di Washington, russo-statunitense o statunitense-russo-curdo alle spalle di Erdogan, siriano-turco alle spalle dei curdi o al contrario siriano-curdo alle spalle del sultano. Tutto è possibile e l’elezione di Donald complica ulteriormente la situazione… Alcuni elementi ancora da vedere in modo più chiaro.
Primo punto: i grandi perdenti della tripla offensiva su Aleppo, Bab e Raqqa sono rispettivamente jihadisti “moderati”, curdi di Ifrin e SIIL. A sua volta, il vincitore è l’asse Damasco-Mosca che vede due dei suoi avversari in difficoltà. Questo è un punto da non trascurare. Negli arabeschi complessi che emergono, vi è probabilmente un calcolo tattico molto terra-terra, alla Sun Tzu: per il lavoro sporco usa terzi. Sacrificandosi per indebolire lo SIIL, ELS turchizzato e curdi orientali in realtà lavorano per siriani e russi. A condizione che non vadano troppo lontano nell’offensiva e non raggiungano un punto irreversibile. Complicato… L’impero pre-Donald ha inviato come al solito segnali estremamente contraddittori, per esempio sul futuro di Raqqa liberata (si noti da ciò l’arroganza netta degli statunitensi che vedono i curdi come loro creature e già preparano il post-SIIL come se l’operazione sarà una passeggiata). Il dipartimento di Stato degli USA ha detto che le forze militari estere si sarebbero ritirate e che non si tratta di una zona semi-autonoma (cioè, la regione sarà sotto l’egida di Damasco). Nel frattempo, i falchi del Pentagono, particolarmente turbati dalle parole di Joseph Dunford, hanno dichiarato senza mezzi termini: “La coalizione e la Turchia collaborano a un piano a lungo termine per prendere, tenere e governare Raqqa”. Dieci giorni dopo (effetto Trump?), gli Stati Uniti annunciavano il ritiro del sostegno (relativo) all’ELS di Erdogan in rotta verso al-Bab. Era previsto, e siamo stati tra i primi a segnalare un incidente rivelatore, due mesi fa: “Nell’estremo nord della Siria, i soldati statunitensi che accompagnano l’esercito turco, sono stati costretti a lasciare il Paese dopo essere stati minacciati moderatamente dai ribelli moderati dell’ELS. Tra quant’altro sentito: “vi uccideremo maiali infedeli crociati”. Naturalmente, non aspettatevi di trovare una sola parola nello stagno giornalistico. Questo episodio è interessante, in quanto potrebbe causare l’abbandono finale della ribellione da parte di Washington”. Ed eccoci… le mosse accelereranno una volta in carica Trump e il suo futuro consigliere per la sicurezza nazionale, Generale Michael Flynn, di cui abbiamo parlato diverse volte e le cui posizioni sono jihadistofobe e russofile ossessionando l’istituzione imperiale (notare gli articoli assai negativi del MSN su questa nomina). Si avrà poi un accordo USA-Russia ai danni di Erdogan, ordinandogli di lasciare il nord della Siria che occupa, dopo aver lavorato per Mosca e Damasco? Non è impossibile. A Riyadh siamo già in pieno panico alla prospettiva di un accordo tra Washington e Mosca sulla Siria e il famoso principe Turqi, ex mentore di bin Ladin e capo dell’intelligence saudita l’11 settembre, parla di possibile “disastro”.
Restano i curdi: qual è il loro posto nello schema delle matriosche? Percependo la situazione probabilmente troppo complicata, sorprendono tutti con la passeggiata proprio su… al-Bab e l’ELS! Si parla qui di curdi orientali, quelli che dovevano liberare Raqqa.
ob_7bc6a3_al-bab-17nov-27aban951E che giravolta! Rispetto alla cartina del 14 maggio (vedi sopra), appare l’avanzata inesorabile delle YPG (freccia gialla). Le due ganasce curde sono in procinto di chiudersi sui protetti del sultano che pensavano di prendere al-Bab senza opposizione. Pesanti combattimenti sono già scoppiati presso Qabasin (cerchio rosso) sotto gli occhi sbalorditi degli omini neri dello SIIL, abituati ad essere al centro dell’attenzione. E come se ciò non bastasse, centinaia di soldati dell’Esercito arabo siriano hanno raggiunto la base aerea di Quwayris (quadrato rosso sulla mappa), portandone le forza a 5500 effettivi. Troppo lontano dall’est di Aleppo per combattervi, ma non per al-Bab… sono possibili tre scenari:
– Restare ed aspettare di vedere cosa succede, intervenendo infine contro l’ultimo sopravvissuto (ELS, SIIL o YPG).
– Avanzare su al-Bab (freccia rossa tratteggiata a nord), per impedire sia la congiunzione curda che l’avanzata dell’ELS. Ma le forze sembrano scarse per tale compito.
– Avanzare verso est, lasciando i curdi fermare l’ELS del sultano e realizzare la loro congiunzione.
Personalmente, propendo per la terza ipotesi, che corrisponde perfettamente ai punti di vista di Putin: usare i curdi per fermare i turchi senza alienarsi Ankara (Turkstream e fine del sostegno ai barbuti di Idlib), dopo aver svolto il loro compito contro lo SIIL, accomunando matriosche e Sun Tzu.

============
Hola lorenzo, Como sabes, el pueblo colombiano votó NO a los acuerdos Santos-FARC porque suponían impunidad y ‘bendecían’ la ideología de género…
El presidente Santos dice haber escuchado al pueblo pero es MENTIRA. Te pongo sólo un ejemplo. En los primeros acuerdos se mencionaba hasta 10 veces los privilegios para la comunidad LGTBI. ¿Sabes cuantas veces se menciona en estos acuerdos? 16. ¡¡¡DIECISEIS!!!
¿Es esto escuchar al pueblo? Escribe ahora al presidente Santos y exígele que modifique el acuerdo:
http://www.citizengo.org/es/39077-eliminar-ideologia-genero-acuerdos-paz-colombia
¿Por qué incluir ideología de género en unos acuerdos de paz? Al parecer por presiones de Naciones Unidas.
¿No debería el presidente Santos defender la soberanía de Colombia?, ¿por qué acepta estas injerencias ideológicas?
Además, Santos dijo el pasado 11 de agosto que su gobierno nunca aceptaría ideología de género. ¿Y las 310 páginas de los acuerdos con las FARC, qué son presidente?
No es un asunto exclusivamente colombiano. Nos estamos jugando la capacidad de NNUU de imponer su agenda ideológica por encima incluso de la voz del pueblo expresada en plebiscito.
http://www.citizengo.org/es/39077-eliminar-ideologia-genero-acuerdos-paz-colombia
¿Qué es lo que pedimos exactamente? Que los Acuerdos de Paz no modifiquen la Constitución en aspectos relacionados con género, la familia y los derechos de sus integrantes, derecho a la vida del no nacido, autonomía educativa de los padres en la educación de sus hijos, derechos de minorías o de grupos históricamente discriminados, libertad religiosa libertad de cultos y libertad de conciencia.
Que los Acuerdos de Paz no modifiquen el concepto Constitucional de la Familia en Colombia
Incluir a las organizaciones religiosas como grupos vulnerables sujetos a apoyo especial y eliminar la caracterización velada de los grupos LGTI como “grupos históricamente discriminados”.
Incluir la promoción de los principios y valores cristianos dado que son mayoritariamente profesados en Colombia y excluir los valores promovidos por la población LGBTI.
Eliminar a la población LGBTI como sujeto de atención especial e incluir a la familia y a las comunidades religiosas
Mantener el tratamiento Constitucional actual de los derechos humanos sin incluirle el sesgo del llamado “enfoque de género”.
Eliminar el Grupo de Trabajo de Género
Eliminar la Comisión Internacional de Seguimiento para el Enfoque de Género
¿Quieres sumarte ahora?
http://www.citizengo.org/es/39077-eliminar-ideologia-genero-acuerdos-paz-colombia
Colombia se juega el ser o no ser. Pero el resto nos jugamos que NNUU pueda imponer su ideología por encima de la voz del pueblo. ¡¡No lo permitas!
Cualquier novedad te iré contando y la iremos publicando en la misma campaña.
Un abrazo,
Luis Losada Pescador y todo el equipo de CitizenGO
PD. Los acuerdos se firman mañana. No tenemos mucho tiempo. Por favor, firma y comparte: NO a la ideología de género en los acuerdos de paz de Colombia
Imponen IDEOLOGÍA DE GENERO en los acuerdos de paz
De 10 menciones a privilegios a los LGTB en los primeros acuerdos ¡¡se pasa a 16 en los segundos!!
Escribe al presidente colombiano Juan Manuel Santos y reclama que mejore sustancialmente el texto de los acuerdos
Pretenden firmarse mañana jueves con las FARC
=============================

Un progetto di multiculturalismo fallito, il pregiudizio antiebraico troppo a lungo tollerato e la Memoria svuotata del suo significato. Ospite della Comunità ebraica di Milano, lo storico Georges Bensoussan traccia un quadro della situazione che deve fronteggiare oggi la Francia e in particolare la sua realtà ebraica. E l’affresco che ne viene fuori è carico di preoccupazione ma, avverte lo storico parigino di origine marocchina, bisogna affrontare il futuro “senza aver paura”. Davanti a una sala gremita, Bensoussan ha messo in luce alcune dei punti che hanno portato la Francia ad essere uno dei bersagli preferiti dal terrorismo islamista e il suo ebraismo ad essere tra i più minacciati d’Europa. Ad organizzare l’appuntamento, a cui sono intervenuti il direttore della redazione dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane Guido Vitale e il direttore dell’area Formazione e Cultura dell’Unione rav Roberto Della Rocca, l’Associazione Figli della Shoah – rappresentata da Daniela Dana Tedeschi – in collaborazione con Kesher.
Leggi
=================
por eso no me importa volver a enviarte este correo que es simplemente un recordatorio de otro (te lo copio debajo) que, sobre esto mismo, te mandé la semana pasada. Hasta el momento no he recibido tu respuesta y eso puede deberse sencillamente a que no te ha parecido oportuno responder, lo que, como es natural, me parece perfecto; pero quizá podría deberse a que no te llegó ese correo que digo, o que no lo viste, o que, viéndolo, pensaste que no era momento, o que lo resolvías más tarde y luego se te pasó… qué se yo…

Lo que sí sé es que que llevemos tu voz, defendiendo la vida, la familia y la libertad, donde haga falta es algo que te importa. Por eso este recordatorio. Por si hoy sí es el momento.
============================
Trabajamos cada día. Por eso te necesitamos cada día.

Nos enfrentamos a diario a múltiples amenazas (en nuestra sociedad, todos).

Se trata de una verdadera batalla.

Aborto, inseminación artificial, ingeniería genética; amenazas contra leyes provida en países emergentes (te escribí sobre ello hace unos días, sobre los documentos desvelados en los que se demuestra que el multimillonario Soros a través de su fundación OSF —siglas en inglés de Fundación Sociedad Abierta— financia campañas pro aborto en esos países) ataques a la libertad religiosa, laicismo beligerante en occidente y persecuciones brutales a los cristianos en otras partes del mundo; ataques a la familia, ideología de género, presiones del lobby gay, matrimonio homosexual, adoctinamiento sexual de los niños en los colegios… Una batalla constante entre el bien y el mal. Puede parecer una formulación simplista, pero no lo es. Es la pura verdad.
En nuestra sociedad, está en la naturaleza del ser humano, hay una constante lucha entre el bien y el mal. Por favor, abre cualquier periódico, atiende cualquier programa de noticias…
¿Quién ganará esa batalla? Tú, lorenzo, y yo, tenemos la posibilidad de responder a eso: la ganará el bien.
Si nos ayudas, si contribuyes con un pequeño donativo al esfuerzo común porque triunfe el bien que es CitizenGO, tú, lorenzo, yo, cada uno de nosotros, seremos (somos) el principio de la solución de esos problemas y otros muchos.
¿Puedes ayudarnos con al menos 5 dólares a seguir trabajando para resolver esos problemas? ¿Puedes ayudarnos a defender la vida, la familia y la libertad?
https://donate.citizengo.org/es/ayúdanos_a_defender_la_vida_la_familia_la_libertad
Ganará el bien, ganaremos tú y yo y cuantos lo defendemos porque… al final siempre triunfa el bien y, si no… es que no es el final.
No vamos a rendirnos… no vamos a decir que es imposible, no vamos a dejar de trabajar por lo que está bien y es justo. No podemos hacerlo.
Nadie lo va a hacer por nosotros.
Si queremos cambiar las cosas, mejorar la sociedad, alcanzar un mundo mejor para nosotros y los que puedan seguirnos, nuestros hijos y nietos, hacer que triunfe el bien, tenemos que hacer algo… Concreto.
En CitizenGO no somos pesimistas, ni optimistas…sencillamente somos realistas. Recuerda la famosa frase de William Arthur Ward:«El pesimista se queja del viento, el optimista espera que cambie, el realista ajusta las velas». Así que ¿qué puedes hacer hoy, ahora, siendo realista?
Puedes hacer un pequeño donativo a CitizenGO. Cuanto más puedas mejor, claro, pero no necesariamente tiene que ser mucho… Lo que cuestan unos cafés o unas cervezas… un billete de metro o autobús…
https://donate.citizengo.org/es/ayúdanos_a_defender_la_vida_la_familia_la_libertad
Y eso, tu donativo, ¿para qué sirve?
Para cambiar las cosas. Nuestras alertas, más de 20.000 este año, son leídas y seguidas por más de 4.717.625 citizengoers en todo el mundo, en más de 154 países y sirven para cambiar cosas (períodicamente te envío correos sobre las victorias que alcanzamos y son muchas, gracias a ti y a quienes forman parte de nuestra comunidad de ciudadanos comprometidos).
¿Hasta cuándo vamos a necesitar tu ayuda?
Siempre. Es una batalla constante entre el bien y el mal… está en la naturaleza humana… nadie lo va a hacer si no lo hacemos tú y yo…
Y, como sabes, no recibimos (ni las pedimos, ni las queremos) subvenciones ni ayudas estatales de ningún tipo; no tenemos detrás de nosotros a grandes empresas o corporaciones dándonos su patrocinio. Para financiarnos, solo te tenemos a ti.
Gracias a tu donativo seguiremos trabajando y haciendo día a día un mundo mejor, para ti, para mí, nosotros, nuestros hijos y nietos, nuestro futuro…
Así que… ¿ajustamos las velas? Sé que si puedes lo harás.
Muchas gracias, por eso y por todo lo que haces, por estar ahí.
Luis Losada y todo el equipo de CitizenGO.
P. D. Por favor, si te es posible contribuir con la ayuda que te pido, hazlo ahora mismo. Antes de ‘cerrar’ este correo. Puedes hacerlo a través de este enlace: https://donate.citizengo.org/es/ayúdanos_a_defender_la_vida_la_familia_la_libertad. Si prefieres usar PayPal puedes hacerlo a través de este otro enlace: https://www.paypal.com/cgi-bin/webscr?cmd=_s-xclick&hosted_button_id=VQ5EKBR56BHQN&lc=es
Y cuando lo hayas hecho, por favor, reenvía esta petición de ayuda a tus familiares, amigos, contactos. Seguro que más de uno lo entiende y te lo agradece.
===============
Confesso: scrivo per Sputnik e collaboro con diversi canali russi. Che ne sarà di me? Il Parlamento europeo ha approvato ieri una risoluzione solenne che addita i media russi come pericolo per la sovranità dei paesi europei. Eurodeputato francese Jean-Luc Schaffhauser © AFP 2016/ FREDERICK FLORIN “Vergognoso paragone tra media russi e ISIS, Europa deve temere propaganda USA” La risoluzione, che ha avuto come iniziatrice e prima firmataria la deputata Anna Fotyga, ex ministro degli esteri della Polonia, equiparando i media russi allo Stato Islamico, costituisce a modo suo una specie di record del delirio russofobico ormai dilagante in alcuni circoli dirigenti dell’Occidente. Tuttavia il risultato della votazione appare indicare un significativo cambio di marcia all’interno delle componenti anti-russe del Parlamento europeo. Nonostante, infatti, l’esistenza di una potente lobby anti-russa di un centinaio di deputati (che occupano gran parte del loro tempo di “legislatori”, nostalgici della Guerra Fredda, per attizzare, rinfocolare, esasperare gli umori ostili al grande vicino dell’Europa), questa volta — a differenza di precedenti votazioni su analogo tema — ha registrato il voto favorevole di 304 deputati, Il voto contrario di 179 deputati e l’astensione di 208 deputati. Dunque il numero dei contrari e degli astenuti ha superato largamente quello dei favorevoli. Nell’UE lottano contro i media Russi © Sputnik. Vitaly Podvitsky Nell’UE lottano contro i media Russi. Un’analisi più dettagliata del voto potrà indicare meglio dove si sono registrate le falle dell’offensiva antirussa, ma si vede subito che una grande incertezza si è manifestata attorno al tema: continuare l’offensiva politica contro Mosca oppure smetterla? Sembra chiaro che molti deputati restano in attesa di capire dove “tira il vento”. In particolare il vento di Washington dopo l’elezione inattesa e sorprendente di Donald Trump. Si nota un certo senso di stanchezza perfino nei settori più oltranzisti e “revisionisti” dell’idea di Unione Europea Antifascista e Antinazista. La cattedrale di San Basilio alla Piazza Rossa di Mosca. © Fotolia/ Savvapanf Photo Propaganda russa. Un viaggio nella fantasia dell’Europarlamento Insomma stiamo a vedere cosa farà il “Grande Fratello”, ora guidato da un presidente per molti versi “anomalo”. Ma resta pur sempre una maggioranza del Parlamento che considera tuttora la Russia come un nemico giurato e “irredimibile”, più o meno come pensava e pensa la signora Hillary Clinton. Il problema di questa maggioranza è che, per combattere la Russia, essa deve violare i principi fondamentali dell’Europa quali quelli che riguardano la libertà d’informazione, l’articolo 11 della Carta dell’Unione su diritti fondamentali e la risoluzione dell’Unione Europea dell’11 dicembre 2012. Detto in termini più crudi: l’obiettivo della risoluzione, quali che siano gli argomenti usati, è quello di istituire forme di censura nei confronti dei media — di tutti, russi e non russi — che espongono opinioni difformi o contrarie a quelle sostenute dai gruppi dirigenti occidentali. In base ai criteri indicati nella risoluzione, in pratica, anche ogni cittadino dell’Unione Europea che sostenga, riproduca, diffonda opinioni e valutazioni critiche delle azioni dell’Occidente (per esempio che scriva un articolo come quello che state leggendo) può essere definito un “sostenitore della propaganda del Cremlino” e, dunque, rappresentare una minaccia per la sovranità di questo o quel paese europeo e dell’Unione nel suo complesso. Funerali © Sputnik. Vitaliy Belousov Funerali del mainstream occidentale Chiunque ben comprende che è in questo modo che si dà avvio a una specie di “caccia alle streghe”, che finirebbe per chiudere la bocca a ogni forma di dissenso politico in Europa. Da qui a tacciare chiunque abbia opinioni difformi dal mainstream occidentale come un “traditore” della patria, in collusione con il nemico il passo è breve, anzi brevissimo. Dunque non è in questione soltanto il diritto della circolazione in Occidente delle opinioni espresse dai media russi, ma anche la libera espressione delle idee di tutti i giornalisti, bloggers, media attivisti che lavorano e vivono in Occidente. Del resto a stessa promotrice della risoluzione, la già citata Fotyga, commentando il voto, esercita una “propaganda ostile”, falsificatrice dei fatti, là dove accusa la Russia di “annessione della Crimea e di aggressione all’Ucraina orientale”. Entrambi questi giudizi sono falsi e tendenziosi. Si dovrà dunque concludere che chiunque non li condivida e li critichi diffonde, per ciò stesso, la propaganda Russa? Francois Fillon © AFP 2016/ Eric Piermont Francia, Fillon: Russia nemico virtuale frutto della fantasia dell’Occidente E, volendo fare un altro esempio: come dovremo considerare il candidato dei centristi francesi alle prossime elezioni presidenziali, l’ex premier Francois Villon, da poco reduce dalla vittoria nelle primarie contro Sarkozy? Un propagandista del Cremlino? Se dovessimo credere alle affermazioni della signora Anna Fotyga e dei 303 deputati che l’hanno seguita, Villon sarebbe anche lui un “propagandista” della Russia e che “lede la sovranità europea”. Ha detto infatti a Radio Europe 1 che “negli ultimi anni l’Occidente ha trasformato la Russia in un nemico virtuale”, aggiungendo di “non credere” che “la Russia sia un rivale per l’Europa”. L’opinione dell’autore può non coincidere con la posizione della redazione.
https://it.sputniknews.com/opinioni/201611243675814-confessa-sputnik-propaganda-risoluzione-parlamento-europeo/

CHIEDIAMO CHE PETR JASEK MISSIONARIO CRISTIANO PERSEGUITATO IN SUDAN A CAUSA DEL VANGELO SIA IMMEDIATAMENTE SCARCERATO

FIRMA SUBITO!

Gentile lorenzo,

Petr Jasek è un missionario originario della Repubblica Ceca partito per il Sudan nel dicembre 2010 per aiutare i cristiani perseguitati a causa del Vangelo. Ma ora Petr è un perseguitato come loro, e ha bisogno urgente della nostra solidarietà. Leggi qui sotto la sua storia:

http://www.citizengo.org/it/pr/38974-urgente-stanno-giustiziare-un-cooperante-cristiano-sud-sudan

Petr Jasek rischia la vita a causa della sua fede in un Paese in cui vige il regime della Sharia, e il cui Presidente, Omar al-Bashir, è stato condannato dalla Corte Penale Internazionale per genocidio, crimini contro l’umanità e di guerra. Per questo dobbiamo farci sentire.

http://www.citizengo.org/it/pr/38974-urgente-stanno-giustiziare-un-cooperante-cristiano-sud-sudan

Firma questa petizione e condividila per chiedere all’Alto Commissariato per i Diritti Umani dell’ONU e all’Ambasciata del Sudan in Italia di muoversi affinché Petr Jasek sia immediatamente rilasciato e possa tornare a casa dalla sua famiglia.

Grazie per il tuo tempo, la tua firma e la tua condivisione.

Matteo Cattaneo e tutta la squadra di CitizenGO

http://www.citizengo.org/it/pr/38974-urgente-stanno-giustiziare-un-cooperante-cristiano-sud-sudan

Per favore, ti chiedo di spendere solo pochi secondi per firmare questa petizione e condividere con tutti i tuoi contatti una causa così urgente. Grazie!

CitizenGO è una comunità di cittadini attivi che vogliono difendere la vita, la famiglia e i diritti fondamentali in tutto il mondo. Per saperne di più clicca qui o seguici su Facebook,su Twitter o su YouTube. Questo messaggio è indirizzato a lorenzo_scarola@fastwebnet.it.

Se non desideri ricevere questi messaggi clicca qui. Per metterti in contatto con CitizenGO, non rispondere a questa email, ma scrivi a http://citizengo.org/it/contacto

SPECIALE – Una nuova voce si leva: il vescovo Athanasius Schneider in difesa dei quattro Cardinali

Riportiamo, in esclusiva per Corrispondenza Romana, la traduzione italiana di una dichiarazione in difesa dei quattro cardinali ricevuta da mons. Athanasius Schneider, Vescovo ausiliare dell’Arcidiocesi di Santa Maria in Astana. L’ intervento di S. E. mons. Schneider può essere definito una voce altrettanto profetica di quella dei quattro cardinali.

Non possiamo fare nulla contro la verità, ma solo per la verità” (2 Cor. 13: 8)

Una voce profetica di quattro cardinali della Santa Chiesa Cattolica Romana

Mossi da “profonda preoccupazione pastorale”, quattro cardinali di Santa Romana Chiesa, Sua Eminenza Joachim Meisner, Arcivescovo emerito di Colonia (Germania), Sua Eminenza Carlo Caffarra, Arcivescovo emerito di Bologna (Italia), il cardinale Raymond Leo Burke, Patrono del Sovrano Militare Ordine di Malta, e sua Eminenza Walter Brandmüller, presidente emerito della Pontificia Commissione di Scienze storiche, il 14 novembre 2016 hanno pubblicato il testo di cinque domande, dette dubia (termine latino per “dubbi”), che in precedenza, il 19 settembre 2016, avevano inviato al Santo Padre e al Cardinale Gerhard Müller, prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede, insieme ad una lettera di accompagnamento. I cardinali chiedono a Papa Francesco di chiarire “il grave disorientamento e grande confusione” relativi all’interpretazione e all’applicazione pratica, soprattutto del capitolo VIII, dell’Esortazione Apostolica Amoris laetitia e dei suoi passaggi in materia di ammissione dei divorziati risposati ai sacramenti e all’insegnamento morale della Chiesa.

Nella loro dichiarazione dal titolo “Cercando la chiarezza: un appello a sciogliere i nodi in Amoris laetitia”, i cardinali dicono che per “molti – vescovi, sacerdoti, fedeli – questi paragrafi alludono o perfino insegnano esplicitamente un cambiamento nella disciplina della Chiesa rispetto ai divorziati che vivono in una nuova unione”. Parlando così, i cardinali non hanno fatto che constatare fatti reali nella vita della Chiesa. Questi fatti sono dimostrati dagli orientamenti pastorali assunti da diverse diocesi e dalle dichiarazioni pubbliche di alcuni vescovi e cardinali, i quali affermano che, in alcuni casi, divorziati e risposati cattolici possono essere ammessi alla Santa Comunione, anche se continuano a esercitare quei diritti che la legge divina riserva ai coniugi validamente sposati.

Pubblicando una richiesta di chiarezza in una questione che tocca la verità e la santità contemporaneamente dei tre sacramenti del matrimonio, della penitenza e dell’Eucaristia, i quattro cardinali hanno fatto solo il loro dovere fondamentale di vescovi e di cardinali, che consiste nel contribuire attivamente affinché la rivelazione trasmessa attraverso gli Apostoli possa essere custodita santamente e fedelmente interpretata E’ stato soprattutto il Concilio Vaticano II che ha ricordato a tutti i membri del collegio dei vescovi, in quanto legittimi successori degli Apostoli, il loro obbligo, di “ avere per tutta la Chiesa una sollecitudine che, sebbene non sia esercitata con atti di giurisdizione, contribuisce sommamente al bene della Chiesa universale. Tutti i vescovi, infatti, devono promuovere e difendere l’unità della fede e la disciplina comune all’insieme della Chiesa,” (Lumen gentium, 23; cfr anche Christus Dominus, 5-6).

Nel rivolgere un appello pubblico al Papa, vescovi e cardinali dovrebbero essere mossi da sincero affetto collegiale per il Successore di Pietro e Vicario di Cristo sulla terra, seguendo l’insegnamento del Concilio Vaticano II (cfr Lumen gentium, 22); così facendo essi rendono “un servizio al ministero primaziale” del Papa (cfr. Directory for the Pastoral Ministry of Bishops, 13).

L’intera Chiesa ai nostri giorni deve riflettere sul fatto che lo Spirito Santo non ha ispirato invano san Paolo a scrivere nella Lettera ai Galati circa l’evento della sua correzione pubblica di Pietro. Bisogna avere fiducia che Papa Francesco accetti questo appello pubblico dei quattro cardinali nello spirito dell’apostolo Pietro, quando san Paolo gli offrì una correzione fraterna, per il bene di tutta la Chiesa. Possano le parole del grande dottore della Chiesa, san Tommaso d’Aquino, illuminarci e confortarci: “Quando ci fosse un pericolo per la fede, i sudditi sarebbero tenuti a rimproverare i loro prelati anche pubblicamente. Perciò Paolo, che pure era suddito di Pietro, per il pericolo di scandalo nella fede lo rimproverò pubblicamente. E sant’Agostino commenta: «Pietro stesso diede l’esempio ai superiori di non sdegnare di essere corretti dai sudditi, quando capitasse loro di allontanarsi dalla retta via»” (Summa theol., II-II, 33, 4c).

Papa Francesco richiede spesso un dialogo schietto e senza timore tra tutti i membri della Chiesa nelle questioni riguardanti il bene spirituale delle anime. Nell’Esortazione Apostolica Amoris laetitia, il Papa parla del bisogno “di continuare ad approfondire con libertà alcune questioni dottrinali, morali, spirituali e pastorali. La riflessione dei pastori e dei teologi, se è fedele alla Chiesa, onesta, realistica e creativa, ci aiuterà a raggiungere una maggiore chiarezza” (n. 2). Inoltre, le relazioni a tutti i livelli all’interno della Chiesa devono essere libere da un clima di paura e intimidazione, come Papa Francesco ha chiesto nei suoi molteplici pronunciamenti.

Alla luce di queste dichiarazioni di Papa Francesco e del principio di dialogo e di accettazione della legittima pluralità delle opinioni, che è stato favorito dai documenti del Concilio Vaticano II, le reazioni insolitamente violente e intolleranti da parte di alcuni vescovi e cardinali contro la calma e circospetta richiesta dei quattro cardinali suscitano grande stupore. Tra queste reazioni intolleranti si possono leggere affermazioni di questo genere: i quattro cardinali sono stupidi, ingenui, scismatici, eretici, e perfino paragonabili agli eretici ariani.

Tali giudizi apodittici e impietosi rivelano non solo intolleranza, rifiuto del dialogo e rabbia irrazionale, ma dimostrano anche una resa davanti all’impossibilità di dire la verità, una resa al relativismo nella dottrina e nella pratica, nella fede e nella vita. La succitata reazione clericale contro la voce profetica dei quattro cardinali dimostra, in ultima analisi, impotenza davanti agli occhi della verità. Una reazione così violenta ha un solo scopo: far tacere la voce della verità, che sta disturbando e inquietando la nebulosa ambiguità, apparentemente pacifica di questi critici clericali.

Le reazioni negative alla dichiarazione pubblica dei quattro cardinali ricordano la generale confusione dottrinale della crisi ariana nel IV secolo. Nella situazione di confusione dottrinale dei nostri giorni è utile a tutti citare alcune affermazioni di sant’Ilario di Poitiers, l’“Atanasio dell’Occidente”.

“Voi [i vescovi della Gallia] che rimanete ancora con me fedeli in Cristo non avete ceduto quando siete stati minacciate dall’apparizione dell’ eresia, e ora, affrontando questa eresia avete contrastato tutta la sua violenza. Sì, fratelli, voi avete vinto, per l’abbondante gioia di coloro che condividono la vostra fede: e la vostra costanza inalterata ha ottenuto la doppia gloria di mantenere una coscienza pura e di dare un esempio autorevole” (Hil. De Syn., 3).

“La vostra [vescovi della Gallia] fede invincibile mantiene la distinzione onorevole del valore coscienzioso e, contento di ripudiare l’azione astuta, vaga o esitante, si mantienein modo sicuro in Cristo, preservando la professione della sua libertà. Infatti, poiché tutti abbiamo sofferto un dolore profondo e doloroso per le azioni dei malvagi contro Dio, è unicamente all’interno dei nostri confini che la comunione in Cristo ha potuto essere trovata dal tempo in cui la Chiesa ha cominciato ad essere tormentata da turbolenze come l’espatrio dei vescovi, la deposizione di sacerdoti, l’intimidazione della gente, la minaccia della fede, e la definizione del significato della dottrina di Cristo fatta dalla volontà e dal potere degli uomini. La vostra fede risoluta non pretende di ignorare questi fatti, né professa di poterli tollerare, consapevole che con l’atto di un assenso ipocrita essa si condurrebbe davanti al tribunale della coscienza” (Hil. De Syn., 4).

“Ho detto ciò che io stesso credevo, consapevole che, era mio dovere di soldato al servizio della Chiesa inviarvi queste lettere, conformando all’insegnamento del Vangelo la voce dell’ufficio, a cui adempio in Cristo. Sta a voi discutere, provvedere ed agire, affinché l’inviolabile fedeltà che conservate, possa continuare ad essere custodita dai vostri cuori coscienziosi, e affinché voi possiate continuare a mantenere ciò che oggi mantenete” (Hil. De Syn., 92).

« Le seguenti parole di san Basilio il Grande, indirizzate ai Vescovi latini, possono essere sotto certi aspetti applicati alla situazione di coloro che ai nostri giorni chiedono chiarezza dottrinale, compresi i nostri quattro cardinali: “L’unica carica che oggi è sicura di attirare una severa punizione è l’attenta conservazione delle tradizioni dei padri. Non siamo attaccati a causa della ricchezza, o della gloria, o di eventuali vantaggi temporali. Noi siamo in campo a combattere per la nostra ereditò comune, per il tesoro della fede certa, trasmessa dai nostri padri. Lamentatevi con noi, voi tutti che amate i fratelli, davanti alla chiusura delle bocche degli uomini di vera fede, e all’apertura delle labbra audaci e blasfeme di tutti coloro che proferiscono iniquità contro Dio. Le colonne e i fondamenti della verità sono dispersi in tutti i sensi. Noi, la cui insignificanza ci ha permesso di essere trascurati, siamo privati del nostro diritto di libertà di parola” (Ep. 243, 2.4).

Oggi quei vescovi e cardinali, che chiedono chiarezza e che cercano di compiere il loro dovere conservando santamente e fedelmente l’interpretazione della Rivelazione divina che è stata trasmessa riguardante i sacramenti del matrimonio e dell’Eucaristia, non vengono più esiliati, come accade ai i vescovi di Nicea durante la crisi ariana. Contrariamente al tempo della crisi ariana, oggi, come scrisse il vescovo di Ratisbona, Rudolf Graber, nel 1973, l’esilio dei vescovi è sostituito da strategie per silenziarli e calunniarli (cfr. Athanasius und die Kirche unserer Zeit, Abensberg 1973, p. 23).

Un altro campione della fede cattolica durante la crisi ariana fu san Gregorio Nazianzeno, che descrisse in maniera suggestiva e caratteristica il comportamento della maggior parte dei pastori della Chiesa in quei tempi. Questa voce del grande Dottore della Chiesa dovrebbe essere un avvertimento salutare per i vescovi di tutti i tempi: “Certamente i pastori hanno agito scioccamente, perché, ad eccezione di pochissimi, che sono stati ignorati a causa della loro insignificanza, o che hanno resistito a causa della loro virtù e che dovevano essere necessari come un seme e una radice per la risorgenza e la rinascita di Israele grazie alle influenze dello Spirito, tutti hanno preso tempo, divergendo gli uni dagli altri solo in questo, che alcuni hanno ceduto prima, e altri più tardi; alcuni erano o campioni e o capi in questa corsa verso l’empietà, e altri hanno raggiunto le seconde fila della battaglia, essendo stati vinti dalla paura, o dall’ interesse, o dalle lusinghe, o, ciò che fu più scusabile, dalla loro stessa ignoranza” (Orat. 21, 24).

Quando papa Liberio nel 357 firmò una delle cosiddette formule di Sirmio, in cui evitò deliberatamente l’espressione dogmaticamente definita “homo-ousios” e scomunicò sant’Atanasio in modo da avere pace ed armonia con i vescovi ariani e semi-ariani di Oriente, i fedeli cattolici e alcuni pochi vescovi, in particolare sant’Ilario di Poitiers, rimasero profondamente scioccati. Sant’Ilario ha trasmesso la lettera che papa Liberio scrisse ai vescovi orientali, annunciando l’accettazione della formula di Sirmio e la scomunica di san Atanasio. Nel suo profondo dolore e sgomento, sant’Ilario aggiunse alla lettera, in una sorta di disperazione, la frase: “Anathema tibi a me dictum, praevaricator Liberi” (io ti dico anatema, o prevaricatore Liberio), (cfr. Denzinger-Schönmetzer, n. 141). Papa Liberio volle avere pace ed armonia ad ogni costo, anche a scapito della verità divina. Nella sua lettera ai vescovi latini eterodossi Ursace, Valence e Germinio annunciando loro le decisioni di cui sopra, scrisse che preferiva la pace e l’armonia al martirio (cfr. Denzinger-Schönmetzer, n. 142).

In che contrasto drammatico fu il comportamento di Papa Liberio con la seguente convinzione di sant’Ilario di Poitiers: “Noi non facciamo la pace a spese della verità, facendo concessioni per acquisire la reputazione di tolleranza. Facciamo la pace combattendo legittimamente secondo le regole dello Spirito Santo. C’è il pericolo di allearsi surrettiziamente con l’infedeltà, ammantando ciò con il bel nome della pace” (Hil. Ad Cost., 2, 6, 2).

Il beato John Henry Newman commentò questi fatti tristi e insoliti con la seguente affermazione saggia ed equilibrata: “Mentre è storicamente vero, non è in alcun senso dottrinalmente falso, che un Papa, come dottore privato, e ancor più i Vescovi, quando non insegnano formalmente, possono sbagliare, come riscontriamo che sbagliarono nel quarto secolo. Papa Liberio poté firmare una formula eusebiano a Sirmio, e la massa dei Vescovi a Rimini o altrove, eppure malgrado questo errore, essi avrebbero potuto essere infallibili nelle loro decisioni ex cathedra” (Gli Ariani del IV secolo, Londra, 1876 , p. 465).

I quattro cardinali con la loro voce profetica che chiede chiarezza dottrinale e pastorale hanno un grande merito davanti alla loro coscienza, davanti alla storia, e davanti agli innumerevoli semplici fedeli cattolici dei nostri giorni, che sono relegati alla periferia ecclesiastica, a causa della loro fedeltà all’insegnamento di Cristo sull’indissolubilità del matrimonio. Ma soprattutto, i quattro cardinali hanno un grande merito agli occhi di Cristo. Per la loro voce coraggiosa, i loro nomi brilleranno luminosamente il giorno dell’Ultimo Giudizio. Essi hanno infatti obbedito alla voce della loro coscienza ricordando le parole di San Paolo: “Non possiamo fare nulla contro la verità, ma solo per la verità” (2 Cor. 13: 8). Sicuramente, il giorno del Giudizio, i critici clericali dei quattro cardinali prima menzionati non avranno una risposta facile per giustificare il loro violento attacco contro un atto così giusto, degno e meritevole di questi quattro membri del Sacro Collegio dei Cardinali.

Le seguenti parole, ispirate dallo Spirito Santo, mantengono il loro valore profetico soprattutto di fronte al diffondersi della confusione dottrinale e pratica riguardo al sacramento del matrimonio ai nostri giorni: “Verrà giorno in cui non si sopporterà più la sana dottrina, ma per il prurito di udire qualcosa, gli uomini si circonderanno di maestri secondo le proprie voglie, rifiutando di dare ascolto alla verità per volgersi alle favole. Tu però, vigila attentamente, sappi sopportare le sofferenze, compi la tua opera di annunziatore del Vangelo, adempi il tuo ministero” (2 Tim. 4: 3-5).

Possano tutti, coloro che ai nostri giorni prendono ancora sul serio i loro voti battesimali e le loro promesse sacerdotali ed episcopali, ricevere la forza e la grazia di Dio, per poter ripetere con sant’Ilario le parole: “Che io possa essere sempre in esilio, purché solo la verità cominci ad essere predicata di nuovo!” (De Syn., 78). Questa forza e questa grazia la desideriamo con tutto il cuore per i nostri quattro cardinali, come anche per coloro che li criticano.

23 Novembre 2016

+ Athanasius Schneider, Vescovo ausiliare dell’Arcidiocesi di Santa Maria in Astana

Visita il nostro sito web: www.corrispondenzaromana.it

Scrivi a: info@corrispondenzaromana.it

Agenzia settimanale d’informazione Corrispondenza romana

Corrispondenza romana

Data:

24/11/2016 11.42

A:

“lorenzo scarola”<lorenzo_scarola@fastwebnet.it>

Cc:

Oggetto:

SPECIALE – Una nuova voce si leva: Mons. Schneider

SPECIALE – Una nuova voce si leva: il vescovo Athanasius Schneider in difesa dei quattro Cardinali

Riportiamo, in esclusiva per Corrispondenza Romana, la traduzione italiana di una dichiarazione in difesa dei quattro cardinali ricevuta da mons. Athanasius Schneider, Vescovo ausiliare dell’Arcidiocesi di Santa Maria in Astana. L’ intervento di S. E. mons. Schneider può essere definito una voce altrettanto profetica di quella dei quattro cardinali.

Non possiamo fare nulla contro la verità, ma solo per la verità” (2 Cor. 13: 8)

Una voce profetica di quattro cardinali della Santa Chiesa Cattolica Romana

Mossi da “profonda preoccupazione pastorale”, quattro cardinali di Santa Romana Chiesa, Sua Eminenza Joachim Meisner, Arcivescovo emerito di Colonia (Germania), Sua Eminenza Carlo Caffarra, Arcivescovo emerito di Bologna (Italia), il cardinale Raymond Leo Burke, Patrono del Sovrano Militare Ordine di Malta, e sua Eminenza Walter Brandmüller, presidente emerito della Pontificia Commissione di Scienze storiche, il 14 novembre 2016 hanno pubblicato il testo di cinque domande, dette dubia (termine latino per “dubbi”), che in precedenza, il 19 settembre 2016, avevano inviato al Santo Padre e al Cardinale Gerhard Müller, prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede, insieme ad una lettera di accompagnamento. I cardinali chiedono a Papa Francesco di chiarire “il grave disorientamento e grande confusione” relativi all’interpretazione e all’applicazione pratica, soprattutto del capitolo VIII, dell’Esortazione Apostolica Amoris laetitia e dei suoi passaggi in materia di ammissione dei divorziati risposati ai sacramenti e all’insegnamento morale della Chiesa.

Nella loro dichiarazione dal titolo “Cercando la chiarezza: un appello a sciogliere i nodi in Amoris laetitia”, i cardinali dicono che per “molti – vescovi, sacerdoti, fedeli – questi paragrafi alludono o perfino insegnano esplicitamente un cambiamento nella disciplina della Chiesa rispetto ai divorziati che vivono in una nuova unione”. Parlando così, i cardinali non hanno fatto che constatare fatti reali nella vita della Chiesa. Questi fatti sono dimostrati dagli orientamenti pastorali assunti da diverse diocesi e dalle dichiarazioni pubbliche di alcuni vescovi e cardinali, i quali affermano che, in alcuni casi, divorziati e risposati cattolici possono essere ammessi alla Santa Comunione, anche se continuano a esercitare quei diritti che la legge divina riserva ai coniugi validamente sposati.

Pubblicando una richiesta di chiarezza in una questione che tocca la verità e la santità contemporaneamente dei tre sacramenti del matrimonio, della penitenza e dell’Eucaristia, i quattro cardinali hanno fatto solo il loro dovere fondamentale di vescovi e di cardinali, che consiste nel contribuire attivamente affinché la rivelazione trasmessa attraverso gli Apostoli possa essere custodita santamente e fedelmente interpretata E’ stato soprattutto il Concilio Vaticano II che ha ricordato a tutti i membri del collegio dei vescovi, in quanto legittimi successori degli Apostoli, il loro obbligo, di “ avere per tutta la Chiesa una sollecitudine che, sebbene non sia esercitata con atti di giurisdizione, contribuisce sommamente al bene della Chiesa universale. Tutti i vescovi, infatti, devono promuovere e difendere l’unità della fede e la disciplina comune all’insieme della Chiesa,” (Lumen gentium, 23; cfr anche Christus Dominus, 5-6).

Nel rivolgere un appello pubblico al Papa, vescovi e cardinali dovrebbero essere mossi da sincero affetto collegiale per il Successore di Pietro e Vicario di Cristo sulla terra, seguendo l’insegnamento del Concilio Vaticano II (cfr Lumen gentium, 22); così facendo essi rendono “un servizio al ministero primaziale” del Papa (cfr. Directory for the Pastoral Ministry of Bishops, 13).

L’intera Chiesa ai nostri giorni deve riflettere sul fatto che lo Spirito Santo non ha ispirato invano san Paolo a scrivere nella Lettera ai Galati circa l’evento della sua correzione pubblica di Pietro. Bisogna avere fiducia che Papa Francesco accetti questo appello pubblico dei quattro cardinali nello spirito dell’apostolo Pietro, quando san Paolo gli offrì una correzione fraterna, per il bene di tutta la Chiesa. Possano le parole del grande dottore della Chiesa, san Tommaso d’Aquino, illuminarci e confortarci: “Quando ci fosse un pericolo per la fede, i sudditi sarebbero tenuti a rimproverare i loro prelati anche pubblicamente. Perciò Paolo, che pure era suddito di Pietro, per il pericolo di scandalo nella fede lo rimproverò pubblicamente. E sant’Agostino commenta: «Pietro stesso diede l’esempio ai superiori di non sdegnare di essere corretti dai sudditi, quando capitasse loro di allontanarsi dalla retta via»” (Summa theol., II-II, 33, 4c).

Papa Francesco richiede spesso un dialogo schietto e senza timore tra tutti i membri della Chiesa nelle questioni riguardanti il bene spirituale delle anime. Nell’Esortazione Apostolica Amoris laetitia, il Papa parla del bisogno “di continuare ad approfondire con libertà alcune questioni dottrinali, morali, spirituali e pastorali. La riflessione dei pastori e dei teologi, se è fedele alla Chiesa, onesta, realistica e creativa, ci aiuterà a raggiungere una maggiore chiarezza” (n. 2). Inoltre, le relazioni a tutti i livelli all’interno della Chiesa devono essere libere da un clima di paura e intimidazione, come Papa Francesco ha chiesto nei suoi molteplici pronunciamenti.

Alla luce di queste dichiarazioni di Papa Francesco e del principio di dialogo e di accettazione della legittima pluralità delle opinioni, che è stato favorito dai documenti del Concilio Vaticano II, le reazioni insolitamente violente e intolleranti da parte di alcuni vescovi e cardinali contro la calma e circospetta richiesta dei quattro cardinali suscitano grande stupore. Tra queste reazioni intolleranti si possono leggere affermazioni di questo genere: i quattro cardinali sono stupidi, ingenui, scismatici, eretici, e perfino paragonabili agli eretici ariani.

Tali giudizi apodittici e impietosi rivelano non solo intolleranza, rifiuto del dialogo e rabbia irrazionale, ma dimostrano anche una resa davanti all’impossibilità di dire la verità, una resa al relativismo nella dottrina e nella pratica, nella fede e nella vita. La succitata reazione clericale contro la voce profetica dei quattro cardinali dimostra, in ultima analisi, impotenza davanti agli occhi della verità. Una reazione così violenta ha un solo scopo: far tacere la voce della verità, che sta disturbando e inquietando la nebulosa ambiguità, apparentemente pacifica di questi critici clericali.

Le reazioni negative alla dichiarazione pubblica dei quattro cardinali ricordano la generale confusione dottrinale della crisi ariana nel IV secolo. Nella situazione di confusione dottrinale dei nostri giorni è utile a tutti citare alcune affermazioni di sant’Ilario di Poitiers, l’“Atanasio dell’Occidente”.

“Voi [i vescovi della Gallia] che rimanete ancora con me fedeli in Cristo non avete ceduto quando siete stati minacciate dall’apparizione dell’ eresia, e ora, affrontando questa eresia avete contrastato tutta la sua violenza. Sì, fratelli, voi avete vinto, per l’abbondante gioia di coloro che condividono la vostra fede: e la vostra costanza inalterata ha ottenuto la doppia gloria di mantenere una coscienza pura e di dare un esempio autorevole” (Hil. De Syn., 3).

“La vostra [vescovi della Gallia] fede invincibile mantiene la distinzione onorevole del valore coscienzioso e, contento di ripudiare l’azione astuta, vaga o esitante, si mantienein modo sicuro in Cristo, preservando la professione della sua libertà. Infatti, poiché tutti abbiamo sofferto un dolore profondo e doloroso per le azioni dei malvagi contro Dio, è unicamente all’interno dei nostri confini che la comunione in Cristo ha potuto essere trovata dal tempo in cui la Chiesa ha cominciato ad essere tormentata da turbolenze come l’espatrio dei vescovi, la deposizione di sacerdoti, l’intimidazione della gente, la minaccia della fede, e la definizione del significato della dottrina di Cristo fatta dalla volontà e dal potere degli uomini. La vostra fede risoluta non pretende di ignorare questi fatti, né professa di poterli tollerare, consapevole che con l’atto di un assenso ipocrita essa si condurrebbe davanti al tribunale della coscienza” (Hil. De Syn., 4).

“Ho detto ciò che io stesso credevo, consapevole che, era mio dovere di soldato al servizio della Chiesa inviarvi queste lettere, conformando all’insegnamento del Vangelo la voce dell’ufficio, a cui adempio in Cristo. Sta a voi discutere, provvedere ed agire, affinché l’inviolabile fedeltà che conservate, possa continuare ad essere custodita dai vostri cuori coscienziosi, e affinché voi possiate continuare a mantenere ciò che oggi mantenete” (Hil. De Syn., 92).

« Le seguenti parole di san Basilio il Grande, indirizzate ai Vescovi latini, possono essere sotto certi aspetti applicati alla situazione di coloro che ai nostri giorni chiedono chiarezza dottrinale, compresi i nostri quattro cardinali: “L’unica carica che oggi è sicura di attirare una severa punizione è l’attenta conservazione delle tradizioni dei padri. Non siamo attaccati a causa della ricchezza, o della gloria, o di eventuali vantaggi temporali. Noi siamo in campo a combattere per la nostra ereditò comune, per il tesoro della fede certa, trasmessa dai nostri padri. Lamentatevi con noi, voi tutti che amate i fratelli, davanti alla chiusura delle bocche degli uomini di vera fede, e all’apertura delle labbra audaci e blasfeme di tutti coloro che proferiscono iniquità contro Dio. Le colonne e i fondamenti della verità sono dispersi in tutti i sensi. Noi, la cui insignificanza ci ha permesso di essere trascurati, siamo privati del nostro diritto di libertà di parola” (Ep. 243, 2.4).

Oggi quei vescovi e cardinali, che chiedono chiarezza e che cercano di compiere il loro dovere conservando santamente e fedelmente l’interpretazione della Rivelazione divina che è stata trasmessa riguardante i sacramenti del matrimonio e dell’Eucaristia, non vengono più esiliati, come accade ai i vescovi di Nicea durante la crisi ariana. Contrariamente al tempo della crisi ariana, oggi, come scrisse il vescovo di Ratisbona, Rudolf Graber, nel 1973, l’esilio dei vescovi è sostituito da strategie per silenziarli e calunniarli (cfr. Athanasius und die Kirche unserer Zeit, Abensberg 1973, p. 23).

Un altro campione della fede cattolica durante la crisi ariana fu san Gregorio Nazianzeno, che descrisse in maniera suggestiva e caratteristica il comportamento della maggior parte dei pastori della Chiesa in quei tempi. Questa voce del grande Dottore della Chiesa dovrebbe essere un avvertimento salutare per i vescovi di tutti i tempi: “Certamente i pastori hanno agito scioccamente, perché, ad eccezione di pochissimi, che sono stati ignorati a causa della loro insignificanza, o che hanno resistito a causa della loro virtù e che dovevano essere necessari come un seme e una radice per la risorgenza e la rinascita di Israele grazie alle influenze dello Spirito, tutti hanno preso tempo, divergendo gli uni dagli altri solo in questo, che alcuni hanno ceduto prima, e altri più tardi; alcuni erano o campioni e o capi in questa corsa verso l’empietà, e altri hanno raggiunto le seconde fila della battaglia, essendo stati vinti dalla paura, o dall’ interesse, o dalle lusinghe, o, ciò che fu più scusabile, dalla loro stessa ignoranza” (Orat. 21, 24).

Quando papa Liberio nel 357 firmò una delle cosiddette formule di Sirmio, in cui evitò deliberatamente l’espressione dogmaticamente definita “homo-ousios” e scomunicò sant’Atanasio in modo da avere pace ed armonia con i vescovi ariani e semi-ariani di Oriente, i fedeli cattolici e alcuni pochi vescovi, in particolare sant’Ilario di Poitiers, rimasero profondamente scioccati. Sant’Ilario ha trasmesso la lettera che papa Liberio scrisse ai vescovi orientali, annunciando l’accettazione della formula di Sirmio e la scomunica di san Atanasio. Nel suo profondo dolore e sgomento, sant’Ilario aggiunse alla lettera, in una sorta di disperazione, la frase: “Anathema tibi a me dictum, praevaricator Liberi” (io ti dico anatema, o prevaricatore Liberio), (cfr. Denzinger-Schönmetzer, n. 141). Papa Liberio volle avere pace ed armonia ad ogni costo, anche a scapito della verità divina. Nella sua lettera ai vescovi latini eterodossi Ursace, Valence e Germinio annunciando loro le decisioni di cui sopra, scrisse che preferiva la pace e l’armonia al martirio (cfr. Denzinger-Schönmetzer, n. 142).

In che contrasto drammatico fu il comportamento di Papa Liberio con la seguente convinzione di sant’Ilario di Poitiers: “Noi non facciamo la pace a spese della verità, facendo concessioni per acquisire la reputazione di tolleranza. Facciamo la pace combattendo legittimamente secondo le regole dello Spirito Santo. C’è il pericolo di allearsi surrettiziamente con l’infedeltà, ammantando ciò con il bel nome della pace” (Hil. Ad Cost., 2, 6, 2).

Il beato John Henry Newman commentò questi fatti tristi e insoliti con la seguente affermazione saggia ed equilibrata: “Mentre è storicamente vero, non è in alcun senso dottrinalmente falso, che un Papa, come dottore privato, e ancor più i Vescovi, quando non insegnano formalmente, possono sbagliare, come riscontriamo che sbagliarono nel quarto secolo. Papa Liberio poté firmare una formula eusebiano a Sirmio, e la massa dei Vescovi a Rimini o altrove, eppure malgrado questo errore, essi avrebbero potuto essere infallibili nelle loro decisioni ex cathedra” (Gli Ariani del IV secolo, Londra, 1876 , p. 465).

I quattro cardinali con la loro voce profetica che chiede chiarezza dottrinale e pastorale hanno un grande merito davanti alla loro coscienza, davanti alla storia, e davanti agli innumerevoli semplici fedeli cattolici dei nostri giorni, che sono relegati alla periferia ecclesiastica, a causa della loro fedeltà all’insegnamento di Cristo sull’indissolubilità del matrimonio. Ma soprattutto, i quattro cardinali hanno un grande merito agli occhi di Cristo. Per la loro voce coraggiosa, i loro nomi brilleranno luminosamente il giorno dell’Ultimo Giudizio. Essi hanno infatti obbedito alla voce della loro coscienza ricordando le parole di San Paolo: “Non possiamo fare nulla contro la verità, ma solo per la verità” (2 Cor. 13: 8). Sicuramente, il giorno del Giudizio, i critici clericali dei quattro cardinali prima menzionati non avranno una risposta facile per giustificare il loro violento attacco contro un atto così giusto, degno e meritevole di questi quattro membri del Sacro Collegio dei Cardinali.

Le seguenti parole, ispirate dallo Spirito Santo, mantengono il loro valore profetico soprattutto di fronte al diffondersi della confusione dottrinale e pratica riguardo al sacramento del matrimonio ai nostri giorni: “Verrà giorno in cui non si sopporterà più la sana dottrina, ma per il prurito di udire qualcosa, gli uomini si circonderanno di maestri secondo le proprie voglie, rifiutando di dare ascolto alla verità per volgersi alle favole. Tu però, vigila attentamente, sappi sopportare le sofferenze, compi la tua opera di annunziatore del Vangelo, adempi il tuo ministero” (2 Tim. 4: 3-5).

Possano tutti, coloro che ai nostri giorni prendono ancora sul serio i loro voti battesimali e le loro promesse sacerdotali ed episcopali, ricevere la forza e la grazia di Dio, per poter ripetere con sant’Ilario le parole: “Che io possa essere sempre in esilio, purché solo la verità cominci ad essere predicata di nuovo!” (De Syn., 78). Questa forza e questa grazia la desideriamo con tutto il cuore per i nostri quattro cardinali, come anche per coloro che li criticano.

23 Novembre 2016

+ Athanasius Schneider, Vescovo ausiliare dell’Arcidiocesi di Santa Maria in Astana

Visita il nostro sito web: www.corrispondenzaromana.it

Scrivi a: info@corrispondenzaromana.it

Agenzia settimanale d’informazione Corrispondenza romana

Leggi questa email nel tuo browser

giovedì 24 novembre 2016

Elizabeth Scalia

Quando l’odio ha la stessa ‘passione’ dell’amore, è tempo di guardare dentro se stessi

Nella nostra vita siamo chiamati a compiere delle scelte. Tra cui quella fondamentale tra odio e amore. Non confondiamo i due sentimenti

Continua a leggere

Tomasz Reczko

Hai avuto una brutta giornata? Guarda questo video di Sean Stephenson, solo due minuti…

Sebbene Sean non pronunci nulla, questi due minuti di registrazione valgono più di mille parole

Continua a leggere

MAGDALENA GALEK

Essere single dimostra che c’è qualcosa che non va in me?

Fino a quando non accetterò me stessa, non mi vorrò bene e non mi ammirerò, non potrò permettere che qualcun altro lo faccia

Continua a leggere

Roberta Sciamplicotti

Jake Bailey, sopravvissuto al cancro: “La mia salute è al 100%”

Diventato famoso per un toccante discorso di fine anno al liceo, ha vinto la lotta contro la malattia

Continua a leggere

padre Robert McTeigue, SJ

Le strategie di Satana, parte 2: la tattica di Acab

L’attacco satanico che sfrutta la nostra …

Friar Alessandro

“La musica è il suono della voce di Dio”

Guarda la nuova intervista esclusiva al tenore …

 

padre Carlos Padilla

Cos’è davvero il potere? La scioccante risposta cristiana

Un cammino fatto di rinuncia, dedizione, servizio, generosità, impotenza

Lucandrea Massaro

Cucire peluches per regalare un sorriso. La sfida di un ragazzino di 12 anni

Campbell Remess, giovanissimo cittadino della Tasmania, occupa il suo tempo libero così. Per il bene degli altri.

Oleada Joven

Stai pensando di arrenderti? Questa è la tua preghiera

Non lasciarmi, Gesù

Catholic Link

Questo cortometraggio ci mostra cosa vuol dire perdonare se stessi

Radio Vaticana

Papa Francesco e i dubbi che fanno crescere la fede.

Così il pontefice durante l’udienza in Aula Paolo VI

Margaret Rose Realy, OBL. OSB.

10 splendide parole per sollevare il vostro spirito e forse cambiare argomento

Quando la conversazione prende una brutta piega, condividere questi bei termini potrebbe aiutare!

Lucandrea Massaro

“Ho imparato dagli ultimi”

Un ritratto del cardinal Luis Tagle, un pastore col senso dell’umorismo e l’amore per i poveri

Corrispondenza romana n. 1466 del 22 novembre 2016

Le contraddizioni di un giubileo che si chiude

(di Roberto de Mattei su “Il Tempo” del 22/11/2016) Tra le chiavi di interpretazione del pontificato di papa Francesco c’è sicuramente il suo amore per la contraddizione. Questa disposizione di animo risulta evidente dalla lettera apostolica ‘Misericordia et misera‘, firmata a conclusione del Giubileo straordinario della misericordia. In questa lettera papa Bergoglio, stabilisce che quanti frequentano le chiese officiate dai sacerdoti del…[ leggi tutto ]

La Chiesa del dubbio rifiuta i “dubia” dei cardinali

(Cristina Siccardi) Nel leggere l’intervista apparsa il 17 novembre scorso su Avvenire, Papa Francesco ha risposto a tutti coloro che si pongono il problema di un Pontificato più aperto agli usi e costumi del mondo piuttosto che agli insegnamenti di sempre della Chiesa. Non esitiamo pertanto a pensare che abbia risposto indirettamente anche ai quattro cardinali (Walter Brandmüller, Raymond Leo Burke, Carlo Caffarra, Joachim Meisner) che lo scorso 19 settembre h…[ leggi tutto ]

L’ultima follia: la “trans-abilità”

(Lupo Glori) L’ultima confine dell’incessante moto rivoluzionario si chiama “trans-abilità“. La nostra è infatti una società in perenne transizione e divenire, il cui tratto principale sembra essere quello di voler abbattere ogni sorta di barriera etico-culturale, additata come un castrante limite di cui è necessario sbarazzarsi. L’uomo contemporaneo in preda ad un delirio di onnipotenza pretende dunque di rimuovere ogni tipo di veto o re…[ leggi tutto ]

Arthur Edward Waite, Lucifero e il caso Taxil

(P. Paolo Maria Siano) Tra i maestri occulti della massoneria contemporanea, va ricordato il nome di Arthur Edward Waite (1857-1942). Chi è Arthur Edward Waite? Mem­bro della Società Teosofica di Madame Blavatsky, occultista appassionato degli scritti del mago francese Eliphas Levi, nel 1891 Waite è membro dell’Hermetic Order of the Golden Dawn, un gruppo di magia cerimoniale fondato a Londra (1887-1888) da tre massoni inglesi della United Grand Lodge of Engl…[ leggi tutto ]

Notizie brevi

21/11/2016

La stampa estera: l’islam minaccia, ‘occupiamo S. Pietro, se’

20/11/2016

Ora si sa chi ha paura del presepe in Francia: la massoneria

20/11/2016

Jihad: in Sinai decapitati “due preti”, ma forse erano sceicchi

18/11/2016

Turchia: epurato l’unico Sindaco cristiano di tutto il Paese

Notizie dalla rete

20/11/2016

Nigeria: strage di cristiani, ma nessuno ne parla

20/11/2016

Francia: atti cristianofobici +40%, quelli gravi sono stati 307

20/11/2016

Messico: Ateneo dei Gesuiti appoggia campagna pro ‘nozze’ gay

19/11/2016

Anche il teologo Livi ha “dubia” sull’Amoris Laetitia

13/11/2016

Bergoglio oggi è il leader della sinistra mondiale

12/11/2016

La Pontificia Accademia per la Vita introduce il “gender” nel proprio statuto

12/11/2016

USA 2016: il popolo contro la potente casta degli “illuminati”

02/11/2016

In Vaticano ci mancava Vandana Shiva. Eccola qua

Visita il nostro sito web: www.corrispondenzaromana.it

Scrivi a: [email protected]

Agenzia settimanale d’informazione Corrispondenza romana

Annunci