Senza categoria

sgozzati tutti dal profeta ELIA al torrente ghison

Yes, the compensation must be paid, from Israel, is that is right, but since Palestinians can not afford to pay off: their 66 years Islamic shariah crimes? Then they must be immediately: all deported to Syria!
si, la compensazione deve essere pagata, da Israele, è giusto così, ma, poiché, i palestinesi non possono compensare economicamente: i loro delitti islamici shariah? poi, devono essere immediatamente: tutti deportati in Siria!
Relatives of firebombed Palestinian family to sue Israel for millions, Dawabsha family says state bears ‘responsibility’ for fatal attack blamed on Jewish terrorists, demands compensation
Parenti della famiglia palestinese incendiata per denigrare Israele per milioni, la famiglia Dawabsha dice che la responsabilità di Stato è responsabile per un attacco fatale accusato di terroristi ebraici, richiede una compensazione

Macron: Merkel,vittoria per Europa unita da usura SpA Banche Centrali, disoccupazione, pornocrazia, regime massonico, criminalità, regime bilderberg, suicidi da mutuo ipotecario, recessione, tecnocrazia, pressione fiscale, ateismo, relativismo, TEOSOFIA DARWIN GENDER: evoluzionismo senza prove scientiche, e immigrazione islamica selvaggia! LE SINISTRE STANNO PREPARANDO IN EUROPA UNA TRAGEDIA CHE è PARI ALLA TRAGEDIA DELLA RIVOLUZIONE FRANCESE! http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2017/05/07/macron-merkelvittoria-per-europa-unita_0f16ba45-37d4-4f5b-bffd-cbd25d8c9a93.html

Macron: Merkel, Europe’s united: from: usury: banking seigniorage, for victory Central Bank, unemployment, pornography, Masonic regime, crime, bilderberg regime, mortgage mortgage suicide, recession, technocracy, tax burden, atheism, relativism, TEOSOFIA DARWIN GENDER: evolutionism without scientific evidence , And wild Islamic immigration! free-masons ARE PREPARING A TRAGEDY IN EUROPE THAT IS LIKE, the new tragedy OF FRENCH REVOLUTION! http://www.timesofisrael.com/polls-open-in-frances-pivotal-presidential-election/

Russia and China have to stop walking along with the IRAN Nazis and North Korea, and then say, “We do not want the World War!”
But, this crime: also: NATO US EU is doing it in: turkey: and Saudi Arabia!
Russia e Cina devono smettere di cammnare insieme ai nazisti IRAN e Korea del Nord, e poi, dire: “noi non vogliamo la guerra mondiale!”
ma, questo delitto: anche: la NATO USA UE lo sta facendo in: turchia: e Arabia Saudita!
House launches probe into claim Obama hurt national security to seal Iran deal
US President Barack Obama speaks to CNN on August 7, 2015 about the Iranian nuclear deal. Following Politico story, House and Senate members demand documents on Iranians freed or let off the hook to reach nuclear accord.
House lancia sondaggio in cui Obama ha fatto male alla sicurezza nazionale per sigillare l’affare di Iran
Il presidente americano Barack Obama parla a CNN il 7 agosto 2015 sull’accordo nucleare iraniano. Dopo la storia di Politico, i membri della Camera e del Senato richiedono documenti su iraniani liberati o abbandoni il gancio per raggiungere l’accordo nucleare
http://www.timesofisrael.com/house-launches-probe-into-claim-obama-hurt-national-security-to-secure-iran-deal/

For the infamy, Masons, Satanists, traitors: CIA 666 UK services, City London SpA IMF .. then, for their was good: the Prince Charles when he went to play with the swords (allah akbar, death to all the infidels ) In Saudi Arabia! I swear: I will hurt, to all the English leaders now!
per gli infami, massoni, satanisti, traditori: di CIA 666 UK services,  City London SpA FMI .. poi, era buono: il Prince Charles quando, lui è andato a fare il gioco delle spade (allah akbar, morte a tutti gli infedeli) in Arabia Saudita! .. io lo giuro: io ora farò del male ai leader inglesi!
UK government said to cancel Prince Charles’ visit to Israel. Prince Charles seen during the funeral late former President Shimon Peres at Mount Herzl, in Jerusalem, on September 30, 2016. Foreign Office reportedly puts kibosh on trip planned for fall of 2017 out of fears it would anger Arab allies
Il governo britannico ha dichiarato di annullare la visita di Prince Charles a Israele. Il principe Carlo ha visto durante il funerale tardo ex presidente Shimon Peres al Monte Herzl, a Gerusalemme, il 30 settembre 2016. L’Ufficio estero riferisce di aver messo a fuoco in viaggio previsto per la caduta del 2017 per paure che avrebbe arrabbiato gli alleati arabi
http://www.timesofisrael.com/uk-government-said-to-cancel-prince-charles-visit-to-israel/

=========================

NEW YORK — Building a clandestine sukkah; putting on phylacteries; seeking rabbinic counsel. Despite the risk of immediate death if caught, spiritual resistance — large and small — ran strong among religious Jews in the Nazi concentration camps. [[ For the first time, Auschwitz guides taught to teach about Jews’ ‘spiritual resistance’

For 70 years the story of Jews clinging to faith and ritual in the death camps has been overlooked. Now docents are equipped to illuminate their struggles
Per la prima volta, le guide di Auschwitz insegnano a insegnare la “resistenza spirituale” degli ebrei,

Per 70 anni la storia degli ebrei aggrappati alla fede e al rituale nei campi di morte è stata trascurata. Ora i docenti sono dotati di illuminare le loro lotte]] Yet, for more than 70 years, the ways in which so many men and women fought to practice their faith under such dire circumstances has gone largely untold — an omission particularly felt during tours of Auschwitz-Birkenau.

“Holocaust history has to a large extent has been about what occurred to the Jews. When focusing on the individual devastated by genocide, by default it becomes a perpetrator history. When you talk about what happened to the victim, the human story gets sublimated,” said Dr. Henri Lustiger-Thaler, chief curator of the Amud Aish Memorial Museum in Brooklyn, New York, and professor of social science at Ramapo College in New Jersey.

Indeed, much of what people learn while visiting the concentration and extermination camps is rather clinical: Piles of suitcases, carefully labeled with names and addresses, heaps of shorn locks. Such artifacts are necessary to help tell the story of the Holocaust, but can divert a greater share of attention to what the Nazis did rather than how Jewish prisoners reacted.
Henri Lustiger-Thaler, chief curator at the Amud Aish Memorial Museum and professor of social science at Ramapo College in New Jersey, helped train 70 docents at the Auschwitz-Birkenau Museum in the ways religious Jews held on to their faith. (Rachel Bensimon)

Henri Lustiger-Thaler, chief curator at the Amud Aish Memorial Museum and professor of social science at Ramapo College in New Jersey, helped train 70 docents at the Auschwitz-Birkenau Museum in the ways religious Jews held on to their faith. (Rachel Bensimon)

Working together with the Auschwitz-Birkenau Museum, educators from Amud Aish and the Kleinman Holocaust Education Center traveled to Poland, where they trained Auschwitz Museum guides to better tell the story of how faith-based and Orthodox Jewish prisoners lived through this time.
The entrance to the Nazi death camp Auschwitz-Birkenau with the lettering ‘Arbeit macht frei’ (‘Work makes you free’). (Joel Saget/AFP)

The entrance to the Nazi death camp Auschwitz-Birkenau with the lettering ‘Arbeit macht frei’ (‘Work makes you free’). (Joel Saget/AFP)

“For the very first time, the complex topic of how Orthodox Jews dealt with the reality of the Auschwitz extermination camp was analyzed in an exhaustive manner and presented to the museum educators. They were provided with an important tool which will enable them to present this question both to visitors who are not involved in Jewish Orthodoxy, as well as to Orthodox groups, whose presence in the museum is constantly increasing,” said Andrzej Kacorzyk, director of the International Center for Education about Auschwitz and the Holocaust at the Auschwitz Memorial.

Nearly 2.1 million people visited Auschwitz in 2016, a new record 71 years after its liberation. That number is already on track to increase for 2017, according to the museum.

The majority of visitors took tours with the museum’s 286 guides, who collectively speak nearly 20 languages. However, until now museum-led tours didn’t incorporate the more spiritual and religious life of Jews imprisoned there.

“By adding this dimension you start to see that the story of the religious Jews and the religious culture of Europe was completely destroyed. Incorporating this gives them [the prisoners] a voice here and also helps reanimate that world as well. The story isn’t just about a person entering the ghetto, or the work camp, or the gas chamber — it was about a culture entering the ghetto, or the work camp, or the gas chamber,” Lustiger-Thaler said.

In recent years, some claim “Holocaust fatigue.” But through this project, Lustiger-Thaler has learned that the further one digs, the more one learns that this dark world is anything but exhausted. New stories, new angles, are revealed all the time, he said.
Rabbi Aubrey Hirsch, Amud Aish Memorial Museum lecturer, and Dr. Henri Lustiger-Thaler, the museum’s senior curator, with the docent group in Birkenau. (Courtesy)

During lectures and tours of the camp, Lustiger-Thaler and Amud Aish director Rabbi Sholom Friedmann talked about how religious victims struggled to maintain their identities and fought to observe their faith.

“The million Jews who perished at Auschwitz-Birkenau, and those who survived, were predominantly religious. Although the war turned their lives upside down, many still maintained their beliefs. As a result, their suffering was experienced through the lens of their faith,” Friedmann said.

Over 70 guides participated in the training, which included six additional stops to the Auschwitz tour. Four more elements are planned for next year, including adding stories from observant women.

While the training gave guides a new narrative-enriching tool, the content and core of the tours remains the same, said Tomasz Michaldo, the director of guiding methodology at the Auschwitz-Birkenau Museum, in an email.
Rabbi Aubrey Hirsch, Amud Aish Memorial Museum lecturer, delivering remarks to Auschwitz docents. (Amud Aish)

“For me, the most important point about the training was to familiarize guides with faith-based perspective on Auschwitz and to make them aware that Jewish faith-based experience varies from the non-faith-based one,” Michaldo said.

“All of them said that this was an eye-opening session. Most of those who participated have already been to Yad Vashem and other Holocaust related museums, but the faith-based perspective is not stressed in any of those. I do know that many of them use what they’ve learned during the tours,” said Michaldo.

The guides learned how to incorporate some of these stories and discussion topics at six different stops during a tour. One stop is at the kitchen; another includes testimonies about how Jews used barrels to clandestinely build a sukkah in Auschwitz III-Monowitz in 1943, as well as how they secretly held prayer services and continued to wear religious garments under their uniforms.
Illustrative: Jewish Holocaust survivors wear the tefilin, or phylacteries, and the tallit prayer shawl as they read from the Torah scrolls during their bar mitzvah ceremony, normally done at the age of 13, on May 2, 2016, at the Western Wall in Jerusalem’s Old City. (AFP Photo/Menahem Kahana)

They also explored the questions that some victims posed to rabbis in a treacherous and deadly world. At a stop in the male camp in Birkenau, guides learned the exact location where questions were posed to Rabbi Tzvi Hersch Meisels on the practice of ransoming the lives of boys selected for the gas chambers: Could a father ransom his son’s life knowing it meant that the ransomed boy would be replaced by another victim?

“Oftentimes in a concentration camp and a death camp there were choiceless choices. The rules changed; there was no normative behavior. What was still there? An inner life was there, or at least the choice to have an inner life, in a place where everything — everything — was a life and death question,” Lustiger-Thaler said.

“These were not one-off moments of resistance, it was continuous. Their entire camp life became one of resistance,” he said.

==========================

We are grateful for the evil: that MERKEL: for her, the Islamic terrorism: it is only serious when the Germans or the French are going to undergo it .. which is for their own: infamousness, European balances? That is why: they are also under: same: Islamic Shariah Saudi Salafi terrorism!
siamo riconoscenti a malvagità: MERKEL: che per lei il terrorismo islamico: è grave soltanto quando sono i tedeschi o i francesi a subirlo.. che è per questa loro/sua: infamia, delle sinistre europee? che, è per questo che: anche loro lo stanno subendo il terrorismo islamico shariah salafita saudita!v
Durante lo scontro di Netanyahu con Gabriele, l’ufficio del primo ministro ha dichiarato: “I diplomatici sono felici di incontrarsi con i rappresentanti della società civile, ma il primo ministro Netanyahu non si riunirà con coloro che prestano legittimità a organizzazioni che richiedono la criminalizzazione dei soldati israeliani”.
Le relazioni tra Israele e la Germania sono state gelate recentemente. All’inizio di quest’anno, il cancelliere Angela Merkel ha posticipato le consultazioni bilaterali di governo originariamente previste per il 10 maggio, citando difficoltà di programmazione alle elezioni nazionali di settembre. Tuttavia, ha trovato tempo per ospitare il leader palestinese Mahmoud Abbas il mese scorso.
In conversazioni private, i funzionari tedeschi e israeliani hanno riconosciuto che la cancellazione di Merkel è dovuta alla sua frustrazione sulla legislazione israeliana per autorizzare retroattivamente gli avamposti illegali della West Bank.
During Netanyahu’s standoff with Gabriel, the prime minister’s office said: “Diplomats are welcome to meet with representatives of civil society but Prime Minister Netanyahu will not meet with those who lend legitimacy to organizations that call for the criminalization of Israeli soldiers.”
Relations between Israel and Germany have been frosty recently. Earlier this year, Chancellor Angela Merkel postponed bilateral government consultations originally planned for May 10, citing scheduling difficulties ahead of national elections in September. However, she did find time to host Palestinian leader Mahmoud Abbas last month.
In private conversations, German and Israeli officials acknowledged that Merkel’s cancellation was due to her frustration over Israeli legislation to retroactively authorize illegal West Bank outposts.

Homosexuals have said that it is right to refuse children to: gay gender lobby DARWIN, because the children must have a true father and mother, and not fake!
But there is no reason to refuse children to Jews and Muslims!
gli omosessuali hanno detto che: è giusto rifiutare i bambini ai: gay lobby gender DARWIN, perché tuti i bambini devono avere un padre ed una madre veri, e non finti!
MA non c’é un motivo valido per rifiutare i bambini a ebrei e musulmani!
Texas adoption agencies, could reject Jews, gays, Muslims, Bill seeks to protect faith-based agencies that refuse to place children with parents on religious grounds
Agenzie di adozione del Texas, potrebbero rifiutare gli ebrei, i gay, i musulmani
Bill cerca di proteggere le agenzie basate sulla fede che rifiutano di mettere i figli con i genitori su motivi religiosi.
=====================

Fry’s mother lost many of her relatives in Nazi concentration camps, Comedian Stephen Fry probed for blasphemy after calling God a ‘selfish maniac’. Stephen Fry pictured at a 2012 Pride Parade in London, British Jewish-born star was asked on Irish TV what he’d say to God if he, she or it existed. Viewed on YouTube 7 million times, his bitter answer led to a police investigation

La madre di Fry ha perso molti dei suoi parenti nei campi di concentramento nazisti, il comico Stephen Fry ha tentato la blasfemia dopo aver chiamato Dio un ‘egoismo egoista’. Stephen Fry ha dipinto in una sfilata di Pride 2012 a Londra, la star stellare ebrea britannica è stata chiesto alla televisione irlandese che cosa avrebbe detto a Dio se fosse lui o lei esisteva. Visto su YouTube 7 milioni di volte, la sua risposta amara ha portato ad un’indagine della polizia

===========================

If the Shariah’s terrorists: they take and keep up: ARAB LEaGue control: then, it is prorpio this: that, ONU OCI shariah has planned to do: with: SAUD SALMAN wahhabiti to Mecca Kaaba! Because the heart of the Islamic peoples ummah: is with the terrorists, while their Islamic hypocrisy and Islamic dissimulation is the Wahhabites: it is to deceive: for kill all the peoples of the world! … Islamists have no respect for the sacredness of human life: because they are called: “religious manias” their religion is therefore: a demonic type of esoterism !!

se i terroristi shariah: loro prendono: costantemtne: il controllo della LEGA ARABA: poi, è prorpio questo che: OCI shariah ha pianificato di fare a: SAUD SALMAN wahhabiti Mecca Kaaba! perché il cuore dei popoli islamici è con i terroristi, mentre la loro ipocrisia e dissimuazione islamica Iran i wahhabiti: è per ingannare i popoli del mondo! … islamici non hanno nessun rispetto per la sacralità della vita umana: perché sono detti: “maniaci religiosi” la loro religione è quindi: un esoterismo di tipo demoniaco!!
http://www.timesofisrael.com/is-decapitates-father-two-sons-in-sinai-border-town/

EL-ARISH, Egypt (AP) — The decapitated bodies of a father and his two sons recently kidnapped by Islamic militants were found on Saturday lying in the street in the northern Sinai town of Rafah, according to security officials and witnesses — the latest grotesque act of brutality in the country’s long-running insurgency.
They said the mother of the two siblings was killed last week by members of the Islamic State group when they raided the family home in the village of Yamit, west of Rafah, and kidnapped the three men they suspect of being collaborators.
The three decapitated bodies found Saturday were taken to hospital, where they were identified and prepared for burial, according to the officials and witnesses, who spoke on condition of anonymity because they were not authorized to speak to the media and feared reprisals, respectively.
IS is spearheading an insurgency in northern Sinai, where there has recently been an uptick in the abduction and killing of suspected informants. The brutal killings are meant to serve as a deterrent to would-be collaborators.
Islamic militants have been fighting security forces in northern Sinai for years, but the insurgency has grown deadlier and expanded since the military’s 2013 ouster of an Islamist president — Mohammed Morsi of the now-outlawed Muslim Brotherhood — whose one year in office proved divisive.
Lately, the militants have targeted Egypt’s minority Christians, forcing hundreds of them to flee their homes in northern Sinai after killing several of them there. Since December, it has targeted three churches — one in Cairo and two north of the Egyptian capital — with suicide bombings that killed at least 45.
An IS leader in Egypt vowed this week to escalate attacks against Christians, urging Muslims to steer clear of Christian gatherings and western embassies as they are targets of their group’s militants.
“Targeting the churches is part of our war on infidels,” the unidentified leader said in a lengthy interview published by the group’s al-Nabaa newsletter on Thursday. He said churches, security posts and institutions, as well as places where “crusader nationals of western countries” gather were all “legitimate targets.”
Separately, the Interior Ministry announced on Saturday that policemen on the trail of members of Brotherhood breakaway factions that have taken up arms against the government have located and shot dead two operatives in a gunbattle north of Cairo. It said the two were involved in a bomb attack that killed two policemen and injured others last month in the city of Tanta north of Cairo.
Also on Saturday, a criminal court in Cairo accepted an appeal by the prosecution against a release order issued on Thursday in favor of a senior leader and financier of the Brotherhood, businessman Hassan Malik, who has been in detention for two years but never faced trial.
Malik, arrested in 2015 on charges that he plotted to harm the national economy, was ordered Saturday to remain in police custody for 45 days.
Copyright 2017 The Associated Press.

EL-ARISH, Egitto (AP) – I corpi decapitati di un padre e dei suoi due figli, recentemente rapiti dai militanti islamici, sono stati trovati sabato sdraiato sulla strada nella città del Sinai di Rafah, secondo i funzionari di sicurezza e testimoni – l’ultima grottesca Atto di brutalità nell’insurrezione lunga del paese.
Hanno detto che la madre dei due fratelli è stata uccisa la settimana scorsa da membri del gruppo di stato islamico quando hanno fatto incursione nella casa di famiglia nel villaggio di Yamit, a ovest di Rafah, e hanno sequestrato i tre uomini che sospettano di essere collaboratori.
I tre corpi decapitati trovati sabato sono stati portati in ospedale, dove sono stati identificati e preparati per la sepoltura, secondo i funzionari e testimoni, che hanno parlato in condizione di anonimato perché non erano autorizzati a parlare ai media e temevano rappresaglie rispettivamente.
IS sta battendo un’insurrezione nel Sinai settentrionale, dove è stato recentemente un uptick nel rapimento e uccisione di sospettati informatori. Gli uccisioni brutali sono destinati a servire da deterrente a coloro che potrebbero essere collaboratori.
I militanti islamici hanno combattuto le forze di sicurezza nel Sinai settentrionale per anni, ma l’insurrezione è cresciuta e si è ampliata dopo l’estinzione del militare del 2013 di un presidente islamista – Mohammed Morsi della Fratellanza Musulmana ora fuori legge – la cui un anno di ufficio si è rivelata divisiva.
Recentemente, i militanti hanno rivolto i cristiani minoritari dell’Egitto, costringendo centinaia di loro a fuggire dalle loro case nel Sinai settentrionale dopo aver ucciso alcuni di loro. Da dicembre, ha individuato tre chiese – una a Il Cairo e due a nord della capitale egiziana – con bombardamenti suicidi che hanno ucciso almeno 45.
Un leader IS in Egitto si è impegnato questa settimana a scalare gli attacchi contro i cristiani, esortando i musulmani ad allontanarsi dalle riunioni cristiane e dalle ambasciate occidentali in quanto sono obiettivi dei militanti del loro gruppo.
“Il targeting delle chiese fa parte della nostra guerra agli infedeli”, ha detto il leader non identificato in una lunga intervista pubblicata dalla newsletter al-Nabaa del gruppo il giovedì. Ha detto che le chiese, i posti di sicurezza e le istituzioni, così come i luoghi dove “cittadini crusader dei paesi occidentali” si sono riuniti erano tutti “obiettivi legittimi”.
In particolare, il ministro degli Interni ha annunciato sabato che i poliziotti sulla pista dei membri delle fazioni separatisi della Confraternita che hanno preso armi contro il governo hanno trovato e sparato due operai morti in un bombardamento a nord del Cairo. Ha detto che i due sono stati coinvolti in un attacco a bomba che ha ucciso due poliziotti e ha ferito altri lo scorso mese nella città di Tanta a nord del Cairo.
Anche il sabato, un tribunale penale del Cairo ha accettato un appello da parte dell’opposizione contro un rilascio rilasciato giovedì a favore di un leader senior e finanziatore della Fratellanza, l’uomo d’affari Hassan Malik, che è stato in detenzione per due anni ma mai affrontato processo .
Malik, arrestato nel 2015 a causa di accuse che ha commesso a danneggiare l’economia nazionale, è stato ordinato sabato a rimanere in custodia di polizia per 45 giorni.
Copyright 2017 L’Associated Press.

If the Shariah’s terrorists: they take and keep up: ARAB LEaGue control: then, it is prorpio this: that, ONU OCI shariah has planned to do: with: SAUD SALMAN wahhabiti to Mecca Kaaba! Because the heart of the Islamic peoples ummah: is with the terrorists, while their Islamic hypocrisy and Islamic dissimulation is the Wahhabites: it is to deceive: for kill all the peoples of the world! … Islamists have no respect for the sacredness of human life: because they are called: “religious manias” their religion is therefore: a demonic type of esoterism !!

se i terroristi shariah: loro prendono: costantemtne: il controllo della LEGA ARABA: poi, è prorpio questo che: OCI shariah ha pianificato di fare a: SAUD SALMAN wahhabiti Mecca Kaaba! perché il cuore dei popoli islamici è con i terroristi, mentre la loro ipocrisia e dissimuazione islamica Iran i wahhabiti: è per ingannare i popoli del mondo! … islamici non hanno nessun rispetto per la sacralità della vita umana: perché sono detti: “maniaci religiosi” la loro religione è quindi: un esoterismo di tipo demoniaco!!
http://www.timesofisrael.com/is-decapitates-father-two-sons-in-sinai-border-town/

Pray for our American Veterans!!! ] abbiamo in Italia il 50% di disoccupati e molti imprenditori commettono suicidio per mutuo ipotecario, molti veterani in USA fanno la fame! STOP ALLA ISLAMIZZAZIONE SELVAGGIA DELL’OCCIDENTE! Vito Andolini+ Well when Americans realize that they unknowingly serve Zionist Jews, they would understand why they are homeless and they dont give a fuck. Mic Micson 8 mag, 04:30Pray for our American Veterans!!! Mic Micson Vito Andolini Yeah, agree!

io ho detto soltanto che c’era una volta in Europa la Democrazia [ Lorenzojhwh HumanumGenus ·
Figlio del Re dei Re presso Regno di Dio. Giornalista di Sputnik non ammesso al quartier generale di Macron. io ho detto
soltanto che c’era una volta in Europa la Democrazia [[ Eurovision 2017,
divieto per i giornalisti russi di seguire la kermesse ]] io ho detto
soltanto che c’era una volta in Europa la Democrazia

=========
Macron, ‘stasera la Francia ha vinto’ una tassa in più!
Francia: Macron, ‘stupiremo il mondo’ con la ghigliottina delle tasse Rothschild Bilderberg: ALTO TRADIMENTO COSTITUZIONALE IL SIGNORAGGIO BANCARIO, e potete stare certi che shariah nazismo: porteremo al suicidio Allah akbar il califfato di Parigi! http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2017/05/07/francia-macron-stupiremo-il-mondo_a58ad31f-b88b-4f3b-b9d0-36e340180a9a.html
================

agenzia governativa nordcoreana “Korean Central News Agency” (Kcna) ha segnalato l’arresto di un altro cittadino americano di origine coreana sospettato di attività sovversive contro lo Stato, riporta la Reuters. Lorenzojhwh HumanumGenus · Figlio del Re dei Re presso Regno di Dio ] bisogna distinguere tra “osservatori” e spie, l’osservatore ha un ruolo passivo raccoglie le informazioni che gli giungono spontaneamente senza violare, sistemi di sicurezza e senza commettere reati! tutti hanno il dovere di essere osservatori, perché questa è una attività giornalistica, che ovviamente a sauditi turchi e coreani #Kim #Jong-un il boia non piace avere tra i piedi perché i loro delitti sono ripugnanti al genere umano!
https://it.sputniknews.com/mondo/201705074464121-Pyongyang-Corea/

=========
Chi c’è dietro il colpo di Stato contro il Venezuela? quello che mi offende degli USA è che non si muovono mai per tutelare i diritti umani, IN NESSUNA PARTE DEL MONDO, ma, lo fanno soltanto per schiavizzare TUTTI i POPOLI del mondo! [ di sitoaurora ] Creare un’immagine distorta della crisi umanitaria è il punto di partenza. Tracciare l’immagine di un Paese sull’orlo del collasso è l’alibi. Misión Verdad, TeleSUR 27 aprile 2017 – Global ResearchIl colpo di Stato contro il Venezuela è già stato scritto e presentato. Il 2 marzo 2017, durante il primo incontro dell’OAS, Shannon K. O’Neil (direttrice per l’America Latina del Consiglio per le Relazioni Estere, CFR) presentava al Comitato degli Esteri del Senato degli Stati Uniti un portafoglio di azioni e misure da intraprendere se gli Stati Uniti volevano abbattere il Chavismo in Venezuela.

Origine e attori chiave del CFR
Il Consiglio sulle Relazioni Estere, o CFR, è un think tank fondato nel 1921 con il denaro della Fondazione Rockefeller. Il suo obiettivo è creare un gruppo di esperti che formino la politica estera statunitense e le posizioni della leadership, come presidente e dipartimento di Stato, non agendo per proprie ragioni, ma piuttosto secondo gli interessi di tali lobbisti. Sin da quando fu creato, il consiglio, composto da 4500 membri, pose numerosi alti funzionari nelle posizioni per attuare la strategia del CFR, come i segretari di Stato Henry Kissinger, Madeleine Albright e Colin Powell, responsabili rispettivamente della guerra in Vietnam, Jugoslavia e Iraq e nel caso di Powell, grande attore nel colpo di Stato dell’aprile 2002. Inoltre, un membro onorario e ex-vicepresidente del think tank era David Rockefeller, ex-proprietario di Standard Oil Company dai grandi interessi e influenze in Venezuela. La penetrazione nella vita politica nazionale del Paese fu tale che divenne uno degli sponsor del patto di Punto Fijo, dando origine alla Quarta Repubblica.

Corporazioni che finanziano il CFR e l’utilizzano come piattaforma politica
Le società nate dalla dissoluzione della Standard Oil finanziano la CFR, ovvero Chevron e Exxon Mobil. La prima finanziò le sanzioni contro il Venezuela e l’altra vuole creare conflitti tra Guyana e Venezuela per sfruttare le grandi riserve petrolifere di Essequibo. Tra i finanziatori della CFR vi è la Citibank, che l’anno scorso bloccò i conti della Banca centrale del Venezuela e della Banca del Venezuela, influenzando la capacità del Paese d’importare merci essenziali. La società finanziaria JP Morgan è responsabile dell’utilizzo dell’aggressione finanziaria come scusa per dichiarare il Venezuela mancato pagatore, nel novembre 2016, utilizzando manovre manipolative che influenzano la credibilità finanziaria del Venezuela. Entrambe le banche hanno tentato di colpire la capacità del Venezuela di attirare investimenti e prestiti che stabilizzerebbero l’economia. Gli attori più aggressivi del colpo di Stato finanziario ed economico contro il Venezuela fanno parte del CFR. Tali attori sono ora responsabili dell’agenda del colpo di Stato politico, come lo fu Colin Powell, membro del CFR, che ideò e armò il colpo di Stato contro Chavez quando era segretario di Stato di George W. Bush. Ora, proprio come allora, il MUD (oggi chiamato Coordinatore Democratico) risponde solo alla linea politica tracciata da tali grandi poteri, che di fatto governano gli Stati Uniti.

Presentazione al Senato degli Stati Uniti
Perciò O’Neil non è altro che una delegata dei dirigenti reali di tale organizzazione privata. Fu incaricata di presentare alla commissione per le relazioni esterne del Senato degli Stati Uniti le azioni da adottare per cambiare il corso politico del Venezuela, utilizzando tattiche di guerra non convenzionale, come evidenziato dagli interessi delle grandi potenze economiche rappresentate dal CFR, segnalando, senza dati affidabili, che la popolazione venezuelana vive attualmente in condizioni peggiori rispetto ai cittadini di Bangladesh, Repubblica del Congo e Mozambico, Paesi che subiscono un’estrema miseria per via delle guerre da privati e irregolari che cercano di saccheggiarne le risorse naturali. Creare un’immagine (mediatica distorta) della crisi umanitaria in Venezuela è il punto di partenza per il resto del piano. Tracciare il quadro di un Paese sull’orlo del collasso è l’alibi. Durante la presentazione, O’Neil dichiarò che la PDVSA è sul punto di fallire, escludendo che la compagnia petrolifera statale continuasse a pagare i debiti esteri onorando gli impegni internazionali. Prima di proporre tali opzioni al governo degli Stati Uniti, la delegata del CFR affermò che il Venezuela è strategico per gli interessi statunitensi nell’emisfero e che un crollo ipotetico della produzione petrolifera pregiudicherebbe gli Stati Uniti (perché ne aumenterebbe i prezzi), pur affermando, senza alcuna prova, che le incursioni dei cartelli della droga Zetas e Sinaloa in Venezuela siano una minaccia per la regione.

Il diagramma dei colpi di Stato
Il CFR propone tre grandi azioni politiche agli Stati Uniti per attuare il colpo di Stato in Venezuela nel prossimo futuro. Opzioni che, a causa del peso politico e finanziario del CFR, sono già pienamente operativi (e da mesi). Infatti il CFR dirige i capi anti-Chavisti affinché attuino rigorosamente questo colpo di Stato da manuale.
1. Il CFR propone di continuare le sanzioni “ai violatori dei diritti umani, narcotrafficanti e funzionari corrotti” per aumentare la pressione sul governo venezuelano. I capi anti-Chavez, seguendo tale copione sostengono tali azioni e le falsità in questione, poiché non vi sono prove che colleghino il vicepresidente venezuelano Tariq al-Aysami al traffico di droga internazionale. Anche capi come Freddy Guevara sono andati a Washington a “chiedere” direttamente di prolungare le sanzioni, sostenute dalla lobby anti-venezuelana guidata da Marco Rubio.
2. Gli Stati Uniti devono prendere una posizione più rigorosa nell’ambito dell’OAS per attuare la Carta democratica contro il Venezuela, cooptando i Paesi dei Caraibi e dell’America centrale per sostenere tale iniziativa, che nelle recenti sessioni (illegali) l’OAS ha rigettato. La minaccia di Marco Rubio contro Haiti, Repubblica Dominicana e El Salvador non era un’azione isolata, ma una manovra coordinata guidata dal dipartimento di Stato per inasprire la pressione sulle alleanze internazionali del Venezuela. Il CFR propone anche che il dipartimento del Tesoro convinca la Cina a ritirare il sostegno al Venezuela per aumentare la pressione politica ed economica sul Paese e sul governo. Il MUD è l’attore centrale in questa parte del copione, usando Luis Almagro per chiedere che la Carta democratica sia applicata contro il Venezuela. L’ultima dichiarazione del dipartimento di Stato degli USA sulla marcia convocata dal MUD il 19 aprile, mira non solo ad indurirne la posizione verso il Venezuela, inasprendo la pressione dell’OAS (cercando di riunire il maggior numero di alleati con queste critiche), ma legittima con premeditazione le violenze che potrebbero verificarsi nella marcia. Ricorrendo a falsità come l’uso dei “collettivi” per sopprimere le dimostrazioni e le “torture” delle forze di sicurezza dello Stato venezuelano, il dipartimento di Stato propone di fare del 19 aprile il punto di svolta per inasprire l’assedio del Venezuela e ampliarne le sanzioni, rendendole più aggressive e dirette.
3. Il CFR afferma che gli Stati Uniti dovrebbero collaborare con Colombia, Brasile, Guyana e Paesi dei Caraibi per prepararsi a un eventuale “aumento dei profughi”, convogliando risorse alle varie ONG e organizzazioni delle Nazioni Unite e dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti. Ma al di là di tale avvertimento d’intervenire in Venezuela, esiste una vera operazione politica: l’ONG finanziata dallo stesso dipartimento di Stato Human Rights Watch (HRW) pubblicava il 18 aprile 2017 una relazione su come la “Crisi umanitaria” si diffonda in Brasile. Sulla base di testimonianze specifiche e ingigantendo i dati sull’immigrazione, HRW ha avuto l’opportunità d’invitare i governi della regione (in particolare il Brasile) a fare pressione sul governo venezuelano, come richiesto dalla strategia proposta dal CFR. Luis Florido, capo di Voluntad popular, attualmente viaggia in Brasile e Colombia per tentare di riattivare l’assedio diplomatico contro il Venezuela dai Paesi confinanti. Il think tank statunitense chiede inoltre che questi Paesi, sotto la guida di Stati Uniti e Fondo Monetario Internazionale (FMI) organizzino un piano di tutela finanziaria per il Venezuela, che eviti investimenti russi e cinesi nelle aree strategiche del Paese. Nei giorni scorsi Julio Borges usò la carica parlamentare e di portavoce politico per diffondere il falso messaggio che propaga la storia della “crisi umanitaria” in Venezuela. È la stessa strategia del CFR che sostiene che il dipartimento di Stato degli Stati Uniti dovrebbe coinvolgersi ulteriormente negli affari interni del Venezuela, con l’attuale direzione di Rex Tillerson legato alla società petrolifera Exxon Mobil (era il direttore generale dal 2007 fin quando assunse questa posizione pubblica), un finanziatore del CFR.

Dove i capi dell’opposizione entrano in gioco
Le azioni in corso, svelando l’urgenza geopolitica nella strategia del colpo di Stato contro il Venezuela (affiancata dalle ultime affermazioni dell’ammiraglio Kurt Tidd del comando meridionale degli Stati Uniti sul bisogno di scacciare Cina e Russia quali alleati dell’America latina), riflette anche come abbiano delegato la creazione di violenze, caos programmato e procedure diplomatiche (nel migliore dei casi con l’uso esclusivo di Luis Florido) ai loro intermediari in Venezuela, in particolare i capi dei partiti radicali anti-chavisti. Tali azioni degli Stati Uniti (e delle società che ne decidono la politica estera) hanno un obiettivo finale: l’intervento con mezzi militari e finanziari.

Come giustificare l’intervento
Le prove presentate dal Presidente Nicolas Maduro collegano i capi di Primero Justicia con il finanziamento del vandalismo contro le istituzioni pubbliche (il caso TSJ di Chacao). Ciò che al di là del caso specifico rivela la probabile promozione di criminali, irregolari e mercenari (alleati e politicamente diretti) per inasprire ed incoraggiare le violenze per legittimare la posizione del dipartimento di Stato. L’ingannevole MUD è un’ambasciata privata che lavora per i grandi interessi economici di tali poteri, fondamentali per la sua strategia di avanzata. Che tali strategie possano tenere il passo in questo momento globale dipenderà da ciò che i loro sostenitori faranno sul campo. Tenuto conto delle risorse della guerra finanziaria e politica attuata da tali poteri (blocco finanziario, assedio diplomatico internazionale, attacchi programmati ai pagamenti della PDVSA, ecc.) e le manovre del dipartimento di Stato, si generano le condizioni per la pressione, l’assedio e il finanziamento dei loro agenti in Venezuela per la tanta annunciata svolta che non arriva. Ed è necessario che arrivi per chi ha finanziato e progettato tale programma.
=====================
US President Donald Trump’s effort to reignite the peace process between Israel and the Palestinians has created a contest for influence between two Jewish billionaires with close ties to the president and opposing worldviews, The New York Times reported.
Ronald S. Lauder, a long-time friend of the president, is said to be pushing Trump to advance a new peace initiative while tightening relations with Palestinian Authority President Mahmoud Abbas. Lauder hosted a dinner for Abbas at his Washington, DC home on Tuesday — the night before the Palestinian leader was warmly received by the president at the White House.
Pro-Abbas Lauder, hawkish Adelson said battling to influence Trump on Mideast
Jewish billionaires fighting a quiet war for president’s ear as they seek to shape his approach to the conflict, NY Times reports
Pro-Abbas Lauder, hawkish Adelson ha detto combattendo per influenzare Trump sul Mideast
Miliardari ebrei che combattono una guerra tranquilla per l’orecchio del presidente mentre cercano di modellare il suo approccio al conflitto, riferisce NY Times
On the other end of the spectrum is casino mogul Sheldon Adelson, who was a top donor for Trump during his presidential campaign and is known for his close ties to Prime Minister Benjamin Netanyahu. Adelson is reportedly worried by those voices urging Trump to adopt a more measured approach to the Middle East conflict — rather than the staunchly pro-Israel position he ran on during the campaign.
The Times noted that conservatives uncomfortable with Trump’s overtures to the Palestinian leadership still feel that his approach is a considerable improvement over former president Barack Obama.
Still, the battle for the president’s ear is raging quietly behind the scenes.
Saudi Arabia’s Foreign Minister Adel al-Jubeir (R) speaks with Jason Greenblatt, the US president’s assistant and special representative for international negotiations, during the Arab Summit in the Jordanian Dead Sea resort of Sweimeh on March 29, 2017. (AFP Photo/Khalil Mazraawi) Lauder is reportedly in close contact with Trump’s Mideast peace envoy Jason Greenblatt — who has met with both Abbas and Netanyahu, as well as Arab leaders and other regional officials with influence on the peace process. Hardliners are said to be worried that Greenblatt too could become too sympathetic to the Arab position.
Adelson, meanwhile, is said to be incensed by Trump’s failure so far to follow through on his promise to move the US Embassy in Israel from Tel Aviv to Jerusalem, and has not donated to any pro-Trump groups since the inauguration.
Trump has not yet ruled out the possibility that the embassy move may still happen; he must decide by June whether to renew the longstanding presidential waiver of Congress’s 1995 decision to relocate the embassy.
US President Donald Trump, left, congratulates Senior Counselor to the President Stephen Bannon during the swearing-in of senior staff in the East Room of the White House on January 22, 2017 in Washington, DC
Trump’s chief strategist Steve Bannon is said to represent Adelson’s interests in the president’s inner circle, and is himself fighting to prevent Lauder’s enthusiasm for bold action from infecting the president.
Questioned by the Times, an associate of Lauder denied he was trying to push an alliance with Abbas, but said he was an optimist.
Meanwhile, hardliners opposed to a new peace push were proudly pessimistic — saying any keenness by the administration to make progress in the peace process would soon be snuffed out by the realities of regional politics.
“The administration is likely to discover what its predecessors learned: that there is no deal to be had right now because the parties have unbridgeable positions on most of the issues,” Republican strategist Noah Pollak told the Times.
He expressed hope that “the process of the administration proving to itself that no deal is possible will be quick and undramatic.”
Trump will make a one-day visit to Israel on May 22 along with his wife, First Lady Melania Trump, and his senior advisers, daughter Ivanka Trump and son-in-law Jared Kushner. He will stop first in Saudi Arabia, where he has said he will meet leaders from the Muslim world and intends to work with them on fighting terrorism.
Trump has pledged to work for a comprehensive Israeli-Palestinian peace deal, and there has been speculation that he will seek to convene a Middle East summit soon after this month’s trip. Israel’s Channel 2 said Friday that the administration has also expressed interest in a possible Israel-Jordan-Saudi Arabia train route, and in pushing a much-discussed Red Sea-Dead Sea canal project.
President Donald Trump shakes hands with with Palestinian leader Mahmoud Abbas during their meeting in the Oval Office of the White House, Wednesday, May 3, 2017, in Washington.
During the Israel leg of his trip, Trump will meet with Netanyahu and President Reuven Rivlin as well as Abbas. The US president is not expected in Ramallah but may visit Bethlehem.
When Abbas visited the White House this week, Trump expressed optimism in his ability to broker an Israeli-Palestinian peace deal, and praised Abbas for speaking out against Islamic State terrorism. Abbas said in his remarks that young Palestinians are being educated toward peace, a claim that was derided as untrue by Netanyahu.
“We will get it done,” Trump promised of a peace accord. “We will be working so hard to get it done. It’s been a long time, but we will be working diligently, and I think there’s a very, very good chance,” Trump said during a joint press conference with Abbas.

The president, who has referred to a Mideast peace agreement as “the ultimate deal,” said he would be willing to play whatever role was needed to strike the coveted accord.
===================

“Paul, a prisoner of Christ Jesus, and Timothy our brother, To Philemon our dear friend and fellow worker — also to Apphia our sister and Archippus our fellow soldier — and to the church that meets in your home.” (Philemon 1:1-2)  TURNING FEAR INTO FAITH. The five functions of the Church (evangelism, discipleship, ministry, fellowship and worship), as they were practiced in the New Testament, were frequently carried out in private homes. But the early Church was not limited just to homes. They also used the temple, synagogues, lecture halls, open forums, riverbanks, ships and other places. However, it is encouraging to realise that all the functions can be performed in a small house. In many restricted countries, this is the only available place. The New Testament specifically refers to five “house churches,” and there were probably many more (Romans 16:3-5, 23; 1 Corinthians 16:19, Colossians 4:15; Philemon 1:2). Believers from a Muslim Background (MBB’s) take great risks when attempting to meet together. They do so secretly in small groups of no more than ten or fifteen to avoid suspicion from locals. They change their meeting place each time they gather in order to cover their tracks. While some are fortunate to participate with their families, many come with fear because their Muslim relatives do not even know about their new faith.
Such was the situation of the twelve MBB’s who quietly came one morning into a mountainside property in Central Java for a believers’ gathering. It was special, because a baptism ceremony would take place the next day. The MBB’s were excited and scared at the same time, more so for the four MBB’s who came to be baptised. They are nervous as their families and neighbours still think of them as Muslims.
The gathering started at night. Beginning with worship songs, the room fills with warmth, slowly stripping away fear in the hearts and minds of the believers. After the singing, the MBB’s and their children, sit on the carpeted floor. In their hands they hold the Injil and prepare for teaching. It may be a long while before they hear God’s Word again—that is, if they get the chance to. If their faith in Christ is ever discovered, the prospect of attending the next gathering grows dim.
One MBB shares that since his conversion he experienced peace, especially when sleeping at night. No longer did he wake up the next morning with much anxiety in his heart. Fights at home ceased, and his wife noted a change in him. “My husband never shouts at me anymore. Our house is full of love now. I cannot stop thanking Jesus for changing my family. He is Almighty; He is good!” she said as she broke into tears of joy.
On the second day of the gathering, the MBB’s stand at the side of a laundry pool as they witness the baptism of four more MBB’s. They see tension vanishing from their faces as each comes out of water. The Church can function in many forms and still be the Church.
RESPONSE:
Today I will be thankful for the many ways I can gather with Christians to be the Church!
PRAYER:
Pray for believers — especially MBB’s — living in fear that can limit expression of faith.

“Paolo, prigioniero di Cristo Gesù e Timoteo nostro fratello, a Filemon nostro caro amico e collaboratore – anche a Appia, nostra sorella e Archippo, nostro compagno di soldato – e alla chiesa che si incontra in casa tua”. (Philemon 1: 1-2) INCARICARE LA FEDELA IN FEDE. Le cinque funzioni della Chiesa (evangelizzazione, discepolato, ministero, comunione e culto), come furono praticate nel Nuovo Testamento, furono spesso svolte in case private. Ma la Chiesa primitiva non era limitata solo alle case. Usavano anche il tempio, le sinagoghe, le sale conferenze, i forum aperti, le rive del fiume, le navi e altri luoghi. Tuttavia, è incoraggiante capire che tutte le funzioni possono essere eseguite in una piccola casa. In molti paesi limitati, questo è l’unico posto disponibile. Il Nuovo Testamento si riferisce specificamente a cinque “chiese di casa”, e ci sono state probabilmente molto di più (Romani 16: 3-5, 23, 1 Corinzi 16:19, Colossiani 4:15, Philemon 1: 2). I credenti di un background musulmano (MBB) assumono grandi rischi quando si tenta di incontrarsi insieme. Lo fanno in modo segreto in piccoli gruppi di non più di dieci o quindici anni per evitare sospetti da parte dei locali. Cambiano il loro luogo di incontro ogni volta che si riuniscono per coprire le loro tracce. Mentre alcuni sono fortunati a partecipare con le loro famiglie, molti vengono con paura perché i loro parenti musulmani non conoscono nemmeno la loro nuova fede.
Tale era la situazione dei dodici MBB che, una mattina in silenzio, si trovarono in una proprietà di montagna a Java centrale per una riunione dei credenti. Era speciale, perché una cerimonia di battesimo avrebbe luogo il giorno successivo. I MBB sono stati eccitati e spaventati allo stesso tempo, tanto più per i quattro MBB che sono venuti per essere battezzati. Sono nervosi perché le loro famiglie e vicini ancora pensano a loro come musulmani.
La riunione è iniziata di notte. A cominciare dalle canzoni di culto, la stanza si riempie di calore, spogliando lentamente la paura nei cuori e nelle menti dei credenti. Dopo il canto, i MBB ei loro figli, siedono sul pavimento di moquette. Nelle loro mani tengono l’Injil e si preparano per l’insegnamento. Può essere molto tempo prima che sappiano di nuovo la Parola di Dio, cioè, se hanno la possibilità. Se la loro fede in Cristo viene mai scoperta, la prospettiva di partecipare al prossimo incontro diventa scarsa.
Una MBB condivide che dalla sua conversione ha sperimentato la pace, soprattutto quando dorme di notte. Non si è svegliato la mattina dopo con molta ansia nel suo cuore. Le lotte a casa sono cessate, e sua moglie ha notato un cambiamento in lui. “Mio marito non mi grida mai più. La nostra casa ora è piena d’amore. Non posso smettere di ringraziare Gesù per cambiare la mia famiglia. Egli è Onnipotente; Lui è bravo! “Disse mentre si infilò in lacrime di gioia.
Il secondo giorno della riunione, il MBB stand al lato di un lavanderia in quanto testimoniano il battesimo di altri quattro MBB. Vedono tensione che sprofonda dalle loro facce, quando ciascuno esce dall’acqua. La Chiesa può operare in molte forme e ancora essere la Chiesa.
RISPOSTA:
Oggi sarò grato per i molti modi che posso raccogliere con i cristiani per essere la Chiesa!
PREGHIERA:
Pregate per i credenti – in particolare per i MBB – vivendo in paura che possono limitare l’espressione della fede.

How can China and Russia, to be deserve respect if they are not ashamed of being anti-christ communists?
The deep history of the western cold war against Russia, di sitoaurora.  Finish Cunnignham Strategic Culture 04/05/2017] is TRUE, THIS IS A SPORTS HISTORY: OF SATANISM MASSONS AND FARISEI SPA FED FMI NWO: 666: OGM, Monsanto Aliens abductions, Dracula: at bohemian groce! It is true, this is Satanism !!! But because China and Russia do not apologize yet for the 200 million innocent people communism killed in peace time? How can China and Russia, to be deserve respect if they are not ashamed of being anti-christ communists?

La storia profonda della guerra fredda occidentale contro la Russia, di sitoaurora. Finian Cunnignham Strategic Culture 04/05/2017 ] è VERO, QUESTA è UNA STORIA SPORCA: DI MASSONI SATANISTI E FARISEI SPA FED FMI NWO: 666: OGM, Monsanto Aliens abductions, Dracula: al bohemian groce! è vero, questo è il satanismo!!! ma, perché Cina e Russia non chiedono scusa ancora: dei 200milioni di persone innocenti, che il comunismo ha ucciso in tempo di pace? come Cina e russia possono meritare un rispetto se non si vergognano di essere stato i comunisti dell’anticristo?

TUTTI SI MORDERANNO, la PROPRIA stessa CARNE: FINO a versare il SANGUE! ] [ quello che io vedo nel mondo? è una grande ostinazione demoniaca: dei Governi massonici. tutti vogliono che siano gli altri ad abbandonare i loro delitti, ma, non c’é nessuno che rinuncia ai proprio delitti spontaneamente (tranne qualche eccezione!) forse perché tutti i governi sono tutti nella stessa piramide massonica del NUOVO ORDINE MONDIALE.. ECCO PERCHé UCCIDERò L’OCCHIO DI LUCIFERO, E, per il dolore: TUTTI SI MORDERANNO LA PROPRIA stessa CARNE FINO AL SANGUE!

translate.google.it/#en/it/ tu sei impazzito 666! tu vuoi mettere i tuoi alieni intelligenza atificiale (A.I.) li vuoi mettere tutti alla pecorina a fare le troie?

translate.google.it ti sbattero come una troia contro il muro, finché non ti uscirà tutta la merda di satana e allah dal cervello!

translate.google.it [ a google traduttore? Satana FED lo ha stuprato! ] mordere: TUTTI SI MORDERe, la PROPRIA stessa CARNE: FINO a scorrere il SANGUE! ] [ quello che io vedo nel mondo? è una grande ostinazione demoniaca: dei Governi massonici.
ALL bite yourself, YOUR OWN MEANS: UP TO SPREAD BLOOD! ] [What do I see in the world? Is a great demonic obstinacy: of the Masonic governments. Your limbs of the Pharisee’s crap tief scam banking seigniorage

Nuovo articolo su Destatevi. non so perché Haiaty Varotto, lui se la prende soltanto contro le ADI, se tutte le religioni di questo pianeta: sono i pezzi di merda dei Bilderberg in Vaticano! ] L’ombra della massoneria sulle Assemblee di Dio in Italia (ADI) – parte 18 – il parlare massonico presenti nelle ADI su DIO. di Haiaty Varotto. Dio viene presentato solo come un Dio di amore, che ama i peccatori. OK, è VERO SE DIO NON HA COMPASSIONE DEI PECCATORI PENTITI, POI, CHI SI POTRà SALVARE? DIO ODIA IL PECCATO ED AMA IL PECCATORE, UN POCO COME LA MAMMA CHE GETTA L’ACQUA SPORCA MA NON GETTA IL BAMBINO, QUESTO Haiaty Varotto? MI SEMBRA ALQUANTO ESTREMISTA! [ Nella Massoneria Dio viene presentato solo come un Dio d’amore che ama pergiunta i peccatori. Albert Pike infatti nel suo libro Morals and Dogma afferma: ‘Nessuno ha il diritto di pensare meschinamente della sua razza, a meno che egli pensi meschinamente anche di sè stesso. Se da una singola colpa o un singolo errore, egli giudica il carattere di un altro, e prende il singolo atto come la prova di tutta la natura dell’uomo e di tutto il corso della sua vita, egli dovrebbe acconsentire ad essere giudicato mediante la stessa regola, e ammettere che sia giusto che altri lo debbano in questo modo condannare ingenerosamente. Ma tali giudizi diventeranno impossibili quando egli ricorderà incessantemente a sè stesso che in ogni uomo che vive esiste un’Anima immortale che si sforza di fare quello che è giusto e retto; un Raggio, per quanto piccolo e quasi impercettibile, proveniente dalla Grande Sorgente di Luce e Intelligenza, che sempre lotta verso l’alto in mezzo a tutti gli impedimenti del senso e gli ostacoli delle passioni; e che in ogni uomo questo raggio muove guerra continuamente contro le sue passioni malvage e i suoi sregolati appetiti, o, se pur soccombe, esso non è mai interamente estinto e annichilito. Perchè egli capirà allora che non è la vittoria, ma la lotta, che merita onore, dato che in ciò come in tutto il resto nessun uomo può sempre comandare il successo. Fra una nuvola di errori, di fallimenti, e mancanze, egli cercherà l’Anima che lotta, ciò che fra il male è buono in ciascuno, e credendo che ognuno è migliore di quanto non sembri dai suoi atti e le sue omissioni, e che Dio ha ancora cura di lui, ed ha pietà di lui e lo ama, egli sentirà che persino il peccatore errante è ancora suo fratello, che ha diritto alla sua comprensione, ed è legato a lui dagli indissolubili vincoli della comunione’ (Albert Pike, Morals and Dogma, pag. 857 – 32° Sublimi Principi del Real Segreto – http://www.sacred-texts.com/mas/md/md33.htm).
E non è forse quello che si sente dire a tanti pastori ADI? Li sentite parlare solo dell’amore di Dio, quasi che Dio fosse solo amore, e poi gli sentite dire che nonostante tutto Dio ama il peccatore errante, cioè l’empio, che prende piacere nel trasgredire i comandamenti di Dio essendo schiavo del peccato e sotto la potestà del diavolo. E difatti in un articolo dal titolo ‘Dio ama l’omosessuale?’ scritto da Raffaele Lucano, che è pastore della Chiesa ADI di Cornaredo (Milano), leggiamo che ‘Dio ama il peccatore …’ (http://www.chiesadicornaredoadi.it/). Frase questa che viene proclamata ai quattro venti dai pastori ADI ogni qualvolta che ne hanno l’occasione, e dobbiamo dire dalla stragrande maggioranza dei pastori evangelici, quindi appartenenti anche alle altre denominazioni evangeliche. Quindi secondo costoro, Dio è un Dio che non odia nessuno, ma ama tutti, sia i giusti che gli operatori di iniquità. Che dice invece la Scrittura? Che Dio odia gli operatori di iniquità, secondo che dice Davide a Dio nei Salmi:
“Tu odii tutti gli operatori d’iniquità” (Salmo 5:5),
parole queste che fu lo Spirito Santo a pronunciare per bocca di Davide come del resto le altre presenti nei Salmi. E con queste parole si accordano anche altri passi della Scrittura, anche questi ispirati da Dio, che sono i seguenti:
“L’anima sua odia l’empio e colui che ama la violenza” (Salmo 11:5), “l’Eterno aborrisce l’uomo di sangue e di frode” (Salmo 5:6),
“Sei cose odia l’Eterno, anzi sette gli sono in abominio: gli occhi alteri, la lingua bugiarda, le mani che spandono sangue innocente, il cuore che medita disegni iniqui, i piedi che corron frettolosi al male, il falso testimonio che proferisce menzogne, e chi semina discordie tra fratelli” (Proverbi 6:16-19).
La Scrittura dice che Dio “ama i giusti” (Salmo 146:8), che sono coloro che osservano i comandamenti di Cristo, secondo che disse Gesù: “Chi ha i miei comandamenti e li osserva, quello mi ama; e chi mi ama sarà amato dal Padre mio, e io l’amerò e mi manifesterò a lui. …. Se uno mi ama, osserverà la mia parola; e il Padre mio l’amerà, e noi verremo a lui e faremo dimora presso di lui” (Giovanni 14:21, 23).
Per costoro Dio, dato che non odia nessuno ed è amico di tutti, è un Dio che non castiga gli uomini, per esempio colpendoli con delle malattie o con la morte a motivo dei loro peccati. E quindi il loro Dio non fa morire nessuno, e non colpisce nessuno con malattie o altri giudizi. Che dice invece la Scrittura? Che l’Iddio e Padre che adoriamo e serviamo è un Dio che castiga, flagella, giudica, punisce – ora, qui sulla terra – in quanto è giusto. Egli è un giusto giudice (Salmo 7:11) e in quanto tale “non tiene il colpevole per innocente” (Nahum 1:3) ma lo giudica con giustizia, e si badi che il giudicio ha da cominciare dalla casa di Dio, cioè da noi (1 Pietro 4:17).
A tale proposito, la Bibbia dice che i terremoti, gli alluvioni, i fulmini che si abbattono contro le persone, la grossa grandine, e altri fenomeni naturali che causano disastri (e spesso anche tante vittime) sono giudizi di Dio.
Per quanto riguarda i terremoti la Scrittura dice che per l’ira di Dio trema la terra (cfr. Geremia 10:10), e difatti sempre la Scrittura dice che ai giorni di Uzzia ci fu un forte terremoto (cfr. Zaccaria 14:5), che era stato predetto da Dio tramite il profeta Amos contro Israele a motivo della malvagità che imperava tra il popolo:
“Ascoltate questo, o voi che vorreste trangugiare il povero e distruggere gli umili del paese; voi che dite: ‘Quando finirà il novilunio, perché possiam vendere il grano? Quando finirà il sabato, perché possiamo aprire i granai, scemando l’efa, aumentando il siclo, falsificando le bilance per frodare, comprando il misero per danaro, e il povero se deve un paio di sandali? E venderemo anche la vagliatura del grano!’ L’Eterno l’ha giurato per colui ch’è la gloria di Giacobbe: Mai dimenticherò alcuna delle vostre opere. Il paese non tremerà esso a motivo di questo? Ogni suo abitante non ne farà egli cordoglio? Il paese si solleverà tutto quanto come il fiume, ondeggerà, e s’abbasserà come il fiume d’Egitto” (Amos 8:4-8).
Ricordiamo pure che prima della venuta del Signore ci sarà un forte terremoto che Dio manderà contro questo malvagio mondo, il più forte terremoto della storia dell’umanità, secondo che è scritto:
“Poi il settimo angelo versò la sua coppa nell’aria; e una gran voce uscì dal tempio, dal trono, dicendo: È fatto. E si fecero lampi e voci e tuoni; e ci fu un gran terremoto, tale, che da quando gli uomini sono stati sulla terra, non si ebbe mai terremoto così grande e così forte. E la gran città fu divisa in tre parti, e le città delle nazioni caddero; e Dio si ricordò di Babilonia la grande per darle il calice del vino del furor dell’ira sua” (Apocalisse 16:17-19).

non so perché Haiaty Varotto, lui se la prende soltanto contro le ADI, se tutte le religioni di questo pianeta: sono i pezzi di merda dei Bilderberg in Vaticano! ] L’ombra della massoneria sulle Assemblee di Dio in Italia (ADI) – parte 18 – il parlare massonico presenti nelle ADI su DIO. di Haiaty Varotto. Dio viene presentato solo come un Dio di amore, che ama i peccatori. OK, è VERO SE DIO NON HA COMPASSIONE DEI PECCATORI PENTITI, POI, CHI SI POTRà SALVARE? DIO ODIA IL PECCATO ED AMA IL PECCATORE, UN POCO COME LA MAMMA CHE GETTA L’ACQUA SPORCA MA NON GETTA IL BAMBINO, QUESTO Haiaty Varotto? MI SEMBRA ALQUANTO ESTREMISTA! [ Per ciò che concerne gli alluvioni, ricordiamo che ai giorni di Noè Dio mandò sul mondo degli empi di allora così tanta acqua da coprire tutte le più alte cime dei monti; tutti gli esseri umani perirono, tranne che Noè e sette altri; anche gli animali perirono tutti, eccezion fatta che quelli che erano nell’arca di Noè. Come dunque quel diluvio fu un giudizio di Dio contro gli empi di allora, così anche oggi i diluvi locali che causano danni e spesso vittime sono anch’essi dei giudizi di Dio. In Giobbe è scritto che Dio “trattiene le acque, e tutto inaridisce; le lascia andare, ed esse sconvolgono la terra” (Giobbe 12:15), ed anche: “Egli carica pure le nubi d’umidità, disperde lontano le nuvole che portano i suoi lampi ed esse, da lui guidate, vanno vagando nei lor giri per eseguir quanto ei loro comanda sopra la faccia di tutta la terra; e le manda o come flagello, o come beneficio alla sua terra, o come prova della sua bontà” (Giobbe 37:11-13). Naturalmente, dato che le nuvole vanno a riversare l’acqua dove vuole Dio e nella misura da lui decretata, anche la siccità – cioè il fatto che in un luogo non piova – è un giudizio di Dio. Ricordiamo che ai giorni di Elia, Dio non fece piovere per tre anni e mezzo per punire Israele per la sua malvagità.
Sono giudizi di Dio anche i fulmini che colpiscono le persone, secondo che è scritto che Dio si riempie le mani di fulmini e “li lancia contro gli avversari” (Giobbe 36:32).
Anche la grossa grandine che talvolta cade sugli uomini è un giudizio di Dio, ricordiamoci infatti che una delle piaghe mandate da Dio contro gli Egiziani fu appunto la grandine secondo che è scritto: “Ecco, domani, verso quest’ora, io farò cadere una grandine così forte, che non ce ne fu mai di simile in Egitto, da che fu fondato, fino al dì d’oggi. Or dunque manda a far mettere al sicuro il tuo bestiame e tutto quello che hai per i campi. La grandine cadrà su tutta la gente e su tutti gli animali che si troveranno per i campi e non saranno stati raccolti in casa, e morranno’ (Esodo 9:18-19).
Vediamo ora alcuni castighi inflitti da Dio agli uomini, prendendoli dal Nuovo Testamento.
Anania e Saffira, ai giorni degli apostoli, per avere mentito allo Spirito del Signore
Dio fece morire Anania e Saffira perchè questi si erano accordati per tentare lo Spirito del Signore. Ecco come andarono le cose: “Ma un certo uomo, chiamato Anania, con Saffira sua moglie, vendé un possesso, e tenne per sé parte del prezzo, essendone consapevole anche la moglie; e portatane una parte, la pose ai piedi degli apostoli. Ma Pietro disse: Anania, perché ha Satana così riempito il cuor tuo da farti mentire allo Spirito Santo e ritener parte del prezzo del podere? Se questo restava invenduto, non restava tuo? E una volta venduto, non ne era il prezzo in tuo potere? Perché ti sei messa in cuore questa cosa? Tu non hai mentito agli uomini ma a Dio. E Anania, udendo queste parole, cadde e spirò. E gran paura prese tutti coloro che udiron queste cose. E i giovani, levatisi, avvolsero il corpo, e portatolo fuori, lo seppellirono. Or avvenne, circa tre ore dopo, che la moglie di lui, non sapendo ciò che era avvenuto, entrò. E Pietro, rivolgendosi a lei: Dimmi, le disse, avete voi venduto il podere per tanto? Ed ella rispose: Sì, per tanto. Ma Pietro a lei: Perché vi siete accordati a tentare lo Spirito del Signore? Ecco, i piedi di quelli che hanno seppellito il tuo marito sono all’uscio e ti porteranno via. Ed ella in quell’istante cadde ai suoi piedi, e spirò. E i giovani, entrati, la trovarono morta; e portatala via, la seppellirono presso suo marito” (Atti 5:1-10).
Molti credenti della Chiesa di Corinto, perchè si accostavano indegnamente alla cena del Signore
Dio colpì con la morte e con la malattia parecchi credenti della Chiesa di Corinto perchè si erano accostati alla Cena del Signore in maniera indegna. Disse infatti Paolo ai santi di Corinto: “Or provi l’uomo se stesso, e così mangi del pane e beva del calice; poiché chi mangia e beve, mangia e beve un giudicio su se stesso, se non discerne il corpo del Signore. Per questa cagione molti fra voi sono infermi e malati, e parecchi muoiono. Ora, se esaminassimo noi stessi, non saremmo giudicati; ma quando siamo giudicati, siam corretti dal Signore, affinché non siam condannati col mondo. Quando dunque, fratelli miei, v’adunate per mangiare, aspettatevi gli uni gli altri. Se qualcuno ha fame, mangi a casa, onde non vi aduniate per attirar su voi un giudicio” (1 Corinzi 11:28-34).

Quel credente della Chiesa di Corinto che si teneva la moglie di suo padre
Dio fece sì che quel credente della Chiesa di Corinto che si teneva la moglie di suo padre, e quindi che commetteva fornicazione, fosse dato in mano di Satana per la distruzione della sua carne, secondo che disse Paolo: “Si ode addirittura affermare che v’è tra voi fornicazione; e tale fornicazione, che non si trova neppure fra i Gentili; al punto che uno di voi si tiene la moglie di suo padre. E siete gonfi, e non avete invece fatto cordoglio perché colui che ha commesso quell’azione fosse tolto di mezzo a voi! Quanto a me, assente di persona ma presente in ispirito, ho già giudicato, come se fossi presente, colui che ha perpetrato un tale atto. Nel nome del Signor Gesù, essendo insieme adunati voi e lo spirito mio, con la potestà del Signor nostro Gesù, ho deciso che quel tale sia dato in man di Satana, a perdizione della carne, onde lo spirito sia salvo nel giorno del Signor Gesù” (1 Corinzi 5:1-5)

Imeneo e Alessandro perchè si erano messi a bestemmiare
Paolo dice a Timoteo: “Io t’affido quest’incarico, o figliuol mio Timoteo, in armonia con le profezie che sono state innanzi fatte a tuo riguardo, affinché tu guerreggi in virtù d’esse la buona guerra, avendo fede e buona coscienza; della quale alcuni avendo fatto getto, hanno naufragato quanto alla fede. Fra questi sono Imeneo ed Alessandro, i quali ho dati in man di Satana affinché imparino a non bestemmiare” (1 Timoteo 1:18-20)

non so perché Haiaty Varotto, lui se la prende soltanto contro le ADI, se tutte le religioni di questo pianeta: sono i pezzi di merda dei Bilderberg in Vaticano! ] L’ombra della massoneria sulle Assemblee di Dio in Italia (ADI) – parte 18 – il parlare massonico presenti nelle ADI su DIO. di Haiaty Varotto. Dio viene presentato solo come un Dio di amore, che ama i peccatori. OK, è VERO SE DIO NON HA COMPASSIONE DEI PECCATORI PENTITI, POI, CHI SI POTRà SALVARE? DIO ODIA IL PECCATO ED AMA IL PECCATORE, UN POCO COME LA MAMMA CHE GETTA L’ACQUA SPORCA MA NON GETTA IL BAMBINO, QUESTO Haiaty Varotto? MI SEMBRA ALQUANTO ESTREMISTA! [ Jezebel, perchè seduceva i servi del Signore affinchè fornicassero e mangiassero cose sacrificate agli idoli
Nel libro dell’Apocalisse, il Signore ordinò a Giovanni di scrivere queste cose all’angelo della Chiesa di Tiatiri: “Ma ho questo contro a te: che tu tolleri quella donna Jezabel, che si dice profetessa e insegna e seduce i miei servitori perché commettano fornicazione e mangino cose sacrificate agl’idoli. E io le ho dato tempo per ravvedersi, ed ella non vuol ravvedersi della sua fornicazione. Ecco, io getto lei sopra un letto di dolore, e quelli che commettono adulterio con lei in una gran tribolazione, se non si ravvedono delle opere d’essa. E metterò a morte i suoi figliuoli; e tutte le chiese conosceranno che io son colui che investigo le reni ed i cuori; e darò a ciascun di voi secondo le opere vostre” (Apocalisse 2:20-23).
Il re Erode, ai giorni degli apostoli, per non avere dato a Dio la gloria. Dio punì il re Erode perchè quando in un occasione il popolo si era messo ad acclamarlo come se fosse un dio, lui non aveva dato a Dio la gloria. Ecco come andarono le cose: “Or Erode era fortemente adirato contro i Tirî e i Sidonî; ma essi di pari consentimento si presentarono a lui; e guadagnato il favore di Blasto, ciambellano del re, chiesero pace, perché il loro paese traeva i viveri dal paese del re. Nel giorno fissato, Erode, indossato l’abito reale, e postosi a sedere sul trono, li arringava pubblicamente. E il popolo si mise a gridare: Voce d’un dio, e non d’un uomo! In quell’istante, un angelo del Signore lo percosse, perché non avea dato a Dio la gloria; e morì, roso dai vermi” (Atti 12:20-23).
Gerusalemme, nell’anno 70, per avere ucciso i profeti e il Signore Gesù Cristo
L’apostolo Paolo attorno all’anno 50 scrivendo ai santi di Tessalonica diceva tra le altre cose: “Poiché, fratelli, voi siete divenuti imitatori delle chiese di Dio che sono in Cristo Gesù nella Giudea; in quanto che anche voi avete sofferto dai vostri connazionali le stesse cose che quelle chiese hanno sofferto dai Giudei, i quali hanno ucciso e il Signor Gesù e i profeti, hanno cacciato noi, e non piacciono a Dio, e sono avversi a tutti gli uomini, divietandoci di parlare ai Gentili perché sieno salvati. Essi vengon così colmando senza posa la misura dei loro peccati; ma ormai li ha raggiunti l’ira finale” (1 Tessalonicesi 2:14-16). E l’ira finale a cui Paolo si riferiva era quella che si abbattè su Gerusalemme nell’anno 70 dopo Cristo, per mano delle legioni romane. Gerusalemme infatti fu distrutta, e molti dei suoi abitanti uccisi e portati in cattività, perché si doveva adempiere sia ciò che era stato scritto dai profeti, e sia quello che poi Gesù Cristo confermò quando disse: “Quando vedrete Gerusalemme circondata d’eserciti, sappiate allora che la sua desolazione è vicina. Allora quelli che sono in Giudea, fuggano a’ monti; e quelli che sono nella città, se ne partano; e quelli che sono per la campagna, non entrino in lei. Perché quelli son giorni di vendetta, affinché tutte le cose che sono scritte, siano adempite. Guai alle donne che saranno incinte, e a quelle che allatteranno in que’ giorni! Perché vi sarà gran distretta nel paese ed ira su questo popolo. E cadranno sotto il taglio della spada, e saran menati in cattività fra tutte le genti; ….” (Luca 21:20-24).
Come potete vedere, Dio castiga, eccome se castiga gli uomini. MA, Il concetto biblico che Dio è un Dio vendicatore viene rigettato
Strettamente collegato a quanto abbiamo appena visto, c’è quest’altro punto. Secondo la Massoneria, bisogna rigettare qualsiasi idea di un Dio vendicatore, o comunque qualsiasi cosa che possa farlo sembrare vendicativo e malvagio o crudele o ingiusto.

non so perché Haiaty Varotto, lui se la prende soltanto contro le ADI, se tutte le religioni di questo pianeta: sono i pezzi di merda dei Bilderberg in Vaticano! ] L’ombra della massoneria sulle Assemblee di Dio in Italia (ADI) – parte 18 – il parlare massonico presenti nelle ADI su DIO. di Haiaty Varotto. Dio viene presentato solo come un Dio di amore, che ama i peccatori. OK, è VERO SE DIO NON HA COMPASSIONE DEI PECCATORI PENTITI, POI, CHI SI POTRà SALVARE? DIO ODIA IL PECCATO ED AMA IL PECCATORE, UN POCO COME LA MAMMA CHE GETTA L’ACQUA SPORCA MA NON GETTA IL BAMBINO, QUESTO Haiaty Varotto? MI SEMBRA ALQUANTO ESTREMISTA! [ Ascoltate cosa disse il ministro del diavolo Albert Pike:
‘Noi non dovremmo credere in ciò che la Ragione nega decisamente, in ciò che il senso della giustizia respinge, in ciò che è assurdo o contraddittorio, in conflitto con l’esperienza e la scienza, in ciò che degrada il simbolo della Divinità, facendola apparire vendicativa, maligna, crudele o ingiusta’ (Albert Pike, Morals and Dogma, Edizione italiana, Vol. 1, pag. 59), ed ancora: ‘«Io ripongo la mia fiducia in Dio» è la protesta della Massoneria contro la credenza in un Dio crudele, adirato, e vendicatore che va temuto e non riverito dalle Sue creature’ (Albert Pike, Morals and Dogma, pag. 196 – 12° Grande Maestro Architetto – http://www.sacred-texts.com/mas/md/md13.htm).
E su un sito massonico del Sud Africa si legge:
‘Prima di diventare un massone, il candidato deve affermare che crede in un Essere Supremo. L’Essere Supremo assume molte forme nelle varie religioni. All’interno del nostro Volume della Sacra Legge noi possiamo vedere la Deità che viene trasformata da un Dio vendicatore personale dell’Antico Testamento ad un Dio universale di amore nel Nuovo Testamento’ (http://www.exsequi.org.za/principalsoffreemasonry.asp).
Già, perchè l’idea di Dio che il popolo aveva sotto l’Antico Testamento aveva bisogno di essere corretta, cosa a cui avrebbero dovuto pensare i sacerdoti, ma non lo fecero. Ecco infatti cosa ha affermato il ministro del diavolo Albert Pike, sommo pontefice della massoneria universale:
‘La Divinità dei primi Ebrei [….] fu irato, geloso, vendicativo, […] comandò l’esecuzione dei più impressionanti ed ignobili atti di crudeltà e di barbarie [….]. Tale era il concetto popolare della Divinità, sia perchè i sacerdoti non ne avevano alcuno migliore o si prendevano poca cura di correggerlo, sia perchè la fantasia popolare non era capace di elaborare alcuna concezione più alta dell’Onnipotente’ (Albert Pike, Morals and Dogma, Edizione Italiana, Vol. 2, pag. 149,150). Da questa concezione di Dio che ha la massoneria scaturisce il severo monito dato ai massoni di allontanarsi da coloro che vedono la mano di Dio nelle grandi calamità (cfr. Albert Pike, Morals and Dogma, Edizione Italiana, Vol. 3, pag. 231 – 29° Cavaliere di Sant’Andrea).
E non è forse questo quello che viene detto, magari con parole un pò diverse, anche nelle ADI? Ascoltate per esempio cosa ha affermato Francesco Toppi, ex presidente delle ADI, su Dio:
‘L’idea di un Dio vendicatore, pronto a giudicare e a condannare, è prettamente umana ed è retaggio di una concezione superstiziosa e pagana. Essa rivela l’assoluta ignoranza di chi non conosce il proprio Creatore e Salvatore’ (Francesco Toppi, A domanda risponde, Vol. 2, Roma 1993, pag. 186). E Salvatore Cusumano, altro pastore ADI, conferma questa concezione toppiana – ma più che toppiana, vorrei dire massonica – di Dio, affermando su un articolo dal titolo ‘Terremoti’: ‘Il non credente attribuisce la responsabilità all’ordine, o disordine, naturale. Il dubbioso argomenta che se vi fosse un Dio, non sarebbe buono ma responsabile di tali immani devastazioni. I credenti al contrario ritengono che Dio non sia causa di male, piuttosto la natura segue il proprio corso determinato dalla corruzione introdotta dal peccato del primo uomo. Alcuni fra loro, invece, ritengono che le calamità naturali siano il mezzo utilizzato da Dio per punire l’empietà umana (….) non ci sentiamo di condividere la posizione di quanti attribuiscono a Dio la responsabilità delle catastrofi, così come non riteniamo biblica la posizione di chi addita in ogni calamità naturale il giudizio divino, non escludendo con questo che Dio può utilizzare la natura per richiamare gli uomini all’attenzione rispetto le verità eterne. I discepoli di ogni tempo al pari di quelli del tempo di Gesù vogliono salvaguardare l’onore di Dio, non imputandoGli alcuna responsabilità, ed in questo sono nel vero, ma per raggiungere questo risultato non è detto che sia necessario scaricare ogni responsabilità su questa povera e già martoriata umanità. (…) Perché Dio dovrebbe colpire? Sarebbe una rivalsa tipicamente umana. Quanto siamo lontani dall’idea biblica di giustizia di Dio. (…)’ (‘Terremoti’ in Il Pruno Ardente, estate 2011, pag. 1).

Non vi pare che queste parole assomigliano alle sopracitate parole massoniche, in quanto in definitiva dicono la stessa cosa su Dio, e cioè che Egli non è un Dio vendicatore ma un Dio di misericordia e di amore? A me pare evidente. E quindi è innegabile che la concezione massonica di Dio è penetrata anche nelle Chiese ADI. Se si considera quindi che il Dio dei massoni non è l’Iddio della Bibbia, c’è da rabbrividire. Questa concezione massonica di Dio è falsa perché il nostro Dio, il Padre del nostro Signore Gesù Cristo, è anche un Dio di vendette: in altre parole Egli è anche un vendicatore. Questo è quello che la Scrittura attesta in maniera chiara. Ma rivolgiamoci subito alla Scrittura per vedere quando essa definisce Dio un Dio di vendette.

non so perché Haiaty Varotto, lui se la prende soltanto contro le ADI, se tutte le religioni di questo pianeta: sono i pezzi di merda dei Bilderberg in Vaticano! ] L’ombra della massoneria sulle Assemblee di Dio in Italia (ADI) – parte 18 – il parlare massonico presenti nelle ADI su DIO. di Haiaty Varotto. Dio viene presentato solo come un Dio di amore, che ama i peccatori. OK, è VERO SE DIO NON HA COMPASSIONE DEI PECCATORI PENTITI, POI, CHI SI POTRà SALVARE? DIO ODIA IL PECCATO ED AMA IL PECCATORE, UN POCO COME LA MAMMA CHE GETTA L’ACQUA SPORCA MA NON GETTA IL BAMBINO, QUESTO Haiaty Varotto? MI SEMBRA ALQUANTO ESTREMISTA! [ Partiamo dall’Antico Testamento. Dio dice nella legge:
“A me la vendetta e la retribuzione, quando il loro piede vacillerà!’ Poiché il giorno della loro calamità è vicino, e ciò che per loro è preparato, s’affretta a venire” (Deuteronomio 32:35),
ed anche:
“… farò vendetta de’ miei nemici e darò ciò che si meritano a quelli che m’odiano” (Deuteronomio 32:41).
Mosè dice dunque:
“Nazioni, cantate le lodi del suo popolo! poiché l’Eterno vendica il sangue de’ suoi servi, fa ricadere la sua vendetta sopra i suoi avversari, ma si mostra propizio alla sua terra, al suo popolo” (Deuteronomio 32:43).
Ci sono molti altri passi dell’Antico Patto che in una maniera o l’altra parlano del fare vendetta da parte di Dio; tra di essi voglio solo citare questo scritto nel libro del profeta Nahum:
“L’Eterno è un Dio geloso e vendicatore; l’Eterno è vendicatore e pieno di furore; l’Eterno si vendica dei suoi avversari, e serba il cruccio per i suoi nemici” (Nahum 1:2), e quest’altro scritto nei Salmi: “O Dio delle vendette, o Eterno, Iddio delle vendette, apparisci nel tuo fulgore!” (Salmo 94:1).
Veniamo ora al Nuovo Testamento: ci sono due passi in particolare che attestano la medesima cosa, e cioè che Dio è un vendicatore, il primo è il seguente e fa parte di un discorso di Gesù: “Quando vedrete Gerusalemme circondata d’eserciti, sappiate allora che la sua desolazione è vicina. Allora quelli che sono in Giudea, fuggano a’ monti; e quelli che sono nella città, se ne partano; e quelli che sono per la campagna, non entrino in lei. Perché quelli son giorni di vendetta, affinché tutte le cose che sono scritte, siano adempite. Guai alle donne che saranno incinte, e a quelle che allatteranno in que’ giorni! Perché vi sarà gran distretta nel paese ed ira su questo popolo. E cadranno sotto il taglio della spada, e saran menati in cattività fra tutte le genti; e Gerusalemme sarà calpestata dai Gentili, finché i tempi de’ Gentili siano compiuti” (Luca 21:20-24). Il secondo passo si trova nella prima epistola di Paolo ai Tessalonicesi e dice: “Perché questa è la volontà di Dio: che vi santifichiate, che v’asteniate dalla fornicazione, che ciascun di voi sappia possedere il proprio corpo in santità ed onore, non dandosi a passioni di concupiscenza come fanno i pagani i quali non conoscono Iddio; e che nessuno soverchi il fratello né lo sfrutti negli affari; perché il Signore è un vendica-tore in tutte queste cose, siccome anche v’abbiamo innanzi detto e protestato” (1 Tessalonicesi 4:3-6).

Come dunque si può constatare la Scrittura attesta in maniera eloquente e potente che il nostro Dio è un vendicatore che fa quindi le sue vendette. Ma d’altronde, se non fosse così, come potrebbe la stessa Scrittura affermare che Dio è giusto? Non potrebbe, quindi la vendetta si rende necessaria a Dio per manifestare la sua giustizia che è eccelsa. Siamo contenti di avere un Dio vendicatore, oltre che pietoso e misericordioso; siamo contenti perché sappiamo che lui ci farà giustizia dei torti che riceviamo sia da parte di credenti che di non credenti facendo ricadere il male sopra chi lo ha fatto. Certo, Dio dà talvolta a chi fa torto anche il tempo di pentirsi; ma una cosa è certa, se egli non si pente il giudizio di Dio gli piomberà addosso. Nessuno si illuda, Dio vendica sia credenti che increduli da ogni torto che subiscono. Egli è il Giusto, a Lui sia la gloria ora e in eterno. Amen. Ma perchè in queste Chiese c’è il rifiuto categorico di parlare della giustizia di Dio che si manifesta con le sue vendette, che spesso sono immediate come nel caso di Anania e Saffira che per avere mentito allo Spirito Santo furono fatti morire immediatamente (cfr. Atti 5:1-11), e come nel caso del re Erode che quando i Tiri e i Sidoni cominciarono a gridare: ‘Voce di un dio, e non d’un uomo’ fu colpito all’istante da un angelo del Signore perché non aveva dato a Dio la gloria e morì roso dai vermi (cfr. Atti 12:20-23)? Per non spaventare l’uditorio; i credenti non devono essere presi dal timore di Dio, non devono tremare al solo pensiero che Dio li può punire immediatamente, anche con la morte se lo decreta, per dei loro misfatti, per le loro ribellioni, per la loro caparbietà di cuore. No, i credenti devono pensare solo all’amore di Dio, alla sua compassione, alla sua misericordia! E così i credenti che ascoltano costoro si fanno un’idea di Dio tutta loro personale, che riflette quella del loro pastore che amano ascoltare. E ovviamente quando costoro che sono abituati a sentire parlare solo dell’amore di Dio e della sua misericordia incontrano un credente che parla anche delle vendette di Dio, allora costui passa per un credente superstizioso, paganizzato da chissà quale idea! Fratelli, nessuno vi seduca con i suoi vani ragionamenti; investigate diligentemente le Scritture e vedrete da voi stessi che Dio è un vendicatore.

Termino questa parte dicendo questo: i comandamenti che gli apostoli hanno dato ai santi costituiscono la volontà di Dio verso i santi, che messi in pratica fanno di loro delle persone che camminano in maniera degna del Vangelo, e quindi persone che piacciono a Dio in tutta la loro condotta. Dunque nel mettere in pratica questi comandamenti si piace a Dio. E nello sprezzarli invece? Ci si costituisce dinnanzi ad essi debitori, e ci si attira l’ira di Dio, in quanto chi sprezza questi precetti sprezza non un uomo ma l’Iddio Onnipotente, il quale sappiamo che ha detto: “Quelli che mi sprezzano saranno avviliti” (1 Samuele 2:30). E come li avvilisce? Vendicandosi su di essi per la loro ribellione. Paolo è chiaro quando dice che il Signore è un vendicatore in tutte queste cose. Ma perché Dio non tollera che noi sprezziamo i suoi precetti? Perché Lui ci ha chiamati ad essere santi, e violare questi comandamenti significa venire meno alla chiamata che ci ha rivolto, facendo biasimare così la Sua dottrina e diffamare la via della verità. Badiamo a noi stessi fratelli, dunque, esaminiamo le nostre vie, per non subire la vendetta del nostro grande Iddio.

non so perché Haiaty Varotto, lui se la prende soltanto contro le ADI, se tutte le religioni di questo pianeta: sono i pezzi di merda dei Bilderberg in Vaticano! ] L’ombra della massoneria sulle Assemblee di Dio in Italia (ADI) – parte 18 – il parlare massonico presenti nelle ADI su DIO. di Haiaty Varotto. Dio viene presentato solo come un Dio di amore, che ama i peccatori. OK, è VERO SE DIO NON HA COMPASSIONE DEI PECCATORI PENTITI, POI, CHI SI POTRà SALVARE? DIO ODIA IL PECCATO ED AMA IL PECCATORE, UN POCO COME LA MAMMA CHE GETTA L’ACQUA SPORCA MA NON GETTA IL BAMBINO, QUESTO Haiaty Varotto? MI SEMBRA ALQUANTO ESTREMISTA! [ Dio non viene presentato come un Dio geloso
La Massoneria afferma:
‘Sentiamo che è un affronto e una indegnità nei confronti di Dio concepirlo come un Essere crudele, miope, capriccioso, ingiusto, geloso, adirato e vendicativo’ (Albert Pike, Morals and Dogma, pag. 223 – 14° Grande Eletto – http://www.sacred-texts.com/mas/md/md15.htm – We feel that it is an affront and an indignity to Him, to conceive of Him as cruel, short-sighted, capricious, and unjust; as a jealous, an angry, a vindictive Being).
Nelle ADI, oltre che negare che Dio sia un Dio vendicatore, e difatti non predicano mai a tale riguardo, negano con i fatti anche che Dio sia un Dio geloso. Perchè dico questo? Perchè manca una qualsiasi riprovazione pubblica dai pulpiti dei peccati a cui anche i membri delle ADI si abbandonano. Non importa se il peccato è la fornicazione, l’adulterio, l’omosessualità, il ladrocinio, la menzogna, l’abbandonarsi alle concupiscenze mondane (andare al mare a prendere la tintarella, e frequentare altri luoghi di divertimento), la sterilizzazione a cui si sottopongono certe donne o l’impedimento del concepimento, o il vestirsi in maniera indecente da parte di uomini e donne (sia dentro che fuori dal locale di culto), dal pulpito c’è un silenzio assoluto contro tutti questi comportamenti indegni che fanno indignare ed ingelosire Dio, cioè lo provocano ad ira e gelosia. E dunque questo silenzio attesta in maniera chiara che i pastori ADI non credono affatto che Dio sia un Dio geloso, perchè se lo credessero lo direbbero al popolo esortandolo a fuggire tutti quei comportamenti indegni che fanno ingelosire Dio, affinchè il popolo smetta di provocare a gelosia Dio. Ricordatevi infatti le parole di Paolo: “Ma siccome abbiam lo stesso spirito di fede, ch’è in quella parola della Scrittura: Ho creduto, perciò ho parlato, anche noi crediamo, e perciò anche parliamo” (2 Corinzi 4:13), e quindi uno parla di ciò in cui crede, e non parla di ciò in cui non crede. Per noi quindi il silenzio da parte di un pastore su qualche cosa che è scritta nella Bibbia, indica che quel tale non crede in quella cosa scritta nella Bibbia. E perciò, lo ripeto, l’assenza della riprovazione pubblica dal pulpito di ciò che fa ingelosire Dio, indica che chi sta sul pulpito non crede affatto che Dio sia un Dio geloso del suo popolo.
Quando il popolo d’Israele si abbandonò ai peccati, provocando ad ira e a gelosia Dio, cosa fece Dio? Parlò tramite i suoi santi profeti contro i peccati del suo popolo, e ammonì severamente il suo popolo che se non si fosse convertito dalle sue vie malvage, lo avrebbe giudicato con vari castighi. Perchè questo? “Perché l’Eterno, che si chiama ‘il Geloso’, è un Dio geloso” (Esodo 34:14), e prova gelosia per il suo popolo, come ebbe a dire tramite il profeta Zaccaria: “Io provo per Sion una grande gelosia, e sono furiosamente geloso di lei” (Zaccaria 8:2), e non tollera quindi che il suo popolo commetta adulterio con il mondo o che si prostituisca con i pagani o che nella distretta si appoggi su Faraone. E i profeti erano pienamente consapevoli della gelosia che Dio nutriva verso il suo popolo, e per questo soffrivano nel vedere il popolo contaminarsi e ribellarsi ai comandamenti di Dio. Così anche gli apostoli, e difatti con le loro parole e con il loro esempio, esortarono il popolo a santificarsi e a rinunciare all’empietà e alle mondane concupiscenze.
Nelle ADI i pastori invece non soffrono nel vedere il popolo corrompersi dietro le concupiscenze di questo mondo, o abbandonarsi ai piaceri della vita o mettersi con gli infedeli, anzi si compiacciono nella ribellione del popolo, essendo anche loro ribelli. Non esiste quindi per loro parlare di un Dio geloso che si indigna o si ingelosisce nel vedere il suo popolo che ama il mondo e ne è amico, e quindi che si vendica di un tale popolo ribelle.
Ecco dunque ancora una concezione massonica di Dio che hanno anche i pastori delle ADI.

Haiaty Varotto ESTREMISTA? IO lo GIURO PER il DIO: santo forte immortale e il VIVENTE JHWH HOLY di: ISRAEL, che quando voi passerete dalle miei mani? voi vi pentirete di essere stati concepiti e di non essere stati sgozzati tutti dal profeta ELIA al torrente ghison

82 Chibok girls freed
May 7, 2017

Kazakh Baptists raided, fined on Easter Sunday as ‘illegal’
May 4, 2017

CAR: ‘Simple survival rule in IDP camp: if you walk out, you might be killed’
May 4, 2017

Ethiopians don’t have to pay for church they didn’t destroy
May 3, 2017

Part of church compound in Sudan illegally occupied
May 2, 2017

Articles


May 2, 2017 Al-Azhar, Cairo, Copts, Muslim, Pope Francis
Pope Francis in Egypt: “Violence is the denial of every true religion”
Pope Francis, head of the Catholic Church, went to Cairo with a message of unity and peace. On his first day, speaking at an International Peace . . . Read More

April 27, 2017 Al-Azhar, Copts, Egypt, Palm Sunday, Pope Francis, Pope Tawadros, President Fatah al-Sisi, visit
Weary Copts urge Pope Francis to challenge Sisi over attacks and chronic discrimination
Egyptian Copts have welcomed Pope Francis’ “insistence” that his visit to Cairo this week go ahead despite the recent attacks on two churches that killed 45 . . . Read More

April 27, 2017 Freedom of Religion, Reports, Russia, USCIRF
US watchdog adds Russia to its list of worst oppressors of religion
Religious freedom is in retreat worldwide, and for the first time Russia is among the world’s worst oppressors, according to America’s most prominent and influential scorecard . . . Read More

April 26, 2017 Islamic State, Pakistan, persecution, Syria, United States
How do Christians respond to persecution?
A report looking into the ways Christians respond to persecution has found that their “survival strategies” require a lot of “creativity, determination and courage”, while violence . . . Read More

April 25, 2017 Ankawa, Nineveh Plains, Qaraqosh
Displaced Iraqi Christians open sweet factory in Erbil
In his new factory, surrounded by sesame seeds, pistachios and sugar, Rabeea dips his spatula into a large vat of honey-coloured syrup. He’s checking its consistency . . . Read More

April 24, 2017 Amhara, Ethiopian Orthodox Church, Islam, Tigray
Ethiopian state considers restricting ‘Christian activity’ to church buildings
Ethiopia’s northern Tigray State is considering adopting a new law that would restrict Christian activities to within official church compounds, rendering illegal the activities of smaller . . . Read More
Read More News
background

Pakistan’s anti-blasphemy laws
By World Watch Monitor, March 14, 2017 |
What the laws say Chapter XV of Pakistan’s Penal Code, titled “Of Offences Relating to Religion,” contains six sections. Four of them outlaw a number of acts, ranging from tresspassing on places of worship to “malicious acts intended to outrage religious feelings,” with penalties ranging from one to 10 years. . . Read More
The hidden, religious dimension to Nigeria’s violence
By Yonas Dembele, July 13, 2015 | Boko Haram, Ethnic cleansing, Fulani, Nigeria
Nigeria has never been at ease with itself: social unrest has been one of the trademarks of the country. Resource distribution and power allocation among regions and ethnic groups have consistently created havoc that cannot be forgotten. The Biafra War (July 1967 – January 1970), caused by an ethnic and. . . Read More
Are Nigeria’s ‘Middle Belt’ Christians victims of ethnic cleansing?
By World Watch Monitor, July 13, 2015 | Boko Haram, Ethnic cleansing, Fulani, Nigeria, Research
March 2014 attacks in Kaduna state, in central Nigeria, left more than 114 people dead and many houses burned.World Watch Monitor It has been a deadly July in Nigeria. More than 200 people have been killed since June 30 in attacks that have come almost daily in the country’s northern. . . Read More
Understand concept of ‘infidel’ to understand risks of Islamic radicalization
By Jacob Zenn, October 21, 2014 | Boko Haram, infidel, IS, Islam, Pakistan, Salafist, Takfir
In recent history, genocides have often been accompanied by the preparatory dehumanization of victims. In 1994, in Rwanda, for example, the Hutu interhamwe labelled the Tutsis as “termites” or “cockroaches” before they killed more than one million (mainly) Tutsis. Similarly, before World War II, the Nazi regime in Germany often. . . Read More
The rise of political Islam in Europe
By Frans Veerman, July 9, 2014 | Egypt, Europe, Iraq, Islamism, Jihad, Political Islam, Syria, United Kingdom
Analysis: Why jihad is not as big a threat as creeping ‘participation’ There are increasing fears that European-born young men who go to Syria will get caught up in the fight of radical Islamic extremists to establish an Islamic Sharia-based state across Syria and Iraq, and then return to their. . . Read More
How does Boko Haram justify kidnap of 230 Nigerian teenage girls?
By World Watch Monitor, April 25, 2014 | Boko Haram, Islamism, Nigeria
As the world vacillates between outrage and numb impotence in the face of Boko Haram’s recent kidnapping of about 230 teenage girls from the mainly Christian enclave of Chibok, northern Nigeria, the questions “Why these girls?” and “How much longer?” beg yet again for answers. But from whom? A timely. . . Read More
Read More Background


Recent Tweets Follow

Help Our Scripture Ministry reach Jewish people with Yeshua their Messiah and help Educate EVERYONE through Scripture

Special One-Time Gift

Lorenzo, please give a Special Gift
of whatever God puts on your heart.

Bless Israel Today, Click Here!

I will bless those who bless Israel. (Genesis 12:3)

2. Give your Tithe

“Bring the whole tithe into the storehouse (of Israel), so that there may be food in My house, and test Me now in this,” says the LORD of hosts, “if I will not open for you the windows of heaven and pour out for you a blessing until it overflows.”

– Malachi 3:10

Give Your Tithe This Sunday

3. Messianic Prophecy Bible: Chapter Sponsorship

Help Sponsor a Messianic Prophecy or Bible Chapter with a pledge:

$35 month

Sponsor a Prophecy or Bible Chapter, click here

4. Sponsor our Bible Translation in 184 languages!

Reach out around the world for YESHUA (Jesus) through our Bible Translation in 184 languages with your pledge of:

$30 month

Sponsor Translation

If you are already a sponsor – Thank You.

This message was sent to lorenzo_scarola@fastwebnet.it from:
Messianic Bible | news@biblesforisrael.com | Bibles For Israel | P.O. Box 8900 | Pueblo, CO 81008

Update Profile 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...