youtube mia strega Queen LGBT preferita

lol. funny youtube ] ovunque, in tutto internet io scrivo qualcosa? loro la riescono a leggere in tempo reale! lol. allora tu sei inutile!.. non ti preoccupare sei sempre la mia strega Queen LGBT: preferita, NON TI PREOCCUPARE: ti ucciderò nell’inferno senza farti soffrire troppo!

============

NATO Spa FMI ALLAH satana GUFO Sodoma ( che bella doppia fica GENDER Darwin: le scimmie )666 SHARIAH akbar: ai pedofili poligami del genocidio: questi violano tutti e 10, i comandamenti di Mosé ] LA LEGA ARABA DEVE ESSERE SOPPRESSA NEL SUO INSIEME! [ ovviamente, nella Realizzazione politica del Regno di Dio (ALIAS: mia monarchia per il Regno di ISRAELE), tutti i veri servi di Dio: saranno tutti favorevoli (al Regno di Palestina: che a noi non importa il nome, della realtà politica, ma la sostanza politica) e tutti i veri servi di Satana saranno contrari al nostro progetto politico, ovviamente, in questo modo sarà rivelato a tutti ( discernimento divino: perfetto discernimento: tra chi è stato scritto nel libro della vita, e tra chi è stato predestinato ad andare all’inferno! ), quelli che sono i veri sentimenti che albergano nel cuore di ogni uomo di questo pianeta? DIVENTERANNO MANIFESTI A TUTTI E A SE STESSO: ED IO NON SONO UNA AUTORITÀ METAFISICA A CUI SI PUÒ DISUBBIDIRE SENZA PERDERE IL SOMMO BENE: PERCHÉ NELLA GERARCHIA, SUPERIORE A OGNI GERARCHIA, IO DOPO DIO STESSO, IO SONO AL LIVELLO SUPERIORE DI OGNI CREATURA CHE È STATA CREATA DA DIO JHWH! OVVIAMENTE, stante la shariah della LEGA ARABA: io non posso garantire, non solo per gli islamici Palestinesi, ma, non posso garantire, NEANCHE: per nessun islamico che vive come una minaccia potenziale e incombente in ogni Paese del Mondo! è chiaro che i Palestinesi (che per colpa del terrorismo hanno perso tutto) e adesso fanno “BINGO” e si riprendono tutta la Palestina, gratuitamente a ricompensa dei loro delitti ed omicidi. cioè, se aderiscono alla realizzazione del Regno, hanno la soddisfazione di uccidere(pacificamente) la entità sionista: finalmente. Quindi se i Palestinesi non accettano di fare un solo Regno con Israele (loro massima convenienza) questo significa che nella LEGA ARABA SpA NWO USA FED NWO BCE Bildenberg AIPAC Onu, loro hanno già deciso la opzione di fare il genocidio di tutti gli israeliani!
Ovviamente, io non posso fare il RE di Palestina senza venire a distruggere con armi atomiche tutta la LEGA ARABA, perché io non posso sopportare di vedere centinaia di martiri cristiani di morire ingiustamente, per colpa di quei sharia takfiri che sono sia in IRAN, che in Arabia Saudita!… islamici hanno avuto molte occasioni di migliorare la loro corrotta religione, ma poiché il genocidio del genere umano era nel loro cuore, poi, non hanno mai voluto! LA LEGA ARABA DEVE ESSERE SOPPRESSA NEL SUO INSIEME!

perché, nella NATO: 666 Spa FMI nazi ALLAH il GUFO 666 SHARIAH JaBullOn Bildenberg PD Obama, loro non accettano la secessione del DONBASS? perché, al contrario, invece, loro accettano la secessione del Kosovo, la internazionale islamica saudita e turca: ha potuto fare, impunemente, il genocidio dei soldati della NATO, e il genocidio dei serbi, ha sradicato 3000, tra: cimiteri, chiese e monasteri, tutto impunemente.. ed ANSA non ha detto niente!!! perché hanno cambiato il nome delle strade? perché hanno fatto la pulizia etnica dei serbi? È CHIARO, SE NON VENGONO DATE delle RISPOSTE POLITICHE coerenti, a QUESTE DOMANDE, abiurando la politica del doppio standard, poi, la GUERRA È L’UNICA ALTERNATIVA POSSIBILE! BELGRADO, 15 GEN – Continua a provocare scintille la vicenda del treno serbo partito ieri da Belgrado per Kosovska Mitrovica, in Kosovo, e costretto a tarda sera a tornare indietro. Oggi il presidente serbo Tomislav Nikolic ha ammonito che la Serbia difenderà “ogni metro del proprio territorio”, compreso quello della sua ex provincia di cui non ha mai riconosciuto l’indipendenza proclamata nel 2008. Sul treno che Nikolic avrebbe voluto far arrivare a Kosovska Mitrovica, principale centro del nord del Kosovo a maggioranza serba, c’era uno striscione con la scritta ‘il Kosovo è Serbia’, definito dalla maggioranza kosovara albanese una palese provocazione. Da ciò lo stop del convoglio al confine e poi la decisione di farlo tornare a Belgrado. “Ieri siamo stati sul punto di scontrarci” con violenza, ha detto Nikolic, aggiungendo che gli albanesi del Kosovo vogliono provocare “la guerra”. http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2017/01/15/nuovo-monito-presidente-serbia-al-kosovo_877ec278-c939-4258-834f-aa85a0f9c2d2.html

questa malefica e corrotta religione islamica dopo avere spinto nella disperazione milioni di sui cittadini, ora li vuole riversare sulla morente Europa massonica di anali scimmie darwin sodomitiche, per finire di distruggere, tutto quello che ancora di buono è rimasto in piedi, e che il PD le sinistre non sono riuscite a distruggere della civiltà ebraico cristiana! PURTROPPO, E DICO PURTROPPO,TUTTA LA SCELTA DI SOPRAVVIVENZA: E DI LEGITTIMA DIFESA: È QUELLA DI ANDARE A DESTRA, il più possibile CON le SCELTe POLITIChe, fino a rivendicare nuovamente la nostra sovranità monetaria, alto tradimento Costituzionale il signoraggio bancario: pena di morte a tutti i politici traditori! DUBAI, 15 GEN – Sono state eseguite in Bahrain tre condanne a morte, le prime dopo la rivolta che ha scosso il Paese nel 2011. I tre uomini erano accusati di aver compiuto un attacco contro la polizia nel 2014, tre gli agenti uccisi con un ordigno. In Bahrain, dove regna una monarchia saudita, continua il malcontento della popolazione a maggioranza sciita. Ieri si sono registrati nuovi scontri tra polizia e attivisti anti-governativi, mentre stamani un agente è stato ferito da colpi di arma da fuoco a ovest della capitale Manama.
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/africa/2017/01/15/tunisia-disordini-a-meknassi_c7b32a7b-00d8-4f23-932f-39e313386600.html
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2017/01/15/serbia-presidenziali-jeremic-candidato_66bdb2d1-d5eb-42f8-a02b-9f34f69984f2.html

lo spregevole Hollande, il venduto a Rothschild il traditore del popolo francese: Hollande, e tutti i suoi complici del PD Bildenberg Rothschild sono dei falliti, che ha fatto collassare il reddito dei cittadini europei: del 40%. (la MERKEL è una eccezione perché ha predato tutta la UE, mettendo un cambio monetario a lei favorevole e sfavorevole a tutti gli altri). e se, questi politici sodomitici culto Darwin, loro non hanno saputo proteggere il loro popolo, come possono, loro dire proteggere ISRAEL, ed inoltre dire ad Israele, cosa lui deve o non deve fare? Hollande e tutti i suoi complici del PD Bildenberg Rothschild sono anche dei traditori e dicono: “tutte le Nazioni nella loro globalità sono per: realizzare la soluzione di due Nazioni e di due Stati!” e se non fosse così criminale (questa affermazione), dopo 66 anni di terrorismo sharia, come si posso reiterare questi errori? Quindi, dobbiamo continuare a dire queste cose, nonostante che il terrorismo shariah si è spostato anche da noi. (IL MALE CHE ABBIAMO VOLUTO CONTRO ISRAELE ORA È VENTO ANCHE CONTRO DI NOI DI CHI È LA COLPA? CHI PAGHERÀ PER I POPOLI CRISTIANI, ECC.. CHE, TUTTI HANNO SUBITO IL GENOCIDIO ISLAMICO SHARIA? ). noi dobbiamo AFFERMARE INVECE: “quale pluralità e indipendenza di pensiero (Hollande millanta), o ci può essere, o può esistere nel mondo, un solo padrone Rothschild? se esiste un unico monopolio massonico monetario, un solo FMI?” è chiaro che, è Rothschild deve uccidere ISRAELE, per non perdere il controllo su tutto il genere umano SPA FMI BM NWO! A svelarlo, in un’intervista a Le Journal du Dimanche, è uno stretto collaboratore del capo dello stato, l’avvocato Dominique Villemot: “Hollande appoggerà probabilmente Macron, si pronuncerà tra fine febbraio e inizio marzo”. Villemot aggiunge di “non vedere quale altro candidato potrebbe sostenere”. http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2017/01/15/francia-hollande-avrebbe-scelto-macron_2be1cc71-220d-4fb3-b7f7-3f9eb276465d.html

“Presto saremo la maggioranza” ma, nel mio “REGNO di Palestina” non ci sono bandiere Israeliane o bandiere Palestinesi (questo sarebbe un atto di tradimento punibile con il carcere), c’é soltanto la Menorah nella Bandiera. se islamici saranno presto la maggioranza in ISRAELE, poi, saranno presto la maggioranza, anche, in tutto il pianeta, quindi gli sharia nazisti: presto soffocheranno nel genocidio, tutti i popoli del mondo! Noi dobbiamo affermare due principi, 1. i diritti umani universali ONU: per cui è un delitto sia: la pedofilia che la poligamia, 2. e che: non entrano nel maggioritario politico i nazisti shariah: in specie e tutti i nazisti in genere.. quindi, agli islamici deve essere impedito di andare al Governo, e deve essere impedito l’accesso alla politica, in ogni parte del mondo, ad iniziare dalla LEGA ARABA! da questo punto di vista i Palestinesi sono una minaccia per il genere umano, come, lo sono anche: tutti i loro supporter. TEL AVIV, 15 GEN – In concomitanza con la Conferenza di Parigi per la pace in Medio Oriente, nelle strade di Israele e sui giornali sono comparsi vistosi annunci a pagamento che avvertono – in arabo – “Presto saremo la maggioranza”. Sullo sfondo si notano dimostranti arabi con bandiere palestinesi. La iniziativa giunge da ex responsabili della sicurezza di Israele – fra cui gli ex capi del Mossad Shabtay Shavit e Dany Yatom, l’ex capo di stato maggior Dan Halutz – che vogliono così mettere in guardia dal rischio di una annessione totale o parziale della Cisgiordania, come invocato da esponenti della Destra israeliana. Quella strada, avvertono, porterà ad uno Stato binazionale in cui in definitiva gli arabi saranno la maggioranza. Occorre dunque – a loro parere – una rapida separazione fra israeliani e palestinesi: se non nel contesto di accordi di pace definitivi, anche con mosse unilaterali provvisorie. http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/mediooriente/2017/01/15/israele-annunci-separazione-palestinesi_82bf19d4-21f1-405f-b6c8-5b723f7fcfcc.html

Mo: Ayrault apre a Parigi conferenza pace: il vigliacco Alfano: un imbecille che altri (sacerdoti di satana NWO massoni) gli dicono cosa, lui deve dire e pensare, proprio lui rappresenta i massoni traditori italiani. e questa conferenza ha del grottesco perché: sono assenti i diretti interessati: Israele e Abu Mazen, e, quindi, vogliono riproporre la fallita 66 anni: soluzione 2 stati: per vedere quanti israeliani e quanti palestinesi possono morire ancora! quindi al massimo questa conferenza a Parigi, la possono chiamare la conferenza per fare una nuova guerra su larga scala! “La Conferenza convocata oggi a Parigi e’ una conferenza futile. FATTA DA CRIMINALI CHE, SONO STATI SCONFITTI dalle ELEZIONI, che abusivamente conservano il potere perché sono i massoni traditori SIGNORAGGIO BANCARIO, CHE LORO, HANNO ROVINATO: BUROCRAZIA, PORNOGRAFIA E TASSAZIONE DEVITALIZZANTE TUTTI I POPOLI OCCIDENTALI, E CHE QUINDI, NON HANNO SAPUTO PROTEGGERE I LORO POPOLI, DALLA USURA SPA FED FMI BCE SATANISMO BANCHE CENTRALI: bestialismo, ecc.., ALTO TRADIMENTO IL SIGNORAGGIO BANCARIO e satanismo, relativismo e soffocazione della verità dei popoli.. Tutto l’attuale sistema mondiale è stato concordato dai SATANA SCIMMIE GENDER A SODOMA, tutti i NEMICI del REGNO DI DIO, di massoni francesi con i palestinesi islamo-nazisti pravy sector, “allo scopo di cercare di imporre ad Israele condizioni inconciliabili con i nostri interessi nazionali”: lo ha affermato il premier Benyamin Netanyahu aprendo la seduta settimanale del consiglio dei ministri. ”Ovviamente – ha proseguito – quella conferenza allontana la pace perche’ irrigidisce le posizioni palestinesi e li allontana da negoziati diretti senza precondizioni”. “Quella conferenza – ha concluso – riflette gli ultimi battiti del mondo di ieri: i traditori. Il domani avra’ un altro aspetto, e il domani e’ molto vicino”: e una implicita, veramente, soltanto, una allusione all’ingresso di Donald Trump alla Casa Bianca?

sono massoni: satanisti: sodomitici culto: spergiuri costituzionali, e violatori, stupratori della scienza, e della ricerca scientifica; delle ragioni razionali del creazionismo, soltanto per motivazioni ideologiche, tutte motivazioni dogmatiche, l’Anticristo, quindi sono parassiti traditori signoraggio bancario, governo occulto, governo parallelo internazionale, regime Banche Centrali private Spa Azionisti Rothschild i Farisei, che è bestialismo satana e GENDER Sodoma a tutti: il bestialismo! se dopo 66 anni di guerre e terrorismo: in ISRAELE, poi, Allah Akbar è arrivato, anche, fin al loro buco del culo, e non hanno capito niente, poi, il loro VERO obiettivo può essere soltanto, quello di ottenere la guerra mondiale nucleare prima che possa scoppiare la guerra civile ] Mc Cain deve essere arrestato per alto tradimento: calunnia e per vilipendio del Capo dello Stato! McCAIN è un traditore del genere umano e deve finire velocemente nel braccio della morte! [ ANSA e 666 SpA FED FMI il NetWork Satellite TV Bildenberg PD e regime massonico: NWO AIPAC occhio di lucifero shariah il GUFO è Allah, loro la devono smettere di sputare calunnie su tutto contro: tutti i loro avversari politici: che questo è un GOLPE MASSONICO, contro Netanyahu, contro Russia, contro Putin, Contro Trump e contro di me: Unius REI! quindi: teologia sostituzione genocidio questa malefica e corrotta religione islamica dopo avere spinto nella disperazione milioni di sui cittadini ora li vuole riversare sulla morente Europa massonica, alto tradimento Costituzionale il signoraggio bancario: pena di morte a tutti i traditori! DUBAI, 15 GEN http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/africa/2017/01/15/tunisia-disordini-a-meknassi_c7b32a7b-00d8-4f23-932f-39e313386600.html

#Taiwan ] [ forse il genere umano: sarà tutto sterminato da armi nucleari, quindi, potrà sopravvivere sulle isole (neutrali), quindi si può pretendere la neutralità di Taiwan, ma non si può dire al popolo di Taiwan, cosa deve o non deve fare, perché la sovranità è del popolo! ed io non accetto il nazismo da nessuno! 15 GEN – Il ministro degli Esteri cinese ha respinto l’ipotesi di Donald Trump di usare il sostegno di Taiwan come merce di scambio nei futuri negoziati tra le due parti. Il portavoce Lu Kang ha detto che la politica dell’ ‘unica Cina’ “non è negoziabile” ed è il fondamento politico dei rapporti tra Stati Uniti e Cina. Fin dal riconoscimento di Pechino nel 1979, Washington ha mantenuto solo legami informali con Taiwan, isola indipendente che Pechino considera proprio territorio, ma Trump, da quando ha vinto le elezioni, sostiene che potrebbe considerare il riconoscimento di Taiwan nell’ambito di un negoziato con la Cina su economia e commercio. http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/asia/2017/01/15/cina-a-usanon-negoziamo-sostegno-taiwan_350eb129-b5d0-49d9-8cce-6fd4c1fe9f6c.html

questo caso di Nicole Kidman è gravissimo e dice come dei nostri MEDIA noi non ci possiamo fidare: quì ci vuole la legge marziale! Tu sei schiavo impuro dhimmi in Sharia Law: teologia sostituzione genocidio ANSA e 666 SpA FED FMI il NetWork Satellite TV Bildenberg PD e regime massonico: NWO AIPAC occhio di lucifero shariah il GUFO è Allah, loro la devono smettere di sputare calunnie su tutto contro: tutto, contro Netanyahu, contro Russia, contro Putin, Contro Trump e contro di me! LOS ANGELES, 15 GEN – La star di Hollywood Nicole Kidman ha negato che la sua recente intervista alla Bbc che ha suscitato una bufera sui social media fosse un endorsement al presidente eletto Donald Trump: “mi hanno fraintesa stavo soltanto cercando di sottolineare che io credo nella democrazia e nella Costituzione americana”. http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/nordamerica/2017/01/15/trump-kidman-sono-stata-fraintesa_d4700998-d376-429e-9e38-d61373e22d97.html

Francesco Parisi 391.644 visualizzazioni, STOP FOLLIA GENDER. Francesco Parisi Da quanto leggo stanno cercando di zittire la signora de Mari nel modo più spregevole possibile, colpendola cioè professionalmente, pubblicamente e privatamente inviandole mail violente ed offensive.
Nel merito sono d’accordo con lei, un credente desisera la salvezza per se stesso e, se possibile, anche per gli altri. Quindi, come credenti siamo tenuti alla testimonianza, è un nostro dovere. Dato che, fra l’altro siamo in democrazia, abbiamo anche il diritto di esprimere la nostra opinione, che, con tutto il rispetto, non vale meno di quella degli attivisti LGBTQ.
Mi chiedo: possiamo farci sentire anche noi? L’editore Giunti, che pubblica i suoi libri (tradotti in tutto il mondo), può ricevere le nostre email di sostegno? Scrivo qui perché penso che il gruppo possa essere più organizzato ed efficace del singolo.
A proposito… info@giunti.it | silvana.demari@libero.it
http://silvanademari.iobloggo.com/610/liberta-di-parola-e-religione libertà di parola e religione. silvanademari.iobloggo.com Metri cubi di mail stanno arrivando all’editore Giunti, la loro pagina fb deve sempre essere ripulita Metri cubi di posta a me. La violenza incredibile di molte mail che ricevo, se ancora avessi avuto dei dubbi, mi dicono che sono sulla strada giusta, sull’unica percorribile….
Foto del profilo di maria teresa di marcoFoto del profilo di Leonardo 99
Leonardo 99 18:32+
Zitti zitti l’ateismo ci sarà imposto, il mercato come unica religione, il mondialismo come unico dogma, il materialismo unica dottrina e il multiculturalismo come unico dio
maria teresa di marco
19:32+
Vorrei sottolineare le contraddizioni dell’impostazione UE in merito ai cd diritti umani: il Corano non consente l’adozione ed è necessario un certo tipo di giudice per la tutela del minore. Non parliamo poi dell’assenza di parità di genere

==========
libertà di parola e religione. gen 2017 Silvana De Mari. Metri cubi di mail stanno arrivando all’editore Giunti, la loro pagina fb deve sempre essere ripulita Metri cubi di posta a me. La violenza incredibile di molte mail che ricevo, se ancora avessi avuto dei dubbi, mi dicono che sono sulla strada giusta, sull’unica percorribile. Se non lasciamo ai nostri figli la stessa libertà che abbiamo ricevuto dai nostri padri saremo stati degli indegni. Quando io ero bambina, subito dopo il terrificante bagno di sangue della seconda guerra mondale la nostra libertà di parola era molto alta. Ora il cosiddetto politicamente corretto ha imbavagliato la libertà di parola.
Sono stata per un certo tempo presidente dell’associazione Salviamo i Cristiani. Nonostante la cosmica mancanza di fondi, prima di sparire, l’associazione ha comunque risolto qualcosa, il soccorso a un gruppo di cristiani siriani rifugiati in Libano. Mi sono rimaste terrificanti foto, sul mio computer precedente, foto che non metto sul web per evitare l’effetto imitazione nel Jihad islamico. Ho la foto di un uomo cui è stata strappata la faccia da vivo, ho le innumerevoli foto di innumerevoli corpi carbonizzati sui pavimenti anneriti delle chiese nigeriane, innumerevoli crocefissi a Mosul non ci sono chiodi, le persone sono legate su croci, si muore per asfissia, impossibilità a espandere il torace. Sono 100.000 i cristiani assassinati ogni anno per la loro fede, sono 500 milioni i cristiani che vivono in luoghi dove la libertà di religione è vietata. Eppure l’ossessione è l’omofobia. L’ONU; la UE, Amnesty International ( bizzarra associazione di simpatici filo-islamici che considera il negare il matrimonio gay una forma di tortura) hanno fatto dei gay la loro bandiera: i gay occidentali, ovviamente. Quelli asiatici e africani continuano a subire persecuzioni, ma la stessa ONU che perseguita “l’omofobia” in occidente accetta che a presiedere la sua commissione Diritti Umani sia l’Arabia Saudita, che condanna a morte chi è attratto dal proprio sesso.
Chiediamo e pretendiamo per chi è attratto dal proprio sesso il diritto di vivere, di sopravvivere e di vivere come meglio crede, ma con altrettanta potenza rivendichiamo il diritto all’”omofobia”, ad affermare cioè che l’attrazione per i proprio sesso e l’erotismo con il proprio sesso siano deviazioni della sessualità, in cui compito è creare la generazione successiva mediante incontro di gamete maschile e femminile. Perché i poteri forti, tutti, che hanno un’indifferenza così atroce e granitica per interi popoli calpestati, per 100.000 cristiani uccisi ogni anno, insorgono contro l’omofobia? Perché i cosiddetti omosessuali e la loro protezione sono il grimaldello per scardinare la libertà di pensiero e di espressione, e per affossare definitivamente il cristianesimo.
Chiedo anche alle persone che si ritengono omosessuali di aiutarmi, di affiancarmi: la libertà di parola è un bene assoluto. Non approvo quello che dici , ma sono disposto a combattere perché tu lo possa dire ( No, non è una citazione di Voltaire, non lo ha mai detto) è un punto fondamentale e irrinunciabile. Altrimenti avrete dato la primogenitura, il diritto di vivere in un paese dove la libertà di parola è assoluta, in cambio di un piatto di lenticchie, il dubbio diritto di non dover ascoltare cose sgradite. Occorre essere liberali: se io penso che il vostro sia un disordine, un’incompletezza, a voi cosa vi cambia? Se io e gli amici miei pensiamo che San Paolo avesse ragione, a voi cosa vi cambia? Ve ne importa così tanto di essere approvati da tutti e sempre? È così irrinunciabile?
La libertà di parola è sotto attacco ed è sotto attacco la libertà religiosa. Se è vera la bizzarra affermazione dell’APA che l’omosessualità sia normale, allora il cristianesimo che la condanna va bandito. Le chiese che rifiutano di sposare persone dello stesso sesso saranno chiuse, le scuole cattoliche costrette a insegnare che il matrimonio gay è buono e giusto, i sacerdoti che leggono San Paolo o la distruzione di Sodoma saranno arrestati.
Secondo voi perché sono scesa in campo, cosa me lo fa fare?
La liberà di parola e di religione.
Quindi #l’omofobia è un diritto umano #Silvana De Mari: l’erba è verde.
Domani si parla di religione, ci risentiamo su questi argomenti lunedì. http://silvanademari.iobloggo.com/610/liberta-di-parola-e-religione%EF%BB%BF
============

il cassero di Bologna, 14 gen 2017 Silvana De Mari. il Cassero di Bologna è considerato un ente morale, che entra nelle scuole a insegnare l’etica. Le persone sessuate, quelle che sbagliando chiamano etero, mentre andrebbero semplicemente indicate con l’aggettivo normali, sanno che quelle descritte dal sito ilcasserosalute, orinarrsi addosso, gli uni con gli altri, defecarsi addosso, gli uni con gli altri, sfondare le fibre dello sfintere interno con il pugno che si apre, introdurre animali e oggetti nella cavità anorettale ( gli animali se posso dare un consiglio meglio defunti) sono perversioni, le praticano nel chiuso, chi le pratica non è ente morale. Questa roba, la sua banalizzazione nella società, la diffusione dell’erotismo anale anche tra persone sessuate, quelle che sbagliando si chiamano etero, la diffusione del sadomasochismo nasce dalla omosessualizzazione e pornografizzazione della società. Le persone sessuate, hanno a disposizione la sessualità, cioè la possibilità di arrivare al piacere mediante l’introduzione del pene in vagina, quindi le pratiche strane le fanno meno. Una parte del tempo e dello sperma viene usato per una pratica che non fa danno e non provoca dolore. Tra due maschi l’erotismo anale è 1)inevitabile 2) occupa la maggioranza del tempo. quindi l’erotismo che si scambiano due maschi è anale, sempre violento, la penetrazione anale è violenza ( e chi dice il contrario non sa come è fatto l’ano) e sadico. La violenza resta violenza anche con il consenso della vittima. Inoltre, sempre, a meno che la persona passiva non abbia fatto un ricco clistere, come si può leggere sui siti gay , (siti sui quali è possibile acquistare il materiale necessario, pompe per clistere molto hot e il top dei top il clistere doppio da fare in coppia ,) nell’atto erotico tra due uomini, un uomo estrae il suo pene sporco di materiale fecale. Questo in epoca preantibiotica causava conseguenze tragiche non solo sue due , ma anche sulla tribù, visto che non sempre i batteri fecali sono innocui. Non è un caso che le uniche due civiltà che hanno tollerato l’omoerotismo siano greci e romani che avevano acqua corrente e schiavi, che subivano loro la parte passiva, per poi aumentare il rischio di morire di ascessi anali e perianali, emorragie da emorroidi lacerate e cancro, eccetera, la profanazione della virilità a contatto con le feci è il motivo della condanna da parte del Cristianesimo. Il Cristianesimo è omofobo. Se l’omofobia è sbagliata allora è sbagliato il Cristianesimo ed è giusto che sia vietato: se la Clinton avesse vinto nel suo programma c’era la chiusura delle chiese omofobe, quelle che rifiutavano il matrimonio gay. Quindi io mi batto per il diritto all’omofobia. In un paese liberale un uomo ha diritto di infilare il suo pene nella cavità anorettale di un altro uomo, e io ho il diritto di non approvare e consigliare la castità, anzi ho il dovere di non approvare e consigliare la castità.. L’unica soluzione è che quello che un uomo fa del suo pene appartenga alla sfera privata, venga tolto dalla sfera pubblica. Se resta nella sfera pubblica l’omofobia deve essere un diritto umano riconosciuto, altrimenti salta la libertà di parola e salta il Cristianesimo. #l’omofobiaèundirittoumano#

====================

AAAAAAAAAAAAahhhhhhhhhhhhhh ] le feci ideologiche di OBAMA !!! [[ anche tu puoi diventare omofobo se sai come farlo, 13 gen 2017. 22:12 – Silvana De Mari. Dagospia mi definisce, “l’esorcista del diavolo del sesso anale”. L’asessualità omoerotica , la cosiddetta omosessualità, è più cool, è carina fino a che la considera come due ragazzoni belli e sani che si guardano negli occhi come nelle pubblicità dell’IKEA. Invece è erotismo anale. Tra l’altro, nella mia carriera di medico e di chirurgo, e noi ci occupiamo del tubo digerente, testimonio il fastidio e il dolore che danno esplorazioni rettali ed endoscopie. Per potercisi divertire è indispensabile un’inversione degli schemi del piacere e del dolore, come nel maso. Invito tutti a visitare il sito gay ilcasserosalute.it, indovinate un po’, si parla di ano e di feci. Benedico questo sito: consiglia di infilare nell’ano solo oggetti non appuntati, senza dannate parti in vetro, e di non infilarli troppo: a nome di tutti i disgraziati medici che hanno passato una notte ( o un giorno) a cercare di estrarre l’oggetto in qualche pronto soccorso ringrazio commossa. Nel sito si può scoprire che la tecnica di orinare addosso a un altra persona e farsi orinare addosso dall’altra persona si chiama pissing, mentre lo scatting consiste nel tirarsi addosso le feci. Il fisting consiste nell’infilare nell’ano la mano chiusa e poi aprirla. Tranquilli questi sono sani di mente perchè l’ha detto l’APA. Uomini adulti che giocano a tirarsi le feci addosso sono normali e se a te non piace sei omofobo.
Bene: l’omofobia è un diritto umano. Anche tu puoi diventare omofobo se sai come farlo. Guarda il sito del casserosalute.it e se non diventi omofobo vuol dire che hai subito una lobotomia. A te cosa ti cambia se loro sono contenti? mi cambia perché due tizi o tre che si tirano le feci addosso e che lo scrivono stanno profanando la loro umanità e la mia, stanno spargendo batteri fecali in giro, se hanno fatto il fisting dovrò curargli l’incontinenza fecale a spese de sistema sanitario loro hanno il diritto di farlo e io ho il diritto di affermare, scrivere, che lo trovo immondo. E infine i consigli di salute di dagospia, eccoli qui: anche cateterizzare un paziente è una dannazione e questi ci si divertono. La asessualità omoerotica è un disturbo isterico con un’inversione del senso del piacere e del dolore e una totale perdita del senso della dignità.
http://www.dagospia.com/…/sounding-no-non-mettere-musica-me…
Vi prego, non mettete animali vivi nella cavità anorettale se proprio dovete cacciarvi dentro una lucertola , che sia defunta.
Anche tu puoi diventare omofobo se sai come farlo: leggi i siti gay.
Amici di Bologna, non permettete che gli attivisti del Cassero entrino nelle scuole, non permettete che abbiano fondi del comune. http://silvanademari.iobloggo.com/

===============

AAAAAAAAAAAAahhhhhhhhhhhhhh ] le feci ideologiche di OBAMA !!! [[ e allora cosa c’è di strano anche io sono la REGINA Elisabetta II (Elizabeth Alexandra Mary; Londra, 21 aprile 1926) è la regina del Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord. Figlia maggiore di re Giorgio Ano-rettale ideologia Darwin GENDER la passionaria Rothschild satana JaBullOn a tutti!

====================

sifilide e omosessualità, 13 gen 2017 16:28 – Silvana De Mari, Pillole di scienza. SIFILIDE E OMOSESSUALITA’ Le numerose recenti epidemie di sifilide primo-secondaria registrate specialmente nell’Europa occidentale vedono come principali fattori di rischio: l’omosessualità (45-90%) – l’essere occidentali – il sesso anale non protetto – il ruolo del sesso orale (unico fattore di rischio nel 50-60% dei casi ). Questi dati sono confermati da alcune casistiche europee. Nella casistica della città di Manchester (9) (10): il rischio era solo sesso orale in 19/39 nuovi casi di sifilide in omosessuali (2001) – tra i 414 casi osservati il 61% pensava che il sesso orale fosse a rischio ma non usava il preservativo (2003). In una casistica della città di Londra (2004) il sesso orale era l’unico fattore di rischio in 53/103 omosessuali con sifilide (51%). Come noto, inoltre, le lesioni ulcerative della sifilide facilitano l’ingresso dell’HIV (rischio 2-5volte più elevato). Come risulta dalla letteratura, la coinfezione sifilide-HIV negli omosessuali ha una prevalenza, nelle diverse casistiche, dal 10 al 70% (50% casistica di Parigi)(41); è segnalato anche un aumento di incidenza lesioni primitive sifilitiche al cavo orale. Le linee guida del CDC di Atlanta 2006 mostrano come gli uomini omosessuali siano una popolazione ad alto rischio per l’infezione da HIV in quanto più propensi a comportamenti sessuali non sicuri. Negli ultimi 10 anni si è registrato un continuo aumento di sifilide e uretriti in questa popolazione. Consigliamo quindi di eseguire sierologia HIV, lue, clamidia ogni 3-6 mesi e di promuovere l’uso del profilattico.(Negrosanti) Bibliografia
. Workowski KA, Berman SM. Sexually transmitted diseases treatment guidelines, 2006. MMWR Recomm Rep. 2006 Ago 4;55(RR-11):1-94. Imrie J, Lambert N, Mercer CH, Copas AJ, Phillips A, Dean G, Watson R, Fisher M. Refocusing health promotion for syphilis prevention: results of a case-control study of men who have sex with men on England’s south coast. Sex Transm Infect. 2006 Feb ;82(1):80-3.
. Hansdotter F, Bratt G, Edlund M, Velicko I, Pettersspn F, Karlsson A, Blaxhult A. [Increase of syphilis among men who have sex with men]. Lakartidningen. 106(1-2):32-5. 44.Giuliani M, Palamara G, Latini A, Maini A, Di Carlo A. Evidence of an outbreak
Tai E, Sanchez T, Lansky A, Mahle K, Heffelfinger J, Workowski K. Self-reported syphilis and gonorrhoea testing among men who have sex with men: national HIV behavioural surveillance system, 2003-5. Sex Transm Infect. 2008 Nov ;84(6):478-82. 14. Workowski KA, Berman SM. Sexually transmitted diseases
In attesa che gli autori delle ricerche riportate vengano denunciati per omofobia ed espulsi dall’ordine dei medici, prendiamo atto che la pericolosità medica del comportamento omoerotico maschile è grave ora, figuriamoci cosa era in epoca preantibiotica e pre preservativo.
E quindi? e quindi l’omofobia è un diritto umano. Oggi, epoca in cui disponiamo di antibiotici, e antivirali e preservativi l’omosessualità maschile è epidemiologicamente devastante. Immaginate che cosa era la sifilide prima degli antibiotici? Lo sapete? E la gonorrea? E le epatiti? Esistevano e uccidevano anche prima che le si nominasse, poi herpes, clamidia, eccetera. Quindi la cosiddetta omosessualità i ( in realtà asessualità omoerotica, la sessualità è solo tra maschile e femminile) creava orrore ed era rigidamente condannata. Da notare che manca la condanna per il lesbismo, molto meno dannoso, che rientra in un generico non commettere atti impuri, ( e che in effetti non causa un aumento di morbilità, nè ha fatto danni epidemiologici, per cui non ne parlo mai, perché dovrei?) ma non viene condannato specificatamente. L’ erotismo anale ( il sesso anale non esiste, l’ano non fa parte dell’apparato riproduttivo) è condannato con uguale veemenza sia quando condotto su un uomo che su una donna, ovviamente. Il punto fondamentale è un altro. Il cervello normale istintivamente rifugge il dolore e il pericolo. Molte persone provano ripugnanza all’idea di un pene che entra in un ano sfondando le fibre dello sfintere interno ( sempre) e causando lacerazioni, sia pure piccolissime alle mucose. Quindi molte persine sono omofobe. L’omofobia deve far parte del normale diritto al pensiero libero Deve far parte del normale diritto di parola Abbiamo il diritto di essere omofobi nelle nostre affermazioni scientifiche, nelle nostre Chiese, leggendo i passi di San Paolo e della Bibbia e la condanna di Cristo della sodomia, abbiamo il diritto di continuare a leggere Dante, abbiamo il diritto di dirlo. Perché altrimenti con la scusa dell’omofobia, stanno distruggendo la libertà di parola, e la libertà di parola è un diritto inalienabile per cui si combatte e si muore. Il diritto alla libertà religiosa è un diritto inalienabile per cui si combatte e si muore. Supponiamo che l’omofobia sia sbagliata? La libertà di parola riguarda anche le idee sbagliate. Quindi omofobi, alziamoci in piedi a facciamo sentire le nostre voci. Quello che le persone fanno dalla cintura in giù deve fare parte del loro privato. Molte persone omoerotiche vogliono solo vivere in pace, e hanno il diritto di farlo, esattamente come io ho il diritto di dire che se trasformano il loro amore in una amicizia virile sarà molto più salubre. Il movimento lgbt mi nega questo diritto. Il movimento lgbt, non eletto da nessuno, che non rappresenta nessuno salvo sè stesso, finanziato con il denaro pubblico in una nazione dove un artificiere deve cercarsi da solo il denaro per la protesi, sta osando mettere in discussione la libertà di parola. Non lo permettiamo. Ho l’onore di appartenere a una famiglia che ha combattuto per l’Italia e contro il Fascismo. Ho lo stesso cognome di Barbara De Mari, mia antenata, che in Corsica nell’XI secolo combatteva i saraceni con l’ascia, quindi ho un’abitudine familiare al coraggio. Nei miei libri insegno il coraggio. Ho il dovere per ognuno dei ragazzi che hanno letto i miei libri , di combattere per la loro libertà di parola, per la loro libertà di pensiero, per la loro libertà religiosa.
questo l’ho pubblicato in chiaro. vado alla guerra. L’umanità è passata dal dogma dell’infallibilità del Papa al dogma dell’infallibilità dall’APA. L’APA, associazione psichiatri americani ha stabilito negli anni 70, la normalità dei cosiddetti omosessuali, vale dire persone con comportamenti erotici verso persone della stesso sesso (una negazione quindi della sessualità) che sarebbe corretto definire omoerotici. Ricordo che la sessualità è un modo della biologia di creare la generazione successiva mediante incontro di maschile e femminile, dove questo incontro non c’è non c’è sessualità. Una pratica che può causare patologie e patologie gravi non può essere considerata equiparabile alla sessualità normale. L’affermazione dell’APA è gravissima non solo perché è falsa, ma perché afferma che un atto che porta lo sperma a morire in mezzo alle feci ha lo stesso valore di un atto che porta lo sperma dove potrebbe nascere la vita. Cioè afferma che la vita non ha valore. Proprio perché amiamo le persone con comportamenti omoerotici è nostro dovere di medici, psicologi e caregiver avvertire che attuare comportamenti erotici di questo genere può causare patologia e patologia grave per danni meccanici, infettivi, infiammatori e degenerativi. Qualsiasi medico non faccia questa azione di prevenzione si pone nelle condizioni di un medico che rifiuti l’informazione della pericolosità del fumo.
Due più due fa quattro e l’erba è verde.
Per la difesa dell’ovvio. Continua…

=================

kinsey. 12 gen 2017. 20:08 – Silvana De Mari. Silvana de Mari, http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/1995/12/09/le-memorie-di-un-pedofilo-nel-rapporto.html Riporto dal sito La Repubblica che essendo laico dice la verità, mentre i cattolici raccontano balle e sono scemi, alcune notizie biografiche sul dottor Kinsey, l’autore del mitico rapporto Kinsey, il primo grande sessuologo secondo la vulgata del pensiero unico che ha affrontato il sesso senza tabù. Per la serie i grandi eroi del pensiero laico. tra i tabù che il dottor Kinsey ha sfidato c’è il consenso del partner e una sua età decente. Kinsey era uno stupratore pedofilo. Nel suo rapporto riportò il risultato di questionari che poneva alla gente, così che la sessualità potesse essere analizzata. L’analisi è sempre un’operazione violenta, si smembra qualcosa, lo si riduce in pezzi Gravissima fu l’operazione fatta da Kinsey, la negazione della sacralità e dell’affettività, da cui nasce tutta la sessuologia moderna, arida e terribile, che si è persa anche la secondaria nozione che il sesso serve per riprodursi e che quindi è parecchio più divertente, se i due che lo fanno si vogliono bene, talmente bene che potrebbero fare un piccolo insieme Perché il sesso serve per fabbricare la generazione successiva. Il rapporto Kinsey era falso, il pedofilo stupratore taroccò i dati. Indovinate che dottore era? Uno psichiatra. e la psichiatria, come non mi stancherò mai di scrivere, è una parte della pratica medica ancora priva di possibilità di convalida istologica e anatomopatologica. La psichiatria è opinabile. Uno psichiatra scrive quello che ha pensato al mattino davanti alla tazzina di caffè, lo firma e se altri psichiatri sono d’accordo, allora quella è scienza. I dati del dottor Kinsey non solo erano taroccati. Uno psichiatra che tarocca i dati? maddai! Gli psichiatri sono tutti onesti e seri. lo sapevano bene i detenuti politici, oooops, i pazienti dei manicomi sovietici. Quindi era scritto sul rapporto Kinsey? era vero. In realtà anche se i dati non fossero stati taroccati, anche se fossero stati riportati i questionari con le risposte vere, i dati sarebbero stati falsi. La risposta a “quante volte si masturbano le persone in media” è falsa. Una persona sana di mente, se qualcuno chiede quante volte si masturba, sputa in faccia a chi fa la domanda, perché una persona sana di mente sa che la sessualità fa parte della sfera privata dell’individuo, e che la folle domanda , lei quante volte si masturba, sotto l’apparente forma di domanda, contiene due affermazioni dogmatiche:.masturbarsi è lecito ed è lecito parlarne. Lei ha mai fatto sesso anale? Lei ha avuto esperienze sessuali sotto i 12 anni?. Quindi i questionari sessuologici, anche quando riportino le risposte correttamente, sono falsi, perché le risposte sono valide solo per la percentuale di bizzarri individui che risponde. Come è cominciata la marcia a tappe forzate verso la banalizzazione del sesso, la banalizzazione della pornografia e l’accettazione della pedofilia. Il rapporto Kinsey e l’importanza che il mondo di psichiatri e psicologi dette a questa mostruosità. Silvana DE Mari.

mamma. 11 gen 2017 21:48 – Silvana De Mari. Nel suo ultimo sms mentre aspettava di essere abbattuto come un cane arrabbiato, come si abbattono gli animali che per un qualsiasi motivo epidemiologico non siano più ritenuti degni di vivere , una della vittime della strage di Orlando si è rivolto a sua madre. Sto per morire mamma. Mentre le fiamme si avvicinavano sempre di più una giovane donna intrappolata in una della due maledette torri ha telefonato alla madre. Sto per morire mamma.
Il legame enorme, ancestrale, il legame per eccellenza è con la madre. Esistono orfani, esistono abbandonati, certo , ma questa è la patologia , l’eccezione. Ma persino quegli orfani, quegli abbandonati sanno che una madre è esistita, forse è morta come quella di Voldemort, forse se li è venduti come la mamma di Raperonzolo, forse è una demente criminale , anche questo è possibile, ma è esistita. Le non maternità criminali dove due uomini ricchi comprano gli ovuli di una donna in genere bionda e affittano l’utero di una tizia in genere più scuretta (costa meno) creano un individuo che non ha una madre , che quando morirà ammazzato come un cane dal terrorista di turno non avrà nessuno da invocare. E intanto che il terrorista di turno si prepara girerà per i giardinetti pigolando questa unica parola mamma come un disperso in un mondo alieno. Donazione di ovuli è un ammasso di sillabe. Uno pensa a un colpo di bacchetta magica e l’ovetto esce dal corpo in maniera incruenta e indolore per essere impacchettato in carta dorata come un dono appunto. La donazione di ovuli presuppone una sberla di ormoni che causano una serie di rogne , la sindrome da iper stimolazione , dalla nausea alla ritenzione idrica, invecchiamento del corpo e delle ovaie ( qualche donazione e si arriva alla sterilità ) fino alla trombosi venosa e , perché no anche quella arteriosa, fino alla CID coagulazione intravasale disseminata che per fortuna è rarissima perché può essere mortale. Oibó ! Non lo sapevate? Pensavate che fosse indolore e innocuo? Sul serio? Maddddai! Forse quella parola donazione vi ha suggerito un’idea così scema,
chiedo scusa ma è l’unico termine per indicare chi pensa che un prelievo trans vaginale ( rischi: infezione pelvica , sanguinamenti gravi per interessamento involontario dei vasi iliaci, che preferirebbero che a loro non si interessasse nessuno ma anche i chirurghi migliori sbagliano. La chirurgia sicura al 100 % non esiste ) in narcosi (nemmeno la narcosi sicura al 100% esiste ) dopo un “bombardamento” di ormoni fosse una cosa che lascia uguali a prima? Ci sono i datori di lavoro che sfruttano il corpo del lavoratore , ci sono quelli che sfruttano la sua salute , la sua fertilità , la sua anima, perché non è come donare un rene , per tutta la vita la donna che si è lasciata convincere a questo abominio si chiederà che fine avranno fatto i suoi ovuli , che portano il suo patrimonio genetico , chi è nato, qualcuno che forse ha il suo sorriso i suoi occhi e che forse nel buio dirà la parola mamma. È ora arriviamo al secondo step di questo tripudio di civiltà: la proprietaria dell’utero. Segue. Non ve lo perdete. La verità vi renderà liberi, la verità non il politicamente corretto che è la più aberrante firma di annientamento del pensiero mai vista.

chi sono Silvana De Mari, Torino archivio oggi  2017      gennaio    2016 2015 2014 2013 2012        varie  segui questo blog RSS Post RSS Commenti  segui questo blog! tagcloud aborto annunciazione. antisemitismo bet ya or cacciatore di biancaneve cristiani donazione di ovuli dsm pedofilia apa intervista genitori adottivi islam matrimonio delle bambine. morte nigeria pakistan religione satanismo senza madre strage di bologna terrorismo utero in affitto testo libero links statistiche 179013 visite di cui 13 adesso. Saretta:* adsense libertà di parola e religione 14 gen 2017 19:06 – Silvana De Mari – varie     Metri cubi di mail stanno arrivando all’editore Giunti, la loro pagina fb deve sempre essere ripulita Metri cubi di posta a me. La violenza incredibile di molte mail che ricevo, se ancora avessi avuto dei dubbi, mi dicono che sono sulla strada giusta, sull’unica percorribile. Se non lasciamo ai nostri figli la stessa libertà che abbiamo ricevuto dai nostri padri saremo stati degli indegni. Quando io ero bambina, subito dopo il terrificante bagno di sangue della seconda guerra mondale la nostra libertà di parola era molto alta. Ora il cosiddetto politicamente corretto ha imbavagliato la libertà di parola. Sono stata per un certo tempo presidente dell’associazione Salviamo i Cristiani. Nonostante la cosmica mancanza di fondi, prima di sparire, l’associazione ha comunque risolto qualcosa, il soccorso a un gruppo di cristiani siriani rifugiati in Libano. Mi sono rimaste terrificanti foto, sul mio computer precedente, foto che non metto sul web per evitare l’effetto imitazione nel Jihad islamico. Ho la foto di un uomo cui è stata strappata la faccia da vivo, ho le innumerevoli foto di innumerevoli corpi carbonizzati sui pavimenti anneriti delle chiese nigeriane, innumerevoli crocefissi a Mosul non ci sono chiodi, le persone sono legate su croci, si muore per asfissia, impossibilità a espandere il torace. Sono 100.000 i cristiani assassinati ogni anno per la loro fede, sono 500 milioni i cristiani che vivono in luoghi dove la libertà di religione è vietata. Eppure l’ossessione è l’omofobia. L’ONU; la UE, Amnesty International ( bizzarra associazione di simpatici filoislamici che considera il negare il matrimonio gay una forma di tortura) hanno fatto dei gay la loro bandiera: i gay occidentali, ovviamente . Quelli asiatici e africani continuano a subire persecuzioni, ma la stessa ONU che perseguita “l’omofobia” in occidente accetta che a presiedere la sua commissione Diritti Umani sia l’Arabia Saudita, che condanna a morte chi è attratto dal proprio sesso. Chiediamo e pretendiamo per chi è attratto dal proprio sesso il diritto di vivere, di sopravvivere e di vivere come meglio crede, ma con altrettanta potenza rivendichiamo il diritto all’”omofobia”, ad affermare cioè che l’attrazione per i proprio sesso e l’erotismo con il proprio sesso siano deviazioni della sessualità, in cui compito è creare la generazione successiva mediante incontro di gamete maschile e femminile. Perché i poteri forti, tutti, che hanno un’indifferenza così atroce e granitica per interi popoli calpestati, per 100.000 cristiani uccisi ogni anno, insorgono contro l’omofobia? Perché i cosiddetti omosessuali e la loro protezione sono il grimaldello per scardinare la libertà di pensiero e di espressione, e per affossare definitivamente il cristianesimo. Chiedo anche alle persone che si ritengono omosessuali di aiutarmi, di affiancarmi: la libertà di parola è un bene assoluto. Non approvo quello che dici , ma sono disposto a combattere perché tu lo possa dire ( No, non è una citazione di Voltaire, non lo ha mai detto) è un punto fondamentale e irrinunciabile. Altrimenti avrete dato la primogenitura, il diritto di vivere in un paese dove la libertà di parola è assoluta, in cambio di un piatto di lenticchie, il dubbio diritto di non dover ascoltare cose sgradite. Occorre essere liberali: se io penso che il vostro sia un disordine, un’incompletezza, a voi cosa vi cambia? Se io e gli amici miei pensiamo che San Paolo avesse ragione, a voi cosa vi cambia? Ve ne importa così tanto di essere approvati da tutti e sempre? È così irrinunciabile? La libertà di parola è sotto attacco ed è sotto attacco la libertà religiosa. Se è vera la bizzarra affermazione dell’APA che l’omosessualità sia normale, allora il cristianesimo che la condanna va bandito. Le chiese che rifiutano di sposare persone dello stesso sesso saranno chiuse, le scuole cattoliche costrette a insegnare che il matrimonio gay è buono e giusto, i sacerdoti che leggono San Paolo o la distruzione di Sodoma saranno arrestati. Secondo voi perché sono scesa in campo, cosa me lo fa fare? La liberà di parola e di religione. Quindi #l’omofobia è un diritto umano# Silvana De Mari: l’erba è verde. Domani si parla di religione, ci risentiamo su questi argomenti lunedì. condividi

–    il cassero di Bologna 14 gen 2017 07:05 – Silvana De Mari – varie  il Cassero di Bologna è considerato un ente morale, che entra nelle scuole a insegnare l’etica. Le persone sessuate, quelle che sbagliando chiamano etero, mentre andrebbero semplicemente indicate con l’aggettivo normali, sanno che quelle descritte dal sito ilcasserosalute, orinarrsi addosso, gli uni con gli altri, defecarsi addosso, gli uni con gli altri, sfondare le fibre dello sfintere interno con il pugno che si apre, introdurre animali e oggetti nella cavità anorettale ( gli animali se posso dare un consiglio meglio defunti) sono perversioni, le praticano nel chiuso, chi le pratica non è ente morale. Questa roba, la sua banalizzazione nella società, la diffusione dell’erotismo anale anche tra persone sessuate, quelle che sbagliando si chiamano etero, la diffusione del sadomasochismo nasce dalla omosessualizzazione e pornografizzazione della società. Le persone sessuate, hanno a disposizione la sessualità, cioè la possibilità di arrivare al piacere mediante l’introduzione del pene in vagina, quindi le pratiche strane le fanno meno. Una parte del tempo e dello sperma viene usato per una pratica che non fa danno e non provoca dolore. Tra due maschi l’erotismo anale è 1)inevitabile 2) occupa la maggioranza del tempo. quindi l’erotismo che si scambiano due maschi è anale, sempre violento, la penetrazione anale è violenza ( e chi dice il contrario non sa come è fatto l’ano) e sadico. La violenza resta violenza anche con il consenso della vittima. Inoltre, sempre, a meno che la persona passiva non abbia fatto un ricco clistere, come si può leggere sui siti gay , (siti sui quali è possibile acquistare il materiale necessario, pompe per clistere molto hot e il top dei top il clistere doppio da fare in coppia ,) nell’atto erotico tra due uomini, un uomo estrae il suo pene sporco di materiale fecale. Questo in epoca preantibiotica causava conseguenze tragiche non solo sue due , ma anche sulla tribù, visto che non sempre i batteri fecali sono innocui. Non è un caso che le uniche due civiltà che hanno tollerato l’omoerotismo siano greci e romani che avevano acqua corrente e schiavi, che subivano loro la parte passiva, per poi aumentare il rischio di morire di ascessi anali e perianali, emorragie da emorroidi lacerate e cancro, eccetera, la profanazione della virilità a contatto con le feci è il motivo della condanna da parte del Cristianesimo. Il Cristianesimo è omofobo. Se l’omofobia è sbagliata allora è sbagliato il Cristianesimo ed è giusto che sia vietato: se la Clinton avesse vinto nel suo programma c’era la chiusura delle chiese omofobe, quelle che rifiutavano il matrimonio gay. Quindi io mi batto per il diritto all’omofobia. In un paese liberale un uomo ha diritto di infilare il suo pene nella cavità anorettale di un altro uomo, e io ho il diritto di non approvare e consigliare la castità, anzi ho il dovere di non approvare e consigliare la castità.. L’unica soluzione è che quello che un uomo fa del suo pene appartenga alla sfera privata, venga tolto dalla sfera pubblica. Se resta nella sfera pubblica l’omofobia deve essere un diritto umano riconosciuto, altrimenti salta la libertà di parola e salta il Cristianesimo. #l’omofobiaèundirittoumano# Amici di Bologna, non permettete che gli attivisti del Cassero entrino nelle scuole, non permettete che abbiano fondi del comune. TAGS il cassro (1) condividi

–    anche tu puoi diventare omofobo se sai come farlo 13 gen 2017 22:12 – Silvana De Mari – varie  Dagospia mi definisce, “l’esorcista del diavolo del sesso anale”. L’asessualità omoerotica , la cosiddetta omosessualità, è più cool, è carina fino a che la considera come due ragazzoni belli e sani che si guardano negli occhi come nelle pubblicità dell’IKEA. Invece è erotismo anale. Tra l’altro, nella mia carriera di medico e di chirurgo, e noi ci occupiamo del tubo digerente, testimonio il fastidio e il dolore che danno esplorazioni rettali ed endoscopie. Per potercisi divertire è indispensabile un’inversione degli schemi del piacere e del dolore, come nel maso. Invito tutti a visitare il sito gay ilcasserosalute.it, indovinate un po’, si parla di ano e di feci . Benedico questo sito: consiglia di infilare nell’ano solo oggetti non appuntati , senza dannate parti in vetro, e di non infilarli troppo: a nome di tutti i disgraziati medici che hanno passato una notte ( o un giorno) a cercare di estrarre l’oggetto in qualche pronto soccorso ringrazio commossa. Nel sito si può scoprire che la tecnica di orinare addosso a un altra persona e farsi orinare addosso dall’altra persona si chiama pissing, mentre lo scatting consiste nel tirarsi addosso le feci. Il fisting consiste nell’infilare nell’ano la mano chiusa e poi aprirla. Tranquilli questi sono sani di mente perchè l’ha detto l’APA. Uomini adulti che giocano a tirarsi le feci addosso sono normali e se a te non piace sei omofobo. Bene: l’omofobia è un diritto umano. Anche tu puoi diventare omofobo se sai come farlo. Guarda il sito del casserosalute.it e se non diventi omofobo vuol dire che hai subito una lobotomia. A te cosa ti cambia se loro sono contenti? mi cambia perché due tizi o tre che si tirano le feci addosso e che lo scrivono stanno profanando la loro umanità e la mia, stanno spargendo batteri fecali in giro, se hanno fatto il fisting dovrò curargli l’incontinenza fecale a spese de sistema sanitario loro hanno il diritto di farlo e io ho il diritto di affermare, scrivere, che lo trovo immondo. E infine i consigli di salute di dagospia, eccoli qui: anche cateterizzare un paziente è una dannazione e questi ci si divertono. La asessualità omoerotica è un disturbo isterico con un’inversione del senso del piacere e del dolore e una totale perdita del senso della dignità. http://www.dagospia.com/…/sounding-no-non-mettere-musica-me… Vi prego, non mettete animali vivi nella cavità anorettale se proprio dovete cacciarvi dentro una lucertola , che sia defunta. Anche tu puoi diventare omofobo se sai come farlo: leggi i siti gay.  condividi

–    sifilide e omosessualità 13 gen 2017 16:28 – Silvana De Mari – varie  Pillole di scienza SIFILIDE E OMOSESSUALITA’ Le numerose recenti epidemie di sifilide primo-secondaria registrate specialmente nell’Europa occidentale vedono come principali fattori di rischio: l’omosessualità (45-90%) – l’essere occidentali – il sesso anale non protetto – il ruolo del sesso orale (unico fattore di rischio nel 50-60% dei casi ). Questi dati sono confermati da alcune casistiche europee. Nella casistica della città di Manchester (9) (10) : il rischio era solo sesso orale in 19/39 nuovi casi di sifilide in omosessuali (2001) – tra i 414 casi osservati il 61% pensava che il sesso orale fosse a rischio ma non usava il preservativo (2003). In una casistica della città di Londra (2004) il sesso orale era l’unico fattore di rischio in 53/103 omosessuali con sifilide (51%). Come noto, inoltre, le lesioni ulcerative della sifilide facilitano l’ingresso dell’HIV (rischio 2-5volte più elevato). Come risulta dalla letteratura, la coinfezione sifilide-HIV negli omosessuali ha una prevalenza, nelle diverse casistiche, dal 10 al 70% (50% casistica di Parigi)(41); è segnalato anche un aumento di incidenza lesioni primitive sifilitiche al cavo orale. Le linee guida del CDC di Atlanta 2006 mostrano come gli uomini omosessuali siano una popolazione ad alto rischio per l’infezione da HIV in quanto più propensi a comportamenti sessuali non sicuri. Negli ultimi 10 anni si è registrato un continuo aumento di sifilide e uretriti in questa popolazione. Consigliamo quindi di eseguire sierologia HIV, lue, clamidia ogni 3-6 mesi e di promuovere l’uso del profilattico.(Negrosanti) Bibliografia . Workowski KA, Berman SM. Sexually transmitted diseases treatment guidelines, 2006. MMWR Recomm Rep. 2006 Ago 4;55(RR-11):1-94. . Imrie J, Lambert N, Mercer CH, Copas AJ, Phillips A, Dean G, Watson R, Fisher M. Refocusing health promotion for syphilis prevention: results of a case-control study of men who have sex with men on England’s south coast. Sex Transm Infect. 2006 Feb ;82(1):80-3. . Hansdotter F, Bratt G, Edlund M, Velicko I, Pettersspn F, Karlsson A, Blaxhult A. [Increase of syphilis among men who have sex with men]. Lakartidningen. 106(1-2):32-5. 44.Giuliani M, Palamara G, Latini A, Maini A, Di Carlo A. Evidence of an outbreak Tai E, Sanchez T, Lansky A, Mahle K, Heffelfinger J, Workowski K. Self-reported syphilis and gonorrhoea testing among men who have sex with men: national HIV behavioural surveillance system, 2003-5. Sex Transm Infect. 2008 Nov ;84(6):478-82. 14. Workowski KA, Berman SM. Sexually transmitted diseases In attesa che gli autori delle ricerche riportate vengano denunciati per omofobia ed espulsi dall’ordine dei medici, prendiamo atto che la pericolosità medica del comportamento omoerotico maschile è grave ora, figuriamoci cosa era in epoca preantibiotica e pre preservativo. E quindi? e quindi l’omofobia è un diritto umano. Oggi, epoca in cui disponiamo di antibiotici, e antivirali e preservativi l’omosessualità maschile è epidemiologicamente devastante. Immaginate che cosa era la sifilide prima degli antibiotici? Lo sapete? E la gonorrea? E le epatiti? Esistevano e uccidevano anche prima che le si nominasse, poi herpes, clamidia, eccetera. Quindi la cosiddetta omosessualità i ( in realtà asessualità omoerotica, la sessualità è solo tra maschile e femminile) creava orrore ed era rigidamente condannata. Da notare che manca la condanna per il lesbismo, molto meno dannoso, che rientra in un generico non commettere atti impuri, ( e che in effetti non causa un aumento di morbilità, nè ha fatto danni epidemiologici, per cui non ne parlo mai, perché dovrei?) ma non viene condannato specificatamente. L’ erotismo anale ( il sesso anale non esiste, l’ano non fa parte dell’apparato riproduttivo) è condannato con uguale veemenza sia quando condotto su un uomo che su una donna, ovviamente. Il punto fondamentale è un altro. Il cervello normale istintivamente rifugge il dolore e il pericolo. Molte persone provano ripugnanza all’idea di un pene che entra in un ano sfondando le fibre dello sfintere interno ( sempre) e causando lacerazioni, sia pure piccolissime alle mucose. Quindi molte persine sono omofobe. L’omofobia deve far parte del normale diritto al pensiero libero Deve far parte del normale diritto di parola Abbiamo il diritto di essere omofobi nelle nostre affermazioni scientifiche, nelle nostre Chiese, leggendo i passi di San Paolo e della Bibbia e la condanna di Cristo della sodomia, abbiamo il diritto di continuare a leggere Dante, abbiamo il diritto di dirlo. Perché altrimenti con la scusa dell’omofobia, stanno distruggendo la libertà di parola, e la libertà di parola è un diritto inalienabile per cui si combatte e si muore. Il diritto alla libertà religiosa è un diritto inalienabile per cui si combatte e si muore. Supponiamo che l’omofobia sia sbagliata? La libertà di parola riguarda anche le idee sbagliate. Quindi omofobi, alziamoci in piedi a facciamo sentire le nostre voci. Quello che le persone fanno dalla cintura in giù deve fare parte del loro privato. Molte persone omoerotiche vogliono solo vivere in pace, e hanno il diritto di farlo, esattamente come io ho il diritto di dire che se trasformano il loro amore in una amicizia virile sarà molto più salubre. Il movimento lgbt mi nega questo diritto. Il movimento lgbt, non eletto da nessuno, che non rappresenta nessuno salvo sè stesso, finanziato con il denaro pubblico in una nazione dove un artificiere deve cercarsi da solo il denaro per la protesi, sta osando mettere in discussione la libertà di parola. Non lo permettiamo. Ho l’onore di appartenere a una famiglia che ha combattuto per l’Italia e contro il Fascismo. Ho lo stesso cognome di Barbara De Mari, mia antenata, che in Corsica nell’XI secolo combatteva i saraceni con l’ascia, quindi ho un’abitudine familiare al coraggio. Nei miei libri insegno il coraggio. Ho il dovere per ognuno dei ragazzi che hanno letto i miei libri , di combattere per la loro libertà di parola, per la loro libertà di pensiero, per la loro libertà religiosa.  questo l’ho pubblicato in chiaro. vado alla guerra. L’umanità è passata dal dogma dell’infallibilità del Papa al dogma dell’infallibilità dall’APA. L’APA, associazione psichiatri americani ha stabilito negli anni 70, la normalità dei cosiddetti omosessuali, vale dire persone con comportamenti erotici verso persone della stesso sesso (una negazione quindi della sessualità) che sarebbe corretto definire omoerotici. Ricordo che la sessualità è un modo della biologia di creare la generazione successiva mediante incontro di maschile e femminile, dove questo incontro non c’è non c’è sessualità. Una pratica che può causare patologie e patologie gravi non può essere considerata equiparabile alla sessualità normale. L’affermazione dell’APA è gravissima non solo perché è falsa, ma perché afferma che un atto che porta lo sperma a morire in mezzo alle feci ha lo stesso valore di un atto che porta lo sperma dove potrebbe nascere la vita. Cioè afferma che la vita non ha valore. Proprio perché amiamo le persone con comportamenti omoerotici è nostro dovere di medici, psicologi e caregiver avvertire che attuare comportamenti erotici di questo genere può causare patologia e patologia grave per danni meccanici, infettivi, infiammatori e degenerativi. Qualsiasi medico non faccia questa azione di prevenzione si pone nelle condizioni di un medico che rifiuti l’informazione della pericolosità del fumo. Due più due fa quattro e l’erba è verde. Per la difesa dell’ovvio. Continua   TAGS omosessualità (1), sifilide (1) condividi

–    kinsey 12 gen 2017 20:08 – Silvana De Mari – varie  Silvana de Mari http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/1995/12/09/le-memorie-di-un-pedofilo-nel-rapporto.html Riporto dal sito La Repubblica che essendo laico dice la verità, mentre i cattolici raccontano balle e sono scemi, alcune notizie biografiche sul dottor Kinsey, l’autore del mitico rapporto Kinsey, il primo grande sessuologo secondo la vulgata del pensiero unico che ha affrontato il sesso senza tabù. Per la serie i grandi eroi del pensiero laico. tra i tabù che il dottor Kinsey ha sfidato c’è il consenso del partner e una sua età decente. Kinsey era uno stupratore pedofilo. Nel suo rapporto riportò il risultato di questionari che poneva alla gente, così che la sessualità potesse essere analizzata. L’analisi è sempre un’operazione violenta, si smembra qualcosa, lo si riduce in pezzi Gravissima fu l’operazione fatta da Kinsey, la negazione della sacralità e dell’affettività, da cui nasce tutta la sessuologia moderna, arida e terribile, che si è persa anche la secondaria nozione che il sesso serve per riprodursi e che quindi è parecchio più divertente, se i due che lo fanno si vogliono bene, talmente bene che potrebbero fare un piccolo insieme Perché il sesso serve per fabbricare la generazione successiva. Il rapporto Kinsey era falso, il pedofilo stupratore taroccò i dati. Indovinate che dottore era? Uno psichiatra. e la psichiatria, come non mi stancherò mai di scrivere, è una parte della pratica medica ancora priva di possibilità di convalida istologica e anatomopatologica. La psichiatria è opinabile. Uno psichiatra scrive quello che ha pensato al mattino davanti alla tazzina di caffè, lo firma e se altri psichiatri sono d’accordo, allora quella è scienza. I dati del dottor Kinsey non solo erano taroccati. Uno psichiatra che tarocca i dati? maddai! Gli psichiatri sono tutti onesti e seri. lo sapevano bene i detenuti politici, oooops, i pazienti dei manicomi sovietici. Quindi era scritto sul rapporto Kinsey? era vero. In realtà anche se i dati non fossero stati taroccati, anche se fossero stati riportati i questionari con le risposte vere, i dati sarebbero stati falsi. La risposta a “quante volte si masturbano le persone in media” è falsa. Una persona sana di mente, se qualcuno chiede quante volte si masturba, sputa in faccia a chi fa la domanda, perché una persona sana di mente sa che la sessualità fa parte della sfera privata dell’individuo, e che la folle domanda , lei quante volte si masturba, sotto l’apparente forma di domanda, contiene due affermazioni dogmatiche: .masturbarsi è lecito ed è lecito parlarne. Lei ha mai fatto sesso anale? Lei ha avuto esperienze sessuali sotto i 12 anni?. Quindi i questionari sessuologici, anche quando riportino le risposte correttamente, sono falsi, perché le risposte sono valide solo per la percentuale di bizzarri individui che risponde. Come è cominciata la marcia a tappe forzate verso la banalizzazione del sesso, la banalizzazione della pornografia e l’accettazione della pedofilia. Il rapporto Kinsey e l’importanza che il mondo di psichiatri e psicologi dette a questa mostruosità. Silvana DE Mari.  condividi

–    mamma 11 gen 2017 21:48 – Silvana De Mari – varie   di Silvana De Mari  Nel suo ultimo sms mentre aspettava di essere abbattuto come un cane arrabbiato, come si abbattono gli animali che per un qualsiasi motivo epidemiologico non siano più ritenuti degni di vivere , una della vittime della strage di Orlando si è rivolto a sua madre. Sto per morire mamma. Mentre le fiamme si avvicinavano sempre di più una giovane donna intrappolata in una della due maledette torri ha telefonato alla madre. Sto per morire mamma. Il legame enorme, ancestrale, il legame per eccellenza è con la madre. Esistono orfani, esistono abbandonati, certo , ma questa è la patologia , l’eccezione . Ma persino quegli orfani, quegli abbandonati sanno che una madre è esistita, forse è morta come quella di Voldemort, forse se li è venduti come la mamma di Raperonzolo, forse è una demente criminale , anche questo è possibile, ma è esistita. Le non maternità criminali dove due uomini ricchi comprano gli ovuli di una donna in genere bionda e affittano l’utero di una tizia in genere più scuretta (costa meno) creano un individuo che non ha una madre , che quando morirà ammazzato come un cane dal terrorista di turno non avrà nessuno da invocare. E intanto che il terrorista di turno si prepara girerà per i giardinetti pigolando questa unica parola mamma come un disperso in un mondo alieno. Donazione di ovuli è un ammasso di sillabe . Uno pensa a un colpo di bacchetta magica e l’ovetto esce dal corpo in maniera incruenta e indolore per essere impacchettato in carta dorata come un dono appunto. La donazione di ovuli presuppone una sberla di ormoni che causano una serie di rogne , la sindrome da iper stimolazione , dalla nausea alla ritenzione idrica, invecchiamento del corpo e delle ovaie ( qualche donazione e si arriva alla sterilità ) fino alla trombosi venosa e , perché no anche quella arteriosa, fino alla CID coagulazione intravasale disseminata che per fortuna è rarissima perché può essere mortale. Oibó ! Non lo sapevate? Pensavate che fosse indolore e innocuo? Sul serio? Maddddai! Forse quella parola donazione vi ha suggerito un’idea così scema, chiedo scusa ma è l’unico termine per indicare chi pensa che un prelievo trans vaginale ( rischi: infezione pelvica , sanguinamenti gravi per interessamento involontario dei vasi iliaci, che preferirebbero che a loro non si interessasse nessuno ma anche i chirurghi migliori sbagliano. La chirurgia sicura al 100 % non esiste ) in narcosi (nemmeno la narcosi sicura al 100% esiste ) dopo un “bombardamento” di ormoni fosse una cosa che lascia uguali a prima? Ci sono i datori di lavoro che sfruttano il corpo del lavoratore , ci sono quelli che sfruttano la sua salute , la sua fertilità , la sua anima, perché non è come donare un rene , per tutta la vita la donna che si è lasciata convincere a questo abominio si chiederà che fine avranno fatto i suoi ovuli , che portano il suo patrimonio genetico , chi è nato, qualcuno che forse ha il suo sorriso i suoi occhi e che forse nel buio dirà la parola mamma. È ora arriviamo al secondo step di questo tripudio di civiltà : la proprietaria dell’utero. Segue. Non ve lo perdete. La verità vi renderà liberi, la verità non il politicamente corretto che è la più aberrante firma di annientamento del pensiero mai vista.  condividi

–    gayburg 10 gen 2017 10:26 – Silvana De Mari – varie  http://www.gaypost.it/omofobia-gay-lex-sospensione-dottores… Il pensiero unico, il dogma. La cosiddetta omosessualità, in realtà asessualità omoerotica, deve essere considerata secondo direttive precise. Chi non si adegua viene espulso dagli ordini degli psichiatri e degli psicologi In questa maniera il pensiero unico regna sul mondo. Il fatto è che non sono uno psicologo, non sono uno psichiatra, gli ordini dei medici sono un po’ più indipendenti rispetto ai suddetti ordini, ma anche se mi espellono non è che me ne importi un gran che. E qualcuno spieghi al piccolo genio che ha scritto questo post che braccio armato vuol dire che impugna un’ arma fisica, pistola, mitra o altro. Se l’arma fisica non c’è ,braccio armato non si può scrivere. Due più due fa quattro e l’erba è verde. E se il dittatore di turno ti dice che due più due fa cinque, serenamente si va verso la morte per affermare che due più due fa quattro, che una pratica che causa patologia fisica non può rientrare nei criteri di norma. La maggioranza dice il contrario? La maggioranza sta sbagliando.    pornografia e cervello 09 gen 2017 16:29 – Silvana De Mari – varie  E’ molto divertente, e anche abbastanza vera, siamo tutti bombardati da dati, in parte ragionevoli, a volte falsi, qualche volta pilotati. Ora, pensiamoci bene, qualcuna di queste ricerche ci ha mai avvertito della tragica pericolosità della pornografia? Ci hanno avvertito che la pornografia modifica i neurotrasemttitori del cervello in maniera talmente violenta che la sua dipendenza è paragonata e quella da eroina o da crack? Non ce l’hanno detto? Ma che sbadati!. Ci hanno detto tutti quanto è mortale l’olio di palme ( per la cronaca le ricerche sono state finanziate dai produttori di olio di soia), sono decenni che ci affliggono con la pericolosità del burro, per cui le nostre nonne che ci facevano i biscotti ( se è buono c’è il burro e se è molto buono c’è molto burro) sono risultate essere una specie di cugino cattivo di Jack lo squartatore, e non ci hanno detto che guardare pornografia ci modifica il cervello? I lavori che parlano del danno sono infiniti. Tra i più abbordabili quello di Doidge. Il dottor Norman Doidge , neurologi della Colunbia University, uno dei maggiori scienziati che si interessa della plasticità del cervello nel suo libero ne Il cervello infinito, Ponte delle grazie, che in originale si intitola Il cervello che cambia sè stesso , spiega che cervello si modifichi in continuazione e come la pornografia determini la riscrittura dei circuiti neuronali, fino a modificazioni neuroplastiche. Le immagini erotiche inducono la liberazione di molecole psicotrope, un bagno di endorfine, che producono una dipendenza fino a un comportamento ossessivo compulsivo. La metà dei siti pornografici sono gratuiti e accessibili anche a un tredicenne, che ha il cervello ancora più plastico e la psiche ancora più labile Disintossicarsi dalla pornografia è una dannazione, una battaglia. La dipendenza è devastante. Eppure la pornografia libera è una delle fondamentali battagli liberal. Se tu non vuoi non lo fare, ma mica puoi vietare agli altri e poi a te che ti cambia? Un popolo cui sono state date le caramelle gratis è un popolo controllabile: un bel po’ di orgasmi tutti i giorni, anche se sei un fallito, se non hai una donna, se non hai dei figli, sono tutte fesserie, noi ti diamo tutti gli orgasmi che vuoi, guarda quanto siamo buoni. Bene un popolo di onanisti è un popolo manovrabile. Come è cominciato l’abbattimento del maschio e quindi del padre della società occidentale? Abbiamo trasformato l’uomo in un onanista: che colpo di genio. Come è cominciata? Con quel giornale maledetto che è stato Play Boy. E per arrivare a Play boy si passa da Kinsey. Il famoso rapporto Kinsey. https://www.youtube.com/watch?v=1Ixdi-D-Kms  TAGS danni cerebrali. (1), pornografia (1) condividi

–    libertà sessuale fino a 50 sfumature di sado maso. 07 gen 2017 19:58 – Silvana De Mari – varie  Thérèse Hargot è una giovane sessuologa belga (nata nel 1984) con una laurea in filosofia e un master in scienze sociali alla Sorbona. Sposata, con tre figli, ed è laica, non integralista cattolica, quindi credibile. Nel suo ottimo libro Une jeunesse sexuellement libérée (ou presque) [Una gioventù sessualmente liberata (o quasi)], purtroppo non ancora tradotto in italiano, arriva alla stessa conclusione cui sono arrivata io: la liberazione sessuale è stata una trappola maledetta. Siamo passate a una situazione ben peggiore. Siamo passati da una situazione in cui potevamo essere donne, vivere la sessualità alla maniera femminile, all’interno di relazioni stabili che permettevano la maternità, a un sesso promiscuo che la nostra mente inconscia vive come autoaggressione e che annienta la fede in se stessa di una donna. Annientare vuol dire ridurre a niente, e chi ha la fede in se ridotta a niente, dipende sempre di più dall’altro, sempre più disposta a umiliarsi per una carezza, a svendersi per un mezzo distratto sorriso, ad accettare pratiche sessuali che non si ha nessuna voglia di subire. Prima la società imponeva a u uomo se voleva accedere al corpo di una donna ad impegnarsi per la vita, a dare a lei il sostentamento fisico e una ragionevole sicurezza affettiva. È forte la critica della Hargot al sesso tecnicizzato, igienizzato, ridotto alla combinazione meccanica dei corpi. Il paradosso, dice la sessuologa belga, è che la sessualità non è mai stata tanto «normata» come nel nostro tempo per via del combinato disposto tra il culto della performance (imposto dall’industria pornografica) e l’ansietà derivata da una morale igienista ( magro, tonico, depilato). Il punto è che le femmine hanno meno testosterone e quindi una libido minore. Madre natura ha dato loro una libido minore proprio perché restino lucide a scegliere il maschio che sia disposto a morire per loro. Grazie a questa boiata della libertà sessuale, le donne si sono lasciate imporre una sessualità usa e getta di tipo maschile, la gravidanza è diventata un faticosissimo optional di un sesso sempre più lurido e faticoso. La nostra libido è basata su quella del maschio, si impenna, quando lui ci desidera. Fare l’amore con uno che per noi è disposto a morire è divertente. Fare l’amore, anzi fare sesso con un tizio a cui di te frega talmente poco che probabilmente domani non ti chiamerà nemmeno è una noia mortale. Vivacizziamo con 50 sfumature di sado maso. Anche la tedesca Gabriele Kubi arriva alle stesse conclusioni, nel suo libro The global sexual revolution, destruction of freedom in the name of freedom, La rivoluzione sessuale globale, la distruzione delle libertà in nome della libertà, di come le donne si siano fatte incastrare, di come la civiltà attuale non ci garantisca più la protezione necessaria a poter diventare madri, non ci garantisce nemmeno la possibilità di accedere a una sessualità di cui ci freghi qualcosa, una sessualità carica di affettività, che non sia solo apri le gambe, e uno e due e uno e due e uno e due e ti sei ricordato il preservativo? No? Tranquilla , c’è la pillola del giorno dopo e se anche quella va male c’è l’aborto facile ed economico. Entrambe le autrici dedicano enormi spazi nei loro ottimi libri alla spaventosa importanza della pornografia, al suo peso infinito nelle vite di sempre più persone, di sempre più giovanissimi, di sempre più bambini. A proposito di pornografia, lo sapevate che dà dipendenza? Una vera e propri dipendenza biochimica, basata sul crollo della produzione endogena di endorfine, eppure è lecita e spessa anche gratuita. Come ci siamo arrivati? Si comincia con il dottor Kinsey,  TAGS libertà sessuale (1), schiavitù sessuale (1) condividi

–    leonesse e pedofili 07 gen 2017 17:48 – Silvana De Mari – varie  oggi ci fermiamo un attimo e parliamo di leonesse. E quindi di leoni. Ho già accennato che sto per fondare la brigata “due più due fa quattro”, dove combatteremo fino alla morte per difendere l’ovvio. Il mio post dove spiegavo l’assoluta differenza e complementarità tra maschi e femmine, è rimbalzato sul web, raccogliendo numerosi commenti. Rispondo a uno dei più buffi: le leonesse, che sono femmine, sono vere combattenti. Le leonesse non sono combattenti: le leonesse sono semplicemente carnivore. Una leonessa in quanto femmina ha la competitività e l’aggressività molto basse. Se voi vi trovate davanti a una leonessa, la leonessa vi sbrana, ma voi, come il vostro cagnolino che le ha fatto da aperitivo, come la gazzella tanto carina, come lo gnu neonato, non siete qualcuno con cui compete: voi siete pappa. Una dolcissima leonessa vi sbrana senza per questo essere aggressiva, esattamente come la mia dolcissima nonna andava a tirare il collo a una gallina tutte le volte che uno dei suoi figli aveva il raffreddore ( o qualsiasi altra patologia nota) e bisognava fare il brodo di pollo per curarlo ( il brodo di pollo cura tutto). La dolcissima leonessa non sbrana la gazzella, lo gnu, il cagnetto, voi con aggressività, esattamente come la foca non ci mette aggressività a mangiarsi le aringhe, la balena a mangiarsi il krill, e la vacca a mangiarsi l’erba ( siete sicuri che gli steli non soffrano?) L’aggressività, che è potente solo dove c’è testosterone, è quella tra due tizi della stessa specie, non tra un rappresentante di una specie e la sua pappa. La pappa sta nella casella pappa, la competizione con individui della stessa specie sta nella casella aggressività, e qui ci va il testosterone. Sono due caselle diverse. La leonessa non è meno brava del leone a cacciare, ma non è capace di difendere il territorio dove cacciare. Un carnivoro è un carnivoro; quello che mangia e la capacità di procurarselo non hanno nulla a che fare con l’aggressività , che è interspecifica ( all’interno della stessa specie) e la competitività, anche essa interspecifica. La leonessa può muoversi e cacciare e allevare i suoi cuccioli solo all’interno di un territorio, un territorio segnato e difeso da un maschio.I maschi difendono il territorio, come sanno i proprietari di cani maschi e i postini. Difendono il territorio gallo e toro e smettono di farlo se si amputano le gonadi: bue e cappone non difendono il territorio. Mi sto ripetendo perché secondo me questo concetto non è chiaro nella mente di molti. La leonessa Marisa ha avuto i cuccioli dal leone Marco. Può cacciare con serenità nel territorio segnato e protetto da Marco. Quando arriva il branco di iene Marco le allontana, quando arriva il bufalo, ci pensa Marco, non Marisa. Quando arriva un altro leone Pippo , Marco deve cacciarlo. Se Pippo fosse più forte e uccidesse Marco, dopo di lui ucciderebbe i suoi cuccioli, li ucciderebbe davanti a Marisa, che non ha la potenza di fermarlo, così che senza cuccioli lei torni rapidamente all’estro, lui possa montarla e avere dei cuccioli suoi. Lo stesso avviene tra i leoni marini, le foche e un mucchio di altri. Se non c’è il padre a proteggerli, altri maschi uccidono i cuccioli per avere i loro discendenti con quella femmina. Esattamente quello che succede alla fine della guerra di Troia: il figlio di Ettore ucciso e sua madre che diventa schiava. Dove non c’è più il loro padre a proteggerli, i cuccioli aumentano il rischio di essere uccisi. Ho raccontato questa storia per chiarire che l’idea che madre natura è un’arcigna megera. (Che noi uomini siamo tanto cattivi, mentre gli animali sono angelici è una delle ennesime fesserie di questa epoca) e per spiegare che la violenza fa parte della vita. Ci vogliono i leoni maschi per proteggere i cuccioli. e questo vale anche per noi. Io ho sempre saputo che se qualcuno mi avesse toccato, mio padre lo avrebbe fatto a pezzi, anche a costo di morire nell’impresa, e questo era il suo compito. Ora immaginiamo che Marisa sia un’ottima cacciatrice, e dica “Io sono mia” io non ho bisogno di nessuno, io sono stufa, io il territorio me lo difendo da sola, e manda via Marco: i suoi figli non hanno più difesa. Quando non c’è più un uomo, quando il padre è morto, o se ne è andato, o è stato mandato via, in una di queste disastrose evenienze aumenta il livello di ansia dei figli, a volte cominciano gli attacchi di panico. Noi femmine il territorio non lo sappiamo difendere, non lo sappiamo difendere perché non è compito nostro, e quando il padre non c’è più i figli stanno svegli di notte, perché gli orchi esistono, non è vero che non esistono, non è vero che si fermano a parole. I popoli dove il maschile ha travolto il femminile e lo ha azzittito, il mito della guerra di conquista domina ogni pensiero. I popoli dove il femminile prevale sul maschile non hanno più la capacità di difendere il territorio e credono che la libertà e la vita siano possibili senza combattere. Perché se un uomo ha tutta la sua potenza, se la sua donna non gliela ha tolta col disprezzo, ma anzi l’ha aumentata, stando dalla sua parte sempre facendo il tifo per lui, un uomo è in grado di difendere il figlio. Un uomo è in grado di dare un pugno sul tavolo e dire no, al figlio che vuole farsi di spinelli che vuole andare al rave party. Dove non c’è un uomo, un padre è più facile a un sedicenne con gli attacchi di idiozia che a 16 anni sono la norma dire la fesseria del secolo che è “smetto di andare a scuola, che sono stufo” “smetto di lavarmi” “smetto di uscire dalla mia stanza”. Per favore non mi scrivete che a casa vostra è zia Carmela che la mette giù dura e Zio Ugo è un mollaccione. Stiamo parlando di statistica: il 90 % delle donne è più accogliente del 90% degli uomini. Il 90% degli uomini ha più coraggio e senso dell’autorità del 90% delle donne. Voi siete un’eccezione? Fate parte del 10%. Una minoranza. Dove c’è un uomo e tutta la sua potenza il compagno della madre dell’amichetta non entra nella casa dove c’è la bambina di sei anni e lei non volerà dalla finestra. I pedofili hanno la capacità incredibile di localizzare il bambino che non ha un padre che lo difenda con tutta la sua ferocia. In effetti i grandi paladini della pedofilia hanno avuto come primo scopo l’abbattimento dell’autorità paterna, prima bisogna levare di torno Marco. Chi sono i grandi paladini della pedofilia? Quelli che hanno scritto a suo favore? Jean-Jacques Rousseau, Simone de Beauvoir e ovviamente Jean-Paul Sartre, Daniel Marc Cohn-Bendit detto Daniel il Rosso perché il 68 lo ha cominciato lui. Jean-Jacques Rousseau (1712-1778), che può essere considerato il profeta dell’educazione relativista e illuminista, ha cinque figli dalla sua compagna e, poiché questi sono figli reali e non astratti come L’Emilio, egli se ne libera rapidamente depositandoli, dopo ogni nascita, nell’ospizio dei trovatelli. Quest’uomo che crede nella assoluta bontà delle sensazioni e ignora la tendenza umana al piacere disordinato ed egoistico, a Venezia si compra per pochi franchi una bambina di dieci anni per allietare sessualmente le sue serate . Cfr. R. GUIDUCCI, La Storia di un contestatore sconfitto, pagg. 1-68 (pag. 32); in J.-J. ROUSSEAU, Le Confessioni, Introduzione di Roberto Guiducci; traduzioni e note di Felice Filippini, Biblioteca Universale Rizzoli, aprile 2001, pag.28. Jean Paul Satre Simone de Beauvoir (1908-1986), Michel Foucault, Jack Lang, futuro ministro francese, firmarono una petizione in cui si reclamava la legalizzazione dei rapporti sessuali coi minori . gli articoli erano su Liberation, Simone de Beauvoir, ha lavorato due anni nella radio di Vichi, era una collaborazionista filonazista. Nel 1943 fu sospesa dall’insegnamento. In realtà aveva sedotto una giovanissima allieva, ma per metterla nel letto di Sartre, con cui ha avuto sempre dei rapporti servili, topo padrone e schiava. in realtà molta parte delle sinistra post sessantottina inneggia alla libertà sessuale del bambino, e al crollo del tabù borghese, come viene chiamato. Anche la GRan Bretagna non scherzò. Era il 26 gennaio 1977 quando, in nome della “liberazione sessuale dei bambini”, il quotidiano francese Monde, faro della gauche, pubblicò una petizione per abbassare la maggiore età sessuale ai dodicenni, una sorta di legittimazione ideologica alla pedofilia Ha firmato un manifesto a favore della pedofilia , pubblicato su Liberation. Insieme a quell’altro genio di Sartre. Ma se non abbatti il padre, alle pudenda del bambino non ci arrivi. Prima occorre trasformare le donne in vittime e i maschi in carnefici , poi hai mano libera non solo sui bambini , ma su tutti. Dove la famiglia sia annientata il potere dello Stato (maiuscolo , il nuovo Dio) è assoluto. Le affermazioni di Vendola e Busi sul diritto alla sessualità dei bambini potete trovarle sul Web, è già che ci siete cercate le dichiarazioni di Mario Mieli, visto che il circolo Mario Mieli di Roma è considerato ente morale e finanziato con il denaro pubblico per entrare nelle scuole a insegnare l’etica. Mieli parla del potere salvifico di pedofilia , necrofilia e coprofagia. Peraltro la pedofilia, “il diritto del bambino alla sessualità , è una dei capisaldi del 68, non di tutto, certo , è molti lo ignorano, sia nella teoria che nella pratica. Daniel Cohn Bendit attualmente deputato europeo ha scritto pagine sul diritto alla sessualità del bambino, negata dalla società borghese e dal Cristianesimo , che anzi raccomandava a chi scandalizzerà questi piccoli che meglio sarebbe per loro una macina al collo che li trascini sul fondo . Bendit faceva il maestro d’asilo in un asilo alternativo e spiegava come spesso i bambini andassero a chiedergli di potergli aprire la patta dei pantaloni e toccarlo. Se uno dei padri di uno di questi bambini fosse stato mio padre o mio marito, a Daniel Cohn Bendit avrebbe fracassato fisicamente tutte le ossa. Non è vero che la violenza è sempre sbagliata. C’è un tempo per la pace e un tempo per la guerra. La violenza del padre per proteggere il figlio è un punto essenziale della sua sicurezza e della sua educazione. Io ho sempre saputo se qualcuno mi avesse fatto del mare, i carabinieri sarebbero stati l’ultimo dei suoi problemi: mio padre lo avrebbe massacrato. Se qualcuno avesse fatto del male a mio figlio, se si fosse fatto “toccare” da lui, mio marito lo avrebbe massacrato. i Comunque la pedofilia ha segnato due anni fa un punto importante . L’associazione psichiatri americani, APA, che da 60 anni regna sul mondo controllando e dirigendo tutti gli ordini di psicologi , ha dichiarato che la pedofilia non è una perversione sessuale , ma un normale orientamento sessuale. Il primo gradino, quindi, per affermare la pedofilia è stato l’uccisione del maschio occidentale. Sempre più filosofi e pensatori, Pasqal Bukner, Guido Risè, i primi si sono accorti che è stato assassinato il padre. Quindi cominciamo a darci da fare per riportarlo in vita, perché ci serve. Silvana De Mari. Ogni giorno più buono e ogni giorno più politicamente corretti.  TAGS pedofilia radical liberal. (1)  ipersessualizzazione e pedofilia 04 gen 2017 19:54 – Silvana De Mari – varie  Sempre Vogue, Cosmopolitan e di nuovo la pubblicità della cadeaux: le proteste per le foto del 2011 sono servite, come si può vedere. Quindi? Mandiamo lettere e mail sistematicamente. Minacciamo boicottaggi. Boicottiamo il giornale e tutti i marchi che vi fanno pubblicità. Mandate mail su mail, lettere su lettere Gli uffici marketing devono saltare. I direttori devono saltare. I giornali femminili reggono sul consenso. Non comprerò più il vostro giornale, non comprerò nessuno dei prodotti reclamizzati suo suo schifo di giornale, mi rifiuto di mettere piede dai parrucchieri che tengono il vostro giornale nella sala d’aspetto, moltiplicato per mille e ripetuto tutte le settimane, ha il suo peso. Mandate il cartaceo, non solo mail, fa perdere più tampo, ed è più problematico da buttare. Fate attenzione che quello che scrivete non sia passabile di denuncia penale. Esempio: lei è un individuo immondo e andrà all’inferno: non si può scrivere. Farò tutto il possibile perché il suo giornale fallisca e vedrà che ci riuscirò: si può scrivere. Sui giornali femminili il 90 % delle pagine è pubblicitaria. Questi giornali sono cataloghi. Del 10 % rimanente il 5 % vende complessi di inferiorità: i consigli su come dimagrire vogliono dire sentiti inferiore se sei grassa, i consigli su come non avere la cellulite vogliono dire sentiti inferiore se ce l’hai, eccetera. L’ultimo 5 % è la diffusione del pensiero unico spacciato come pensiero trasgressivo. Il pensiero trasgressivo è sposati, tienitelo stretto, proteggilo fino a che morte non vi separi . E se appena puoi fai qualche bambino. Per un bambino e per una bambina la sessualizzazione precoce passa anche per la televisione, passa addirittura per disney channel. La ipersessualizzazione precoce passa da tutto, quindi il telvisore normalmente spento ed eccezionalmente acceso è una politica corretta Da dove nasce la teorizzazione alla pedofilia. Nasce nel 68. Il 68 ebbe, tra gli altri tre fondamentali artefici, tutti e tre francesi , tre pedofili: Daniel Cohn Bendit, vivente leader dei verdi al parlamento europeo, Simone De Bouvoir e il suo illustre consorte Sartre. Segue Silvana De Mari     benedizioni. 29 dic 2016 19:20 – Silvana De Mari – varie  La distopia per ragazzi In una popolazione “libera”, dove non esistano obblighi sociali o religiosi o statali al matrimonio, in media una percentuale tra il 2 e il 3 % eviterà il matrimonio, semplicemente perché ognuno è diverso da un altro, e alcuni desiderano troppo la propria libertà da rischiare di comprometterla. Quando la percentuale sale al di sopra di questi numeri, quella civiltà si sta suicidando. La maternità e la paternità sono resi sempre più difficili, sempre più sconsigliate, sempre più ritardate. Un nuovo genere, o forse sarebbe più corretto dire una nuova sfumatura, per un genere da sempre esistito. Sto parlando della distopia, dell’antiutopia, della fantapolitica sociale, i figli e nipoti di 1984, sempre più presente nella cosiddetta letteratura per ragazzi, che in realtà, non sarà mai ripetuto abbastanza, è una letteratura anche per ragazzi, perché qualcosa che è buono per un dodicenne lo è anche per un sessantenne, mentre non è valido il contrario. Possiamo prendere come esempi: Bambini nel bosco di Beatrice Masini e La dichiarazione di Gemma Malley. Sono tutte narrazioni che sottolineano il rischio, per le nuove generazioni di ragazzi, di essere sterminate dagli anziani. C’è una strana forma di mancanza d’amore nell’impedire la nascita. Una notevole forma di chiusura. È già descritta in Peter Pan. Nel 1968 c’è stata una straordinaria scoperta: la pillola anticoncezionale. Finalmente sessualità e riproduzione potevano essere separate. È stata la quarta volta, dopo vaccinazione, sulfamidici e antibiotici, in cui la classe medica ha avuto in mano qualcosa per contrastare il dolore del mondo. Separare la sessualità dalla riproduzione ha permesso la libertà sessuale, e in molti casi si è trattato di vera libertà. È stato dato un significato folle al termine libertà sessuale dimenticando che libertà non vuol dire fare qualsiasi cosa ci venga in mente, libertà è la capacità di assumersi la responsabilità di quel che si sta facendo. In tutta la storia dell’umanità, dato che dalla sessualità potevano nascere dei figli, essa era riservata all’età adulta. E la sessualità deve essere riservata all’età adulta, non è una cosa né per ragazzi né per ragazzini, perché può essere una distruzione di sé e dell’altro. E anche perché può essere meravigliosa, ma solo una personalità adulta ne può capire la meraviglia. In mano a ragazzi e ragazzini nella migliore delle ipotesi sarà sperperata, nel più probabile farà del male. Il passaggio dall’adolescenza all’età adulta era segnato da uno specifico rito di passaggio e solo dopo quel rito si accedeva alla sessualità. Ora i riti di passaggio sono stati aboliti. Il risultato è un’adolescenza squallidamente infinita. Prima degli ultimi cinquant’anni, anche nella letteratura, una persona di venti o ventidue anni veniva definita un uomo o una donna, non un ragazzo. Oggi non ci sono più riti di passaggio, cioè la sessualità può essere fruita già nell’adolescenza, periodo in cui una persona non è adulta, non guadagna, non si assume responsabilità. Detto in parole molto povere, se posso godere della sessualità già nell’adolescenza chi me lo fa fare di diventare adulto? Sono un ragazzo di trentanove anni è una frase paradigmatica squisitamente postmoderna. Sono un ragazzo di quarantacinque. A quarantacinque anni si è di mezza età. Un uomo di mezza età. Ma la parola uomo terrorizza. Come la parola donna. Andiamo sul facile. Sono una ragazza di cinquanta anni. L’accesso alla sessualità in maniera adolescenziale non è nemmeno tanto divertente: crea complessi e fa morti e feriti. E il suo ultimo dono avvelenato è la tentazione di prolungare l’adolescenza a vita. Uno strazio. Diventare uomini e donne che si lanciano nella straordinaria avventura di avere dei figli in fondo fa paura. I miei più cari auguri per il 2017. Che tutti quelli che sono tecnicamente in grado di farlo abbiano un bambino. L’augurio e la benedizione da sempre, ( verificate nella Bibbia) è “avrai una discendenza numerosa. Ma maledizione per eccellenza è “ morirai senza progenie”. Quelli erano gente seria, che sapeva quello che diceva. Che siate tutti benedetti. TAGS benedizioni (1) condividi

–    boiata su rai 3 : omogenitorialità e varie. 28 dic 2016 14:29 – Silvana De Mari – varie  A proposito dell’infame boiata che con il denaro pubblico stanno trasmettendo su rai 3 raccomando a tutti di leggere Jephthah’s Daughters, storia delle vittime innocenti nella guerra per la famiglia “equalitaria”, le vere testimonianze dei bambini vittime di questo tragico esperimento antropologico. Vi parleranno del dolore atroce per il genitore negato, dello strazio per la vita da scimietta ammaestrata: sempre esibiti a spiegare la meravigliosa scelta del genitore di farli nascere orfani della stessa idea dell’altro genitore, vivendo in case dove la sessualità è negata. Due amici o due amiche dello stesso sesso che si scambiano pratiche erotiche, (una roba anche divertente tra i 12 anni e i 14 e mezzo, un trucco di madre natura che ci fa impratichire in una robetta facile prima di lanciarci a fare le cose serie.) , la sessualità non sanno cosa sia. Ci hanno rinunciato , hanno deciso di rimanere incastrati a vita in una fase puberale, e contenti loro contenti tutti, ma la sessualità in quelle case non c’è, e se non c’è non può essere raccontata. Una donna che non è in grado di accettare la potenza del corpo di un uomo dentro il proprio, di sentire la forza di due diversità che si incontrano, si scontrano e si fondono, non è capace di accettare la diversità del figlio maschio. La diversità biologica del figlio maschio e la diversità della figlia femmina che vorrà essere diversa da lei. Di gravidanza e di parto si può morire e si muore. Il corpo della madre ne porta i segni per sempre anche quando tutto è andato bene. Anche nei parti più normali e fisiologici sia madre che figlio ne escono dolenti e stremati, dopo di che inevitabilmente si abbracciano, a meno che il neonato non sia immediatamente sequestrato per essere lavato e messo in un’insopportabile culla sterile, dove i suoi polmoni saranno spinti allo spasimo in un dolorosissimo pianto nella inutile ricerca di qualcuno che lo consoli (pratica ormai abbandonata, fortunatamente). L’abbraccio, l’odore della pelle, provoca in entrambi una sensazione di piacere mediata dalle endorfine. Questa scarica di endorfine è enorme nel neonato e ulteriormente aumentata da quelle contenute nel latte materno. Solo dove c’è dolore può esserci consolazione. Che il parto umano sia così lungo e doloroso secondo alcuni fisiologi favorisce un attaccamento così grande da permettere una vicinanza lunghissima, di molti anni. L’attaccamento madre/figlio è l’emozione più potente che esista in natura e su questa è basata la sopravvivenza della vita. Tutte le altre emozioni sono pallide imitazioni. Chi ha sentito una vita muoversi dentro di sé, chi ha provato il dolore dal parto, che sa quanti rischi anche mortali gravidanza e parto vogliono dire, che intensa felicità dia il primo sorriso del bimbo (verso i due mesi, quasi sempre quando sta succhiando il latte, si interrompe, guarda mamma e poi sorride), sa di cosa si stia parlando. È questa lunghissima vicinanza, basata sul dolore dell’allontanamento e sulla gioia della vicinanza tra madre e figlio, il fatto che il piccolo non sia sbattuto a cavarsela da solo dopo pochi anni, che permette il processo educativo, il fatto che ogni generazione trasmetta il proprio sapere alla successiva che non riparte più da zero. Il processo educativo è la base della civiltà umana. Dove non c’è madre che possa consolare, il dolore resta non consolato, una ferita aperta. Quello che succede negli orfani. Essere separati dalla madre è una ferita primaria. Sulla gravidanza, il periodo in cui il feto e la madre condividono i neurotrasmettitori si fa tutto l’adattamento epigenetico, l’adattamento che permette la sopravvivenza della specie. Se mamma ha sofferto la fame durante la gravidanza, il bambino avrà una forte tendenza a ingrassare (dove non c’è roba, meglio metterla da parte), e a non essere troppo alto (dove c’è poco, meglio non sprecare). Se la madre ha vissuto in condizione di stress alto, bombardamenti, violenza, il bambino tenderà ad essere estremamente ansioso e più facilmente aggressivo. Una mia carissima amica suonatrice di liuto durante la gravidanza del suo secondogenito ha provato tutti i giorni un pezzo di musica del barocco napoletano in previsione di un concerto dato all’ottavo mese di gravidanza. Dopo di che non ha più suonato quel pezzo. La volta in cui la radio lo ha trasmesso, suo figlio di quattro anni ha cominciato a canticchiarlo anticipando le battute. Il legame madre figlio è sacro. Quando il legame con la madre è spezzato il bambino per tutta la vita esprime ormoni da stress, sempre, anche quando sembra tranquillo e moltiplica il rischio di sviluppare una depressione grave, oppure una malattia fisica. Stesso discorso per la madre. Chiunque lo spezzi volutamente questo legame commette un crimine. Nell’onnipresente figura dell’orfano, personaggio chiave di tutta la letteratura fantastica c’è questo dolore assoluto. Nel bel libro “Milioni di Farfalle”, il neurochirurgo Alexander, adottato piccolissimo da una meravigliosa famiglia adottiva, ci spiega come questo dolore non sia MAI superabile. Tra l’altro il suo è anche un bellissimo libro per superare definitivamente la paura della morte. Aimee Mullins , cercte le sue foto sul web, ne vale la pena, ha subito una ferita primaria: l’amputazione delle gambe all’età di un anno. Questo non le ha impedito di diventare una modella, un’atleta e di correre i 100 metri. L’essere umano è una creatura straordinaria. É nel dolore che gli dei ci rendono visita, è nelle ferite che incontriamo Dio. Perdere le gambe è una ferita primaria come è una ferita primaria perdere la madre o non avere il padre. Una ferita che l’essere umano può superare perché questa è la nostra straordinaria natura. Mio suocero è nato orfano di madre, morta per darlo alla luce. Questa ferita credo lo ha reso un padre molto severo, ma non gli ha impedito di essere un nonno dolcissimo. Capitani di industria e fondatori di imperi sono usciti da orfanotrofi, ma la ferita esiste, come esiste il velo di tristezza che questa bellissima donna nasconde quando al mattino deve scegliere quale delle coppie di gambe mettere (ne ha diverse a seconda del tacco). Esistono bambini senza madre, morta di parto, esistono bambini che non conoscono il nome del padre, e questi bambini lo superano, ma lo superano nel dolore. Affermare che non è importante per un bambino avere padre e madre e che siano i suoi perché ci sono bambini che non li hanno e se la cavano, ha lo stesso senso che affermare che non è importante avere le gambe perché ci sono bellissime persone che ne fanno a meno e vincono anche le olimpiadi. Far nascere un bambino orfano di padre, figlio di donatore anonimo, con metà del suo senso di identità spazzato via è un crimine paragonabile all’amputazione di una gamba, tanto se la cava lo stesso. Molte donne lesbiche hanno acquistato il seme di un uomo immondo. Molti uomini con malattie genetiche, saldano il conto al mondo per il fatto che loro sono nati malati e gli altri sani diventando donatori. Ci sono un centinaio di bambini, tutti fratelli tra di loro ( questo aumento il rischio di incesto involontario, ma l’incesto perché dovrebbe essere un problema, love is love) figli del donatore 7042, danese, e tutti che sviluppano una fibromatosi di von Recklinghausen . Il gene è dominante: tutti i bambini saranno malati. La fibromatosi colpisce i nervi, anche quelli ottici e acustici. Avanti mettiamoci nei panni del donatore 7042: perché solo lui? Anticipo la risposta: no, non si fanno i test. I test genetici sono carissimi, e specifici, cioè numerosissimi.era In alcuni casi il laboratorio la casa privata di un tizio che si masturba in una provetta, per la fecondazione fai da te. Lo sperma che invia è spesso insufficiente a fecondare, ma sufficiente a trasmettere epatite b e altro. Tutto questo disastro potrebbe essere limitato, e limitata la perdita di identità del bambino, vietando l’anonimato della donazione. Che lo sperma abbia un nome e un cognome e sia rintracciabile, un uomo vero che sia disposto a sostenere lo sguardo di qualcuno che domanda: quindi io sono tuo figlio? Elimineremmo un bel po’ di cialtroni. Ma le madri lesbiche non vogliono un nome e un cognome, questo spezzerebbe il loro delirio di onnipotenza, le riporterebbe a un barlume di realtà, il bambino ha una madre e un padre. Non si può fare. Meglio rischiare la fibromatosi o la corea. La perdita della madre, della donna che ha portato la gestazione, è una catastrofe tale che per tutta la vita restano alti gli ormoni da stress, è come amputate le gambe per il gusto di amputarle, tanto poi ci sono le protesi. Se non siete in grado di concepire o di portare una gravidanza, non usate il corpo di una donna povera, ma accettate che non è vostro destino essere madri. Se semplicemente non avete voglia di portare la gravidanza perché avete di meglio da fare, continuate a farlo e lasciate perdere l’idea di diventare madre facendo altro. Se volete diventare madre, ma non siete in grado di accettare e amare il corpo di un uomo, allora lasciate perdere: non avrete la capacità di amare il corpo maschile di un figlio maschio e di far capire a una figlia femmina il valore della femminilità. Se volete diventare padri, ma il corpo di una donna non vi affascina, non siete in grado di diventare padri. Prendete atto della cosa. Diventare genitori a distanza di un bambino e di una mamma poveri, anche una piccola distanza, che questo bambino vi conosca, che siate i suoi zii, che possiate vederlo crescere, essere fieri dei suoi successi e allora sarete persone che portano luce nel buio e ordine nel caos. Altrimenti diventerete persone che distruggono l’ordine verso il caos e annientano la luce nel buio. Fate il contrario. Siate Re Magi: coloro che portano doni. Silvana DE Mari.  TAGS omogenitorialità (1), puttanate varie. (1)  condividi

APA e etica 17 dic 2016 21:12 – Silvana De Mari – varie  Queste dissertazioni ricominceranno a gennaio , perché siamo sotto Natale e non ho voglia di parlarne. Molto rapidamente riporto alcuni dati. Chi vuole li approfondirà . La guerra fredda è stata una vera guerra. E della guerra ha condiviso la crudeltà. La guerra è una forma di intimità . Combattendo il nazismo e il comunismo gli USA si sono imbarbariti : l’essere umano è normalmente feroce , dove la morale non è rigida cede alla tentazione dell’immoralità. La guerra fredda ebbe episodi terribili, come la guerra di Corea. I piloti americani abbattuti furono sottoposti ad abusi terribili : dichiararono in processi farsa di aver usato armi batteriologiche. Tornati negli USA continuarono a sostenere di averlo fatto e continuarono inoltre a ricordare con affetto e gratitudine gli aguzzini che li avevano massacrati. Ci si rese conto che un miscuglio di fame, freddo e disidratazione insieme a scariche elettriche alteravano la biochimica del cervello al punto tale che si formavano false memorie. Il cervello si spampanava nel dolore e nell’impotenza , non ricordava più cosa fosse vero e cosa fosse falso, e creava uno strano attaccamento verso chi aveva avuto in pugno lo sua vita. Il fenomeno in piccolo si riprodusse a Stoccolma per alcuni clienti di una banca rimasti ostaggio di rapinatori per cui l’attaccamento del torturato con il torturatore prende il nome di Sindrome di Stoccolma. Il processo che avevano subito gli aviatori fu chiamato lavaggio del cervello. Il lavaggio del cervello fu quindi rifatto anche negli USA , su persone non consenzienti e alcuni psichiatri , il più celebre è Cameron, presidente dell’APA si incaricarono di provarlo sui pazienti psichiatrici, anche bambini. Il metodo di Cameron consisteva in questo: il paziente veniva etichettato come schizofrenico, sempre, anche se era solo depresso, subiva 150 elettroshock, poi stava 3 mesi sotto barbiturici a letto (cura del sonno) mentre un nastro ripeteva sempre le stesse cose. Il programma mk ultra (Mind Kontrol dal tedesco controllo mentale ultra ) è stato indagato negli anni 70 da una commissione presieduta da Eduard Kennedy. Il sistema Cameron annientava completamente le persone, ne distruggeva la memoria, quindi la coscienza. Le persone dimesse non ricordavano il loro nome, non riconoscevano i loro figli. Come finì? Il dottor Cameron si trovó davanti un unico assistente che si rifiutò di eseguire i suoi ordini . No . Non successe mai: nè in USA nè in Canada dove continuó gli esperimenti fatti in USA. Ai numerosi congressi e alla sede dell’APA dove illustrò a lungo i suoi successi di annientamento totale di una persona qualche collega si alzò a contestarlo . Non successe mai. Mai un’unica voce. Forse invidiosi dei loro colleghi sovietici che nei loro silenziosi e innevati manicomi hanno distrutto il cervello di migliaia di oppositori con l’ipoglicemia da insulina, non uno dei medici dell’APA fece sentire la propria voce. Il dissenso nell’APA è impensabile. Essendo la psichiatria priva di possibilità di verifica, il conformismo è totale. Chi protestó alla fine, bloccando tutto? Le compagnie di assicurazione. Tutti i pazienti di Cameron avevano la schizofrenia, diagnosi in realtà molto rara, 150 elettroshock sono cari e sui libri c’è scritto di non superare i cinque, mai, nei tre mesi a letto con i barbiturici il paziente doveva essere imboccato, lavato e gli venivano le ulcere da decubito : era orrendamente caro . Gli esperimenti di Cameron nei manicomi terminarono. Continuarono altri , e scoprirono come causare dissociazione mentale . La psichiatria ha commesso crimini. Be’ , non solo lei. Anche medicina , chirurgia, ortopedia , tisiologia, pediatria e ostetricia hanno fatto morti e feriti e sono stati tanti. Ma la psichiatria ha e ha avuto il delirio del controllo della mente, la distruzione del libero arbitrio , il sogno del totalitarismi perfetto di distruggere il libero arbitrio, il più alto sono dell’uomo. In più la psichiatria agisce su pazienti che essa stessa dichiara inattendibili. Gli psichiatri sono stati gli aguzzini del potere sovietico. Sono stati gli aguzzini degli USA. Su innocenti. Ripeto c’è una psichiatria perbene che cerca di curare i disturbi bipolari e risolvere gli attacchi di panico , ma c’è una psichiatria folle che ha il delirio del controllo dell’umanità. I monsignori dell’APA votarono negli anni 70 la normalità dell’omosessualità . L’omosessualità non esiste. La sessualità è un modo della biologia per formare la generazione successiva mediante incontro di gamete maschile e femminile. C’è una sola sessualità e persone biologicamente perdenti che la rifiutano. Gli psichiatri dell’APA, individui incapaci di eseguire una rettoscopia, che quindi non possono vedere le atroci malattie che arrivano a chi subisce la penetrazione anale ( chiamate nel loro insieme Guy bowel sindrome) farneticano le loro idiozie sulla normalità di chi subisce tali pratiche. Che la cosiddetta sessualità anale, che crea malattia, cancro, incontinenza fecale e dove gli spermatozoi si perdono nelle feci invece di creare la vita , abbia la stessa valenza della sessualità vera è un’affermazione demente, disumana e anti biologica fatta dall’APA. Che dei tizi che non hanno mai dato un esame di fisiopatologia chirurgica e che di urologia capiscono quanto io di calcio farnetichino della possibilità di trasformare un uomo in una donna e viceversa farebbe ridere se non fosse diventato il verbo. Che un bambino possa essere tolto dal grembo che lo ha portato poteva essere detto solo da individui che mai hanno fatto un’ecografia o seguito un parto. Che gli psichiatri si occupino di disturbo bipolare e attacchi di panico e non osino occuparsi di altro . Questo è un riassunto . L’umanità del terzo millennio ha appaltato l’etica a qualche centinaio di medici mediocri, mafiosi e criminali , che hanno addirittura negato la specificità maschile femminile. E la signora Fedele è solo una della tante vestali. Ora però basta con le idiozie: riprendiamoci l’etica. Da domani si parla di Natale. Silvana De Mari premio Nobel per la letteratura ( Be’ si. Mi hanno dato il premio Molinello che è equivalente.)  condividi

–    esperimento di Milgram 16 dic 2016 18:59 – Silvana De Mari – varie  La straordinaria forza del conformismo e ` stata studiata dall’esperimento compiuto dallo psicologo sperimentale Stanley Milgram (1933-1984). Quando il Mossad arresto ` Eichmann in Argentina e si comincio ` il processo, l’orrore di quello che era successo ritorno ` su tutte le testate insieme alla domanda su come fosse stato possibile. Ci si rese conto di un fenomeno battezzato «la banalita ` del male»,il conformismo alla base dei genocidi. Perrisponderealladomandail dottor Milgram organizzo ` un enorme esperimento: arruolo `un grandissimo numero di persone per studiare gli effetti del dolore sulla memorizzazione. Dette una piccola paga: dieci dollari al giorno e divise la gente in due gruppi. Il gruppo A avrebbe cercato di memorizzare sequenze di parole che avrebbe ripetuto al gruppo B per fargli sapere quanto erano bravi a memorizzare. Aogni sbaglio il gruppo B avrebbe somministrato una scossa elettrica che a ogni sbaglio sarebbe diventata piu ` forte, fino al livello di 300 volt che e ` potenzialmente mortale. Inrealta `le scosse elettriche erano false. Quelli del gruppo A che urlavano e si contorcevano per il dolore erano attori. L’esperimento non era sulla memorizzazione,ma sul conformismo e sull’obbedienza. Puo ` un essere umano qualsiasi, su istigazione di un tizio in camice bianco non meglio identificato, somministrare una scossa elettrica potenzialmente mortale a un suo simile che non ha fatto niente di male a nessuno salvo sbagliare una sequenza di parole di cui non importa niente a nessuno? La risposta e ` sı `, fino al sessantacinque per cento della popolazione lo fa. Dopo un po’, quando l’attore si contorce sotto inesistenti scariche che, se fossero vere, sarebbero pericolose o potenzialmente mortali, per resistere al senso di colpa scatta un micidiale meccanismo che si chiama criminalizzazione della vittima: «Non sono io che sono una carogna, e ` lui che non memorizza queste dannate parole». La criminalizzazione della vittima e `un fenomeno atroce che tende a proteggere l’aggressore dai sensi di colpa. Piu ` sono gravi le colpe, maggiore e ` l’odio per la vittima. Questa è la seconda cosa che l’esperimento ha messo in luce. La prima NON è, come è stato dichiarato, l’obbedienza all’autorità. L’autorità ha una divisa, di poliziotto o di generale, l’autorità ha la porpora del vescovo, ha la corona del re o almeno l’abito del ministro. L’esperimento dimostra l’obbedienza cieca, canina, della nostra epoca non all’autorità, che abbiamo annientato in tutte le sue forme, ma alla cosiddetta scienza. Basta mettersi un camice bianco, e qualsiasi idiozia tu dica diventa il verbo. Un tizio in camice bianco alla televisione ci dice che il suo dentifricio ci salverà dalla carie, dalla piorrea, dal cancro e dalla disoccupazione e noi lo compriamo. Dei tizi in camice bianco hanno misurato il cranio e il naso ai ragazzini con un compasso per buttare fuori dalle scuole quelli che si chiamavano Frank, Levi e Einstein e tutti hanno detto che era una bella idea. Il mito dello scienziato è il mito di un’epoca che avendo rinunciato alla Verità, si accontenta della prima fesseria. Il fatto che uno sia uno scienziato, vuol dire che conosce molto di un pezzetto piccolissimo dello scibile umano, non che conosca tutto, abbia una visione di insieme, o che sia sano di mente. Che uno abbia studiato oncologia, vuol dire che conosce l’oncologia, non che la sua frase “l’amore omosessuale è più puro perché sganciato dalla riproduzione” non sia pura follia. Che qualcuno abbia studiano astronomia vuol dire che ha conosce l’astronomia. Il mito dello scienziato come depositario della verità o come persona in grado di raggiungerla, il mito che possa esistere una scienza oggettiva in ogni campo, è la dannazione della nostra epoca, che ci ha reso creduloni come mici neonati. Che un’ assemblea di psichiatri riscriva l’etica, l’antropologia, il diritto , la filosofia, poteva venire in mente solo a noi, che a furia di essere i più geniali del reame siamo diventati scemi. E ora arriviamo al controllo mentale, uno dei più deliziosi doni che la scienza ci abbia fatto, quasi sullo stesso piano della superiorità della razza ariana.

Annunci